Federico Muzzi Il Santo - Foto

Rassegna Stampa – Il Comune di Siena bloccato dalle faide di Partito

Il Governo della Città bloccato dalle faide interne al PD, chi ci rimette è sempre il cittadino, prima con il Commissario ora con Don Brunetto, forse vi farebbe bene stare un po’ all’opposizione a meditare!!!

Le baruffe nella maggioranza bloccano il governo della città

SABATINI: “NON METTO LA CROCETTA DOVE VUOLE IL PD”

“SE SI SPACCA SULLE COMMISSIONI, CHE FARÀ LA MAGGIORANZA SUL…

MUGNAIOLI, PERSI: “SUBITO VERIFICA DELLA MAGGIORANZA IN CONS…

Esempio di come gestire una fondazione: la Fondazione Carisbo di Bologna.Vi proponiamo l’intervista all’ex presidente Fabio Alberto Roversi Monaco (da Il Giornale dell’Arte numero 329, marzo 2013)

Altro che “uno dei migliori atenei del mondo”, l’università di Siena è lo “gnommero armonioso”

4 replies to “Rassegna Stampa – Il Comune di Siena bloccato dalle faide di Partito

  1. lui ha tempo da perdere con la stampa, la Mansi no!
    è ineffabile, non si trova altra parola, fa quasi rimpiangere il Ceccuzzi, pensare che sarebbe anche belloccio, ma è così pieno di sé e apparentemente sicuro da non discostarsi dal suo ugualmente ineffabile predecessore
    pora Siena dici tu caro Santo

  2. Brava Bea!
    Questo andava tanto bene a Monteriggioni, nel contado, ma per una città che vuole essere Capitale ci vanno altre palle culturali! Ho letto solo ora, mi era sfuggito sotto palio, l’articolo dell’Ascheri sul cittadinoonline sulla Francigena, l’avete visto? Gli ha fatto una ripassata da nulla, e pensare che gli è stato favorevole

  3. ok, Santo, ogni giorno si dimostra che sono dei rissosi e degli incapaci, ma dimmi che sta facendo l’opposizione di veramente positivo? Persino i grillini sono andati a Suvignano cadendo nella trappola del PD!Saranno loro a salvare Valentini al bilancio?
    Una volta l’Aurigi mi piaceva ma ora è spento, non l’ho più visto scrivere, neppure di Svizzera. Se 5stelle fa questo effetto andiamo proprio bene, ti pare amico mio?
    Gli mandi questo commento che io non ho il suo mail? GRAZIE

  4. Caro ‘Montepaschi’, ringrazio per il ricordo del mio articolo
    http://www.ilcittadinoonline.it/news/161993/Ascheri___Un_regalo_al_sindaco_Valentini__le_due_Francigene___.html
    ma così Lei mi ha procurato varie telefonate da persone che non sanno ritrovare gli articoli. Chi cita, metta il link come sempre si pratica, per favore!
    Devo anche dire che non era CONTRO Valentini. Semplicemente, si parla sempre di Siena come figlia della strada, ed era bene mettere i puntini sulle i. Ad es., spero che il prof. Sacco ne tenga conto e che Valentini non dimentichi che c’erano anche i porti e le navi nel Medioevo e che il Mediterraneo non ‘tira’ meno delle strade sterrate….
    Secondo. Non è che sia stato ‘favorevole’ a Valentini; più semplicemente ne ho parlato a favore al tempo delle primarie, come parlerei a favore del Renzi nelle primarie, penso, anche se in tema di beni culturali e del loro utilizzo lascia a desiderare assai (leggete il libro di Tomaso Montanari, Le pietre e il popolo: se ne parlerà ai Mutilati il 16 p.v. alle 18). In politica come si sa (e senza offendere Valentini né altri) non si sceglie il meglio quanto il meno peggio; alle primarie era bene scalfire il blocco di potere che andava sotto il nome di Ceccuzzi e votare Valentini; al ballottaggio, per lo stesso motivo, si doveva votare Neri e l’ho detto e ho rimproverato i tanti che hanno predicato una virtuosa astensione – di fatto un voto per Valnetini, del tutto legittimo per carità ma meglio se esplicito. Ora ci godiamo la situazione che era in gran parte prevedibile (e ne scrissi prima delle elezioni e dopo: basta leggersi per non perdere tempo http://www.ilcittadinoonline.it/news/160663/Mario_Ascheri___Nessuno_ha_vinto__solo_il_disgusto_.html), anche se Valentini ha alcune buone collaborazioni nella sua giunta.
    Con Neri sarebbe andata peggio? Non credo (e ormai è impossibile saperlo), anche se ora le minoranze non mi sembrano molto brillanti. Passando il Neri, il Consiglio comunale avrebbe avuto una composizione ben diversa. E lui stesso avrebbe avuto una motivazione ad operare da sindaco, non da consigliere. Siamo proprio sicuri che la presenza del Cenni ecc. nel suo Circo Barnum (come fu battezzato il suo, deplorevole, sia chiaro, schieramento) sarebbe stata decisiva per farne un cattivo sindaco? Comunque sia, chi vuol pensare al futuro deve pensare a operare in una situazione politica completamente rinnovata.
    Non lo invidio. E ho proprio oggi licenziato un’analisi di taglio storico che spiega perché.

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star