La rubrica di Jonathan Livingstone – Una curiosa corrispondenza di sensi

Caro Santo
c’è una “curiosa corrispondenza di sensi” da parte dei mass media come ha peraltro notato “L’eretico”.

Prima l’articolo sul settimanale del giornale di Milano, poi quest’altro, steso peraltro da un signore che ho rilevato aver scritto di Siena anche sull’edizione fiorentina dello stesso giornale di Milano.

A dire il vero il “venticello”ha origini, a mio avviso, ancora più lontane.

In un libro del 2012 (primavera?), intitolato “L’Italia s’è ridesta”, Aldo Cazzullo (guarda caso anch’egli giornalista del quotidiano di Milano) scrive a pag.148 un quadretto sulla città di Siena chiamato “Sopravvivere a Babbo Monte” dove, come al solito, si possono ritrovare i consueti stereotipi su Siena, sui senesi, ecc..

Nella 7 pagine del capitolo l’autore riesce a non individuare mai chi siano i responsabili della situazione attuale (in sostanza non nomina mai il parito egemone se non in combutta con altri per la sfiducia al past sindaco); passa sopra “signorilmente” ai danni provocati dal past presidente della banca, intervistato per l’occasione, sino a chiudere con una pennellata su un questuante che secondo lui si giocherebbe il denaro ricevuto al grattaevinci (strano, forse alludeva a qualche altra cosa?).

Ora per quanto rigurda l’estensore dell’articolo lo ignoro, so invece per certo che il direttore del quotidiano di Milano è stato visto e con un certa frequenza alle finestre in occasione del palio (strana coincidenza? come diceva un signore ora scomparso: “a pensar male si fa peccato ma spesso si’indovina”.

The best is yet to come

jl

1df6b-gabbiano2b1

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star