Annunci

Archive

Archive for ottobre 2011

Saluti da IL SANTO per ora si va in vacanza

16 ottobre 2011 Commenti disabilitati

Cari lettori, cari collaboratori 

IL SANTO vi saluta e se ne va in vacanza. Non so per quanto tempo ma questo è un momento in cui ho bisogno di riordinare le idee. Mi dispiace per chi mi segue costantemente, per tutti coloro che considerano questo blog una delle poche voci libere cittadine. Ora però mi devo rigenerare, perché sono alquanto schifato da tutto quello che mi circonda e da quello che sta succedendo a Siena. In altre città gli “indignados” stanno facendo proteste davanti alle banche, contro chi ha creato il “Sistema”, al grido: “NON SAREMO NOI A PAGARE I VOSTRI DEBITI!” Si stanno incazzando io infatti gli chiamerei INCAZZADOS. Qui a Siena invece va tutto bene! AH! SE CI FOSSE ANCORA IL CORAGGIO DI  BARBICONE!!! Quindi vi saluto e “forse” tornerò a scrivere. Per ora vi lascio con l’ultimo comunicato di Dantès:

Requiem di fine estate.
Santo, non aspetti normative nuove! I tempi non mi sembrano favorevoli. Piuttosto, visto che non avete un giornalismo molto vispo sulle cose importanti localmente, accolga questo comunicato che circolava stamane e che vi riguarda da vicino…
“Mps: Fondazione Mps lima quota e cede lo 0,7% del capitale.
La partecipazione scende al 48,51% del capitale sociale (Il Sole 24 Ore Radiocor). La Fondazione Monte dei Paschi di Siena lima la quota di partecipazione nel Monte dei Paschi. L’ente di Palazzo Sansedoni ha ceduto sul mercato venerdi’ scorso 84 milioni di azioni ad un prezzo di 0,41 euro per azione per un controvalore di 34,77 milioni secondo i dati comunicati a Borsa spa per l’internal dealing. La quota ceduta porta quindi la percentuale di partecipazione complessiva della Fondazione nella banca senese al 48,5% del capitale sociale dal precedente 49,2 per cento. La Fondazione, che ha sfruttato quindi il primo momento di risveglio del mercato azionario, ha deciso la mossa, riferiscono ambienti vicini all’ente presieduto da Gabriello Mancini, in linea con l’obiettivo dichiarato di ridurre la partecipazione al 50,1% del capitale ordinario”.
I dati Consob – mi telefonano – parlano piuttosto di discesa al 45%, in realtà.
Edmondo Dantès

Annunci

Università di Siena: cosa serve il fondo immobiliare?

13 ottobre 2011 Commenti disabilitati

Ce lo spiega il Professor Grasso sul suo blog… Buona lettura

Un fondo immobiliare per speculare sull’Università di Siena?

Ricordo che ancora non si sa niente degli indagati per l’ormai famoso buco nel bilancio… La prescrizione è sempre più vicina… Tanto paga PANTALONE…

 

La morale di chi vuol fare la morale – IL Santo

10 ottobre 2011 Commenti disabilitati

Senza parole…. A Siena è lo stesso tutti puri e immacolati… PORA ITALIA
Se la questione morale è un obbligo per gli altri (clicca e divertiti)

I DISABILI DICONO BASTA

7 ottobre 2011 Commenti disabilitati

ANCORA NON SIAMO OPERATIVI RIPRENDEREMO LE PUBBLICAZIONI QUANDO LE MODIFICHE AL DECRETO AMMAZZA BLOG NON SARANNO APPROVATE IN VIA DEFINITIVA. INTANTO PUBBLICHIAMO QUESTO MANIFESTO….    

E’ morto Steve Jobs

6 ottobre 2011 Commenti disabilitati

Interrompo il silenzio stampa per una grande persona… Ciao Steve

clicca per leggere

Categorie:comunicazione

Il Santo a rischio di chiusura… La censura all’italiana…. – Federico Muzzi

5 ottobre 2011 Commenti disabilitati

In queste ore Il Santo rischia di chiudere, l’informazione libera tutta senese rischia di non poter essere più divulgata. Con buona pace di tutti quelli che predicano la libertà di espressione.

Il Disegno di legge – Norme in materia di intercettazioni telefoniche etc., p. 24, alla lettera a) del comma 29 recita:

«Per i siti informatici, ivi compresi i giornali quotidiani e periodici diffusi per via telematica, le dichiarazioni o le rettifiche sono pubblicate, entro quarantotto ore dalla richiesta, con le stesse caratteristiche grafiche, la stessa metodologia di accesso al sito e la stessa visibilità della notizia cui si riferiscono.»

In questi anni questo blog ha fatto conoscere ai senesi alcune cose che i “normali” quotidiani non hanno mai affrontato per la linea editoriale che tutti ormai conosciamo.

Oggi, purtroppo, i pilastri del  IL SANTO — ricerca, libertà e verificabilità dei suoi contenuti — rischiano di essere fortemente compromessi dal comma 29 del cosiddetto DDL intercettazioni.

Tale proposta di riforma legislativa, che il Parlamento italiano sta discutendo in questi giorni, prevede, tra le altre cose, anche l’obbligo per tutti i siti web di pubblicare, entro 48 ore dalla richiesta e senza alcun commento, una rettifica su qualsiasi contenuto che il richiedente giudichi lesivo della propria immagine.

Purtroppo, la valutazione della “lesività” di detti contenuti non viene rimessa a un Giudice terzo e imparziale, ma unicamente all’opinione del soggetto che si presume danneggiato.

Quindi, in base al comma 29, chiunque si sentirà offeso da un contenuto presente su un blog, su una testata giornalistica on-line  potrà arrogarsi il diritto — indipendentemente dalla veridicità delle informazioni ritenute offensive — di chiedere l’introduzione di una “rettifica”, volta a contraddire e smentire detti contenuti, anche a dispetto delle fonti presenti.

In questi anni di blog nessuno ha mai chiesto che un contenuto fosse rimosso, e non ha mai avuto querele per diffamazione, siamo sempre stati attenti ai contenuti e alla veridicità di essi. Il Santo non ha una redazione, ma si avvale di svariati “scrittori” che operano in sintonia.

Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo
Articolo 27

«Ogni individuo ha diritto di prendere parte liberamente alla vita culturale della comunità, di godere delle arti e di partecipare al progresso scientifico e ai suoi benefici.

Ogni individuo ha diritto alla protezione degli interessi morali e materiali derivanti da ogni produzione scientifica, letteraria e artistica di cui egli sia autore.»

L’obbligo di pubblicare fra i nostri contenuti le smentite previste dal comma 29, senza poter addirittura entrare nel merito delle stesse e a prescindere da qualsiasi verifica, costituisce per IL SANTO una inaccettabile limitazione della propria libertà e indipendenza: tale limitazione snatura l’essenza de IL SANTO che è nato per la necessità di avere una voce nuova in una città in cui la democrazia è solo una parola vuota.

Sia ben chiaro: IL SANTO non vuole mettere in discussione le tutele poste a salvaguardia della reputazione, dell’onore e dell’immagine di ognuno. Si ricorda, tuttavia, che ogni cittadino italiano è già tutelato in tal senso dall’articolo 595 del codice penale, che punisce il reato di diffamazione.

Con questo comunicato, IL SANTO vuole mettere in guardia i lettori dai rischi che discendono dal lasciare all’arbitrio dei singoli la tutela della propria immagine e del proprio decoro invadendo la sfera di legittimi interessi altrui. In tali condizioni, gli utenti della Rete sarebbero indotti a smettere di occuparsi di determinati argomenti o personaggi, anche solo per “non avere problemi”.

Il Santo vorrebbe mantenere aperto questo spazio, che non ha mai offeso o diffamato nessuno, si domanda solo perchè spazi come questi in Italia non  dovranno più esistere! 

Sperando in una felice conclusione della vicenda vi auguro di poter leggere IL SANTO ancora per molto… PORA ITALIA


Ranking delle Università: Siena non pervenuta – Giuliana

5 ottobre 2011 Commenti disabilitati

Grazie di nuovo per le sue lettere. Mi risulta che facoltà come Farmacia quest’anno abbia circa 500 nuove matricole. Tale aumento mi dicono è dovuto al fatto che a Siena FARMACIA non è a numero chiuso, come hanno stabilito quasi tutte le università italiane. Il Rettore è contentissimo di queste nuove matricole, sorge però un problema, perchè in corsi come farmacia in cui il laboratorio è fondamentale si renderà necessario fare dei turni perchè tutti abbiano la possibilità di seguire i corsi pratici di laboratorio. Quindi ben vengano tante nuove matricole, ma gli spazi devono essere adeguati per poter garantire una buona didattica. Sono anche venuto a conoscenza che in città non si trovano più posti letto, alcuni studenti hanno trovato alloggio ad Asciano e Castelnuovo Berardenga. Cara Giuliana non entro nel merito delle altre tue impressioni e notizie sono diventate ormai scontate e a Siena nessuno ci fa più caso (sic!)…

Caro Santo,

le mando un link utile per le classifiche Facoltà umanistiche: non mi pare che Siena ne emerga granché, ma io sono una profana:
http://www.topuniversities.com/university-rankings/world-university-rankings/2011/subject-rankings/
giudicheranno quelli del Sensodellamisura, un sito che non mi azzardo a frequentare attivamente, perché c’è gente così agguerrita! Lei mi sembra più misericordioso…’ nomina sunt consequentia rerum’ dite, vero?
Va detto però che, voci di figli, le iscrizioni a Siena vanno meglio rispetto all’anno scorso. Come se la crisi fosse stata metabolizzata. Difficile crederlo, ma il comportamento delle ‘masse’ è sempre irrazionale, no?
Altra storia che le segnalo volentieri perché ho avuto telefonata allarmata da roma sulla vendita del palazzone MPS al Colosseo. Un’amica mi dice: ma siete così mal messi?
Apro i giornali senesi e mi parlano trionfalmente di visite alla sede, di valutazioni per il ‘sociale’ ecc.
Il MPS banca va bene in TUTTO, salvo che nei servizi bancari? Forse dipende dal menagement più politico che tecnico?
Veltroni giorni fa pontificava che i politici non devono sedere nei CdA delle aziende. Ma dove vive? A Siena c’è persino venuto più volte a mietere premi!
Io non amo l’Uomo delle escort, ma mi dica come faccio a fidarsi di questi moralisti a una velocità? E la Bindi, quella integerrima che di Siena non si scandalizza?
Come può essere credibile?
Mi consoli lei, caro Santo! Dantès ormai ha capito troppo della mia età e mio marito è da tempo che la conosce: anche nei dettagli.
Giuliana