La rubrica di JOE – Di nuovo all’ABI… NONOSTANTE TUTTO!!!!

Mussari confermato all’Abi Sarà presidente per altri due anni

 

dal sito de LA REPUBBLICA
 un concittadino si domanda:
il commento

16 replies to “La rubrica di JOE – Di nuovo all’ABI… NONOSTANTE TUTTO!!!!

  1. A questo punto scendo in campo anche io. Mentre c’e chi pensa a discutere tra piccoli e a tentare di infangare alcuni movimenti cittadini che da anni stanno combattendo proprio queste storture, le lobbies continuano imperterrite a compiere atti scellerati come questo.
    Spero che ora si smetta di inquinare il panorama politico cittadino con attacchi pretestuosi e falsi, e si vada a vedere chi era intervenuto pubblicamente per denunciare anche questa possibilita’. Spero che ora si mettano da parte livori personali o antipatie e si pensi solo a spazzare via questi bisonti del passato che continuano a banchettare con il patrimonio di siena e ad offendere la dignita’ dei senesi. Chi non capisce questo o e’ poco attento o e’ interessato a difendere questi discutibili personaggi. Troppo facile tentare di voler negare l’importanza del passato e di chi in questo passato ha una storia importante e coerente; come dice spesso qualcuno senza la conoscenza del passato non si puo’ costruire un futuro migliore. E troppo facile pensare ora a una lista civica per cavalcare la crescente, e sacrosanta, antipolitica; per quanto mi riguarda chi nasce ora lo considero solo liste barbagianni (nemmeno civetta), mentre do ampio credito proprio a chi potra’ dimostrare di avere una storia alle spalle fatta di atti certi e documentabili.
    E non nascondo la mia attrazione per quel Partito dei Senesi che ho letto in alcuni blog.
    Forza Siena e forza Senesi, ora o mai piu’.

  2. Condivido pienamente la desamina di fausto.
    Solo alcune precisazioni:
    non credo che una lista o movimento che venisse fuori ora e che avesse i presuppposti di onestà e candidabilità sarebbe per forza civetta o barbagianni che dir si voglia. Io non sono per la politica urlata come non sono per quella degli specchietti da allodole; dico solo che ci vorrebbe un’entità reale che potesse catalizzare le intenzioni di tutte le persone di buona volontà, senza cadere nei teatrini del Leader, del congresso, etc…ma avere piuttosto una natura dinamica ed aperta, un po’ proprio come il M5S. Con alcuni correttivi, ma con una natura diversa da quella ingessata dei partiti. Che poi sia il Partito dei Senesi, od altro poco mi importa; il nome non deve essere l’unico motivo di catalisi, servono contenuti importanti e programmi realizzabili nel contesto attuale, compresi spunti di educazione civica che manca oramai come l’aria!

  3. Secondo me è una ……NON notizia.
    Io credo che proprio per il modo in cui ha condotto certe operazioni Mussari sia il prototipo del Banchiere moderno.
    Lungi da me plaudirlo o incensarlo ( c’è già chi lo fa lautamente stipendiato) ma la mia convinzione è che oggi al livello in cui è arrivato , vive in flusso che puo’ solo assecondare. La riconferma all’ABI va letta come il consolidamento di un modo di gestire le banche ed i proventi finanziari che è in linea con quello desiderato dai grandi trust nazionali ed internazionali.
    Non dobbiamo spendere tempo a scrivere contro Mussari ma, altresì, ad elaborare un progetto di gestione delle risorse che sia “sostenibile” e che divida le ricchezze in modo decisamente più equo invece che continuare a concentrarle.
    La sconfitta della politica ( soprattutto quella fatta dai partiti) risiede proprio qui cioè nell’essersi calata le braghe davanti al potere finanziario diventandone il braccio armato.
    Oggi la politica deve tornare ad essere strumento di mediazione sociale, di contemepramento di interessi tra le diverse classi sociali che vivono, giorno dopo giorno, con maggiore apprensione gli effetti della crisi.
    Non esiste alcun partito interessato a questo, forse solo il M5S, quindi è compito dei cittadini recuperare spazi di giustizia ed equità sociale ad oggi compromessi.

  4. Allora facciamo a capirsi dinuovo.
    Lei sig. Fausto o sig. Pietro o sig. Romolo, siate più furbi per piacere. Ve le cantate e ve le celebrate da soli………
    Comunque io non sono a disquisire su questo perchè ognuno è libero di sostenere chi vuole.
    Io sono libero di non fidarmi di certi di Pietraserena. Come elettore. Posso?
    Aspetto che ci sia un nuovo davvero che comprenda chi mi aggrada, posso?
    Se lei sig. Fausto/Pietro/Romolo credete siano le liste dei barbagianni non lo dovete spiegare a me ma a coloro che andranno a votarvi….qualcuno di voi ha preso 23 preferenze e la dice lunga…..
    State calmi che con noi questi giochini non funzionano.
    Ad majora.
    Ps. Quelli svegli come “francesco” mi danno buone speranze……intendo per vincere la caccia al tesoro a squadre……Complimenti per il post sul sig. Mussari. Hai della stoffa fratello….

  5. Avevo invitato tutti, soprattutto gli anonimi, ad una massima educazione, evitando di tirarmi inopportunamente in ballo con accostamenti inventati e con insinuazioni del tutto gratuite.
    E’ tanto che non intervengo, e avevo detto che non avrei più risposto ad anonimi, pertanto procedo solo per onore del vero ( se il Romolo sono io), e per chiudere DEFINITIVAMENTE questa inutile discussione.
    Purtroppo devo concordare con chi dice che qualcuno, in modo molto sospetto, sembra solo interessato a delegittimare Pietraserena, trascurando (non so per quali fini) i veri responsabili del disastro di Siena, finendo per permettere loro di continuare a offendere i cittadini e a distruggere ciò che è rimasto della nostra Città (ABI docet). Confermo invece che l’Associazione di cui faccio parte è stata per anni, ed è tuttora, molto attiva nel contrastare il degrado di Siena con interventi puntuali e trasparenti sulle varie problematiche cittadine, ed anche sul tema ABI è stata una delle poche ad uscire con un comunicato duro; questi sono i fatti, anche se c’è chi continua a far finta di non vedere. Quindi non so chi se la canta e se la suona, ma il sito Pietraserena.Siena, con un archivio fatto di storia e concretezza, è a disposizione di chiunque abbia l’intenzione di acquisire informazioni e dati certi per farsi la propria opinione; mi sembra che altri, spuntati da poco tempo, chissà perchè e chissà da dove, abbiano la pretesa di pontificare, o peggio ancora tirare fango senza oggettive motivazioni e senza conoscere bene gli avvenimenti del passato. Anche le riunioni di Pietraserena sono sempre state aperte a tutti i cittadini.
    Questa è l’ultima volta che parlo del passato nei blog, ribadendo la mia disponibilità a farlo in incontri fisici, pubblici e riservati, certo di avere gli strumenti per dimostrare la coerenza ( e la possibilità di fidarsi) mia e di Pietraserena; non ci è mai interessato autocelebrarci (anche in presenza di valide motivazioni), ma non permettiamo a nessuno di tentare di delegittimarci o inquinarci con falsità e strumentalizzazioni. Ora mi interessa solo il futuro della mia Città, considerata la crisi in cui è stata messa da un sistema di potere trasversale di cui hanno fatto parte, a vario titolo, anche tanti soggetti che oggi vorrebbero professarsi puri e innovatori.
    Questa volontà di pensare solo al futuro è dimostarta dal fatto che, come sempre, siamo pronti a fare un passo indietro per il bene comune; dopo aver pensato all’Osservatorio Civico, che ha operato bene e con la massima pluralità anche con l’Associazione Buongoverno MPS, abbiamo rilanciato l’idea del Partito dei Senesi, come nuova entità che miri a raggruppare chi veramente vuole cambiare Siena, anteponendo questo progetto a specifici ideali politici e alla smodata voglia che qualcuno ha (noi no) di mettere proprie bandierine.
    Ribadisco quindi l’invito a essere costruttivi e non ritornare più sulle cose del passato; io ho questa volonta, ora vedremo gli altri.

    1. Intervengo chiaramente per me non per altri. Come ho già detto a qualcuno di PIETRASERENA che mi ha chiesto se dietro a tutti i commenti ci fosse la lunga mano di qualcuno, io dico di no. Ne sono acri sicuro, perché alcuni che scrivono li conosco personalmente e non fanno e mai hanno fatto parte si associazioni o circoli. Credo invece, ma questa è una mia analisi che taluni comportamenti nei consigli passati, non siano piaciuti ai cittadini-elettori-lettori e qui trovano lo spazio per dirlo. Come già detto in altre occasioni io non ho niente contro PIETRASERENA o qualcuno dei suoi “affiliati”. Saluti Federico Muzzi

  6. Leggo il sito perchè mi è stato indicato da un amico. Ho deciso di intervenire perchè capisco poco delle cose che vengono dette. Pietraserena l’ho sentita dire, mi pare, durante un’assemblea dell’associazione piccoli azionisti Mps. Mi pare che si siano dati da fare parecchio per l’ultima assemblea dei soci. E mi dicono alcuni amici che non è la prima volta.L’idea poi del partito dei senesi, confesso, mi piace parecchio. I senesi son gente che se la sanno cavare da soli…ci mettano tutti la buona volontà…e si andrà lontano…Tanta gente sento in giro che la pensa come me.Basta ciabattare.

  7. Egr. Sig Il Santo,
    è solo da poco tempo che la seguo, comunque, devo ammettere, che mi è piacevole leggere il suo blog ed apprezzo anche lo spazio che lascia alla discussione. In alcuni casi, peraltro, devo ammettere di non trovarmi in accordo, più con i toni che con i contenuti, con ciò che lei pubblica; ma questo, eventualmente, è un mio problema.
    Ciò premesso, se mi è concesso, vorrei rispondere a “Bastardo senza gloria” che trovo spesso anche su altri blog.
    Non crede Sig. “Bastardo” che ciascuno di noi abbia il diritto di pensarla come vuole ed il dovere di agire in base a ciò che pensa; esponendosi poi alle critiche o alle lodi, a seconda dei casi e/o dei punti di vista?
    Lei è liberissimo di fidarsi e non di chi vuole, ma quando si afferma, pardon, si lascia intendere di non fidarsi di qualcuno educazione, o meglio, correttezza vorrebbe che si dicesse anche perché; in caso contrario è solo e semplice maldicenza.
    Lei Sig. “Bastardo” dà l’impressione di essere persona arrabbiata con il mondo perché lo subisce senza riuscire a modificarlo neanche minimamente; i suoi interventi infatti sono o elogiativi o distruttivi, mai propositivi. Anche in questo suo ultimo dice: “….Aspetto che ci sia un nuovo davvero che comprenda chi mi aggrada….”. È lei, meglio di chiunque altro, che sa cosa o chi più le aggrada, quindi sia lei a proporlo; perché aspettare che ci sia chi lo fa per lei.
    Ha forse paura di non essere all’altezza?
    Ha forse paura dell’insuccesso?
    Ha forse un carattere alla “Mussari” che si presenta sempre da candidato unico perché quando c’è ,anche soltanto, un’altra persona arriva 2?
    Sig. “Bastardo”mi dica, al di là delle belle parole e dei sani princìpi, ha mai fatto qualcosa, in concreto, per la sua città?
    Quelle o quella persona che lei denigra si sono sempre esposte con nome, cognome “financo” fisicamente contro il “Sistema”. Il Sig. Romolo era alla “presa” di p.za Salimbeni il giorno della manifestazione dei dipendenti MPS, rischiando anche fisicamente. Lei Sig. “Bastardo” era presente? O forse c’è stato qualche tempo dopo insieme ad un manipolo di tifosi del Siena a manifestare per la Robur? Allora Sig. “Bastardo”, le faccio una domanda, perché tra ciò che dice e ciò che fa mi disorienta un po’: lei è per Siena o del Siena.

    f.to ubi sunt

    P.S: non risponda la prego sono per Siena e del Siena, non sarebbe nel suo stile. Tutti noi lo siamo e se la incontrerò le farò vedere il mio abbonamento e la mia tessera.

    1. I commenti sono responsabilità di chi scrive… La cassazione si è espressa poco tempo fa. Comunque mi pare che nessuno abbia offeso nessuno, ma se mi sbaglio mi indichi dove c’è un’offesa. Comunque per il resto la risposta gliela darà l’interessato…

    2. Cercherò di essere all’altezza come dice lei. Chiedo scusa a tutti coloro di Pietraserena se mi ripeterò su alcune cose, ma è solo per esigenze di risposta ad ubi sunt.
      Partirò dal suo attacco più “birbo”. Io non dico e non pratico le maldicenze, commento liberamente da cittadino sui fatti, come lei, rispettando tutti. Il fatto di non fidarmi l’ho spiegato chiaramente più volte, si riferisce alla circostanza che secondo me, non votare contro il documento più politico espresso dalla maggioranza, cozza con tutti i proclami e i comunicati che Pietraserena ha fatto. Il mio è solo un “non fidarmi” riferito agli atti pubblici del consiglio comunale.
      Detto questo le rispondo anche su altre questioni da lei sollevate.
      Il Santo come gestore di questo blog a volte mi onora facendomi fare la parte “dell’inviato” e quindi poter partecipare attivamente anche agli eventi. Di fatto se si fosse documentato in piazza salimbeni per lo sciopero Mps io c’ero e le immagini che il Santo ha mandato lo documentano. C’ero anche con i miei amici Ultras del Siena con i quali condivido tante cose.
      Sul fatto di espormi e dire la mia, sono stato ad una riunione di Pietraserena, per conoscersi, e a quella organizzata dall’Osservatorio Civico alla quale ho parlato, sempre dicendo la mia, con tanto di nome e cognome.
      C’ero anche a Sovicille l’altra sera a sentire di Galaxopoli. ho dato venti euro al comitato, ho preso la maglietta, ho parlato con chi m’interessava, ed ho mandato tutto al Santo.
      Su certe cose lei ha comunque ragione. Si sono un pò arrabiato o meglio indignato per come conosco io questa città e per come è stata ridotta. La mosca tira il calcio che può ed io non esco certo da questa regola. Ho avuto anche la tessera del PD che non ho rinnovato da tempo perchè mi scontravo su come volevano fare politica.
      Detto questo, io ora credo negli uomini e nelle donne di buona e sana volontà. Con questi sempre che si vogliano esporre, non sarò certo io a dirlo, darò per quel che posso il mio contributo.
      Poi in ultima analisi, fare qualcosa di concreto spetta a chi si propone. Io non mi ritengo certo all’altezza di tale compito, ognuno deve fare il suo. Il mio lo svolgo così, magari protestando e mettendoci la faccia e pagando per questo come più volte ho fatto.
      Non le chiedo chi sia lei perchè io a differenza di altri rispetto quelli anonimi al pari di chi si presenta.
      La saluto.
      P.S. Io sono del Siena ma non ho l’abbonamento perchè sono contro la tessera del tifoso.

  8. Caro Emilio
    sul fatto che i senesi siano persone che se la sanno cavare da soli, nutro grossi dubbi. Sono nato a Siena, sempre vissuto qui da genitori senesi, ma le dico che dal Palio alla Politica (tutte e due con la P maiuscola, poi ci sono quelli con la p minuscola) i senesoti si sono fatti, ed hanno lasciato, fottere anche tutti i motivi di orgoglio culturale e di capacità civica.
    Molti saranno sani, combattivi e puri, come tutti quelli che scrivono in questo ed altri blog (e qualcuno anche fuori), ma se si parla di qualità a prescindere starei cauto con gli appellativi entusiastici.
    Io condivido alcuni passaggi di molti post che sono stati scritti.
    Quello che condivido di più è relativo alla necessità di fare passi indietro rispetto alle posizioni attuali e di mettere se stessi al servizio della città.
    Basta coi personalismi che hanno distrutto sia la Politica che il Palio.
    Siamo divisi in troppe fazioni e chi ci deve speculare lo fa a man bassa.
    Mi hanno sempre insegnato, e questo era lo spirito contradaiolo che condividevo, che la gente passa e la contrada resta, che la contrada ha il primato sulla corsa perchè la corsa esiste visto che esiste la contrada, ma la gente è al servizio delle istituzioni, secolari o recenti che siano; non il contrario.
    Questa è la metafora della vita. Ma questa, per la maggior parte, non è più la Siena dei senesi orgogliosi di esserlo, fuorchè per 8 giorni all’anno e dentro lo stadio od il palazzetto; cioè dove serve di meno per salvaguardare la città ed il suo tessuto secolare.
    La chiusura di questa città, che in altre epoche ne ha fatto la fortuna, oggi è motivo di implosione e di mancanza di sviluppo e per di più di mancanza di consapevolezza rispetto alle soluzioni ma anche ai problemi veri, perchè chi ti dovrebbe informare è per primo elemento di propagazione dell’ignoranza nella quale, come si sa, chi vuole nuocere sguazza a piacimento.
    E nella vita cittadina, come in contrada, l’abbandono della prerogativa di controllo della gente e del territorio ha prodotto mostri e sciatterie e degrado che hanno messo la città in balìa di chiunque.
    Per essere brevi ed andare al punto velocemente, serve che tutti quelli che la pensano così comincino a ritrovarsi e mettere giù un programma condiviso, aperto alle proposte dei cittadini che vogliano partecipare, con l’intenzione di proporsi nell’amministrazione per volontariato o al limite a “prezzi” modici, proprio come in contrada, così da eliminare innanzitutto chi pensa che fare politica possa essere un trampolino di lancio commerciale e personale.
    Con il vincolo del mandato, senza sotterfugi, con i bilanci in chiaro e la lettera di dimissioni firmata anticipatamente.
    Ci sono molti modi per fare questo, ma sarebbe bene cominciare a discuterne….

  9. Cari senesi, e’ inutile che vi scaldiate. Ve la siete fatta fare sotto il naso per anni e tutti si giravano dall’altra parte perche’ TUTTI direttamente e/o indirettamente avevano il proprio tornaconto affinche’ continuasse cosi’. Ora tocca a noi dipendenti mps di tutta Italia continuare a scontare colpe non nostre, a non sapere come fare a pagare il mutuo quest’anno e cominciare ad avere, dopo tanti anni di sacrifici, la paura di trovarsi da un giorno all’altro a casa.

  10. NO, è una balla che TUTTI avessero il proprio tornaconto! Era il PCI-PDS-PD e loro affiliati, amici, clienti ecc. che trovavano tutti i modi per mungere. Collaboratori professionisti esterni ecc. sempre gli stessi. Buona parte della popolazione era esclusa. Come lo rimane ora, mentre addirittura si assume! Chi ha scritto della signora Bisi e di oltre un’altra dozzina recentemente? Gli altri avranno invece gli stipendi tagliati, e non parliamo degli esuberi di cui si parla sempre più: 1.500? TUTTI GESTIONE PD che non è cambiata nonostante dichiarazioni di discontinuità del Ceccuzzi. Solo che sono ‘PD de Roma’, bindiani ecc. o è diverso? L’arrivo di Dringoli dalla minoranza cosa ha cambiato? Prego chi sa di spiegare.

  11. Sogno di discontinuità: Ceccuzzi e i suoi chiedono al Bisi di fare un passo indietro;
    motivazione?
    Semplice: per ridare trasparenza alla vita pubblica senese mediante una informazione non così evidentemente di parte, causa non ultima della cirsi attuale di Siena.
    Se non si parte di qui, caro dott. Tucci, può scrivere quanto e come vuole sul cittadinoonline, benemerito sia chiaro, e sul Washington Post anche, ma Siena avrà l’emblema della cappa e la crisi non si risolverà.
    Se la parte buona (c’è? e se c’è quale è: la maggioranza o la minoranza? non è che sia così chiaro) del PD non parte da qui non potrà pretendere di tornare ad esercitare un ruolo egemone in senso buono, gramsciano, in città e provincia. O la Bindi in un sussulto di misericordia cristiana vorrà serimente occuparsi di Siena? Ci provasse Barzanti sicrivendosi infine al partito?
    Finora ha coperto tutto, però, ahimè, cara signora…

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star