La rubrica dei Disastri – Il bilancio del Comune di Siena e la Corte dei Conti…

Di seguito vi propongo due delibere molto interessanti della Corte dei Conti riguardo il bilancio del Comune di Siena. Abbiamo elaborato anche un glossario per far capire meglio di che cosa si parla. Ogni lettore potrà farsi un’idea di come stanno le cose. Buona lettura.

Delibera della Corte dei Conti n° 111 del 2012 (clicca e leggi)

Delibera della Corte dei Conti n° 22 del 2013 (clicca e leggi)

GLOSSARIO

 

  • Residui attivi: importi accertati e non riscossi
  • Residui passivi: importi impegnati e non pagati
  • Fondi vincolati: parte di quelle entrate che non può essere utilizzata per scopi diversi da quelli indicati
  • Entrate correnti:
    • Titolo I entrate tributarie – 1 imposte 2 tasse 3 tributi speciali e altre entrate tributarie
    • Titolo II entrate derivanti da contributi da stato, regione e altri enti pubblici – 1 contributi e trasferimenti dello stato 2- contributi e trasferimenti regione 3 altri enti
    • Titolo III – entrate extratributarie 1 – proventi dei servizi pubblici 2 proventi  dai beni dell’ente 3 interessi su crediti 4- utili netti da aziende e dividendi 5. Proventi diversi
  • Pareggio corrente : somma algebrica fra le entrate correnti e spese correnti
  • Spese correnti: personale, beni di consumo, prestazioni di servizi, utilizzo di beni di terzi, trasferimenti, interessi passivi imposte e tasse, oneri straordinari, ammortamenti, fondo svalutazione crediti, fondi rischi.
  • TUEL: testo unico enti locali
  • Criterio del costo: importo pagato per l’acquisto
  • Patrimonio netto: l’ammontare del capitale sociale e fondi riserva
  • Velocità di riscossione: rapporto fra quanto incassato rispetto a quanto accertato

3 replies to “La rubrica dei Disastri – Il bilancio del Comune di Siena e la Corte dei Conti…

  1. ciò che lascia stupefatti e basiti è ,non so come chiamarla, la stupida ingenuità,l’arroganza o pura incoscienza! mi riferisco alla candidatura a sindaco dell’ex assessore al bilancio Mauro Marzucchi.La vera stranezza di questa campagna elettorale è proprio questa e non sappiamo se la cosa è “intenzionale” cioè per qualche favore politico a personaggi ormai decaduti (mi riferisco a qualche “banchierucolo” inquisito o prossimo ad esserlo) oppure davvero la lista di Siena-.futura è frutto di approssimazione e incoscienza civica.per ora non sappiamo ma sarebbe opportuno chiedere alla corte dei conti e/o al Ministero degli Interni se per Legge,chi è stato protagonista di tale dissesto dei conti può addirittura candidarsi a Sindaco.Se la cosa non fosse penosa potrebbe essere comica.

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star