Annunci

Libero Contributo – Un dubbio lecito di Eugenio Neri…

28 marzo 2018 Commenti disabilitati

Avevo avuto notizie anche io su la FONDAZIONE BIANCA PICCOLOMINI ecco quello che ha scritto Eugenio Neri..

Non vedo perché la Fondazione Piccolomini debba sostenere la candidatura di Siena Capitale dello Sport . Ok capitale dello sport ( per quello che può essere ) non ok l’utilizzo delle risorse della Fondazione fuori dai fini istituzionali. Come fa notare giustamente Luciano Peccianti:
Leggo dallo Statuto della Fondazione che le finalità sono:
1 provvedere al mantenimento e alle necessità delle consorelle …..
2 assistenza socio-sanitaria…beneficenza …istruzione e formazione …ricerca e promozione socio culturale
3 – studi conferenze convegni
4 – solidarietà sociale
oltre ad attività connesse e con esplicito DIVIETO DI SVOLGERE ATTIVITÀ DIVERSE.
Lo sport non solo non c’entra, ma è attività vietata dallo statuto.
Ai sensi dell’art. 25 del codice civile la vigilanza e il controllo delle fondazioni spetta all’autorità governativa che ha molti poteri di intervento.
L’autorità governativa, nel caso, dovrebbe essere il Prefetto.

Annunci
Categorie:libero contributo

Editoriale de Il Santo – Ecco perché non sono d’accordo con la giornalista Vaselli…

27 marzo 2018 2 commenti

La nota giornalista Vaselli si scatena contro le IENE (leggi).

Nel suo articolo che potete leggere, dice che La gente di Siena è vana, ma non cretina. Strano detto da una giornalista che nel periodo MUSSARIANO scriveva per un giornale in cui non c’era un accenno di critica a quel sistema che oggi ci ha ridotto in questo stato, chissà se a quel tempo ci fossero stati giornalisti come Monteleone, magari non sarebbero nati i blogger (il male di Siena!).

La Vaselli dice: ” Che interesse avrebbe potuto avere David a ricattare i soggetti dei festini, che secondo quanto si può intuire sarebbero stati gli stessi con i quali condivideva le sue giornate? Insomma viene detto che David non c’era quindi sarebbe stato lui il ricattatore?”  Da questa frase si evince che la giornalista, presa da furore nel difendere Siena, non ha capito proprio niente di questa storia. C’entra eccome il caso ROSSI se tutto questo dovesse e ripeto dovesse essere confermato.

Infatti non solo questo ma altri processi potrebbero essere condizionati “se” e ripeto “se” i magistrati fossero stati ricattati. Che ne so mi viene in mente il processo per i fuochi fatui in curia o l’accanimento verso alcune persone che erano sospettate di essere gli scriventi di “FRATELLO ILLUMINATO” (porte sfondate, sequestri di beni, perquisizioni personali), nemmeno fossero stati dei terroristi! Comunque si parla di ipotesi.

Quindi a mio avviso il caso Rossi c’entra, non tanto per il suicidio o l’omicidio ma per il fatto che le indagini potevano essere condizionate dai fatti raccontati alle IENE, questa è la teoria di Monteleone.

La Vaselli scrive anche: “Dove l’ipotesi di reato? Siena è una città come le altre, dove ci sono classi di potere come in ogni altro luogo del mondo e proprio come nel resto del mondo il potere, si sa, viene espresso anche con eccessi e ostentazioni.” 

Anche in questa frase si vede che i giornalisti nostrani sono poco avvezzi a scrivere di queste cose, infatti vorrei sottolineare che l’istigazione alla prostituzione è reato, così come l’uso di sostanze stupefacenti (suppongo che la droga non fosse compresa nel prezzo del cenino), chi le portava ai presunti cenini? Altrimenti con questa sua teoria la Vaselli rende martire il povero Silvio Berlusconi!!! (questa l’ho rubata ad un amico)

In ultima analisi non poteva mancare la frase sul futuro: “…Siena ha bisogno di altro, ha bisogno di guardare avanti, ha bisogno di costruire e non di distruggere, ha bisogno di ritrovarsi e non di perdersi nelle chiacchiere da mercato, nei pettegolezzi che mirano solo a distogliere l’attenzione dai fatti importanti e dalle priorità che si devono avere…” Questa è la solita solfa di chi non vuol capire o far conoscere il passato, cara Vaselli non si costruisce un futuro senza sapere cosa è accaduto nel passato!!!

Non so se l’inchiesta delle IENE porteranno a qualcosa, ma almeno loro qualcosa hanno fatto, ricordo che a Siena gli unici due giornalisti che hanno scavato più a fondo sulla morte di Rossi sono il primo Daniele Magrini che con la sua famosa trasmissione a Siena TV, l’altro è Raffaele Ascheri (con teorie totalmente diverse) che andrà in onda sempre su Siena TV stasera, gli altri hanno fatto ben poco per conoscere la verità, ma per carità guardiamo avanti, a Siena va tutto bene… PORA SIENA!!!

Propongo un articolo di DAGOSPIA

“TI FACCIO FARE LA STESSA FINE CHE HO FATTO FARE A DAVID ROSSI, TI BUTTO GIÙ COME UN SACCO DI MERDA”

Categorie:libero contributo

La Rubrica dei Festini – Ecco chi partecipava ai festini a luci Rosse… I primi 5 nomi…

26 marzo 2018 Commenti disabilitati

Con i nostri potenti mezzi siamo riusciti a decriptare la foto che la Iena Monteleone teneva in mano nella trasmissione di ieri…

Ecco i primi 5 nomi dei partecipanti ai festini:

Abbiamo L’Eretico di Siena (noto per le sue frequentazioni curiali!), Bastardo senza Gloria (un sadomaso esperto), Il Santo (ho fatto outing, non sono ne passivo ne attivo, al massimo congiuntivo!!!), Almuta Nabbi il più troio (Lui puppa tutto!!!) e poi abbiamo il Fattorini noto per il suo blog sulle notizie del Monte dei Paschi (lui si occupava della droga!!!)…

Come sempre ragazzi i blogger sono il marcio di questa Siena!!! PORI SENESI…

 

Libero Contributo – La Lega cala l’asso: “Altissimo profilo, esperienza e passione fuori dal sistema: con Alberto Guasconi, Siena può tornare a sperare”

25 marzo 2018 Commenti disabilitati
Alberto, un amico, una persona per bene… Se mi avesse chiesto un parere gli avrei detto, come ho detto ad altri: “LASCIA PERDERE!”… Auguri 
Ricevo e Pubblico
“È con soddisfazione che la Lega di Siena annuncia il proprio sostegno ad Alberto Guasconi, una candidatura indipendente e aperta al sostegno di tutti.” Così la Lega Siena svela la propria opzione per Siena 2018. La nota prosegue: “Siamo convinti che in una elezione a doppio turno come quella che ci attende sia opportuno fornire agli Elettori un ventaglio di proposte più vario possibile, così che al ballottaggio si possa andare uniti e compatti alla conquista del Comune. È in quest’ottica che desideriamo portare il nostro nome all’attenzione dei partiti di centrodestra, dei civici e di tutti coloro che pensano che questa città debba finalmente lasciarsi alle spalle il recente disastroso passato. Dopo attente e lunghe valutazioni, abbiamo preso la nostra decisione: Alberto Guasconi, affiancato da una squadra di pari valore che renderemo nota, ha tutte le caratteristiche per rappresentare il cambio di passo di cui Siena ha bisogno. Proprio oggi è la ricorrenza dell’Annunciazione di Maria Santissima, l’antico Capodanno di Siena: una data carica di significato per la città, che ci auguriamo segni un nuovo inizio anche per la politica senese.”

Qui di seguito una breve presentazione del candidato Sindaco: “Alberto Guasconi, nato a Siena, Contradaiolo, Cavaliere al merito della Repubblica, grande professionista della medicina, tra i massimi esperti delle dinamiche interne alla sanità senese, è stato protagonista di numerose missioni all’estero in collaborazione con la Marina Militare, il Ministero degli Esteri e la Croce Rossa e nell’ambito del Sovrano Ordine di Malta, per il soccorso e la cura dei bisognosi in tutto il Terzo Mondo. Il suo lavoro gli ha consentito di acquisire la conoscenza di quattro lingue e, soprattutto, una piena consapevolezza dei problemi legati all’immigrazione e alla politica internazionale. Coadiuvato dal gruppo che stiamo componendo, è il profilo perfetto per cambiare la città con moderazione aggregante, oltre che per risollevare la sanità senese e il nostro Policlinico.”
Categorie:libero contributo

La Rubrica dei Disastri – Maggi l’assessore all’IMMOBILITA’

24 marzo 2018 Commenti disabilitati

Non ho inventato io l’assessore all’IMMOBILITA’, ma Pierluigi Piccini.

Mai aggettivo è stato più azzeccato, per un assessore che in questi anni non è riuscito a realizzare un piano del traffico e l’unica cosa che è riuscito a fare è il BIKE SHARING, utile per carità, ma ci sono o non ci sono questioni che con meno risorse possono essere  risolte?

Mi sono occupato spesso di sensibilizzare l’amministrazione riguardo l’abbattimento delle barriere architettoniche. Dura fu la battaglia in Consiglio di Circoscrizione contro le scelte architettoniche (riguardo i disabili) per l’edificio lineare volute dall’allora giunta Cenni, che stravolse con 5 varianti il progetto dell’architetto Sartogo voluto da Piccini (il progetto come è stato realizzato non è quello della Giunta Piccini, che ne dicano i detrattori). Fu una battaglia inutile, perché anche il buon Marzucchi, ci venne a spiegare che si dovevano spendere troppi soldi per adeguare il tutto per i disabili, peccato che l’edificio era nuovo. Quando fu fatto l’accesso agli atti, mancava la relazione per l’abbattimento delle barriere architettoniche (obbligatorio per legge), ma a quei tempi a Siena si faceva quello che si voleva!!! Comunque in questi anni nulla è cambiato a che gli edifici pubblici fanno veramente vomitare da questo punto di vista, un disabile non può per esempio entrare  al comando dei Vigili Urbani, il video sotto lo dimostra.

Questo non è un paese civile! Fatevi un giro per l’Europa, visto che vi piace tanto, osservate la sensibilità verso i più deboli e le soluzioni tecniche che li avvantaggiano nella quotidianità!

Il Maggi si merita l’aggettivo IMMOBILE, perché queste sono le piccole cose che un assessore può fare senza sforzo… PORA SIENA

 

Categorie:libero contributo

Libero Contributo – Un tavolo di Idee per una città che non ha idea!!!

20 marzo 2018 3 commenti
RICEVO E PUBBLICO
“In questo momento in cui i Cittadini Senesi sono probabilmente frastornati dal proliferare delle liste più o meno civiche e dei superuomini, più o meno rivisti, che si propongono di governarli offriamo loro una possibilità reale non solo di essere ascoltati, ma di proporre le soluzioni che riterranno migliori per i grandi problemi di Siena.
Insieme ad altri amici (non candidati a nulla) abbiamo organizzato un incontro, denominato la Piazza delle Idee, che si terrà nell’aula magna dell’Istituto Bandini sabato prossimo 24 marzo dalle 10 alle 17.
Questo lasso di tempo piuttosto ampio, durante il quale sarà ovviamente possibile mangiare qualcosa, potrà essere impiegato dai Cittadini presenti per esporre le problematiche che ritengono più importanti per la Siena del futuro ed escogitare, collegialmente e loro stessi, le possibili soluzioni, secondo una tecnica ben nota che si chiama OST (Open Space Technology  https://it.m.wikipedia.org/wiki/Open_Space_Technology) che non prevede soluzioni preconfezionate ad opera di (cosiddetti) esperti, non sempre in perfetta buona fede, ma la democrazia partecipativa. Alla fine dei lavori ogni tavolo produrrà un report con le soluzioni ritenute a maggioranza più idonee rispetto alle tematiche discusse. Soluzioni sulle quali potrà poi essere chiesto un impegno preciso a chi aspira a governare la Città con la sua nuova Amministrazione che anche su questo potrà essere misurata.
Spesso ci si lamenta, a ragione, che i programmi politici sono fumosi, irrealizzabili o distanti dalle reali esigenze dei Cittadini. Una volta tanto la prospettiva del candidato che benevolmente ascolta i suoi potenziali elettori è ribaltata: partecipiamo, facciamo sentire la nostra voce e mettiamo alla prova le nostre idee!”
Categorie:libero contributo

Editoriale de Il Santo – Il dottore si è deciso… Ora NERI va con Monaci, Marzucchi e compagnia cantante…

17 marzo 2018 1 commento

Houston abbiamo un problema!!!

Il problema è capire cosa muove i “politici” senesi. In special modo Eugenio Neri, che passa dalla Vigni al Marzucchi nel giro di qualche mese. Neri che da poco è diventato professore ha traballato per qualche mese, poi convinto da Massimo Sportelli si getta nelle sue braccia portandogli in dono i voti, anche il mio (sic!) del 2013. Ripercorrendo la storia politica del brillante chirurgo, ci sono degli episodi che fanno pensare a una semplice impreparazione alla politica, infatti è da apprezzare solo la schiettezza del dottore. Il primo errore lo fece nel segnalare Alessandro Piccini quale Presidente del suo Consiglio Comunale se fosse stato eletto, questo prima del ballottaggio (ho avuto una conversazione con Piccini, l’ho ascoltato, ma sono rimasto sulle mie), il secondo errore, quello che forse ha fatto arrabbiare di più chi lo ha votato è stato l’abbandono del Consiglio Comunale, con una motivazione che in Politica fa sorridere. Don Brunetto era indagato e Lui disse: “O te ne vai te! O me ne vado io!!”, secondo voi uno come il Valentini si dimette per queste quisquilie? Suvvia!! Quindi il capo della coalizione se ne andato, ma non è tornato alla sua vita, ha continuato a fare politica, prima con Vigni e Campanini, poi cercando un accordo con il De Mossi, a cui aveva espressamente chiesto nel famoso discorso in Duomo di fare il suo nome come continuità tra i due, De Mossi non fece nomi, ma il discorso fu chiaro, per qualche ora sembrava che i due potessero battagliare contro il PD, poi su facebook la doccia fredda e il ritiro dell’investitura al De Mossi, una delle motivazioni è stata che l’avvocato ha cercato appoggio di alcuni partiti, ma se il De Mossi avesse fatto il nome del Neri… Chissà?

Nei mesi che si succedono il Neri scrive vari post, incontra persone e esterna le proprie considerazioni su Facebook sotto una chicca. Il De mossi non va bene perché ha i partiti dietro, Pierluigi Piccini non lo digerisce e non gliele manda a dire, lo Sportelli ora va bene anche se  ha in squadra il Marzucchi (la cui storia politica è nota) e il Monaci, uomo ombra da sempre! Cosa è cambiato Settembre ad ora, forse le stagioni? Il meteo può essere un problema!

Mi dispiace scrivere queste cose, ma è la storia di questi mesi, Neri l’ho sostenuto anche per affetto della sua famiglia, ma ora veramente basta, come gli ho consigliato già una volta torni ai pazienti. Sicuramente, conoscendolo se la prenderà e mi metterà come la scorsa volta tra i cattivi da pubblicare su FB già lo sta facendo con chi non la pensa come Lui, l’atteggiamento mi duole dirlo è quello di chi Lui ha sfidato.

Gli auguro ottimi risultati lavorativi e pessimi risultati politici, Siena ed i senesi hanno bisogno di ben altro…

Categorie:politica senese, siena