Annunci

Archive

Archive for luglio 2011

Fuggi da Siena

27 luglio 2011 Commenti disabilitati

Scrivo questo post col telefonino da una località’ del mediterraneo. Faccio una grande fatica a scrivere su questi piccoli tasti. Leggo e mi informo su quello che succede in città’. La musica e’ sempre la stessa la casta impera e a noi non resta che fuggire da Siena, almeno per un breve periodo, ma questa maledetta tecnologia fa giungere le notizie anche nel più remoto angolo del mare nostrum… Ciao Siena, ciao amici non mi mancate per niente!!! Caldi saluti da IL SANTO Le mail ti raggiungono ovunque con BlackBerry® from Vodafone!

Annunci
Categorie:Uncategorized

La signora Giuliana e i blogger faziosi…

14 luglio 2011 1 commento

Siamo alla metà di luglio, IL SANTO vi saluta con una lettera della mia appassionata lettrice la Signora Giuliana. Mi dice che sono un sognatore, forse si. Ma devo confessare di essermi stancato di esserlo, quando mi sveglio ho la bocca felpata come al risveglio da una sbornia galattica. La nausea è continua e ultimamente è fuori controllo e non mi permette di scrivere e ragionare in maniera serena. Parto, me ne vado da questa afosa città per un po’ di giorni, magari cambiare aria e soprattutto facce mi farà bene… Buona lettura con la Signora Giuliana

Abbiamo dei media e blogger davvero faziosi. Del giornalista maximo è inutile parlare, perché tanto L’Eretico basta a metterlo in croce da buon massone tutti i giorni quasi. Ma quell’altro moralista di Fratello illuminato? Censore inesorabile dell’Università attuale e del Pdl non ha mai discusso se non sbaglio perché avrò certamente perso qualcosa i vari Piccini, Lucci,Ascheri, Stelo, Corradi, Falorni ecc. Ora fa interviste a radicali, IdV e Comunisti, e poi? Sarà interessante il seguito.
Vediamo come si sviluppa.
Ma che ogni scrittore abbia dei fini politici personali non è triste? Mio figlio mi dice che sono una sognatrice. Ma io preferisco così. Lo rimanga anche Lei, caro Santo, che mi sembra l’unico veramente disinteressato, a parte quella specie di missionario laico che è l’Ascherino, già professore di mio figlio, che lo adorava a essere sinceri nonostante fosse massacrato dalle date del Risorgimento, guerre nei Balcani, fascismo e tanta altra storia recente.
Buona estate dalla sua attenta lettrice Giuliana

Categorie:Uncategorized

CON LA CRISI FINISCE LA VISCHIOSITA’ DELLA POLITICA SENESE? di Edmondo Dantès

14 luglio 2011 Commenti disabilitati

Le premesse non erano buone. Le minoranze, già deboli dopo il crollo della strategia del Piccini alle ultime amministrative, sembrano incapaci di riprendersi. Non c’è stato un solo incontro unitario, almeno in pubblico. Non un dibattito aperto degno di questo nome. Come si può andare avanti dopo la vittoria del Ceccuzzi? Con le prediche laiche dell’Eretico?
Nessuno se lo chiede,  mi sembra. La Vigni ha fatto per sé (mentre la Buscalferri continua a non chiarire la sua specifica funzione alternativa in Fondazione, a quanto sembra), e continua a negare la propria realtà di lista civica, mentre su Fondazione-MPS un comunicato ha rivisto assieme solo Corradi-LCS.
Ognuno cura il proprio orticello. In questo ambiente asfittico il MPS scende sotto lo 0,5 e la Fondazione viene data da alcune fonti al 46%, ma i senesi sono più interessati al prossimo palio, che vedrà la Torre correre senza ostacoli? L’Università sembra davvero asfittica e ci si aspetta solo di vedere come la Biotech e le altre società messe su dalla fertile fantasia creativa di poltrone della Fondazione possano sopravvivere nei nuovi climi di penuria.
L’età delle avventure negli investimenti sembra finita. La politica se ne è accorta? Le giornate delle donne indicano ancora una volta grande insoddisfazione per il quadro politico esistente, ma che concretezza possono indicare a parte l’ovvio anti-berlusconismo? A Siena si è parlato della stabilizzazione di Siena Futura. Potrà diventare un movimento provinciale? Anche qui la mancanza di confronto con la Federazione regionale delle liste civiche (si veda in Facebook) e i vincoli posti dal suo ascere all’interno della maggioranza di centro-sinistra non porrà un freno alla sua spinta innovativa?
Il giudizio prudente ma positivo del prof. Ascheri su Siena Futura che Lei, caro Santo, ha pubblicato, non sarà troppo ottimistico? E’ vero che se saprà dimostrare capacità di aggregazione potrà anche imporre qualche scelta poco gradita a Ceccuzzi & Co. Ma dovrà fare molta attenzione nelle prossime cooptazioni. Ogni segnale potrà essere decisivo. Non va dimenticato che qualche problema Marzucchi e i suoi l’hanno dato al tempo della formazione dello schieramento del Ceccuzzi. Qualcuno sperava addirittura, non senza ingenuità, che potessero coalizzarsi Vigni-Marzucchi-IdV! Quest’ultima deve distinguersi con proposte forti dopo la disastrosa vicenda elettorale. L’appiattimento in Provincia sulle posizioni PD non sarà un freno insormontabile?
Tra un partito nazionale che è privo di autonomia locale e un gruppo con una dirigenza solo locale c’è da essere incerti nella scelta? La Lega a Siena non ha fallito il suo scopo? Il suo radicamento è stato più politico che sociale. Di proclami più che di chiarezza politica, dimostrata dalla predilezione per la Battistii, già PdL e poi picciniana.
Le elezioni hanno disintegrato l’opposizione. La crisi del MPS potrebbe disintegrare la maggioranza, con un PD troppo carico di responsabilità negative.
Forse è vero. C’è spazio per le novità.
Ma che sia il veterano Marzucchi a guidarle non è paradossale?

Un saluto dalle mie ferie Chiantigiane…

Il monumento abbandonato e la memoria corta…

13 luglio 2011 Commenti disabilitati

Dopo aver letto l’articolo di apertura del sito IMPEGNO per SIENA (Il programma patetico: le 50 “coccole”) vorrei portare un po’ di sale alla discussione. Una delle prime cose di cui ci siamo occupati in Circoscrizione 5 come LISTE CIVICHE era appunto il restauro della statua di TITO SARROCCHI in Via Pannilunghi. Nel 2006 l’area circostante era in totale degrado per un cantiere che era stato usato in campagna elettorale per sistemare apparentemente i marciapiedi della zona. Denunciammo la pericolosità del cantiere (chiunque poteva accedervi). Nell’occasione chiedemmo il restauro della Statua. Ci fu risposto che non c’erano i soldi. Nel proseguo del mandato abbiamo ripresentato varie mozioni, sempre bocciate dall’amministrazione con varie scuse. Oltre al recupero della Statua chiedemmo anche il restauro della lapide di BRUNO BONCI, proprio lì vicino, la scritta stava scomparendo e la stele aveva bisogno di restauro. Ci risposero sempre negativamente. Quello che più mi ha indignato è la mancanza di rispetto verso chi ha combattuto per l’indipendenza senese e italiana, sacrificando la vita perchè le generazioni future potessero vivere una vita migliore e libera.  Ora gli vogliono fare le “coccole”, ora che i soldi sono finiti che la FONDAZIONE è un relitto (quest’anno ci sarà il bando solo per gli enti nominanti), ma come dice il buon FALORNI i senesi hanno quello che meritano, ma i nostri avi saranno contenti di noi, loro si meritano questi amministratori?? PORA SIENA

Lo scempio dello Stadio, gli alberi abbattuti non sembrano malati…

13 luglio 2011 4 commenti

La sinistra è sempre stata attenta al territorio e alla sua conservazione, ma a Siena siamo particolari, siamo speciali, siamo eccezionali, siamo 2.0!!! Gli alberi dello Stadio, quelli che generazioni di senesi hanno sempre visto (con mio nonno si andava a raccogliere i pinoli e poi si mangiavano parlando di a.c. Siena con i suoi amici). In città da tempo è iniziata la guerra contro questi GIGANTI BUONI (come gli ha chiamati l’Architetto Mazzini clicca per leggere), Via Avignone, Viale Mazzini lo Stadio, distrutti fatti diventare segatura, la motivazione sempre la stessa pericolosi e pericolanti e poi non sono autoctoni (infatti in Viale Mazzini hanno messo i peri giapponesi!!), probabilmente in onore di un noto amministratore senese SO’nasegad’ambiente, lo stesso che ha realizzato la viabilità di caduti di Vicobello o che ha fatto tagliare gli alberi dietro San Domenico!!! I pini, come tutti gli alberi, sono pericolosi se non vengono adeguatamente potati!  A proposito la notizia va verificata e controllata, ma pare (ripeto pare) che il parco giochi in fondo a Via Caduti Vicobello realizzato dalla Circoscrizione 5 nello scorso mandato, verrà smantellato per far posto ad una rotonda… Siamo in Italia, per fare cose pessime bisogna farle tre quattro volte tanto i soldi sono nostri!!! Una domanda ma i verdi senesi, Italia Nostra dove sono? Forse tutti al mare oppure come sta accadendo anche a me si sono rotti le scatole di fare le battaglie contro i mulini a vento e contro i senesi, che (scusate il francesismo) non gli importa un emerito @zzo di niente di quello che accade in città basta che l’orticello funzioni bene!!!

UN AUGURIO ALLA NUOVA “SIENA FUTURA” di Mario Ascheri

11 luglio 2011 1 commento

Il movimento Siena Futura si è trasformato da fatto elettorale in movimento di durata. Nei réportages ho letto che vorrebbe addirittura configurarsi come non strettamente senese, che aspira a essere l’Union Valdotaine dei Senesi. E’ un fatto così nuovo che mi costringe ad uscire dal letargo estivo.

Mario Ascheri

Ambizione enorme, sia chiaro. Ma è quel che propongo da anni, visti i disastri che ci combinano i partiti nazionali e perciò non posso che esserne lieto. Alla fine qualcosa si muove. Sento già i critici: che fai, ti attacchi al carro del Marzucchi? Entri in maggioranza dopo averla combattuta così duramente?
Niente di tutto questo. Il mio disimpegno dalla politica attiva, annunciato a settembre 2010, continua, e non mi sembra tempo di cambiare opinione. L’età poi sconsiglia impegni dissennati. Ma è giusto un incoraggiamento a chi ha deciso di iniziare questa strada.
I rischi ci sono naturalmente. Il fatto di essere in maggioranza già pone problemi.
Ma se l’accesso al gruppo verrà gestito con saggezza, senza la consueta faziosità e il clientelismo dei partiti tradizionali, può nascerne qualcosa di buono.
Innovatività, fedeltà alla città, apertura di orizzonti, riconoscimento del merito al di là dell’appartenenza, trasparenza e collegialità delle decisioni ecc. devono essere garantite, naturalmente.
Se si rispettano i principi base di una struttura che vuole essere democratica per promuovere uno sviluppo democratico di Siena, qualche speranza c’è.
Benvenuto dunque il nuovo gruppo. C’è tanto bisogno di un impegno con caratteri nuovi ma legato profondamente al territorio e alla sua cultura tradizionale in chiave innovativa nel momento i cui tutto ci crolla attorno.
Non facciamo i nobili sdegnosi.
Diamo una chance ai ‘SenaFuturisti’! Benvenuti e buon lavoro, dunque.

Senesi al mare, Monte dei Paschi e Fondazione in alto mare…

11 luglio 2011 Commenti disabilitati

Come il TITANIC (considerato inaffondabile), procede il duo MPS e FONDAZIONE. Scrivo questo post prima dell’apertura delle contrattazioni a Piazza Affari, con la speranza che il Titolo della nostra (?) banca riprenda e dia fiato alla FONDAZIONE che su di esso ha scommesso tutto. Segnalo alcuni articoli interessanti e metto in questo post due commenti fatti da due miei lettori… PORA SIENA buon giorno!!!

Fondazione MPS: serve ben altro che la sostituzione del vertice tecnico (Impegno per Siena)

Aumento di capitale: un affare per tutti, nefasto solo per la Fondazione

Mps: tutto esaurito l’aumento di capitale da oltre due miliardi

Siena e la «freddezza» di Campaini‎ – Il Sole 24 Ore

Banca Monte Paschi Siena (quotazione in diretta)

MASSIMO SCRIVE:

Fa immensamente piacere che la Sig.ra Giuliana si mostri così attenta alla vita cittadina e si preoccupi delle sorti della Banca….Purtroppo non tutti i Senesi paiono interessati a simili vicende, preferendo piuttosto i destini sportivi della Mens Sana e del Siena al futuro della Città…
Ben venga poi, chi come Giuliana, spende un po’ del suo tempo (prezioso per tutti) per dire la sua, unendosi alle voci di chi (come fa meritoriamente il Santo), pur volendo bene a Siena, non per questo si tappa bocca e orecchie e si chiude gli occhi per non vedere i problemi, pensando che tutto sia “bello e meraviglioso”…! La vicenda della Banca è emblematica e chi l’ha seguita sa bene le ricadute negative che avrà sulla città…visto per esempio che il prossimo anno non ci sarà il bando della Fondazione MPS per finanziare le iniziative sociali, culturali e pubbliche che il nostro territorio era abituato ad avere…
Il discorso si farebbe lungo… Magari ci tornerò sopra.

MULTIPASS SCRIVE:

Concordo e aspetto i bilanci dei vecchi furbi…..dai giornalisti del “Fatto Quotidiano” che erano in rete stasera su argomenti come rifiuti-palazzinari-forze trasversali e così via(clicca per leggere)….sembrava che Siena fosse la piazza di ristoro dei personaggi “oscuri”, anche se non è stata “nominata”…..Insomma SIena dovrà pagare il banchetto fatto da altri!!! Tanto ai senesi che gli e ne frega ….fra un po’ ci sono 10 cavalli a corre in piazza e festa!!!! Buonanotte…..