Rassegna Stampa – Le motivazioni dell’assoluzione di Raffaele Ascheri… Zero in condotta…

13 febbraio 2016 3 commenti
Categorie:rassegna stampa, storia

La Rubrica della COOL-TURA – Ma di che cultura sta parlando DON BRUNETTO?

13 febbraio 2016 Lascia un commento

Riprendiamo una rubrica vecchia, che avrà nuova vita con un collaboratore d’eccezione THE BLACK OWL… Buona Lettura

In seguito alla recente pubblicazione dell’apologia del Sindaco Bruno Valentini, notando come sempre un univoco sentimento atto unicamente all’autocelebrazione politica, mi sono sentito di scrivere due righe, sincere, sentite e spontanee riguardo a ciò che viene detto (come sempre) nei riguardi della cultura a Siena.

rxU7GiSnPremessa: il comune è povero di risorse, sul bilancio di certo hanno molto peso (sempre in ambito culturale) le scelte delle vecchie amministrazioni di accollarsi stipendi di una istituzione musicale privata (circa 1.000.000 euro) che in una logica amministrativa non dovrebbero spettare al comune. Infatti un ente parificato se risponde in tutto e per tutto allo stato (programmi, scelte dei docenti ecc. ecc.) dovrebbe essere finanziato nella parte ordinaria dallo stato e poi aiutato nella parte straordinaria dal comune.
Attenzione: secondo me la cultura va finanziata da parte del comune ( a Siena esistono ben 2 istituti parificati di alta formazione musicale su 25 in Italia, non mi pare cosa da poco) come accade in qualsiasi parte del mondo la cultura di alto livello non è MAI autosufficiente, come non lo è l’università tranne nei casi in cui essa sia privata, ma con il rovescio della medaglia di avere rette annuali a 5 cifre.

Detto ciò, come prima argomentazione, il primo cittadino, asserisce di non aver ceduto ai privati la cultura, cercando di fatto di usare le parole per rigirare il discorso.

Asserisce inoltre: “Cerchiamo invece collaborazioni pubblico – privato per sopperire alla mancanza delle risorse della Fondazione “ cosa che è vera, tranne per il fatto che a fronte di un forte apporto da parte dei privati c’è un assente o quasi assente ritorno da parte del comune in termini economici in primis, in termini burocratici come seconda cosa.
Infatti il più delle volte le collaborazioni si tramutano in tu fai tutto, io ci metto la Balzana.
Ci si dimentica che ad oggi il comune di Siena impartisce norme strettissime ed assolutamente lontane dalla legislazione italiana in termini di organizzazioni di eventi su suolo pubblico e privato, ci si dimentica che spesso il rilascio dei permessi è soggetto ad una valutazione politica prima che di una reale e coscienziosa verifica della validità di un progetto, ci si dimentica che il calendario Natalizio di eventi, sponsorizzato come farina del sacco del comune di Siena, in realtà è una raccolta dati (abbastanza sommaria aggiungo) degli eventi che in ogni caso si sarebbero tenuti in occasione del periodo natalizio. E cosa è questo se non “cedere” la cultura ai privati? Intendo in un senso ancor più basso del farlo per mero interesse, visto che lo si fa per “togliersi” un problema, purché tutto venga fatto gratis o quasi.
Ci siamo già scordati della prima estate senese affidata ad un noto (per le sue trascorse vicende) organizzatore incapace e finita sui giornali come scandalo? Ci siamo già scordati della vacuità del programma di candidatura alla capitale europea della cultura? Ad oggi cosa rimane di essa? Qualche concertino, qualche “mostrina”, qualche maglietta con il logo 2019 e cos’altro??? Questo a parer mio è proprio “cedere” la cultura ai privati, poco importa se legalmente ed istituzionalmente ci sia il comune di mezzo, la realtà che non si può negare è che non sia così !!! E a me dispiace scrivere queste cose, perché in questo comune sono nato ed ho messo le mie radici artistiche, ma è triste leggere e vedere una classe politica che va avanti nonostante i tremendi errori che commette, tutto pur di darsi ragione e senza stare a sentire i sempre più copiosi avvertimenti degli addetti al settore.
Altra menzione merita il discorso “Paradossalmente facciamo più programmazione oggi di quando c’era Vernice Srl, società strumentale della Fondazione, che dettava la propria agenda.  “.
e poi “ per la prima volta il Santa Maria della Scala è aperto senza i contribuiti della Fondazione e della Regione…
Intanto, come si nota, per il Sindaco è meglio tenere aperto un museo per far vedere quanto siamo bravi, piuttosto che lo si faccia funzionare culturalmente (basti controllare spesa in rapporto agli ingressi per capire che non è affatto in salvo il SMS). In soldoni è come voler cambiare un paio di scarpe: che importa se sono di cartone e ti si bucheranno in un mese, l’importante è avere un paio di scarpe nuove e far vedere che non ci manca nulla. Ora mentre in altri ambiti (in primis quello sportivo) questa relazione può anche essere accettabile, assolutamente non si può fare in ambito culturale. La cultura infatti può essere solo di qualità, altrimenti si chiama Hobby, si chiama ciarlataneria, si chiama grafica, si chiama in ogni caso in un modo differente. Lo stesso lo si deve applicare al fatto di fare tanti eventi invece di fare dei buoni eventi, degli eventi che siano locomotiva di una vita culturale cittadina e che abbiano un ampia e lunga programmazione: sciorinare numeri senza inserirli in un contesto era tipico del Berlusconismo. Fare tanto per fare, questa è la realtà. Fare per dire di averlo fatto, questa è l’intenzione e a me, uomo di cultura, con il dovuto rispetto, non va affatto bene.
Chiudo dicendo che siamo stanchi inoltre di tavoli dove confrontarci e non programmare nulla se non la prosopopea propagandistica del comune: che il “leader” faccia il suo lavoro prendendosi le proprie responsabilità senza tanti discorsi, perché ci può pure stare di non riuscire a far bene e sarebbe proprio di uomini di morale ferrea ammetterlo e farci i conti.

The Black Owl

Rassegna Stampa – Considerazioni de IL SANTO: VIOLA-BRUNETTO-DOTT. BOMBOLA… Il Valentini è salvo… Siena NO!!!

12 febbraio 2016 Lascia un commento

muzziPrima della rassegna stampa alcune considerazioni.

  1. Rispondo alla giornalista di Canale 3 VIOLA CARIGNANI che sulla pagina facebook di LAURA VIGNI scrive a proposito della vicenda del portavoce del Sindaco: succedono cose molto più gravi sulle quali sarebbe opportuno fermare l’attenzione, l’invidia non è una di queste.”  Praticamente la signora giornalista mi dice che sono invidioso del PARIS, certo come no. Vorrei visto che Lei è giornalista ci dicesse quali sono queste cose molto più gravi, ce ne parli, le metta in evidenza faccia il suo lavoro di giornalista così noi bloggers smetteremo di fare il suo mestiere. Poi visto che è andata sul personale le dirò che la stima che ho per giornalisti come Lei sta praticamente a ZERO, a mio modo di vedere il giornalismo fatto nel vostro modo offende la memoria di grandi giornalisti italiani, penso ad ENZO BIAGI o INDRO MONTANELLI. 
  2. A proposito della MOZIONE di sfiducia del Sindaco DON BRUNETTO, Lui anche leggendo il suo profilo pensa di aver vinto di essere uscito bene da una situazione complicata. E’ in errore perché se non lo hanno scaricato gli SKARAMELLIANI e il resto del PD è perché hanno paura di consegnare la città ad un commissario che apra finalmente i cassetti. E’ vergognoso che la questione ETICA e MORALE non tocchi minimamente il partito democratico, per loro gli avvisi di garanzia sono medaglie da puntarsi al petto? Ecco quello che scrive DON BRUNETTO sulla sua pagina facebook: “Una serata come questa, all’ insegna della compattezza, non poteva concludersi che con la visione della reunion dei 5 Pooh a Sanremo. Forse dovremmo invitarli alle riunioni del PD…” oppure “Avete presente la storia dei pifferi di montagna…. Ed ora al lavoro, domattina riunione per le opere pubbliche 2016.” Questo è il nostro Sindaco, questo è il materiale umano di cui disponiamo… Faccio notare che gli SMART BOYS TANGLE che tanta chiarezza chiedono per i cittadini niente hanno scritto sulla mozione di sfiducia, forse per loro si aprono le porte di un nuovo SMART JOB?
  3. Passiamo a quel mito che è il D’ONOFRIO per gli amici medici Dottor Bombola. Mi dicono (non ho potuto seguire tutto il dibattito), che secondi Lui è mancata la catarsi, cioè una purificazione generale. Faccio una proposta siamo in quaresima oltre alla cenere sulla testa, possiamo organizzare una bella cerimonia come facevano gli antichi greci, magari in Piazza del Campo: “...la cerimonia di purificazione che si ritrova in diverse concezioni religiose ed in rituali magici che prescrivevano di solito il sacrificio di un capro espiatorio (propongo un blogger). La purificazione da una contaminazione (miasma) poteva riguardare sia un avvenimento spirituale che materiale. Nel V secolo a.C. nella medicina d’Ippocrate si definiva infatti come catarsi anche l’evacuazione di escrementi (ce ne sono tanti in giro) o di elementi ritenuti dannosi per la salute. Questa purificazione poteva essere ottenuta o con metodi naturali o con farmaci catartici (per qualcuno il clistere può andare). Si usava il termine catarsi anche a proposito della mestruazione.” Ecco io ho già iniziato dopo ieri ho il vomito, ma forse sarà solo che mi stanno venendo le mestruazioni? PORA SIENA!

 

Mozione sfiducia Sindaco. Neri:”Poco dopo le mie dimissioni con alcuni consiglieri di maggioranza accordo per un distacco prematuro da Valentini”

La bomba di Neri (e un ps)

Il soldatino Valentini Bruno salvato senza onore (e 2 Ps)

NOTIZIE MPS/ In Borsa perde oltre l’8%. Il Mef non intende cedere la sua quota

Respinta la mozione di sfiducia al sindaco Valentini

Mens Sana, per la Lega “basta scaricabarile, è ora di agire”

MOZIONE DI SFIDUCIA AL SINDACO BOCCIATA DAL CONSIGLIO COMUNALE

Brunoooooo, Wiatutti è con te!

Senza titolo 2

Foto de IL CITTADINO on LINE… Conversazione registrata con potenti microspie!!!

 

Rassegna Stampa – Grazie al portavoce del Sindaco il blog esplode… Valentini e il giorno della sua conferma!!!

11 febbraio 2016 1 commento

Alcune considerazioni prima della consueta rassegna stampa.

Ieri il blog è esploso a causa dei molti contatti avuti per l’articolo sul portavoce del Sindaco (leggi qui), evidentemente è un argomento che interessa, ci ritorneremo.

Ieri nella trasmissione di ANDREA FRULLANTI a SIENA TV è stato letto un messaggio firmato da un certo SANTO, non sono io. La mia firma è IL SANTO. L’argomento era la MENS SANA, mai proporrei per un azionariato popolare, ma il discorso sarebbe lungo, volevo solo avvertire che non avevo fatto io la proposta, perché sono stato inondato di messaggi privati che mi chiedevano spiegazioni.

Una piccola nota ironica riguarda il nuovo Direttore Generale della ROBUR ALESSANDRA AMATO, che in post di Luciano Sardone dice di essere stata candidata per il PD a sostegno di DON BRUNETTO, perché era la fidanzata dell’allora Sindaco di NEW CASTLE tal Roberto Bozzi. Accidenti!!! Se questi sono i criteri di scelta del PD andiamo bene!! Spero vivamente per la ROBUR e per i suoi tifosi che la signora non sia stata scelta per questa importante carica perché da piccola giocava bene a SUBBUTEO ed oggi magari gioca a FOOTBALL MANAGER 2016!!!

Ultima considerazione. Qualcuno ha detto che ho fatto una sviolinata a ROBERTO GUIGGIANI nel incipit all’articolo della mitica MARA MORINI (leggi). Chi mi conosce sa che di sviolinate non ne faccio. Ho solo espresso il parere su una persona che ho definito: “esodato del PD e fuoriuscito di SIENA CAMBIA” in un altro articolo. Guicciani non ha bisogno di sviolinate, le azioni degli uomini parlano per loro. Poi mi posso anche sbagliare…

L’ASSESSORE VEDOVELLI INCARICA IL PORTAVOCE DEL SINDACO ORLANDO PARIS DI TENERE ALCUNE LEZIONI ALL’UNIVERSITA’ PER STRANIERI, PAGANDO QUESTO SERVIZIO DUECENTO EURO A LEZIONE. TUTTO NORMALE?

Perché Valentini Bruno ha fallito ( e tre Ps valentiniani)

Mens Sana choc, il debito reale è molto più alto. Probabile fallimento

Varie ed eventuali

Robur, Alessandra Amato nuovo Dg: “Torneremo al calcio sano”

Liste civiche o partiti?

Borsa: banche nel mirino, Milano -4,2%

“Noi non abbiamo nè padri, nè padrini Monaci parli per sè”

Amministrazione comunale trasparente? Ascheri ha qualche dubbio

Chiara fama all’italiana: una storia esemplare

Engioi Siena

POPOLAZIONE: A SIENA SIAMO MENO DI 54MILA, IL 9% STRANIERI

Il giorno dell’ipocrisia trasformata in democrazia

God save the Palio

La Rubrica di Mara Morini – ENJOYSIENA: QUESTION TIME

10 febbraio 2016 8 commenti

Faccio una breve premessa su questo nuovo articolo della bella MARA. Vorrei fare alcune precisazioni per quanto riguarda ROBERTO GUIGGIANI, che ho conosciuto. Lo ritengo un valido professionista del settore turistico, con idee nuove ed innovative di cui abbiamo tanto bisogno. C’è da dire che GUIGGIANI ha lasciato SIENA CAMBIA al momento che si è accorto che tutte le promesse fatte erano fuffa. Ma non sto qui a difenderlo, credo che lo farà da solo. Per quello che lo conosco mi pare una persona capace di fare autocritica e più che altro di riconoscere i propri sbagli cosa che a molti senesi manca. Per finire credo che il VALENTINI e la PALLAI lo abbiano dovuto ingollare come un boccone amaro. Ma aspettiamo quello che ha da dire sull’argomento. BONA lettura dell’articolo di MARA!!!

Apprendiamo in pompa magna che l’amministrazione comunale, a seguito della sottoscrizione avvenuta nel marzo 2015, del protocollo d’intesa con la Regione Toscana per rafforzare le sinergie istituzionali sulla promozione turistica, ha presentato lo scorso 20 gennaio in Regione a Firenze e il 28 a Siena, il nuovo ma primo Official Tourism Account della Città di Siena.

Il Comune ha pubblicato il suddetto protocollo d’intesa sul sito istituzionale?

Faccio fatica a rintracciarlo.

Comunque il protocollo, inteso con la Regione, è volto a garantire una strategia sempre più integrata e coordinata di promozione turistica a livello regionale.

Era ora che anche Siena lo avesse!!! Io stessa mi ero trovata più volte ad evidenziare questa grossa lacuna per una città che si ritiene “turistica”.

Mara armata

Mara armata

Aumenteranno gli arrivi e le presenze. Dei pernottamenti chi se ne importa, non sono una priorità per l’assessora Sonia Pallai.

Alla presentazione del 28 gennaio dell’ illustre primo Official Tourism Account della Città di Siena tenutasi Palazzo Patrizi dinanzi alle associazioni e agli operatori di categoria, nonché alla cittadinanza tutta, l’assessora fa sapere che sarà bilingue: italiano e inglese. Effettivamente lo è.

Entro due mesi EnjoySiena parlerà anche in francese, tedesco e spagnolo.

Domanda? Chi si occuperà della traduzione dei testi? Della pubblicazione delle notizie? Della comunicazione degli eventi insieme ai consigli per la preparazione di ottimi piatti toscani nelle cucine di tutto il mondo?

È sempre in vigore la convenzione tra il Comune di Siena e la Scuola di marketing e comunicazione dell’Università degli Studi per le attività di EnjoySiena e la loro gestione?

E se si, è il caso di rimodernarla viste le modifiche alle attività e al budget destinato?

Credo che quella precedente si aggirasse intorno ai 19.000 – 20.000 euro.

Certo speriamo che questa volta EnjoySiena non usi la forza comunicativa delle immagini data dall’automa durante gli incidenti del Palio della scorsa estate. E soprattutto speriamo che il nuovo portale del turismo si dimostri meno fallimentare del colossale flop delle strategie social media marketing di EnjoySiena, palesemente e vistosamente sotto gli occhi di tutti.

Oppure sarà un’attività svolta in house dagli uffici comunali che già si occupano delle attività di comunicazione che, almeno a vedere dagli atti pubblicati on-line, operano già sugli stessi canali? Visti i tempi che corrono non sarebbe male poter fare importanti economie…

In forza poi della ridefinizione dei rapporti istituzionali e dei sistemi di comunicazione a seguito della revisione organizzativa delle Province e della riallocazione delle funzioni di promozione turistica che ricadranno dalle Province in capo a Comuni, e visto che le competenze in seno alla compagine dipendenti comunali parrebbero esserci, sempre secondo gli atti del Comune e in virtù dei 14 dipendenti della Provincia specializzati in turismo trasferiti in Comune, qualora fosse, questi 130.000,00 eurini potremmo risparmiarceli per finanziare, per esempio, una vera mostra internazionale?

Parrebbe infatti che il portale, destinato alla promozione turistica della Città di Siena e dei suoi eventi, sia stato finanziato con i proventi della tassa di soggiorno, per un importo di circa 130.000 eurini.

Proprio l’importo che i vigili urbani del Nucleo di Polizia Giudiziaria del Corpo di Polizia Municipale del Comune di Siena e del Servizio Tributi (per i quali pagheremmo noi le spese per il comportamento antisindacale dello stesso Comune contro di loro, nonché quelli di pubblicazione della sentenza sui giornali) sono andati a recuperare quale imposta non versata nel 2012 – 2014 nelle casse del Comune da alcune reticenti strutture ricettive.

Mara Morini in allenamento… Non la fate arrabbiare!!!

Mara Morini in allenamento… Non la fate arrabbiare!!!

Considerata poi l’ampia partecipazione, a detto dell’assessora, delle associazioni di categoria al progetto EnjoySiena, già dalla pianificazione, e la possibilità del Portale di fornire servizi per gli operatori di settore e imprenditori del turismo, come si svolgeranno tali sinergie?

Il Comune come intende procedere: con convenzioni? Con accordi? Con protocolli?

Diventerà uno degli operatori economici del settore per fornire servizi di promozione e prenotazione?

Il Portale fornirà informazioni su dove dormire – dove mangiare – come arrivare a Siena – come muoversi?

E se si, come intenderà agire il Comune per stare nelle regole?

Ma sarà possibile prenotare direttamente dal portale anche le camere nelle strutture ricettive? Ma è possibile farlo? Cioè è legittimo?

Mi è poi sfuggito l’avviso con cui è stato nominato caporedattore del nuovo sito turistico del Comune di Siena #EnjoySiena il dott. Roberto Guiggiani.

Giornalista e scrittore, il suo C.V. evidenzia una decennale esperienza nel settore turistico e competenza sul campo dimostrata negli incarichi assunti presso gli assessorati delle Regioni Sardegna ed Emilia Romagna, Campania, dei Comuni di Perugia e Viareggio, della Provincia di Rieti, e quale direttore dell’Agenzia per il Turismo della Provincia di Pisa, individuato nel 2009 con la partecipazione a regolare avviso pubblico e dopo l’attenta valutazione di un’apposita commissione.

Per incompetente parere, non me ne voglia dott. Guiggiani, ma anche questa volta credo che avrebbe dovuto esserci l’indizione da parte del Comune di Siena di un avviso pubblico e il lavoro di una commissione, quando non anche l’espletamento di prove per la designazione del capo redattore di un sito istituzionale, nel qual caso EnjoySiena. Ma in altre parole il dott. Guiggiani chi lo paga? Il Comune o la ditta che ha realizzato il sito? E nel tal caso di questa ipotesi, la ditta aggiudicataria dell’affidamento, oltre alla realizzazione e manutenzione del sito, si era aggiudicata anche la produzione e comunicazione dei contenuti? Appunto attività del caporedattore?

 Inoltre caporedattore di cosa? Di una testata giornalistica online? EnjoySiena è registrato come tale in Tribunale come previsto dalle norme vigenti?

 Pregherei gli informati di inviare copia del bando/avviso al Santo per la pubblicazione mancante all’interno del sito istituzionale alla sezione Bandi e avvisi in pubblicazione, oppure di indicarci le norme o le dinamiche seguite per la designazione.

Era il caso in pompa magna, di presentare quale capo redattore del Official Tourism Account City of Siena, di dubbie modalità la nomina, il coordinatore della lista di SienaCambia diretta espressione del Valentini, dott. Roberto Guiggiani? … e tra poco si vota una mozione di sfiducia…

Ma poco importa, tanto pur di stare alla poltrona, a chi importa delle regole e del buon gusto?

Mara MORINI

 

Categorie:libero contributo

Editoriale de IL SANTO – Se rinasco BRUCO voglio diventare una FARFALLA ROSSA!!!

10 febbraio 2016 6 commenti

Non me ne vogliano i nostri lettori, ma li devo tediare con una storia tutta Italiana.

Il nostro Sindaco ha sempre detto che bisogna smettere con i vecchi sistemi, ma evidentemente questo conta per gli altri non per la giunta e nemmeno per i suoi portavoce.

A chi mi riferisco? Al Dottor Orlando Paris portavoce del Sindaco (clicca e leggi) (IL SITO DEL COMUNE OGGI FA I CAPRICCI), chi è questo giovane dottore? E’ un professore a contratto presso l’Università per Stranieri da nemmeno un mese. Nel 2012 ha sostituito ALESSANDRO FRANCESCONI alla guida di S.E.L.(clicca) a Siena, ricordo che Francesconi poi è stato nominato vice-presidente di Siena Parcheggi (clicca).

Francesconi è stato uno dei fondatori delle FARFALLE ROSSE senesi, non so se vi ricordate.

Direte, allora che vuoi dire? Vorrei farvi notare una cosa, nel 2015 il professor Paris ha tenuto ben 6 lezioni all’Università per Stranieri di Siena, il suo referente era il Professor Vedovelli, l’assessore alla cultura del COMUNE di SIENA. Cifra totale per 6 lezioni € 1200,00 quindi € 200,00 a lezione. Non male veramente visto i tempi che corrono. Conosco molto bene dei ricercatori dell’Università di Siena che fanno circa 120 ore di lezione l’anno,  vengono pagati per 80-90 ore (perché mancano i soldi) a ben 7,50 €  l’ora totale 675,00 €.

Ecco qua cari lettori questa è la storia, a voi le conclusioni, io le mia le ho già tirate:

“Se rinasco da BRUCO voglio diventare una farfalla rossa!”

12675214_10208302440420730_1189576983_o

clicca e guarda

Rassegna Stampa – Marcello e Bruno due amiconi (VIDEO)… Pierino caduto dal pero è anche amareggiato!!!

9 febbraio 2016 1 commento
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 701 follower