Libero Contributo – Urge trovare soluzioni per Siena Biotech di Emanuele Montomoli

22 dicembre 2014 11 commenti

Ringrazio il Professor Emanuele Montomoli per il suo intervento riguardo il mio post su Siena Biotech (clicca e leggi), mi auguro che si trovi una soluzione al più presto, perché ci sono di mezzo molte famiglie che stanno pagandoper l’incapacità di troppi…

Caro Federico (Amico mio),
prima di tutto ti ringrazio, non è usuale per me essere citato specialmente dai blogger come te. Sono comunque chiamato in causa e quindi metto un commento, che ovviamente (molto modestamente) riflette solo la mia opinione, più che altro tecnica sulla questione. Il SienaBiotech ormai è fallito, come tante altre cose nella nostra città, per presunzione della classe politica (ascoltare solo chi per loro è solo affidabile è stata una prerogativa di sempre) e per incapacità della classe dirigente che è stata messa a capo della struttura …… questo purtroppo è un dato di fatto.

Emanuele Montomoli

Quello che i politici ora dovrebbero fare è cercare di trovare soluzioni prima di tutto per le famiglie rimaste senza lavoro e poi (magari) prendere lezione da quanto accaduto e cercare di non far fallire le altre strutture che a Siena operano nelle settore delle scienze della vita e delle biotecnologie. Io sono proprietario di una di queste strutture, si chiama VisMederi srl, per ora facendo i debiti scongiuri sta andando bene, siamo riusciti ad assumere quasi 30 ricercatori in 5 anni, di cui 19 a tempo indeterminato. Fino ad oggi abbiamo aiutato per quanto nelle nostre possibilità il territorio, in questa stagione abbiamo sponsorizzato la Mens Sana basket ed abbiamo aiutato l’Università attraverso il finanziamento di alcune borse di dottorato di ricerca. VisMederi si trova presso il parco TLS, a cui paga un affitto mensile “importante”, se le istituzioni ci mettono a disposizione degli spazi presso l’immobile di SienaBiotech siamo disposti a riservare completamente la quota dedicata all’attuale affitto per il personale, e credo che sia sufficiente per prenderci in carico altre 3 o 4 dipendenti di SienaBiotech, …… purtroppo sono quasi certo che questo non avverrà, se andrà bene ci verrà chiesto di fare uno sforzo ed assumere qualcuno continuando a pagare un affitto di 65 Euro a mq, invece se va male ….. a questo non voglio pensarci.
Ciao a presto Emanuele Montomoli

Editoriale de Il Santo – Natale amaro per i dipendenti della Siena Biotech

21 dicembre 2014 4 commenti

Purtroppo siamo qui a registrare l’ennesimo insuccesso del Sistema Siena, che ha retto fino a che la Fondazione ha finanziato. Inevitabilmente i sogni di gloria si sono infranti da quando il Presidente Clarich ha detto che taglierà i fondi alla Siena Biotech (società strumentale della Fondazione). Sin dall’inizio dell’avventura di questa eccellenza a molti era apparsa una scelta megalomane di un Sistema autoreferenziale. Su questo blog mi sono interessato spesso alle vicende di questa azienda, che doveva essere il fiore all’occhiello di Siena per quanto riguardava le biotecnologie questo è un articolo del 2011 (Che cosa è Sienabiotech ? Perché esiste?), ma non sono stato l’unico anche Marco Falorni nel sito di Impegno per Siena affronta la questione con molti dettagli (Siena Biotech Story – 1 / Un altro “nodo” sta venendo al pettine ). Questi sono alcuni esempi di quello che un blogger e un politico pensavano di questo progetto, ma cosa ne pensava per esempio un professore associato della nostra università esperto in materia? Sotto un articolo del Corriere di Siena del Gennaio 2013 scritto dal Professor Emanuele Montomoli e ancora un articolo recente dello stesso professore. (clicca e leggi)

Ora però è il tempo di trovare delle soluzioni vere. Le promesse e i discorsi che il nostro bene amato Don Brunetto continua a fare anche in Consiglio Comunale non sono sufficienti, visto anche la propensione del nostro Sindaco a non mantenere nemmeno una delle promesse fatte ai senesi. Purtroppo io non ho soluzioni, non è il mio compito, ma lancio un appello a chi di dovere a interessarsi di questa vicenda, perché oltre al prestigio che abbiamo perso. Oltre ai soldi investiti in questa operazione, che non dobbiamo perdere. La priorità è tutelare le professionalità e le famiglie dei ricercatori e dei lavoratori della Siena Biotech. Ci sarà qualcuno che ha un idea un mezzo progetto per poter rilanciare questa eccellenza, oppure ci dobbiamo rassegnare a perdere del tutto sia soldi che professionalità?

 Un augurio di Buone Feste anche se amare a tutti i dipendenti della Siena Biotech, con la speranza che l’anno nuovo porti soluzioni e speranze a voi tutti…

Clicca e leggi

Clicca e leggi

Categorie: libero contributo, siena

Rassegna Stampa – L’audio bloggers vs opposizioni… Prostitute a Siena Don Brunetto potrebbe inventarsi una nuova tassa comunale!!! Un nuovo carrozzone?

21 dicembre 2014 2 commenti

La Rubrica di Gianni – Apriamo gli occhi e attributi in mano!!!

20 dicembre 2014 Lascia un commento

Ascoltare la dichiarazione del Sindaco Bruno Valentini dopo la domanda del Santo e inorridire è quantomeno irritante , come cittadino di Siena.
Pagare le tasse?! Rimboccarsi le maniche?! Dimostrare di essere un bravo cittadino?! Fare la differenziata?! Contribuire a lavorare nel proprio quartiere?! Poco attivi nella città?!
Ma di cosa parla signor Sindaco?!

Gianni Colombini

Gianni Colombini

Scusi, ma lei vorrebbe fare il sindaco insieme ai suoi pasdaran con il volontariato dei Senesi ( metto la “S” maiuscola se permette!!) ?!
Non le pare troppo facile così?!
Lei e tutti i suoi amici siete andati al governo di questa città, e ora dovete fare, FARE capisce?!
Voi DOVETE dimostrare che quanto avevate promesso siete capaci di farlo, senza se e senza ma!!!
E si deve aspettare che le critiche arrivino di qua e di là!
Perché vero è che “chi non fa non falla”, ma altrettanto vero è che chi si riempie la bocca di grandi cose, deve poi essere in grado di dimostrare la propria capacità.
Così come è pure vero che chi sbaglia paga, e si porta a casa i propri cocci.
Le tornerebbe meglio pensare che coloro che lei non vede a mostre concerti a iniziative e a quella che lei definisce “vita vera della città” magari sono a darsi i piedi nel culo per cercare di non affossare la propria attività per colpa di una classe dirigente inetta, incapace, esclusivamente presenzialista e chiaccherona.
Le tornerebbe meglio pensare che con le tasse pagate dai senesi vi fate uno stipendio lei e i suoi amici?! quelle tasse che manco per nulla corrispondono ai servizi erogati!
Stipendi anche di qualche dipendente che la mattina farebbe meglio a vagare meno con il sigaro in bocca quasi zombie de noantri!!! Per piacere…almeno lo faccia deambulare in un cortile!!!!
E poi…Facile adesso cavalcare sulle contrade!!!
Contrade che, purtroppo, lei ci dimostra divenire sempre più scambio di voti e consensi, colpa di una scarsa visione da parte dei senesoni!! “Ci danno la piazza e la chiusura di una strada per fare la braciata?! questo si che ci va bene!!”
E’ banale adesso fare il direttore dei lavori e vedere gli altri, quelli che “dicono di amare” questa città, darsi da fare…
Magari poi riuscirete pure a lamentarvi se le mura non saranno linde e pinte…!!
Così il sindaco lo sa fare pure mio figlio!!!
Glisso sui 40.000.000,00 che lei e il suo amico prof esimio, ci avete propinato, come glisso pure sull’accordo che avrebbe dovuto essere firmato qualche tempo fa…come pure sugli euroni del pinocchio Rossi per Biotech, ospedale etc etc ( a proposito, ci faccia un giro là dentro per toccare con mano una realtà ben diversa da quella che avete raccontato sui giornali… forse le scappa pure il tempo di scattare qualche selfie con l’immancabile telefonino!!) perché altrimenti si scade nel ridicolo…
E voi SENESONI amanti della vostra città….
Il volontariato…..
Ma è così difficile riconoscere che state facendo quello che alla amministrazione toccherebbe di dovere?!
Oh, li avete votati questi signori he!!! mica ci si sono insediati da soli la dentro!!! ( anche se potrebbe essere facile visto che qualcuno di quel partitone, in italia si è auto proclamato presidente del consiglio….manco il pelatone!!!)
Ma dobbiamo esser noi a promuovere, suggerire, consigliare , direfarebaciarelettera e testamento?!?!
E allora andiamoci noi a sedere su quegli scranni , se poi dobbiamo pure fare lo sporco lavoro!!!
Apriamo gli occhi e attributi in mano!!!

Categorie: libero contributo

La Rubrica di Don Brunetto – Prima di criticare fai la differenziata!!!

20 dicembre 2014 2 commenti

Il video che pubblico non è tratto da un film di Mel Brooks, purtroppo è la triste realtà di chi in questo momento deve far risorgere Siena. Il Signor Sindaco mi dice che prima di fare il polemico devo assicurarmi di essere un buon cittadino: fare la differenziata, pagare le tasse, partecipare ai concerti, andare al teatro, essere attivo nel volontariato e andare a pulire le mura! Se fossi un maleducato, risponderei alla senese, ma visto che non lo sono gli rispondo che le tasse le pago regolarmente, così come faccio la differenziata, ma che c’azzecca con al domanda che ho fatto in video? A chi posso chiedere il bollino per fare un po’ di polemica? Forse il Signor Sindaco detto Don Brunetto prima di fare il Sindaco ha fatto l’analisi del sangue per vedere se era idoneo a fare l’amministratore? Risponda alle domande dei cittadini, smetta di fare promesse che non può mantenere, perché lo stipendio glielo paghiamo noi con le tasse che Lui ha aumentato per colpa del suo partito che non ha saputo amministrare questo territorio. Il Sindaco si aspetta proposte dei cittadini? E’ lui che deve farle e portarle avanti, troppo facile in questo modo, altrimenti il Sindaco lo potrebbe fare chiunque e da quello che si sente è proprio vero!!!

Un po’ di polemica con Daniele Magrini, capisco benissimo che lo studio è piccolo ma il contraddittorio in questi casi è necessario…

Libero Contributo – NASCE IL “LABORATORIO CIVICO DELLE IDEE E DELLE PROPOSTE” SU INIZIATIVA DEI GRUPPI CONSILIARI DI OPPOSIZIONE “CITTADINI DI SIENA”, “SIENA 5 STELLE” E “SINISTRA PER SIENA, RC, SSM”

19 dicembre 2014 9 commenti

 

Mentre si palesa con drammatica evidenza l’incapacità della Giunta a guida Valentini di offrire alla città prospettive stabili di ripresa, i rappresentanti dei tre gruppi consiliari di opposizione “Cittadini di Siena”, “Siena 5 Stelle” e “Sinistra per Siena, RC, SsM”, hanno avviato un confronto per individuare il modo migliore di offrire alla cittadinanza una concreta alternativa politica.

Laura Vigni dal web

In particolare i rappresentanti dei tre raggruppamenti hanno concordato nell’esprimere una valutazione pesantemente negativa sull’azione della maggioranza, che da un lato appare completamente inerte di fronte alle crisi che colpiscono settori importanti della nostra economia, lenta nella normale azione amministrativa, impegnata a promuovere iniziative effimere che sprecano il grande patrimonio culturale di Siena – consegnato a gruppi esterni che hanno il solo merito di saper fare la pubblicità – o occasionalmente alla ricerca di iniziative spot.

Anche il turismo, che per fortuna sembra non avere crisi, viene gestito senza lungimiranza, badando solo al risultato a breve termine, senza costruire una vera struttura complessa e articolata di accoglienza e supporto.

Le critiche potrebbero continuare ancora, ma i tre gruppi consiliari hanno deciso di contribuire fattivamente a modificare questa situazione, lavorando insieme per costruire proposte alternative, concrete e praticabili, su cui chiedere il contributo dei cittadini per poi presentarle e discuterne con la maggioranza, sostenendole anche con manifestazioni e iniziative popolari di pressione.

Raccogliendo l’importante eredità dell’Osservatorio Civico, che ha lavorato (e continua a farlo) con grande impegno sul tema della crisi del Monte dei Paschi e della Fondazione, intendiamo costituire un LABORATORIO CIVICO DI IDEE E PROPOSTE che sia luogo di confronto e messa a punto di strategie davvero utili alla città.

In particolare le prime tematiche che intendiamo affrontare sono:

  • possibilità di riuso complessivo della Fortezza Medicea con attenzione agli aspetti economici, culturali e strutturali (Enoteca, musica e spettacoli, enogastronomia);
  • progetto per la valorizzazione dei beni culturali (Santa Maria della Scala, Museo Civico, Contrade);
  • esame e proposte di risoluzione per le principali criticità nel settore della sosta, del traffico (es. Colonna S.Marco, Viale Toselli, Fontebecci) e della mobilità urbana.

L’impegno che i tre gruppi si assumono è quello di favorire la partecipazione costruttiva alla risoluzione dei problemi della città, pur nella consapevolezza che da parte della maggioranza non vi è stata finora la disponibilità ad accogliere le osservazioni che sono venute dall’opposizione. Perciò, oltre all’azione in Consiglio Comunale, il Laboratorio Civico intende muoversi a contatto con i cittadini, per superare la “cappa di piombo” che continua a pesare sulla città, liberandola da condizionamenti per sviluppare una vera democrazia partecipativa.

Chi intende partecipare può da subito dare la propria disponibilità mettendosi in contatto con i consiglieri comunali Enrico Tucci, Michele Pinassi, Mauro Aurigi e Ernesto Campanini.

Siena, 18 dicembre 2014

Libero Contributo – Giorgio Finucci dice la sua sull’incontro delle forze di opposizione…

19 dicembre 2014 1 commento
ultime 071

Giorgio Finucci

Sono stato a Palazzo Patrizi, purtroppo eravamo meno di 50 e già questo la dice lunga. I giovani, come sempre, non pervenuti o quasi. Anche i non giovani, ma nuovi, non pervenuti o quasi.
La realtà è questa e non è per niente bella.
Il tema centrale, sicuramente personalistico, è stato affrontato, ma la mia opinione è che ognuno, alla fine abbia conservato le proprie idee. Purtroppo un politico che ha dato indicazioni chiare su un fatto di rilievo, pur adducendo giustificazioni e motivazioni varie e valide, non può cancellare il fatto stesso di aver dato tali indicazioni. Pertanto credo che il buon Tucci continuerà a “pagare” nel tempo questa sua decisione, nel senso che per molti resterà “quello” che ha fatto perdere il ballottaggio al dottor Neri.
Del resto in un suo post di stamani su FB, traccia un’analisi abbastanza netta della serata, dalla quale traspare la sua delusione, e siccome è persona intelligente, credo abbia inquadrato perfettamente la situazione.
Venendo a cose un po’ più concrete, in risposta al mio intervento, nel quale chiedevo che senso e che prospettive potesse avere la proposta dei tre gruppi (Laura Vigni, Tucci e 5 stelle) di iniziare una collaborazione di idee e proposte e soprattutto se la “cosa” servisse solo a rompere le rispettive solitudini in consiglio comunale o se, invece, tendesse a costituire un gruppo unito per le prossime elezioni amministrative, Aurigi ha chiarito immediatamente che 5 stelle non si alleerà con nessuno, ma voterà volta per volta, su quello che riterrà giusto. Questo, in pratica, a mio modo di vedere, chiude già prima di partire l’utilità politica della proposta avanzata dai tre gruppi, perché la forza maggiore ha già chiarito che andrà da sola alle elezioni. Nella sostanza, non boicotterò certamente l’osservatorio civico, ma così come viene proposto, non può certo rappresentare il punto aggregante di ripartenza di un “movimento” dei senesi. Credo che il processo di aggregazione debba partire necessariamente dai gruppi più grandi e quindi dal gruppo del Dottor Neri e da Siena cambia e giù giù fino a Cittadini di Siena e Laura Vigni e non il contrario. A questo proposito sono stato felice di constatare la presenza di Guiggiani e di Montigiani che potranno senz’altro sviluppare coi loro gruppi questi concetti per verificare se lo stimolo della marcia dei 500 sia già esaurito o se, invece, sia ancora possibile, a ferro caldo, iniziare un percorso per la costituzione di un “movimento” dei senesi che possa iniziare, da subito, a ragionare sul futuro della città.

Giorgio Finucci

Categorie: libero contributo
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 500 follower