Federico Muzzi Il Santo - Foto

La rubrica dei Disastri – Diciamola tutta sui permessi ZTL e sui parcheggi… Don Brunetto si arrampica sugli specchi

Il nostro Don Brunetto, si diverte su facebook e stimola il sottoscritto. Egli dice: “Gli aumenti nelle tariffe dei parcheggi sono in gran parte dovuti all’aumento dei costi nel tempo (la tariffa per i residenti era ferma dal 2005) od all’incremento dell’iva (prima dal 20% al 21% ed infine al 22%) che finora ha pesato solo sull’incasso per Siena parcheggi.” Molti dei suoi sostenitori dicono che è cosa buona e giusta, cliccano MI PIACE (anche quelli che scrivono pezzi contro il pedaggio della SIENA – FIRENZE) e che i parcheggi senesi non sono i più cari d’Italia!!! Parliamo dei permessi ZTL,  i residenti senesi sborsano ben 312,00 euro all’anno per il famoso bollino.

Ecco quanto pagano in alcune città italiane:

FIRENZE  30 euro per rinnovo o modifica validità 4 anni (clicca)

BOLOGNA gratuito per i residenti (clicca)

ROMA 91,62 euro per rinnovo o modifica validità 5 anni (clicca)

Anche queste sono città caratterizzate da “delicatezza della struttura architettonica e urbanistica”. Possibile che Siena abbia più spese di Roma?

Il GEORGE CLOONY de noialtri poi scrive: “Ogni anno arrivano a Siena 8 milioni di turisti che per la maggior parte non paga la tassa di soggiorno (solo 400mila pernottano negli alberghi di Siena) e quindi “consumano” la città senza contribuire al suo mantenimento, dai costi elevatissimi per la delicatezza della struttura architettonica ed urbanistica.” Caro Sindaco, i turisti che vengono a Siena lasciano sul territorio dei bei soldini, contribuiscono all’economia locale che purtroppo per scelte sbagliate del suo Partito è ridotta all’osso. Ci può spiegare come i turisti consumano la città e quali sono questi costi?

E continua senza remore: “La scelta di far pagare la sosta la domenica deriva dal fatto che non ha senso far pagare i lavoratori dal lunedì al sabato consentendo l’uso dei parcheggi gratuiti solo la domenica.” E allora si fa pagare anche la domenica così le famiglie che erano incentivate a fare due passi in centro ora si recheranno da qualche altra parte! Nella frase riportata non trovo francamente una logica… Se qualcuno me la volesse spiegare gliene sarei grato!!!

Di seguito le logiche AGGROVIGLIATE di Don Brunetto da Monteriggioni:

3 replies to “La rubrica dei Disastri – Diciamola tutta sui permessi ZTL e sui parcheggi… Don Brunetto si arrampica sugli specchi

  1. Caro Santo,
    tutto…sacrosanto! Nel senso che hai ragione a parlare di caro parcheggio, ma bisogna aggiungere che è motivo grave di danno per il centro storico. Dovrebbero ad esempio dare un bonus di un’ora o due ai cittadini senesi per i parcheggi in modo da consentire acquisti in centro e quel minimo di contatto continuo con la CITTA’ senza il quale vivere a San Miniato è come vivere a Lamezia Terme o Abbiategrasso.
    Io chiederei quante multe, affidate a una società dal cenni o dal Ceccuzzi sono state recuperate dagli stranieri che.confidano nella nostra inefficienza cronica e ci tolgono spazio nellaZTL
    Poi c’è un’altra cosa importante. Mi ricordo che qualcuno delle LCS, tempi d’oro delle opposizioni ora irriconoscibili, forse Falorni, diceva sempre che il contrributo ZTL era TEMPORANEO PERCHE’ COLLEGATO AD AMMORTIZZAZIONE MUTUI PARCHEGGI coperti come il Campo, poi si sarebbe levata quella tassa.
    Passata la festa, gabbato lo santo?
    Qui nessuno andrà più a votare se continuano così. Queste opposizioni devono inventare qualcosa perché si stanno screditando. Ha ragione il tuo amico Eretico. Il Sistema è rinato a nuovavita, tutto bene Madama la Marchesa?

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star