Annunci
Home > libero contributo, Vignetta > Editoriale de IL SANTO – A me fate Semplicemente ridere!!!

Editoriale de IL SANTO – A me fate Semplicemente ridere!!!

29 ottobre 2015

Purtroppo ero assente alla cena dei BLOGGERS o del GABS se così ci vogliamo chiamare. Impegni di famiglia mi hanno fatto rinunciare alla mitica cena. Se penso all’uovo al tartufo mi viene l’acquolina in bocca. Invece a leggere i commenti dell’articolo sulla serata dell’Eretico Una cena fra bloggers… mi viene un po’ di acidità. Che volete sarà l’età, sarà che ormai certe persone appena battono il ditino sulla tastiera si riconoscono subito, eppure ce l’hanno con gli anonimi on-line… Misteri senesi.  L’acidità però poi viene smorzata dall’intervento del SUPER AVVOCATO DE MOSSI, che sempre puntuale ristabilisce la verità. Ultima cosa per quanto riguarda i GABS vi consiglio di leggere l’articolo di WIATUTTI I GABS esistono (e sono fra di voi). Tutto bene anche per i tavoli a cui parteciperò volentieri, ma ricordatevi bene a qualcuno quei tavoli andrebbero battuti nei denti!!! SALUTI

ECCO LE PERLE DI SAGGEZZA 

Mario scrive:

Un blogger mi pare si sia già candidato alle passate elezioni addirittura riportando il nome che usa nel blog. Se non sbaglio preso 20-30 preferenze, una debacle clamorosa a sottolineare che scrivere nel blog oggi equivale a quelle chiacchierate nei bar 20 anni fa. Si legge (oggi) come si ascoltava (una volta), ma poi le urne sono cosa ben diversa. A mio avviso solo te Eretico potresti essere eletto, tutti gli altri (lo dico con rispetto) sono tra le 20-50 preferenze su per giù parenti e qualche amico.

Eretico scrive:

Caro Mario, ti ringrazio molto per la fiducia accordatami; aggiungo però che il buon Carlone (Bsg) si candidò in modo semiclandestino (non a caso io stesso non gli feci alcuna propaganda particolare), e due anni e mezzo or sono era, certo, meno conosciuto di oggi, dal pubblico cittadino. Detto questo, deciderà lui.
Quanto alla considerazione che dai dei bloggers, non solo per spirito corporativo non ci sto proprio: con tutti i difetti e limiti, pensa un pochino a come sarebbe stata l’informazione (con tutto ciò che ne consegue) SENZA il nostro apporto specifico. Ed al contempo pensa a quanti danni si sarebbero potuti evitare, dando retta a qualche strullone che scrive sul blog…
Aspetto volentieri una tua risposta, se vorrai.

L’eretico

Luigi De Mossi scrive:

Qualche considerazione sulle chiacchiere da bar.
a- mi pare francamente ingeneroso che si equipari l’attività svolta dai blogger senesi a poco più di un pettegolezzo. Se hanno scritto solo sciocchezze perchè si è cercato di delegittimarli e farli tacere con le querele e con l’attribuzione di responsabilità morali su fatti gravissimi? Diversamente sarebbe bastata una risata.
b- credo davvero che, per molti anni, l’unica informazione su importanti fatti senesi sia venuta proprio dai blogger e da tutti, anche da quelli che non fanno parte del Gabs. E’ un merito che non mi sento di sottrarre loro.
c- i blogger fanno tutti- almeno quelli che conosco – un altro lavoro e sono molto diversi l’uno dall’altro e non la pensano sempre allo stesso modo anche per questo, ai miei occhi, meritano attenzione e rispetto.
Luigi De Mossi

Anonimo Smart

Annunci
  1. Magivo Vento
    29 ottobre 2015 alle 11:35 pm

    Stupisce che l’invito ai blogger ad essere ancora più protagonisti attraverso candidature alle prossime amministrative riduca l’atto di coraggio che occorre nel candidarsi ad una mera “gara a chi l’ha più lungo” come è stato fatto nel ricordare l’esito di precedenti consultazioni. Parlavo di coraggio perché ci vuole coraggio a volersi o a proporsi come candidato, specie se non hai una struttura alle spalle. Perché ti candidi solo per la forza delle tue idee. E’ importante oggi come oggi avere un’idea di città che vada oltre….Oltre le palle sulle rotonde, oltre i lemuri e il bike sharing. Ma non perché siamo contro le palle (per quelle un po’ si visto quante ne sono state raccontate), i lemuri o il bike sharing ma semplicemente perché queste cose non ci offrono quella che potrebbe essere una visione di prospettiva della nostra città da oggi a X anni.
    Chi un domani troverà ancora la forza e il coraggio di candidarsi (e credo che oggi non sia proprio un impegno particolarmente facile soprattutto a Siena) spero abbia idee per ripopolare la città attraverso dinamiche possibili ma che oggi non ci sono. E di conseguenza torni a farla essere vivibile con la rinascita di attività di vicinato che oggi come oggi stanno scomparendo. Che sappia prendere, semplicemente, quello che la città sa dare e può dare. Perché il patrimonio di Siena. che è grande, ha necessità prima di essere valorizzato, di essere nuovamente riscoperto. E soprattutto sappia prendere il meglio da tutti i cittadini perché le idee buone non hanno patria ma soprattutto non possono sempre venire dalla una parte sola.
    Credo che chi fino ad oggi ha governato questa città debba manifestare il coraggio di riconoscere le proprie azioni cosa che non sempre è avvenuta in passato così come credo che chi fino ad oggi non lo ha mai fatto debba avere riuscire a mostrare il coraggio di voler bene veramente alla città in cui vive senza nascondersi dietro alibi, bandiere giuste o sbagliate o scuse.
    In questi giorni è tornata in auge la grande Siena…..Io credo che occorra più di una riflessione e in tal senso ho parlato di processo partecipativo per provare a coinvolgere il più possibile la cittadinanza su due parole… Grande Siena… che possono voler dire tanto ma anche niente specie se non si è in grado di governare gli eventi. Forse sbaglierò ma io al momento vedo nelle due parole solo il tentativo di un partito di allargare la propria base elettorale per evitare di ritrovarsi a contarne meno di 930.
    Un applauso ai blogger che vorranno andare oltre l’ostacolo.

  2. Mario Ascheri
    30 ottobre 2015 alle 12:37 am

    per conto mio non e ne viene fuori perchè quel tant o poco di proposte si disperdono nella polemica, perchè non nfate un blog unitario in cui raccogliere discutere solo PROPOSTE? Con la premessa: si caricheranno solo messaggi proposte motivate, firmate se vuole l’autore altirmenti con pseudonimo in modo da poterle ricordare, si fanno sezioni (si può?) Sport, MPS e Fondazione, Musei, Viabilità ecc.

  3. Magico Vento
    30 ottobre 2015 alle 10:39 pm

    Mi perdonerà il prof Ascheri ma i blogger si sono sempre distinti per la loro contrapposizione e per la capacità di mettere cunei nelle crepe del sistema. Creare un blog di proposte li snaturerebbe oltre a offrire nuova linfa all’albero secco dell’avversario politico.

    • 31 ottobre 2015 alle 1:54 am

      Infatti il nostro lavoro non è quello di proporre

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: