Annunci

Editoriale de Il Santo – Il manuale del giovane (si far per dire) aggrovigliato…

1 giugno 2018 2 commenti

Siena è una città meravigliosa!

Solo Don Brunetto fa le nomine una settimana prima del voto!!

Ma le persone? Le persone sono uguali a tutto il resto del mondo, guardano al proprio giardinetto e se ne fregano di quello che gli succede intorno.

Ci sono i lavoratori, che subiscono senza fiatare quello che succede in città cercando di tirare avanti nella crisi che morde anche a Siena.

Ci sono i giovani rampanti che hanno vissuto tutta la loro vita posando il culo di qua e di là senza lavorare un giorno se non con la lingua.

Ci sono poi i pensionati del Monte! Questi so proprio forti, non contenti di aver lavorato per anni in posti che altri nemmeno si sognavano e messi in quei posti non per meriti, anche perché sul campo non è che erano dei fulmini di guerra.

Invece di godersi la pensione di cercare di cambiare questa città cosa fanno? Applicano alla lettera il manuale del giovane aggrovigliato edito da chi lo ha inventato.

Allora come si procede per diventare un vero aggrovigliato?

Il processo è lungo circa cinque anni con una preparazione che va dai 3 ai 6 mesi.

Intanto cerchi di entrare in un’associazione che ti dia visibilità e più che altro sia a difesa dei senesi e della banca insomma ti schieri contro il groviglio, devi fare l’antisistema.

Dopo questo che possiamo definire fase 1 inizia la fase 2, nella quale cerchi di entrare in una lista (meglio se civica) e ti fai candidare urlando con forza la voglia il cambiamento, la ricerca della verità e la condanna di chi ha distrutto Siena.

Inizia così la fase 3 il dopo elezioni, ti scansi da chi ti ha fatto entrare in lista tanto ti hanno votato al massimo 5 parenti, cominci a fare l’esperto di bilanci e finanza, meglio se vai in qualche TV locale a spiegare quello che si deve o non si deve fare, insomma cominci ad avere un tuo pubblico.

Di qui inizia la fase 4 in cui cerchi in maniera più o meno palese di accattivarti il potente di turno, meglio se è il primo cittadino, perché Lui fa le nomine Lui decide le poltrone a questo punto il gioco è fatto, il salto del fosso è completato e ti trovi aggrovigliato in maniera perfetta e sicuramente per qualche annetto il tuo gettone di presenza te lo porti a casa.

Due sono i presupposti per essere un vero giovane aggrovigliato (giovane si fa per dire), primo devi avere la faccia come un gomitolo, secondo non devi avere paura di guardarti allo specchio e vedere che la tua lingua è marroncina… PORA SIENA

 

 

 

 

 

 

Annunci
Categorie:libero contributo

La Rubrica dei disastri – A Siena va tutto bene!!! Il Monte è salvo!!! BRAVI TUTTI!!!

1 giugno 2018 Commenti disabilitati

Posto questo articolo di un giornaletto di provincia.

Lo dedico a tutti quelli che mettono mi piace sotto i post degli economisti senesi (VIGNI in primis), oppure a quegli economisti che in banca hanno lavorato e sono stati zitti fino a che non sono andati in pensione, ora lodano il Sistema Don Brunetto per trovarsi una poltroncina e tenere il culo al caldo… Ma tanto i senesi sono tranquilli!!! A tranquillo gli trombarono la moglie diceva il mi nonno…

Clicca e leggi

 

Categorie:libero contributo

La Rubrica dei disastri – Certi che le nuove informazioni per i turisti siano giuste?

31 maggio 2018 Commenti disabilitati

Bella iniziativa dell’Assessore  Pallai, ma c’è qualcosa che non va nei nuovi pannelli di informazione per i turisti.

Prendo ad esempio quello che hanno appena montato di fronte alla Basilica Cateriniana di San Domenico.

La foto sotto è quello che si presenta la turista.

La dicitura Sant’Antonio in San Domenico, non è che sia così sbagliata ma sfido un turista a trovare la Basilica Cateriniana su una mappa.

La dicitura completa è Basilica Cateriniana di San Domenico Parrocchia di Sant’Antonio Abate.

Diciamo che il titolo del Totem è quantomeno forzato.

Ho letto con attenzione le informazioni riportate in Italiano ed in Inglese (per la lingua lascio spazio a chi la parla meglio di me, ma lo parlo meglio di gogne traduttore questo è certo!), per quanto riguarda l’italiano a mio avviso ci sono diversi errori di data e anche storici.

La domande sorgono spontanee, perché non si chiede agli addetti ai lavori? Perché non chiedere ai frati che conoscono in maniera approfondita la storia di questo monumento?

Poi francamente si fa poco riferimento alla vita della Santa, che volenti o nolenti è una grande senese e in questa Basilica ha lasciato diversi segni che i pellegrini di tutto il mondo vengono a cercare.

Consiglio una breve lettura a chi ha realizzato questo totem turistico ecco qua è il sito web della Basilica Cateriniana di San Domenico (clicca. e leggi), non è il meglio, forse qualche errore c’è, ma i testi sono controllati dai frati… Meglio di wikipedia lo è di certo… PORA SIENA

Categorie:libero contributo

Libero Contributo – Decoro urbano e aree verdi, ecco le mie idee e i miei impegni

29 maggio 2018 Commenti disabilitati

RICEVO E PUBBLICO

 

Il decoro urbano è il punto centrale da cui bisogna partire, se si vuole rilanciare una città a forte vocazione culturale e turistica. Se sarò eletto in consiglio comunale, ecco alcuni punti sui quali intendo personalmente impegnarmi per promuoverne la realizzazione.

 

 

1) Istituzione di un assessorato al decoro urbano, ambiente e polizia municipale.

2) Porre sotto il coordinamento dell’assessore competente la polizia municipale e l’ufficio comunale aree verdi.

3) Ripristinare il gruppo di operai comunali che possano intervenire dietro segnalazione dei cittadini per piccole riparazioni.

4) Porre sotto il coordinamento dell’assessore competente il gruppo degli operai comunali suddetto ed un piccolo nucleo all’interno della polizia municipale, per individuare ed effettuare interventi di ripristino o razionalizzazione in tema di decoro e temi assimilati.

5) Istituzione del vigile di quartiere, reperibile, in alcune ore del giorno, anche per i cittadini del quartiere assegnato, e che periodicamente si relazioni con l’assessore al decoro per segnalare tutte le situazioni a rischio individuate.

Inoltre, a causa della sciagurata politica urbanistica degli ultimi decenni, l’ambiente urbano è stato degradato, ed anche le aree verdi hanno sofferto molto. Servirà una cura certosina, quotidiana, per recuperare e migliorare gli spazi verdi, non escludendo forme organizzate di collaborazione da parte di cittadini volontari. In particolare, occorrerà attuare un programma di piantumazione di nuovi alberi, selezionando specie realmente autoctone, preferibilmente sempreverdi, e che presentino il minimo possibile di disagi collaterali a causa di radici, rami pericolanti eccetera.

Marco Falorni

Candidato nella lista “Voltiamo Pagina – De Mossi Sindaco”

Categorie:libero contributo

Editoriale de Il Santo – La campagna elettorale e i canditati… Il Cenni riesumato dal Neri…

28 maggio 2018 3 commenti

Come tutti avranno notato in questo periodo sono poco attivo, anzi il blog è sicuramente fermo.

Su facebook però vengo stimolato a scrivere perché questa campagna elettorale credo stia prendendo dei toni surreali.

Il Dottor Neri ne fa un caso personale con Pierluigi Piccini e francamente mi sembra che la situazione gli stai sfuggendo di mano.

Parliamoci chiaro: questo non è un post a favore dell’ex-sindaco il quale sa difendersi da solo. Questo è un post nel quale voglio esprimere dei concetti che mi frullano nella mente da un po’.

Prima di tutto torniamo sul ruolo del dottore, l’unico che è riuscito ad andare al ballottaggio con il PD e arrivare ad un passo da un cambiamento epocale, tanto di cappello, se invece di andare al mare si fosse votato ora si scriverebbe un’altra storia.

Forte del suo elettorato il buon Neri aveva l’obbligo di combattere nelle sedi istituzionali con le unghie e con i denti cercando di coalizzare il più possibile le forze di opposizione, per arrivare all’appuntamento del 2018 in maniera unita per scardinare il Sistema Siena che tiene ancora in ostaggio tutti noi.

Invece no, con una mossa politica a dir poco suicida si dimette dal Consiglio Comunale (perché Don Brunetto era indagato), lasciando perplessi i suoi elettori (fra i quali c’ero anche io) e lasciando di fatto senza guida l’opposizione che da quel momento si è sfaldata sempre di più fino ad arrivare al frazionamento di questi mesi.

Lasciamo stare le discussioni prima con la Vigni, poi con il De Mossi, ora Neri appoggia in maniera incondizionata lo Sportelli, in un post dice: “Massimo va bene!” Tre parole lapidarie.

Insieme allo Sportelli appoggiato da una quantità paurosa di liste ci sono i soliti Cortonesi e Piccini (Alessandro), ci sono Marzucchi e Tafani c’è insomma la vecchia politica, c’è in maniera evidente il Monaci del quale Neri in altri post precedenti si lamentava che è uno che fa perdere voti. Massimo va bene?

Il Neri in questa campagna elettorale ha un unico obbiettivo il Piccini (Pierluigi), non passa giorno che non scriva su di lui e in questi giorni ha pubblicato anche un post del famoso blogger MAURIZIO CENNI in cui l’ex sindaco traccia la storia degli anni in cui spadroneggiava il Piccini.

Quello che scrive il Cenni sul suo blog è arcinoto e non ne fa segreto nemmeno Piccini che ha scritto le stesse cose sul suo libro. Quelle cose agli addetti ai lavori sono note e ormai assodate.

Quello che fa specie è che si dia spazio ad uno come Maurizio Cenni per minare la credibilità di Pierluigi Piccini, un sindaco che in maniera assoluta ha approvato tutto quello che è stato fatto in quegli anni e che è uno dei responsabili morali del disastro senese.

Per quale motivo Neri o Sportelli non chiedono conto delle decisioni dell’allora Sindaco Cenni su questioni vitali per il futuro di Siena? Certo non è difficile rispondere nella coalizione dello Sportelli ci sono tanti che hanno fatto parte di quel Sistema e sostenuto anche Cenni il blogger.

Nella storia di Piccini si fa sempre riferimento ai soldi che ha preso a Parigi, tanti vero, ma a Piccini c’è da rendere merito che quei soldi (tanti) li ha usati per andare contro chi lo aveva messo in quel ruolo per fargli chiedere la bocca, non è da tutti! Altri hanno preso i soldi e sono stati zitti per mantenere il proprio status quo.

Chiudendo questa questione credo che Neri non stia facendo un buon servizio allo Sportelli, in politica si deve concentrare l’attenzione su se stessi con idee nuove, con i programmi per il futuro, senza continuamente tirare in ballo l’avversario. E poi perché poi solo il Piccini? Insomma quella di Neri pare proprio un’ossessione.

Guardando poi le liste dei candidati ho avuto molte sorprese.

18 Liste. 538 Candidati. Tolte le 64 persone che sostengono Don Brunetto (di cui parlerò a breve) delle altre 474 avrei qualcosa da dire. Tutti e 474 vogliono il cambiamento, vogliono una città diversa e il bene di Siena. Di queste 474 si contano sulle dita di una mano quelle che negli anni difficili hanno messo la faccia per combattere il Sistema, un nome su tutti Marco Falorni. Dove erano gli altri quando il famoso blogger CENNI ci denunciava da Sindaco insieme a Mussari, Minucci e il Mancini? Quando il sacco di Siena si Consumava?

Tranne pochissimi (molto pochissimi) amici che mi sono stati vicini, tanti sono spariti, altri mi hanno tolto il saluto ma non importa.

Molti di quelli che ora stanno nelle liste a combattere (?) il Sistema, non conoscono la storia di quegli anni e magari pendono dalle labbra del blogger Cenni. A qualcuno se gli chiedi chi è Mancini ti risponde: “Chi quello che aveva il supermercato in Piazza?”

E dove erano i candidati Sindaco? Quando l’Eretico era a processo, quando la libertà di opinione in questa città era una mera chimera? Quando per reati di opinione si sfondavano le porte delle case?

Ha scritto De Mossi (Vogliamo parlare di #fakenews? Bene, noi in questa città abbiamo avuto una #censura fortissima sulla comunicazione. E gli unici che hanno fatto vera informazione sono stati i blogger senesi, come l’Eretico, Lo Stanzino Digitale, IL SANTO DI SIENA, #WiatuttiQueste persone hanno avuto tutte un impegno individuale, un impegno non retribuito, un impegno che ha sostituito la carta stampata. Perché a #Sienale fake news venivano dalla carta stampata, ci facevano credere che questo era il migliore dei mondi possibili e non c’era la possibilità di dire cose diverse. Chi le ha dette si è preso 9, 10, 11 #querele. Ma nessuno è stato mai condannato. E non per bravura del sottoscritto ma per la loro bravura nello scrivere la #verità

Gli altri dove erano? Mah!

Sapete dove erano tanti degli altri? Erano a curare i propri interessi, incuranti di quello che gli avveniva intorno.

Altri invece (tra quei 64 che sostengono Valentini) venivano da me a portare documenti, veline per tirare fuori il marcio di Siena (dicevano loro). Gente senza onore ne palle che appena gli viene proposto un posto di Consigliere Comunale si scordano di quello che mi hanno detto a quattr’occhi!! Io ho la memoria lunga sappiatelo!!

Alle elezioni votate chi volete, ma fate una domanda a chi vi chiede il voto: “voi chi voterete se la vostra lista non è al ballottaggio?”

Questa è la domanda principe er capire dove andrà Siena… Pora la mia città!!!

Continua… per poco ma continua…

 

 

 

Categorie:libero contributo

Editoriale de Il Santo – La lega invita Il Santo…

25 maggio 2018 1 commento

Ringrazio vivamente la Lega che mi ha invitato all’evento di domani. Purtroppo per impegni familiari non potrò essere presente, sono fuori Siena. Devo dire che sono gli unici insieme a Piccini che mi hanno invitato a parlare in Campagna elettorale.

Invito però la cittadinanza a partecipare, perché prima di votare qualcuno (anche solo per amicizia) è bene conoscerne il pensiero, troppe volte si vota a FIDUCIA senza minimamente pensare! Siena invece ha bisogno di un elettorato consapevole non condizionato. Leggete i programmi informatevi, andate agli incontri…

Categorie:libero contributo

Editoriale de Il Santo – L’Eretico intervista Piccini…

24 maggio 2018 Commenti disabilitati

Leggo continuamente attacchi personali fra i vari candidati, molti sostenitori di questo o quell’altro candidato si scagliano anche i malo modo verso i concorrenti, che diventano sempre più nemici e non avversari. Leggendo uno di questi post ho iniziato guardare la trasmissione dell’Eretico con l’intervista a Piccini. Devo dire che L’Eretico stuzzica bene e fa in maniera egregia il suo mestiere, Piccini si infiamma bene, ma è la sua natura. Detto questo vorrei portare la mia esperienza con l’ex Sindaco. Quando parla di Banca 121 ha me in diverse chiacchierate ha sempre detto le cose che dice all’Eretico non sgarrando di una virgola, le ha ripetute anche intervistato da me ad un incontro a San Miniato di fronte alla gente. Io non lo posso fare, ma sarebbe interessante mettere a confronto Fabrizi con Piccini credo sarebbe interessante, perché molti senesi chiacchierano senza sapere come sono andati i fatti. Badate bene questo non è un post a favore o meno del Piccini, ma il sottoscritto conosce bene i fatti di questa città, qualche candidato mooolto meno. Il passato signori è importante non mi stancherò mai di ripeterlo….

Categorie:libero contributo