Annunci
Home > libero contributo > Libero Contributo – Magico Vento e le promesse da marinaio…

Libero Contributo – Magico Vento e le promesse da marinaio…

2 gennaio 2015

Vorrei regalare a Valentini il resoconto (riepologo trovato su FB) degli annunci fatti da Renzi al popolo italiano augurando che non prenda spunto dal presidente del consiglio:

Basta spot, tanti fatti e pochi annunci. Concretezza da sindaci. I miei ministri devono lavorare e tacere” (22-2).
“Voglio uscire dal Truman Show, siamo qui per parlare il linguaggio della franchezza, al limite della brutalità” (24-2).
“Caro Vespa, scommettiamo che rimborseremo alle aziende tutti i debiti della PA entro il 21 settembre, il mio onomastico? Se perde lei va in pellegrinaggio a piedi al santuario di Monte Senario, ma se perdo io sa dove mi mandano gli italiani?” (13-3).valentini
“Dimezzare subito il numero e le indennità dei parlamentari. E vogliamo sceglierli noi con i voti, non farli scegliere a Roma con gli inchini al potente di turno” (18-10-2010).
“Ho appena telefonato a Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. Faremo semplicemente di tutto” (22-2). “Adesso i marò tornino a casa” (28-3).
“Cambiare in nome dell’equità e della giustizia le regole delle pensioni si può fare. Ma nel pacchetto ci deve essere a tutti i costi l’abolizione di qualsiasi vitalizio per i politici. Un Parlamento che legifera sulle pensioni degli altri tenendosi stretti i propri privilegi sarebbe inaccetta022bile” (25-10-2011).
“L’articolo 18 è un totem ideologico, inutile discuterne” (12-8).
“Il problema non è l’articolo 18, che riguarda 3 mila persone” (1-9).
“Nessuna preoccupazione sui conti pubblici” (2-08).
“Nonostante i gufi, la legge elettorale è passata alla Camera ed entro settembre sarà approvata: mai più larghe intese e chi vince governa cinque anni. È una rivoluzione impressionante, chi vince governa. Politica 1 – Disfattismo 0″ (12-3).
“Ho preso un impegno con partite Iva, incapienti e pensionati nel proseguire il lavoro di abbassamento delle tasse iniziato con i lavoratori dipendenti e lo manterrò” (23-4).
“Dal 2015 i pensionati saranno dentro la stessa misura prevista nel decreto Irpef degli 80 euro” (23-5).
“Il bonus sarà allargato” (3-6).
“Lavoriamo per una ripresa col botto a settembre” (1-8).
“La ripresa è un po’ come l’estate: magari non è bella come volevamo, arriva un po’ in ritardo, ma arriva” (5-8).
“Presentazione entro otto mesi di un Codice del lavoro che racchiuda e semplifichi tutte le regole attualmente esistenti e sia ben comprensibile anche all’estero” (8-1).
“Nel Jobs Act ci sarà il salario minimo” (12-3).
“Sulle unioni civili ci sarà una proposta ad hoc del governo sul modello tedesco” (27-7).
“C’è senso di preoccupazione, stanchezza, sfiducia nel Paese, ma io sono sicuro ancor più di febbraio che non solo l’Italia ce la può fare ma che ce la farà senza ombra di dubbio. Nel 2014 è avvenuto un cambiamento che per me è una rivoluzione copernicana, per altri magari è molto meno: è cambiato il ritmo della politica. Abbiamo rimesso in moto la macchina, ora bisogno farla correre”. (29-12)
“Il gufo non è colui che parla male del governo. È assolutamente legittimo, talvolta capita anche a me, il gufo è colui che non crede che Italia abbia un futuro, il gufo non è quello che nega la realtà, ma quello che nega la possibilità all’Italia di farcela. I gufi sono gli stessi che prima delle Europee dicevano ‘Grillo ti sta davanti’, con i gufi ho un rapporto di amicizia ormai”. (29-12)

Magico Vento

 

Annunci
Categorie:libero contributo
  1. Maria Lupi
    2 gennaio 2015 alle 5:18 pm

    è peggio di Berlusca, almeno lui aveva l’attenuante dell’età ed era confuso dall’eccesso di presenze femminili. Ma nell’enormità spavalda è anche un po’ mussoliniano, andate a vedervi i documentari LUCE. Pora Italia, diresti, caro Santo, ma quel Valentini accanto ci sta proprio bene., Parlava di 8 milioni di turisti, vi ricordate? Sono 5 e in tutta la provincia, attesta oggi l’Osservatorio del turismo. Quell’altro peggi, parlava di baionette!
    C’è da commentare? Mi dicono che io ce l’ho con lui, giuro che è non mi abbia corteggiato quand’era il caso, durante la corsetta sulla Francigena. Nego tutto. Anche perché non mi ricordo a che chilometro eravamo. So solo, lo neghi sindaco, che si sono spesi 16 MILIONI. La Toscana non sa come buttarli meglio? Chissà contenti quelli dell’agriturismi lontani dal percorso

  2. Montepaschino Tranquillo
    3 gennaio 2015 alle 11:23 am

    ma avete visto i dati positivi sul turismo? il Consorzio del Campo con il sig. Bellandi risolverà i problemi alimentando l’uso della Piazza, altroché concerti raffinati!
    Scandalo MPS, brutto tempo estivo e crollo dei viaggi all’estero ci hanno premiato! La strada del riciclaggio della città è aperta. Ora tra Opera/Civita e Coop Barni imboccheremo strada maestra del grande turismo di massa alla San Gimignano/Venezia, ma facciamo i gabinetti di cui parla il Faldoni. Ma prima di tutto terrei i locali indiani nella riserva da far fotografare con le loro bandiere o a tavola per le strade, e allora si curino i posti auto nella ZTL, per quasi metà(?ne sapete niente?) riservati alle contrade i senesi residenti saranno espulsi. L’assessore Maggi è nemico giurato delle auto ma allora non doveva fare l’assessore in un comune di montagna? Rimpasto di giunta benvenga, ma per gli assessori giusti, cioè sbagliati!

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: