Annunci

Archivio

Archive for aprile 2017

La Rubrica della COOL-TURA – Infanzia 2 ancora una mostra di Luisa Abruzzese

30 aprile 2017 Commenti disabilitati

Annunci
Categorie:libero contributo

Libero Contributo – Il Sindaco non ha chiaro il futuro di Siena

29 aprile 2017 1 commento
“La Siena del futuro me la immagino molto simile alla Siena di oggi”, così il sindaco Bruno Valentini ha brillantemente riassunto le sue indicazioni ai tecnici incaricati della revisione del Piano Strutturale e della redazione del nuovo Piano Operativo.
Questo è anche il riassunto dell’incontro con la cittadinanza promosso dall’Amministrazione Comunale per presentare i tecnici incaricati e le linee guida di un incarico che ha tempi strettissimi per giungere ad una adozione che non potrà avvenire oltre la primavera del 2018.
Considerando che la giunta Cenni per redigere Piano Strutturale e Regolamento Urbanistico impiegò circa otto anni, è evidente come il tempo disponibile non sarà sufficiente e che i nuovi strumenti urbanistici riguarderanno solo il prossimo Sindaco. A meno che, tenuto anche conto dell’assenza di un urbanista come capogruppo del bando del piano operativo, non si dia luogo ad un lavoro raffazzonato in cui poi dovranno essere altri a rimetterci le mani. Tutto ciò con l’aggravante che a tutt’oggi perdura l’assenza di un piano della mobilità e del traffico atteso ormai da 4 anni e negato nei fatti da interventi spot sulla viabilità senza nè capo nè coda.
Quanto ai contenuti puntualizzati dal Sindaco, ovvero risparmio di suolo, riuso patrimonio edilizio e recupero di immobili, il tutto facendo riferimento ad una “mappa delle richieste dei cittadini”, trattasi per lo più di banalità o di scelte scontate.
Il risparmio di suolo è una scelta obbligata, imposta dalla crisi che ha vanificato ogni ipotesi espansiva e dalla legge urbanistica regionale che il risparmio di suolo impone.
Sul riuso e sul recupero non si può non essere d’accordo, salvo il fatto che per riutilizzare qualcosa occorre prima capire a che cosa serve e che se l’immobile è stato abbandonato probabilmente è andata in disuso anche la funzione per la quale l’immobile era stato costruito.
Occorrerà quindi capire se le funzioni in disuso sono recuperabili o debbono essere sostituite con nuove funzioni che abbiano corrispondenza con la realtà di domani, progettando quest’ultimo e ipotizzandone necessità e bisogni. In quest’ottica ci appare indispensabile evidenziare la mancanza di visione certificata dalla carenza di idee su come riconvertire aree abbandonate o recuperare grandi edifici in disuso o, ancora, intervenire efficacemente nella prevenzione antisismica ricorrendo a finanziamenti nazionali ed europei.
Non ci sembra che tra le indicazioni del Sindaco ci sia la individuazione delle nuove funzioni cui agganciare il futuro della città e quanto al confronto con le categorie e alla “mappa delle richieste dei cittadini” c’è da sottolineare come questa sia solo la prassi ordinaria.
Si può concludere affermando che l’obiettivo del Piano Operativo  sia, in questo caso, la redazione del Piano stesso, vista la mancanza di contenuti e  che a ciò il Comune è obbligato per legge visto che lo stesso ha fatto scadere in modo colpevole i previgenti strumenti urbanistici. Tutto muove, quindi, nella mera ricerca di un consenso elettorale che il sindaco insieme ad assessori di fatto cercheranno di gestire in questo ultimo anno che ci divide dalle votazioni.
Movimento Civico Senese, Sinistra per Siena

Editoriale de Il Santo – Il Comune di Siena e la Siena parcheggi arrivano in ritardo di 10 anni…

28 aprile 2017 2 commenti

Il Corriere di Siena del 25 Aprile pubblica un’intervista al Presidente della Siena Parcheggi Lepri. A parte lo spot elettorale in cui il Sindaco  dice di voler azzerare il bollino ZTL, la parte più incredibile per me è l’ultima domanda che il giornalista fa a Lepri: “Cosa pensate di fare?”.

Il Presidente Lepri parla di più controlli da parte degli ausiliari nella ZTL e poi udite udite, le strisce saranno dipinte di blu perché indica che la sosta è regolamentata. Mi rendo conto che sia la Siena Parcheggi che il Comune, mi ha preso letteralmente per il culo (scusate), perché il sottoscritto è da più di dieci anni che insiste sulla questione delle strisce nella ztl, infatti fin dall’esperienza della Circoscrizione ho chiesto sempre con insistenza di cambiare il colore alle strisce perché a mio avviso e anche per il codice della strada quando si paga un parcheggio il colore non può essere bianco. Mi hanno sempre risposto a picche e questo è avvenuto anche in Consiglio Comunale quando le medesime richieste le ha fatte Marco Falorni. A mio avviso il colore blu poteva essere anche un deterrente per gli imbucati della ZTL, anche perché chi viene da fuori la striscia bianca è sinonimo di gratuità. La cosa più grottesca che c’è in questa storia è che ora che forse ci toglieranno il bollino, quindi il parcheggio sarà gratuito il Comune metterà le strisce blu. Tutto questo si traduce in un unica frase DEMENZA BUROCRATICA.

Ora, forse sarà gratuita la sosta per i residenti, le strisce dovrebbero essere gialle ecco cosa dice il codice della strada (giallo per gli stalli di sosta riservati.) clicca e leggi

Vi metto al corrente, ma lo potete anche cercare su questo blog che il sottoscritto ha sempre chiesto i cartelli in lingua ai varchi ZTL, la risposta è sempre stata che il codice della strada non lo permette, ora pare però che il Comune si accinga a metterli per voce della SELFIE WOMAN Pallai.

La cosa che i fa incazzare è che per la loro forma mentis, questi amministratori burocrati, pensano sempre di avere ragione, non ascoltano, non controllano, non verificano se quello che viene chiesto o detto può avere un minimo di fondamento ed intanto si perdono lustri!!! PORA SIENA

 

Che significa?

Repubblica (e due ps)

Fondazione Monte dei Paschi: cazza la randa Marcello oppure ormeggia!

Le liste di proscrizione e il tentativo del Valentini di ricreare un clima contro i blogger e la libera informazione

“Il martedì dell’eretico”: querelare, o non querelare? (leggere i commenti)

Monte dei Paschi/ Ultime notizie. Mps e l’ipotesi bad bank per Unipol

Augusti pensieri

Il Consiglio comunale approva il rendiconto della gestione 2016

Alla ricerca di un nudo d’epoca per pubblicizzare il vino della Certosa di Pontignano a Siena

Festeggiamenti per il 25 Aprile

Lo sbarco

 

 

 

Editoriale de Il Santo – “Gentaglia, collaborazionisti, merde fasciste…”

27 aprile 2017 27 commenti

Francesco Chiantese

Il titolo di questo post è la gentile descrizione che fa di me il Signor Francesco Chiantese.

Ve lo presento in questa foto tratta da suo profilo FACEBOOK. E questo è il suo sito web (leggi)

Mai ero stato pesantemente offeso per la mia attività di blogger, ma al peggio non c’è mai fine. Il commento del Signor Chiantese è apparso nel post di Michele Vittori (ora sei famoso) che ha ispirato il mio editoriale di ieri (leggi).

Nella stessa pagina Facebook sono apparse offese pesanti a Tommaso Dironato reo di aver montato la trasmissione incriminata e tacciato di essere fascista e collaborazionista. Il post contro di Lui è stato tolto dal leone da tastiera che lo aveva confezionato.  Da parte mia tutta la solidarietà possibile ad un lavoratore di Siena TV, forse il Direttore Matteo Borsi qualcosina la dovrebbe pur scrivere non vi pare?

Quello contro il sottoscritto però è rimasto ecco il coraggioso Chiantese cosa scrive: “…Quel blog ha censurato un mio commento. Gentaglia, collaborazionisti, merde fasciste. Sul fascismo per me non esistono mediazioni o sei contro i fascisti o sei peggio di loro. Senza sconti per nessuno.” 

Non mi ricordo del suo commento Signor Chiantese, quando non li pubblico è perché sono offensivi e di querele ne faccio volentieri a meno. Magari per lei dovrei essere appeso a testa in giù per questo, si ricordi non è più il 1945.

Respingo fortemente le offese che Lei ha scritto nei miei confronti, la mia storia il mio vissuto parlano per me. Ho lottato per anni contro il sistema marcio senese una cosa l’ho imparata, ho imparato ad avere la schiena dritta a rispettare ogni idea e dare voce a tutti e saper distinguere. Cosa che a Lei è ignota.

Mi fermo qui perché il mio carattere mi spingerebbe anche oltre ma non voglio scendere al suo livello, mi crea disagio e nausea. Lei però visto che è anche un uomo di cultura può rimediare chiedendo scusa.

Chiudo facendo una richiesta a Michele Vittori, che mi conosce e sa che le parole del Signore in questione sono fuori luogo. Mi hai scritto e mi hai detto che non ho capito. Fammi capire, scrivi un articolo per il mio blog, lo pubblico volentieri perché senza dialogo ci sarà solo spazio per le offese del Signor Chiantese e per i Gendarmi della Verità… PORA SIENA

Sotto l’originale post se qualcuno avesse intenzione di cancellare anche questo:

Editoriale de Il Santo – Il blog di Franko CECCUZZIK: che la restaurazione abbia inizio!!!

26 aprile 2017 2 commenti

Dopo la caduta, FRANKO CECCUZZI, non aveva più aggiornato la pagina web che curava.

Ora a distanza di un anno dalle prossime elezioni Comunali ecco che riappare con un blog da professionista, veramente fatto bene (dubito sia fatto in house) clicca e leggi.

Chissà cosa avrà da dirci il nostro mitico FRANKO, nel blog c’è anche una parte per la gastronomia, magari qualche ricetta di come si cucina la PASTA può essere sempre utile alle massaie senesi, chiaramente dovranno usare la PASTA AMATO!!!

Il BLOG di FRANKO si chiama ARIA SOTTILE che bellezza, che bel nome per Siena magari non è tanto azzeccata perché l’aria senese puzza di stantio e di restaurazione, purtroppo con le stesse identiche persone!!!

E che ci sia puzzo è evidente dal fatto che due giornalisti sono stati invitati a intervistare il nostro ex-Sindaco decaduto per questa sua esperienza bloggeristica. Veramente da RESTAURAZIONE più completa bravi.

Vedete cari lettori e stimati giornalisti i blog sono un’altra cosa, i blog sono di rottura in tutto il mondo i politici o gli ex politici, a Siena cercano assimilarsi ai blogger per pura convenienza, per poter accostarsi a delle persone che hanno rotto un sistema, che hanno combattuto un sistema, che hanno pagato per questo Sistema, se FRANKO CECCUZZI è un blogger io sono la fata turchina.

Parafrasando il grande TOTO’:”Blogger si nasce e io modestamente lo nacqui!!”

il nuovo blog ARIA FRITTA

Editoriale de Il Santo – IO STO CON L’ERETICO CONTRO I GENDARMI DELLA VERITA’

26 aprile 2017 6 commenti

In Italia, in terra di Siena, ci sono i democratici a corrente alternata. Coloro i quali si sentono i custodi di una verità e quindi puri e lindi come lo Spirito Santo. Questi gendarmi della verità (parafrasando Pansa), si attivano quando chi fa il lavoro di blogger o di giornalista va a toccare degli argomenti e delle questioni che a loro non piacciono o che ritengono che non devono avere visibilità perché nettamente contro la loro visione di verità.

Ieri 25 Aprile è andata in onda la puntata dell’Eretico su SIENA TV. Come ben sanno i lettori dei blog specialmente quello dell’Eretico è sempre stato contraddistinto da una linea che tende a capire o cercar di capire i fatti che accadono nella nostra città, analizzandoli e sviscerandoli per tentare di comprendere certi fenomeni. Ieri L’ERETICO ha toccato un argomento che ha aperto le dice di questi gendarmi della verità, che hanno su Facebook ma anche in altre sedi contestato la scelta di Raffaele di intervistare esponenti del movimento CASAPOUND, chiaramente intervistando anche FABIO MASOTTI (ISTITUTO STORICO DELLA RESISTENZA). (leggi)

Un intervista per capire per quale motivo gente giovane si muove in certi ambienti. Questo è il lavoro di un giornalista, di un blogger, capire perché avviene un fatto, perché le persone si muovono in certe direzioni. Questo avviene in ogni paese democratico, i blogger i giornalisti si informano e informano. Non può avvenire a Siena a detta di qualcuno e i sodali dei MI PIACE sono pronti a cliccare e dire la loro. La democrazia per loro è solo una parola a senso unico. Detto ciò se CASAPOUND ha comportamenti fuori dalle leggi italiane chi di dovere deve intervenire, se il cittadino ritiene che ci siano gli estremi può fare esposto o querela lo può fare.

Invece si preferisce scrivere su Facebook, contro un blogger che ha segnato la storia senese di questi anni, che è un libero pensatore per altro di sinistra (nemmeno tanto di centro), perché è andato ad intervistare un esponente di CASAPOUND ecco una delle cose scritte sulla trasmissione su Facebook: Caro Fabio, spero inconsapevolmente ieri sera sei finito in una bella tegamata cotta e servita da Ascheri e SienaTv: l’equidistanza tra fascismo, che è un reato, e antifascismo, che è un valore costituente il nostro Paese e il nostro vivere in comunità. Non può esistere sovrapposizione mediatica e “democratica” tra Casapound e il suo fascismo dichiarato e l’antifascismo delle Istituzioni e della società civile.

Come se L’Eretico avesse confezionato un tranello a MASOTTI per fare più ascolti. Si vorrebbe poi intervenire anche sul montaggio della trasmissione e sui contenuti. Quello che fa Raffaele si chiama giornalismo, si chiama informare, parola sconosciuta ai gendarmi della verità.

Quindi io sto con L’ERETICO ed il suo lavoro.

C’è chi su FACEBOOK lo chiama servo, chi infame… Non c’avete capito niente, non avete capito chi sono i blogger… PORA SIENA

La rubrica dell’ANTI TUTTO – Nuova offerta formativa per gli studenti senesi…

21 aprile 2017 1 commento

Uno scoop a pochi giorni dal 25 Aprile, a Siena è stata scoperta una scuola ANTIFASCISTA!!!

A breve pubblicheremo la lista delle scuole FASCISTE, così i genitori potranno scegliere se mandare i figli a scuola vestiti di nero oppure di rosso!!!

PORA ITALIA

Categorie:libero contributo