Annunci

Libero Contributo – La violenza sulle donne nella nostra città…

22 febbraio 2018 Lascia un commento

Vorrei che leggeste questo post può servire alle donne, ma anche soprattutto agli uomini…

BUONA LETTURA e grazie a CLEMY SPINELLI, che mi ha permesso di pubblicarlo, così, come lo ha scritto…

Non è facile .. solo così posso inziare questo lungo post..
Mi sento una “vittima di una violenza” ma non mi paragono alle donne violentate e torturate . Quella è un ‘altra cosa . Sono una ragazza di 30 anni giovane e gentile che AMA questa città. La Calabria mi ha dato la vita e Siena mi ha insegnato a viverla . Sono una ragazza con disabilità ma non sono una ragazza disabile . Ruscite a capire il concetto? La disabilità è una parte della mia vita ma non la mia vita .
Non sono una donna razzista poichè per prima ne ho subito le conseguenze amare .
Ho voluto fare questa premessa doverosa verso me stessa e chi mi legge. Poichè ho ricevuto qualche commento privato (perchè guai a metterci la faccia) secondo me indelicato …
Passiamo oltre.. Mi sono sento una vittima di “violenza”.. perchè sono una semplice ragazza che torna a casa un pomeriggio e viene fermata da uno sconosciuto (che non solo le dice “come sei bella ” complimento a chi di noi non è capitato ?sentirselo dire ?Magari :al mare,in un locale ?Insomma gli occhi apprezzano e la bocca manifesta )..Il problema nasce dopo quando “la donna bella “non vuole essere importunata e te lo dice chiaramente ma dall’altra parte si continuano ad offrire “ore ludiche poco pudiche “.Mi sento molestata quando dopo svariati e ripetuti dinieghi l’omuncolo si sente piccato e con tono poco gentile ti chiede di spiegargli (con tono da amante tradito )come mai tu lo stia rifiutando ? Forse non è abbastanza attraente ?
Mi sento molestata quando ti dico per la miglionesima volta “guarda che viene il mio fidanzato vattene”. Invece di farlo mi si para davanti per bloccarmi il passaggio “. Per tutte queste ragioni mi sento molestata .
Si la mia disabilità c’entra e sapete perchè? Tutti sapete che io cammino (ma non benissimo senza la carrozzina .. )Orbene se questo ceffo mi avesse fermata mentre ero intenta ad entrare in casa ?A posare le buste e con una spinta mi avrebbe catapultata dentro e poi chiuso la porta? ……….Le risposte le lascio a voi ……magari era solo un cretino magari no … nel dubbio ci passa la vita,la mia!
Non voglio che ciò sia una pattaglia politica duelli tra partiti .. ma oggi vorrei solo sentirmi solo meno sola meno sbagliata in quanto donna, e vorrei sentire l’Italia un po più mia . Quest’Italia questa madre un po matrigna che ci vede: scappare ,morire e pieni di paura .
Sono anche i casi di continua cronaca che mi hanno spaventata e mi hanno fatto porre quelle terribili domande: Ha visto dove abito e se torna? Se non si arrende? Se mi farà del male..? Sono sicura che fosse successo negli anni 80 avremo detto: che pezzente ..ora invece sappiamo che si può morire e l’unica a piangere (fintamente)è Barbara D’urso. Perchè poi di noi a parte l’8 Marzo non frega niente a nessuno vedo le cose come vanno a livello nazionale.
Una donna si è un po cercata il “guaio del maschio cacciatore.. com’eri vestita..? l’hai provocato ..?” Io ero struccata vestita orrendamente. Lo volete capire che questa gente non è “Rodolfo Valentino” anche una “busta ” gli andrebbe bene? La cattiveria non ha bellezza ne da dare ne da cercare ..

Voglio fare dei sentiti ringraziamenti :
Il buon Dio che mi ha protetta
La collettività che come sempre e da sempre mi ha mostrato solidarietà.
Il sindaco Bruno Valentini per :la sua telefonata per le sue parole sincere e di vicinanza che porterò sempre nel mio cuore. Per l’impegno istituzionale come primo cittadino offrendomi sostegni concreti. Ti voglio bene c’è l’ho diciamo poco ma c’è l’ho dimostriamo sempre. Grazie anche da parte della mia famiglia.
Grazie ai miei amici alle telefonate ricevute…i messaggi “pochi ma buoni voi certamente i migliori “..Vincenzo Alberi,Beatrice Mariani Lorenzo Loré Marco Zamperini Mario Corsini e molti altri.
Grazie al comando dei carabinieri di Pizza S. Francesco per la loro sensibilità e professionalità.
Grazie al 112 per la loro tempestività(la pressione faceva i capricci tutto bene )
Grazie a Lorenzo Rosso per la sua telefonata per le sue parole spese e la vincinanza mostratami .
Grazie al corriere di Siena per la delicatezza di Carlo Pellegrino (per inciso non è uno sport che mi aggrada finire sul giornale non mi alletta come qualche mente eccelsa può credere .. dolore per questa ed altre vicende non possono unirsi a quella che voi chiamate “notorietà “. Il dolore non si compra e non si vende ma sopratutto non si svende . Non sono una donna da compatire ne da ammirare MA DA RISPETTARE SEMPRE come ognuna .
Ho acconsentito alla pubblicazione per svariati motivi:
Non sono io che mi devo vergognare non ho nulla da celare da nascondere .
Voglio dire alle ragazze di essere ferme nel rifiuto di certe violenze . Ma soprattuto dopo RICOMINCIATE A VIVERE niente paura e dura ma dobbiamo .. lo stato di terrore ci rende morte . Noi siamo vive . Non dimenticheremo mai ma andremo avanti sempre .
Un sincero Grazie a tutti.

Annunci
Categorie:libero contributo

Editoriale de Il Santo con Rassegna Stampa – Renzi a Siena con il Salvatore Padoan!!! Semplici candidato 5 Stelle? Vigni vs Valentini

21 febbraio 2018 Lascia un commento

Accorrete donne, accorrete è arrivato l’arrotino!!! Ma no via! Non è arrivato l’arrotino, domani a Siena abbiamo RENZI e PADOAN una iniziativa organizzata dall’Unione comunale di Siena giovedì 22 febbraio presso il Circolo Arci di Sant’Andrea alle ore 15,30. Appuntamento da non perdere come dice il Primo cittadino DON BRUNETTO, ci sarà anche PADOAN (quello che ha salvato il MONTE!!!).

Accorrete gente, specialmente quelli con l’anello al naso sono ben graditi!

In questa pessima campagna elettorale che si intreccia con le amministrative tutto può accadere!!! Don Brunetto litiga con Fra Vigni che lo vuole fuori dalle palle, ma il primo cittadino ha dalla sua la base del partito e allora è guerra aperta, ci penserà il mago di RIGNANO a mettere tutti d’accordo? Vedremo, vedremo…

Intanto all’opposizione i vari candidati proseguono il loro lavoro. De Mossi incontra la gente, Piccini offre serate d’arte, lo Sportelli è intento a scrivere il programma elettorale, il generale Fucito è alle prese con i manifesti strappati, mentre i 5 Stelle stanno meditando chi presentare come candidato sindaco. A proposito di candidato 5 Stelle, pare, sembra che il buon Romolo Semplici, quello di Pietra Serena, si proponga come candidato pentastellato, chiaramente sono tutte illazioni pre elettorali, chissà forse alla fine potremmo avere la fortuna di votare uno che ha sempre combattuto il sistema… IO LO VOTO di sicuro… PORA SIENA!!!

 

 

Scoop: nasce l’asse Valentini-Piccini (e 2 Ps)…

Le domande per i rappresentanti politici del PD, del centrodestra, dei grillini e liberi e uguali

De Mossi: “Siena deve tornare a essere sicura”

Atti persecutori: arrestato straniero recidivo

Presto dovrebbe finire il silenzio di Sunto

Minacciata con una bottiglia di vetro da una prostituta alla fermata del tram

Valentini sulle ultime rapine: “Non esenti da certi fatti, oltre alle telecamere più presenza fisica e presidi”

Fare politica – 2

Per fortuna

Baskin

21 febbraio 2018

Diverso

La Rubrica di WIATUTTI – Una sera nel Leocorno…

21 febbraio 2018 1 commento

Come non essere d’accordo?

 

 

La rubrica di Daniele Magrini – Il dubbio… PORA ITALIA

20 febbraio 2018 Lascia un commento

C’è uno scarto troppo grande fra il Paese dei militanti-tifosi di ogni parte che affollano Fb, e il Paese della gente normale, dei tanti che il 4 marzo non sanno ancora se e come votare. E l’effetto che fa, leggere post esaltati e trasudanti servile entusiasmo o tracotanti rigurgiti di odio verso gli altri, è l’opposto di quello che pensano gli esagitati fans.
Così ci allontanate ancora di più, dal vostro Paese delle meraviglie e dai vostri leader. Che se fossero leader davvero vi chiederebbero cortesemente di abbozzarla. I vostri gridolini estasiati o le vostre violente crociate, sono il retrobottega di qualsiasi politica. Non state facendo campagna elettorale. State svendendo la vostra dignità. Non ci convincerete del vostro Paese delle meraviglie, ne’ quello presente, ne’ quello che promettete dal 5 marzo in poi.
Le nostre vite reali sono sfumate, a volte cupe, a volte illuminate dal sole. Sono piene di spigoli da scansare ogni giorno. Ci rimbalzano in testa preoccupazioni per il lavoro, per i figli, per le bollette che dovremo pagare anche per chi non paga. Ci conviviamo, con i nostri problemi, non in virtù della fede nei vostri dei minori e nelle loro bislacche promesse di un futuro migliore, ma per picca. Perché ci siamo abituati. Non ci spostano di un centimetro i vostri selfie insieme ai designati dal leader a venire a sbattersi in provincia. Ne’ la vostra smodata propaganda.
Noi andremo ancora vagando per altre due settimane, disperatamente cercando un motivo per scegliere, come abbiamo sempre fatto. Speranzosi di contribuire ad un Paese migliore, perfino orgogliosi di mettere quel segno sulla scheda, che almeno prima era chiara, leggibile, senza trucchi e senza inganni. Ce la faremo ancora una volta a trovare la forza e la speranza per scegliere in qualche modo, pur di esserci. Stavolta, però è davvero difficile, anche per colpa vostra, irritanti agitatori di impossibili certezze. Voteremo soprattutto in nome di una cosa che a voi, esagitati fans della politica social, è del tutto sconosciuta: il dubbio. Che poi, è la premessa della ragione.
(“La nostra ragione non può assolutamente trovare il vero se non dubitando; ella si allontana dal vero ogni volta che giudica con certezza; e non solo il dubbio giova a scoprire il vero, ma il vero consiste essenzialmente nel dubbio, e chi dubita sa, e sa il più che si possa sapere”. Giacomo Leopardi)

Editoriale de Il Santo con rassegna Stampa – Fascisti e anti-fascisti… Lotti a cena per digerire Valentini? Il Martedì de L’Eretico…

15 febbraio 2018 3 commenti

Lo so, l’argomento è spinoso e il nostro paese non riesce a fare i conti con il passato.

Il fascismo e il comunismo, alla mia generazione non appartengono mi hanno raccontato quello che è successo in Italia i miei nonni uno di qui uno di là. Figuriamoci se il comunismo e il fascismo appartengono ai miei figli nati uno nel 2000 e l’atro nel 2005.

Loro non hanno avuto la fortuna di poter parlare con i loro bisnonni e avere una fonte diretta con cui dialogare e avere storie e racconti di prima mano di quel periodo storico che inevitabilmente ha plasmato la loro Italia.

Le uniche fonti che loro possono avere sono i libri, i documentari e farsi un’idea di quello che è accaduto in Italia e in Europa in quel periodo.

Le leggi razziali in Italia con le loro tragiche conseguenze, le deportazioni degli ebrei europei da parte dei nazisti, ma anche i progrom in Russia con deportazioni anche qui di ebrei e dissidenti. L’allontanamento e l’uccisione di avversari politici in Italia come in Russia e in Germania.

Oppure le stragi fasciste e naziste dopo 8 settembre e pure le vendette partigiane dopo il 25 Aprile.

Secondo voi un giovane di questo millennio che idea si può fare dei vari fascisti e comunisti? L’idea che hanno quasi tutti i ragazzi di questo millennio: queste ideologie hanno fallito, entrambe con milioni di morti sulla coscienza.

Questa continua contrapposizione fascisti-comunisti, fascismo-comunismo a queste generazioni non interessa, interessa il futuro di questo paese, il lavoro.

Non tirate questi ragazzi per la giacchetta, non metteteli di fronte a stai con me o sei contro di me, siete anacronistici… TUTTI

Noi abbiamo la responsabilità di insegnare a questi ragazzi il rispetto per le persone, abbiamo la responsabilità di insegnargli la storia completamente senza nascondere niente, perché le tragedie del secolo scorso non si ripetano, abbiamo l’obbligo di lasciarli un’Italia dove possono crescere e lavorare in un mondo sano e in pace. Se non si vuole capire questo la contrapposizione sarà sempre più dura e ricadrà sulle spalle delle nuove generazioni, colpevoli solo di avere dei padri che non hanno fatto i conti con il passato… PORA ITALIA

 

E’ morto Emilio Ravel, selvaiolo e voce del Palio alla Rai

Il contentino

MONTE DEI PASCHI DI SIENA/ Mps, in Borsa chiude sotto i 3,45 euro

Pompieri a digiuno

De Mossi: “Il problema occupazionale è sempre più stringente”

Intelligenza Artificiale: siamo pronti?

Fare politica

Pd: il ministro Lotti a cena a Siena per sciogliere il rebus del candidato sindaco

Sundas, Sundas, oh ooooh!

Editoriale de Il Santo con Rassegna Stampa – Un Abete per Siena… La Siena – Firenze è OK lo dice il PD…

13 febbraio 2018 Lascia un commento

Non c’è verso, non c’è verso. Ai senesi piace farsi prendere in giro e gli uomini del PD che conoscono il pollaio sanno come fare.

Nei giorni scorsi Maurizio Pelosi del PD di Poggibonsi, in piena estasi per la campagna elettorale ha pubblicato un post con un volantino che trovate qui sotto, nel quale si esalta il lavoro del Governo Renzi e di quello Gentiloni per la messa in sicurezza della Siena – Firenze. Vi potete immaginare i commenti, eppure sono convinto che qualcuno, anzi più di uno è felice per come e messa la superstrada che da quando sono piccolo è in manutenzione. 26 Milioni spesi per la Siena – Firenze!!! Mah!!!

Ieri invece è uscito un articolo di Luigi Abete su QN. Una rimbrodolata bellissima! I senesi, quando sono lisciati fanno le fusa come i gatti. Il sindaco non è da meno e nel suo profilo il “modello Siena” lo chiama Lui.

Ma chi è Luigi Abete? (clicca e leggi)

Il buon Abete è il Presidente di Civita Cultura Holding, ci sono più Abeti nel consiglio di amministrazione di questa società che sul Monte Amiata (clicca e leggi). Questa società controlla OPERA LABORATORI FIORENTINI (clicca e leggi) Quindi il SOR ABETE se le suona e se le canta e il Sindaco gli va dietro come molti senesi.

Parliamo delle mostra del Lorenzetti, semplicemente bellissima!!! Però e a questo punto parlo da operatore del settore non ha inciso sugli incassi. Gennaio e Febbraio sono pari pari uguali allo scorso anno dove non vi era una mostra di questo livello. La mostra di Duccio fu ben altra cosa e il riscontro lo avemmo con un ottimo inverno e una qualità di turisti che faceva la differenza.

Il Turismo a Siena purtroppo è diventato troppo stagionale, da fine Marzo a metà Novembre se va bene. Il turismo a Siena è diventato DUOMO centrico, per evidenti interessi della società di ABETE. Manca una programmazione e la capacità di far soggiornare le persone più giorni a Siena. Non basta un articolo di Luigi Abete per far sorridere chi deve arrivare a fine mese fra tasse, affitti e magari qualche soldino per far campare la famiglia… PORA SIENA

La domenica del villaggio: le Foibe, “The post”, il “Mein Kampf” (e 3 Ps)

Scoop: Valentini Bruno in Regione?

Il vostro governatore protesta contro i suoi stessi tagli

La Rubrica dell’Elia: bloccare i telefonini per il Palio, fra ozpione e provocazione

UBI Banca smentisce dossier o negoziazioni con Mps

Pandolfo Petrucci, un tiranno che seppe difendere Siena

Il sospetto di un nuovo “inciucio” dopo le politiche per le elezioni comunali di Siena

Caos amministrativo di prim’ordine dopo il 4 marzo

 

La Rubrica di WIATUTTI – Pidocchio e il Grullo Parlante…

13 febbraio 2018 Lascia un commento

Categorie:libero contributo