Annunci

Archivio

Archive for settembre 2011

BRAVO, VIVA IL SANTO! – Edmondo Dantès

30 settembre 2011 Commenti disabilitati

Un po’ di soddisfazione ogni tanto ci vuole, per andare avanti. Grazie Dantès per il titolo, troppo buono! Ma non faccio altro che informarmi su internet, cosa che a Siena purtroppo fanno in pochi….

Non immaginavo che lo trovassi! Oggi sei asceso nella mia stima. Permettimi solo, da modesto scribacchino professionale, di segnalare alcuni pezzi più interessanti del CORRIERE:

“balza subito all’occhio che un conto sono i casi della Caricuneo o della Cariplo e un ben altro conto sono quelli di Verona e Siena….Nella fondazione scaligera, invece, la perdita teorica sulla banca assorbe il 49% delle attività totali e il 60% del patrimonio netto. E nella città del Palio, siamo al 49 e al 55%, ma con l’aggravante di avere 760 milioni di debito, 600 dei quali fatti per poter sottoscrivere l’aumento di capitale.”

Fatemi sapere se il giornale della banca ne parla! Grazie,
Edmodo Dantès

Cdp: nel Comitato Supporto avvicendamento membro Fondazione Mps

 

Fondazioni, sta finendo la benzina

La crisi e le fondazioni bancarie

‎‎

FORZE IN CAMPO Gli enti hanno solo il 9% ma ci sono azionisti di 


Annunci

Siamo solo all’inizio del dramma MPS per la fine c’è tempo – Il Santo

29 settembre 2011 1 commento

ultim’ora

Fondazioni, sta finendo la benzina (corriere della sera)

Siamo al capezzale di un malato grave, direi gravissimo. In città però non se ne parla, anzi se senti la gente sembra che questo dramma tutto senese, iniziato con l’acquisto di ANTONVENETA, sia solo nelle menti malate di chi da tempo ne scrive e ne parla. Il senese ancora non ha capito che il nostro istituto di credito, con la sua Fondazione è ormai in stato comatoso ed il prete si sta preparando per l’estrema unzione che avverrà con il prossimo aumento di capitale di circa 2 miliardi di euro (prego chi di dovere di non querelarmi perchè ho scritto “aumento di capitale”). Ormai che ce ne sia bisogno lo sanno tutti, ma non si deve dire. Quello che sta accadendo l’ho scritto e detto già da tempo, lo hanno scritto e detto esperti di finanza e attenti conoscitori della Banca e della Fondazione. Quello che mi nausea, che mi disturba è come i senesi abbiamo potuto farsi fregare così in maniera evidente, come abbiano potuto sottostare a questa politica scellerata che li ha privati della loro istituzione più importante. L’unica cosa da dire ad alcuni miei concittadini è: VERGOGNATEVI. Non può una comunità sacrificare tutto quello che è stato costruito in secoli di storia, solo per mero interesse personale. Non si può chiudere gli occhi perchè ci fanno comodo certi personaggi che potrebbero sistemarci i figli dietro una bella scrivania. Non si può permettere che l’oligarchia senese (che di senese ha poco, se non la residenza) ci porti via tutto, compreso il giochino del Palio. Attenzione senesi, il dramma non è finito ma siamo solo al primo atto, di qui ad un anno ne vedremo delle belle…

FONDAZIONI E “AFFONDAZIONI”. CHI MOLLA LA PRESA?

Mps: Mussari, nessuno sportello in vendita‎ Corriere della Sera

Sette banche italiane declassate. Mussari: “Non ha gravi conseguenze”

Mps aumenta coefficienti patrimoniali per cessione immobili

Questi ci prendono VERAMENTE per dementi… – Il Santo

28 settembre 2011 2 commenti

Vorrei scrivere tanti aggettivi su questa vicenda, ma francamente prendere una querela per questi PERSONAGGIONI senesi non ne vale la pena… Leggete e incazzatevi ne avete ben donde… PORA SIENA!!!!!

I cittadini pagano l’avvocato agli inquisiti della Provincia!!

 

 

Qualcuno a sinistra si è svegliato – Il Santo

27 settembre 2011 1 commento

Venerdì 30 Settembre alle ore 21 nella sala di palazzo Patrizi, i belli addormentati (almeno fino al 2010!) si sveglieranno e cominceranno a parlare dell’ormai distrutto Monte dei Paschi. Qualcuno mi dirà: “cavolo, ma non ti va mai bene niente?” La risposta è semplice, il fatto è che ho una memoria da elefante e non posso non ricordarmi che alcuni dei signori di Sinistra per Siena fino a poco tempo fa prendevano per “sfascisti” coloro i quali denunciavano la situazione. Erano momenti in cui si poteva fare ancora qualcosa. Ora si propongono assemblee pubbliche che secondo la mia opinione servono e non servono. Servono a far capire alla gente che la situazione è gravissima, cosa peraltro che le Liste Civiche Senesi tentarono di fare nel 2008 con Paolo Barrai di MERCATO LIBERO. Non servono perchè il danno è fatto e la situazione sarà ancora più grave se i rumors su un nuovo aumento di capitale dovesse essere messo in atto entro pochi mesi. Non scrivo questo per polemizzare con Sinistra per Siena, ci mancherebbe altro! In questo momento la Signora Vigni è l’unica che in Consiglio Comunale di sa da fare per tentare una certa opposizione, ma alcune domande le devo porre, per fare chiarezza, perchè è l’unico mezzo per tentare di risalire la china. Ho avuto l’opportunità di avere di fronte la Dottoressa Bulscalferri (membro della FONDAZIONE e anche di Sinistra per Siena), gli feci alcune domande, ma fui interrotto da un noto avvocato senese amante della VESPA… Le ripropongo ora:

  1. Signora, come ha votato per l’acquisto di Antonveneta? E perchè?
  2. E’ vero o non è vero che in FONDAZIONE sapevate da tempo che 9 miliardi di euro erano quasi il triplo del valore di ANTONVENETA e che ignoraste un rapporto di una famosa casa di rating?
  3. Secondo Lei ci sono professionalità adatte in FONDAZIONE o ci sono solo persone nominate per appartenenza politica e quindi senza avere i titoli sufficienti per gestire queste situazioni finanziarie?
Venerdì purtroppo sono fuori Siena per impegni familiari, altrimenti avrei posto le stesse domande, nella speranza di avere delle risposte. Invito tutti ad andarci, perchè la situazione è nera ed è bene che tutti i senesi ne siano consapevoli…. PORA SIENA

C’era una volta una banca al servizio del territorio

(clicca per leggere)

Un ringraziamento a RED, quello de IL CITTADINO ON LINE – Il Santo

26 settembre 2011 Commenti disabilitati

Leggo spesso il CITTADINO ON LINE, devo dire che la linea è cambiata, l’unico diciamo così che punge è RED con i suoi articoli sulla finanza locale e nazionale. Non so chi sia RED e francamente non  i importa un fico secco. A me bastano i suoi articoli che condivido e che fanno un’analisi seria che certi altri giornalisti non fanno. Caro RED visto che chiedi ringraziamenti te li faccio io: IL SANTO, perchè anche a me sembra di essere il personaggio di MASSIMO LOPEZ. A dire la verità qualche fucilata mi è già arrivata, ma il fuciliere era orbo!!! Continua a scrivere almeno quei pochi che ci leggono saranno contenti, almeno un lumicino di speranza resta sempre… GRAZIE e BUON LAVORO chiunque tu sia….

MPS: SETTIMANA BORSISTICA GIÀ CONFUSA

 

 

Quel vizio di vendersi per qualche briciola – Il Santo

26 settembre 2011 Commenti disabilitati

Devo dire che questa settimana non è iniziata bene. Stamani ho trovato un noto esponente del PDL con il quale mi sono intrattenuto qualche minuto. Era molto affranto e dispiaciuto, mi ha spiegato che la situazione è molto critica, sarebbe interessante conoscere i retroscena dell’indebitamento della FONDAZIONE per 600 milioni di euro! Oltre a ciò pare (dico pare) sempre più vicina la possibilità di un nuovo aumento di capitale per la Banca. Detto questo la cosa che più sconcerta è che all’interno della PDL (così mi è stato riferito) c’è qualcuno che continua a fare accordi con chi ci ha portato a questo sfacelo! Qualcuno forte dei propri voti vuol fare le scarpe al coordinatore provinciale PDL, fin qui niente di male, ma la cosa imbarazzante è che questi personaggi si sono messi già d’accordo con il potere senese (per le poltrone) per prenderci ancora in giro con questa falsa opposizione vi ricordate il mio post? (Gli interessi trasversali della Città…). Credo che a Siena esistano degli uomini piccini, piccini, che si vendono per le briciole, un vizio che ha creato una classe dirigente veramente mediocre. PORA SIENA!!!  Per chi si fosse sentito offeso da questo post (nomi non ce ne sono!!) dico che: OGNI RIFERIMENTO A PERSONE, COSE O FATTI REALMENTE ACCADUTI è PURAMENTE CASUALE….

PROPOSTA PER LA LIBERTA’ DI ESPRESSIONE – Edmondo Dantès

26 settembre 2011 5 commenti

Ogni tanto grazie a Dio riesco a collegarmi ai Vostri siti e ne esco confermato nella mia tesi.
Siena è morta e non ha più la coscienza non solo di se stessa ma neppure del ridicolo. Già, essendo morta non può fisiologicamente sentire alcunché! Neppure i propri problemi, è ‘over’…
L’assessore Cannamela e altri hanno dato un premio per la libera espressione che è oggi all’XI edizione. Incredibile, non ne sapevo niente di questo altro scandalo senese, costoso di sicuro, anche.
Mano a mano che la libertà di stampa a Siena si offuscava, si cominciavano quindi a premiare degli stranieri operanti in sedi disagiate o addirittura vittime, come se Siena fosse un paradiso informativo sensibilissimo dal quale si percepisse subito una situazione difficile. Forse, più propriamente, a Siena si sa bene cosa vuol dire controllo dei media?
Naturalmente delle vittime senesi di certi black out informativi nessuno parla né certo pensa a premi compensativi.
Inutile dire che io penso a una candidatura dell’Eretico di Siena, di cui il nostro Santo carica di tanto in tanto i comunicati.
Non che sempre lo condivida.
Ad esempio, dà forse troppa importanza a certi preti, ingigantendo dei piccoletti presso l’opinione pubblica, o si attacca a piccole cose (come  con la Valdesi) così che lo sento un po’ troppo coinvolto emotivamente e perciò non sempre sereno, cosa che invece potrebbe renderlo più efficace ancora.
Non è l’età. Mandatelo un anno o due lontano da Siena e vedrete che migliorerà di sicuro. Se poi viene da me, e sono sicuro che se vuole sa scovarmi, la curetta avrà un effetto sicuro.
Gente potente come Acampa, perché non gli fate dare un lettorato di italiano all’estero dal Ministero degli Esteri?
Prima però Cannamela dovrebbe dare una prova di discontinuità e far assegnare il prossimo premio, il XIIesimo, a Raffaele Ascheri. Ma non sarà il mio un sogno di fine estate?

p.s.1 dimenticavo l’ottima Giuliana (ma non le sue gambe d’un tempo): nel suo brillante articolo voleva certamente riferirsi alle critiche del figlio ai poteri AUTOCRATICI dei Rettori, vero? correggere il brutto refuso, please.

p.s.2 i prof. Calabrese e Bettini sono i due senesi intrescati con il SUM che ha ora avuto l’onore delle cronache, vero? Anche qui da me ne parlano gli accademici, che per di più lo stimano un carrozzone sprecasoldi; ci si chiede come Franco CARDINI e un Galli DELLA LOGGIA possano ancora starci.
Solo perché si lavora poco, cioè ancor meno che in una università normale, e lo stipendio è da favola?
E’ storia che dovete pregare Giovanni Grasso e i suoi vivaci (e prolissi) bloggers di approfondire. Grazie vivissime.