Federico Muzzi Il Santo - Foto

Che cosa è Sienabiotech ? Perché esiste?

Mi scrive un inviato del ramo scientifico, il suo nome è MULTIPASS. Ecco il suo articolo, buona lettura…

La prima risposta presente è nel sito “Siena Biotech è una azienda di drug discovery, già a livello di studi clinici, concentrata sulla ricerca e lo sviluppo di nuove terapie contro malattie neurodegenerative e in area oncologica.” Una delle attività più belle e interessanti del mondo scentifico, nonché stimolante per le interazioni che può creare con altre attività sia in campo univeristario che in quello industriale. In una città storica come Siena, dove solo passeggiando per le strade interne si hanno richiami ad una società benestante ed equilibrata ma che anche culturalmente ha avuto un grande sviluppo visto opere come il Duomo o associazioni globali come la Chigiana, direi che una società scentifica di questo livello non può mancare. Ed ecco che si inizia a capire forse il perché esiste. Esiste perché il Monte dei Paschi, attraverso il braccio chiamato Fondazione, ha creduto di poter essere all’ altezza dei mecenati del Rinascimento e quindi capace di essere un po’ come il Re Mida. Un Re Mida che ragiona, come a livello nazionale con il sistema della paritocrazia e dei furbetti, per cui in mezzo ad una grande eccellenza si è iniziato ad inserire il nulla. Ma il tempo ha permesso di capire al Re Mida, alias MPS, che oltre l’ oro serve anche il pane e si è trovato a decidere cosa fare, tanto che il problema non riguarda Sienabiotech in se e per se, ma riguarda la società senese che vive ancora a Bengodi. Una soluzione potrebbe essere quella di avere la pietra che rende invisibili (maliziosamente potrebbe essere presente e chiamarsi massoneria !?), i responsabili di tutto quello che sta accadendo. Rompere un’attività stimolante e utile per il futuro della salute non solo dei senesi (Sienabiotech,Università), per un territorio che normalmente sopravvive solo grazie alle sovvenzioni del mecenate (MPS con le derivate Sansedoni, Fondazione,ecc.), dei turisti che visitano la città o che ci studiano (studenti), nonché per saltuario interesse di altri (Stato, Novartis). Concetto esagerato e distorto? Il dubbio mi è sparito quando appunto sia nella società scentifica, sia in giro per città e provincia si è scoperto che anche la Fondazione MPS (quindi MPS!!), poteva avere un deficit,un buco, un disavanzo (disavanzo FONDAZIONE MPS) …… A quel punto era un po’ come vedere il cliente in cura dallo psicanalista che gli ha appena aperto il proprio inconscio ad un evento drammatico sempre rifiutato…L’ evento drammatico era quello riguardante la possibilità, non più remota, che anche a Siena, sì a Siena (città dove si vive meglio), si poteva perdere il lavoro, si poteva rischiare di impoverirsi, anche se questo era relativamente evidente da almeno 2 anni per coloro che sono attenti a quello che succede fuori dalle mura e …non a caso già da tempo nella bellissima società i non italiani avevano iniziato a scappare…….gli studenti informati a scegliere altri lidi…le grandi industrie a forzare i contratti in area. In quella società tutti coloro che erano concentrati al loro lavoro di ricerca si sono trovati anche a pensare che il loro lavoro rischiava di non essere sufficiente alla loro sopravvivenza (come i loro colleghi precari dell’ università), anche a causa di scelte più dettate da problemi partitocatico-amministrativi che da quelli tecnico scientifici. Si poteva evitare? La risposta è facile se si vedono gli errori fatti!! Credo che il problema sia nel tempo di risposta agli errori. Come ho detto sono almeno 2 anni che si vedono situazioni inquietanti, la risposta non deve essere superiore ai 3-6 mesi altrimenti diventa ordinario e non eccezionale il caso Parmalat!!! Insomma il sistema sta tornando al 1472 (?!), come gli ottimi vini prodotti per rendere felici le serate dei dirigenti padroni e despoti del sistema, che non sono certo interessati alla plebe senese se non nei comunicati stampa fatti da galoppini e portaborse addestrati dal sistema di partitocrazia che a portato anche il Paese a livello di Grecia e Islanda in attesa di come degrada prima la situazione in Portogallo (moody’s taglia). In conclusione mi auguro che tutto il sistema che ha creato questa situazione degradante dal punto di vista gestionale-economico come dimostra il deficit di una banca (e Stato), senza però mancare di riconoscere scelte che possono essere per un futuro migliore come è di esempio anche una società come Sienabiotrech e non solo, abbia il coraggio di andare in pensione. Abbia anche il coraggio questa dirigenza di inserire quelle nuove leve che vengono tenute sotto giogo (leggi) in forme contrattuali o politiche tali da impedirgli una reale partecipazione ad un nuovo modo di fare Società scentifica o meno che sia !! Multipass

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star