Annunci

Archivio

Archive for the ‘libero contributo’ Category

Editoriale de Il Santo – Cari lettori, Il Santo riprenderà le pubblicazioni ad Agosto, vi lascio con questo articolo paliesco…

3 luglio 2017 4 commenti

Mi sono veramente stancato di tutto e di tutti, ho bisogno di vacanze, di quelle vere, senza stress e senza pensare a voi che vi scannate sui social, scrivete fiumi di parole perché non vi torna qualcosa e poi vi fate scivolare tutto addosso come niente fosse.

Amare Siena, vuol dire anche rischiare il proprio futuro, mettere in gioco quello che ti sei conquistato con il lavoro o quello che ti hanno dato perché hai leccato il sederino a qualcuno di importante. Se uno vuole cambiare, se uno vuole proteggere quello che c’è rimasto a Siena DEVE avere coraggio.

Non parlo mai volentieri di Palio, perché ne ho troppo rispetto. Certo è che altri non hanno rispetto per il Palio, in primo luogo chiamandolo FESTA.

Ma come si fa a spiegare tutto questo ad un Sindaco, che non ha mai saputo quello che è la contrada e che le cose le sa per sentito dire?

Segnatevi questa 2 Luglio 2017, vince la GIRAFFA (ONORE A LORO), da ieri tutto è cambiato e noi tutti siamo i responsabili.

Partendo dalle Contrade:

Sono responsabili i Priori, che negli anni si sono sempre allineati al volere politico della Città, non ne possono fare a meno, ormai politica e contrada vanno a braccetto.

Sono responsabili i capitani, che ormai sono diventati i referenti esclusivamente dei fantini, prova ne è il livellamento in basso dei cavalli, oppure la scelta di un capitano perché ha ottimi rapporti con il big della Piazza, ma non sa niente di Contrada! Il pendere continuamente dalle labbra dei mercenari che assoldano con i soldi dei contradaioli, particolare non di poco conto.

Sono responsabili i contradaioli, che avallano tutto o quasi tutto di quello che gli viene proposto nelle assemblee, i contradaioli  hanno perso in quel luogo il loro spirito critico, che ritrovano subito dopo per le vie o sui social, oppure fanno i cazzotti in Piazza e corrono a farsi repertare per poi piangere se ci sono gli avvisi di garanzia.

In definitiva le contrade con tutte queste componenti hanno perso il loro ruolo e sono diventate pian piano solo delle comparse…

Per quanto riguarda l’amministrazione:

che dire è nettamente inadeguata a sostenere il peso di questa città figuriamoci per quanto riguarda il Palio…

Un Sindaco, che non riesce a far capire a Prefetto e Questore quali sono le esigenze di questa particolare città italiana è un Sindaco che non fa del bene a Siena. Certo non si può pretendere niente da uno che non sa, ma crede di sapere. Almeno gli altri sindaci venuti dal “contado” hanno avuto l’umiltà di farsi insegnare. Non starò a ripetere la storia delle capsule etc. Ma possibile che nessuno dei sopracitati Priori gli abbia mai detto: “Bruno la smetti di dire cazzate sul Palio?”

Vorrei darvi un’ultima notizia che forse metterà a tacere molte polemiche sul Palio passato, la Tartuca (Capitano, Mangini etc.) era d’accordo per non far correre il Palio al proprio barbero. La decisione è stata presa in accordo con il Comune. Diversa è invece la scelta di correre il Palio in scarse condizioni di luce, cosa che poteva nuocere a fantini e cavalli.

In ultima analisi, il comunicato prodotto dall’ufficio stampa del Comune non fa un cenno al popolo della Tartuca. Lo faccio io:

“Cari contradaioli, purtroppo lo sapete così è il palio, che come la vita riserva delle brutte sorprese, si cade per rialzarsi. Indirizzate e convogliate la vostra rabbia insieme alle altre consorelle (che ora magari gioiscono perché non avete potuto correre il Palio, perché il BRUSCHELLI è antipatico e gli sta bene! Ma un domani potrebbe accadere a loro) per cambiare quello che ci stanno proponendo in tutti questi anni. Siete parte di un popolo fiero, che ha saputo costruire una città bellissima, non lasciate che tutto vi scorra addosso, è difficile mettere insieme 17 popoli ma se non si farà il Palio diventerà una delle tante feste che ci sono in Italia, mentre il Palio Noè una festa ma  è passione, è sangue è carne”. PORA SIENA…

 

 

 

 

 

Annunci

Editoriale de Il Santo con Rassegna Stampa – La sicurezza solo a parole? A Don Brunetto piacciono le sorprese!!! Canale Tre fallisce siamo disperati…

29 giugno 2017 Commenti disabilitati

Mi giungono foto dalla Piazza del Campo. Si è parlato tanto di sicurezza in questi giorni e il nostro amato Don Brunetto ne parla minino da 10 giorni. Per esempio è assolutamente vietato stare sotto i palchi per le prove e per il Palio, ma per la tratta è lecito? A vedere le foto che pubblico qui sotto si.

Altro problema. Ci sono i nuovi addetti alla sicurezza, quelli con le pettorine gialle, pagati dal Comune 38 mila neuroni. Mettono li steccati e se ne vanno chi al Casato chi al Chiasso Largo, qualcuno rimane nelle camice, certo se ci fosse la necessità di aprire velocemente la Piazza per un’emergenza sarebbe un problema raggiungere velocemente le aperture per far defluire la gente. Non sono un esperto di sicurezza, ma qualche dubbio mi sorge…

Valentini sul Palio: “Sicurezza nella tradizione”

Palio: le misure di sicurezza previste al tavolo tecnico del Questore

Prencipia la Sagra, fra Alti e Bassi

Cucù: e il sindaco sorprese tutti, anche i “suoi (?)”

Gestione dei musei, la forzatura del sindaco: ecco come è andata in aula

Computer sotto scacco!

Torna il Processo

Ecco i bomboloni: Canale tre, caso-Rossi e non solo (con 6 Ps)

Ultime notizie. Mps e i 300 miliardi ancora da smaltire per le banche (oggi 29 giugno 2017)

Padoan: Mps salva in pochi giorni

 

CLICCA SULL’IMMAGINE PER VEDERE LA FOTO

 

 

Editoriale de Il Santo con Rassegna Stampa – Ormai è Palio, occhio alle fregature!!! Via Vivaldi un’interrogazione per capire… La stanchezza di Elio è anche quella de IL SANTO

27 giugno 2017 1 commento

Ci siamo, ormai ci siamo. Il Palio (bellissimo) è stato svelato e la Carriera incombe sulla città.

Questo sarà il momento delle decisioni amare per la città e per i senesi. Nei giorni del Palio il 29 ci sarà il CDA del Monte dei Maschi, regolarmente tenuto a Milano.

Non è solo questo che ci deve preoccupare, il nostro Don Brunetto vuole cedere anche il Museo Civico ad una struttura privata che lo gestisca. Infatti ha questa idea da qualche tempo, molti dirigenti e dipendenti comunali hanno cercato di farlo desistere, ma Lui è Don Brunetto e tornare indietro non è nel suo stile. Il Museo Civico e la Torre del mangia, sono in attivo e fatturano bene, perché darli in gestione? Qualcuno indaghi.

Un avvertimento agli utenti della rete, voci sempre più certe ci assicurano che un ufficio del Comune di Siena è costantemente occupato a monitorare la rete per controllare quello che scrivono i senesi, non usate parole pesanti, perchè il KGB in salsa senese è pronto a venirvi a prendere… PORA SIENA

Dopo le venete, Mps vede schiarite

I ritardi per la nomina del direttore generale Azienda ospedaliera di Siena: perché?

Stanchezza

Riccaboni: un Magnifico munifico (e 8 Ps, stimolanti)

Riccaboni dichiara in Tribunale di aver risanato l’Ateneo senese risparmiando sugli auguri di Natale al personale

Interrogazione sui gravi e annosi problemi di via Vivaldi

Mps, Padoan rispetto a venete storia totalmente diversa

Il cencio di Laura Brocchi presentato alla città

Il masgalano di Penko per i Palii del 2017

“La sicurezza non si fa togliendo le volanti”

Istigazione al suicidio di David Rossi: il gip si riserva cinque giorni per decidere su nuove perizie

Due chiacchiere con… Duccio Rugani

 

Libero Contributo – Lettera ai senesi…

23 giugno 2017 3 commenti

Leggendo qua e là su Facebook mi sono imbattuto in questo post di Simone Martini, lo pubblico perché riassume bene anche il mio pensiero… Buona lettura

Cara razza senese, piccola, indifesa, ingenua candida forma di vita!
Benvenuta al mondo! Ora sapete che esiste una vita al di là di porta Camollia, di porta Romana o Pispini! State apprendendo piano piano, passo dopo passo, che il problema terrorismo e’ un problema mondiale e SIENA ahimè per voi fa parte del mondo . Voi abituati da decenni a vivere in città o meglio nei pressi, lavorare nella banca della città (compreso la clericale Chianti fiorentino ex bcc Monteriggioni ottima se non meglio per sistemazione) piuttosto che in ospedale o all’università , per poter liberamente frequentare la contrada padrona dei ritmi della vostra vita, in attesa impaziente della festa, del giro per le foto ecc..
BUONGIORNO!!
Eppure avevate sotto il naso i segni tangibili del cambiamento in atto, basti pensare ai numerosi avvisi di garanzia degli ultimi anni per esempio…
Vedere la televisione cittadina intervistare i fantini sul problema terrorismo e’ imbarazzante ed umiliante… persone con al massimo la terza media che rispondono per mono sillabi e soprattutto non rappresentano nessuno escluso i soldi di cui sono stati riempiti dalle contrade.
In questo contesto il contradaiolo reagisce come l’ultras con la tessera del tifoso : piangendo per l’aumento dei palchi (che poi pagano al posto dell’imu) battendo i piedi e gridando allo scandalo quando la città , le cui macerie sono ancora fumanti, non ha niente da offrire alle generazioni future.
Infine vi ricordo che mentre vi state strappando i capelli perché rientrare nelle foto sarà sempre più difficile, la BANCA nei giorni 29 e 30 giugno, quando le stalle odoreranno di cavallo e la trippa bollirà sulle pentole, si riunirà in un CDA per decidere l’ennesimo aumento di capitale da 6,5 miliardi di euro e la sorte di 7/8000 esuberi.
Buongiorno strana e misteriosa città dove un incendio in curia avviene per AUTOCOMBUSTIONE!

Simone Martini 

 

Dal web

Editoriale de Il Santo con Rassegna Stampa – Palio e sicurezza… David Rossi nuove perizie… Casapound vs Rifondazione Comunista…

22 giugno 2017 1 commento

Il pericolo c’è o non c’è. Se c’è si devono prendere anche le più impopolari decisioni per tutelare la vita delle persone. La polemica per quanto riguarda la sicurezza in Piazza è alle stelle sui social e tutti a sparare su Don Brunetto e l’amministrazione che non sembrano all’altezza della situazione (ma questa non è una novità). La cosa che più salta all’occhio è il continuo bombardamento mediatico ed è meraviglioso il sindaco nel video che pubblico qui sotto tratto da Siena News quando dice che le Contrade devono guardarsi intorno e controllare se c’è qualcuno che non si è visto prima, se queste sono le disposizioni per la sicurezza siamo a posto!!!

Comunque al di là dei sorrisi che ci strappa il nostro bel Sindaco, la questione è seria e dobbiamo rifletterci. Se ci pensate bene, non è solo la Piazza ad essere a rischio, pensate alle mega cene di contrada per le strade. Strette, ideali per quei bastardi di terroristi. E’ stato pensato un piano per la città in quei giorni, in giro ci saranno più forze dell’ordine? Perché se la sicurezza è dire ai contradaioli, guardatevi intorno per vedere se c’è qualcuno che non conoscete, in qualche contrada si potrebbe fare i cazzotti invece che cantare e mangiare!! PORA SIENA

David Rossi: nuove perizie. Dalla ricostruzione in 3D cambia scenario del tragico volo

Come fare?

Aurigi: “A proposito di sicurezza e Palio”

Palio e sicurezza: l’intervento di Uniti per Siena

“Si ai controlli, non all’umiliazione del Palio”

Rifondazione Comunista contro Casapound: “Fanno propaganda razziale”

CasaPound: “Alle farneticazioni di RC rispondiamo con i fatti”

MONTE DEI PASCHI/ Ultime notizie. Mps, in arrivo un piano ‘flessibile’

ROBUR, DELIBERATO L’AUMENTO DI CAPITALE. DURIO: “OLTRE UN MILIONE DI EURO”

Arrestato per bancarotta fraudolenta un grande debitore di Mps: deve alla banca quasi 28 milioni di euro

 

Editoriale de ll Santo con Rassegna Stampa – I vigliacchi di Siena… Palio a numero Chiuso… Elio e il Piccini…

21 giugno 2017 Commenti disabilitati

Di vigliacchi a Siena siamo pieni. Prova ne è il tentato incendio ai danni di un garage sotto l’arco dei Pontani. Fortuna ha voluto che passare di lì una studentessa che ha evitato il peggio. Le telecamere di sorveglianza (private) hanno ripreso tutto. Mi sento vicino alla famiglia che ha subito questo vile gesto, anche perché siamo ottimi amici e spero che sia stato un gestO di un “demente” e non un atto intimidatorio. A Siena sta succedendo qualcosa? Da una parte le autorità che tendono a minimizzare, dall’altra gesti di questo genere stanno avvenendo un po’ troppi. Fate come me, una bella polizza incendio e danneggiamenti, anche perché se aspettate le autorità state freschi… PORA SIENA

Piccini

Le periferie che scoppiano (e un paio di Ps)

Ftse Mib tranquillo, nuovo minimo per lo spread

Palio “a numero chiuso” per il 2 Luglio

Sicurezza per il Palio: tutte le novità – INTERVISTA AL SINDACO

Che dovrebbe fa’?

Sei Toscana: prolungata la gestione temporanea e straordinaria

Scaramelli, Giani e il Marroni

Ztl, diminuirà il costo del bollino. Nuovo parcheggio a Porta Romana

L’epifania di Macchi

Libero Contributo – Benissimo la Capitale Europea dello Sport… Ma…

16 giugno 2017 1 commento

Chi mi segue lo sa, ritengo lo sport un modo per portare le persone a Siena e far crescere i ragazzi che lo praticano.

Ormai ho una buona esperienza di eventi sportivi e so che portano gente e muovono l’economia se sono fatti bene e con intelligenza.

L’opportunità di diventare capitale europea dello sport è intrigante, ma scartabellando vengono fuori delle cose che non mi piacciono in primis che non è la Comunità Europea che conferisce il premio, ma un’associazione (leggi), che dovremmo anche ospitare per verificare se ci sono i parametri per la candidatura (questa è una spesa che possiamo affrontare se ci sarà lo sperato ritorno).

La domanda che mi sono fatto e che Michele Pinassi dei 5 Stelle fa al Sindaco è il modo con cui è stata scelta la commissione, leggendo i nomi mi pare più un comitato elettorale che non una commissione per lo sport. L’unico che riconosco come sportivo è l’ipertonico assessore Tafani, gli altri al massimo possono essere membri di una bocciofila… PORA SIENA

 

 

Siena, 16.06.2017

Al Sindaco del Comune di Siena

Al Presidente del Consiglio Comunale

loro sedi

INTERROGAZIONE del Consigliere Michele Pinassi, Gruppo Siena 5 Stelle, in merito alla candidatura del Comune di Siena a Città Europea dello Sport

PREMESSO CHE

  • con delibera di giunta n. 223 del 08/06/2017, il Comune di Siena ha deciso di procedere con la candidatura a Città Europea dello Sport, con l’identificazione dei componenti per il Comitato Tecnico-scientifico per la predisposizione del Dossier di Candidatura;
  • in tale Comitato tecnico-scientifico la Giunta ha ritenuto opportuno inserire rappresentanti di:
    • Comitato Regionale Toscana del CONI;
    • Università degli Studi di Siena;
    • Università per Stranieri di Siena;
    • Fondazione Bianca Piccolomini-Clementini di Siena;
    • Società Aubay Italia S.p.A.
  • tale titolo è assegnato dalla ACES, “Associazione Capitale Europea dello Sport”, che assegna  annualmente  i Titoli  di  “European Capital of Sport“, “European City of Sport” e “European Town of Sport”, nelle Norme e Condizioni di Candidatura, indica: “La Città candidata deve dimostrare un impegno continuativo e costante nel promuovere lo sport in conformità con i cinque obiettivi sopra menzionati e perseguire una politica comunale innovativa in materia sportiva.
    Le innovazioni realizzate negli ultimi cinque anni per quanto concerne lo sport e l’attività fisica come miglioramento  della  salute  verranno  tenute in considerazione. Queste includono:

Promozione e avanzamento continuo, ampio e duraturo degli sport;

Miglioramento della salute in tutti i gruppi sociali e per tutte le età;

Integrazione dei gruppi socialmente svantaggiati tramite lo sport;

Sviluppo delle infrastrutture sportive;

Realizzazione di progetti innovativi sportivi e loro costruzione;

Organizzazione di importanti eventi sportivi nazionali ed internazionali;”

  • ma, soprattutto, indica chiaramente che “L’Amministrazione Comunale candidata sarà soggetta ad una valutazione approfondita in loco da parte dei Componenti della Commissione Valutazione ACES. L’Amministrazione Comunale candidata è obbligata a sostenere tutte le spese di ospitalità della visita (vitto, alloggio e trasporto) per una delegazione composta da un massimo di dodici persone, per tre giorni e due notti” e che “La valutazione prevede, inoltre, a cura e spese dell’Amministrazione Comunale la visita della Commissione Valutazione ACES agli impianti sportivi ed ai luoghi preposti alle attività fisiche sportive con la presenza di un Relatore Accompagnatore e l’organizzazione di una Conferenza Stampa di fine visita organizzata dall’Amministrazione Comunale della Città candidata.”

CONSIDERATO CHE

  • in alcuna parte della delibera sono citati eventuali stime dei costi e/o rimborsi spese sia per la commissione di valutazione ACES che per i componenti del Comitato Tecnico-Scientifico individuati;
  • nella delibera di Giunta suddetta si indica come “il dossier di candidatura dovrà sviluppare una pluralità di aspetti, tra i quali, a solo titolo esemplificativo e non esaustivo: metodologie per promuovere la salute e l’integrazione sociale, culturale, etnica e religiosa, attraverso lo sport; rapporti tra Amministrazione Comunale, altre Istituzioni pubbliche e/o private e istituzioni sportive locali, regionali e nazionali al fine di incentivare e/o promuovere i valori perseguiti con la candidatura; iniziative sportive, eventi o progetti ideati o promossi dall’Amministrazione comunale;
    calendario dei principali eventi e/o attività sportive pianificate per l’anno di candidatura; progetto di comunicazione per promuovere la candidatura;

SI CHIEDE DI CONOSCERE

l’importo del costo (stimato o effettivo) della candidatura, comprensivo delle spese per il vitto e l’alloggio dei componenti della commissione ed eventuali rimborsi spese o onorari per i componenti del comitato tecnico-scientifico;

le motivazioni che hanno portato all’identificazione, e successiva designazione, di ciascuno dei 9 membri del Comitato tecnico-scientifico delegato alla compilazione del dossier di candidatura;

In fede,

Michele Pinassi

Categorie:libero contributo