Editoriale de Il Santo – Il Razzismo al contrario…

Scroll down to content

Non mischio mai, Federico Muzzi con IL SANTo, questa volta lo faccio…

Vorrei precisare alcune cose sul mio post (nella pagina personale) dove ho scritto
“A Firenze è stata una tragedia. Un uomo è stato ucciso. Non mi pare però che gli italiani siano scesi in piazza a spaccare vetrine o sputare al Sindaco quando è stata uccisa PAMELA.
Così tanto per dire…”
Per tranquillizzare i signori che vedono fascisti in ogni dove, voglio dire che qui non è un discorso di pelle, di etnia o di provenienza. E’ un discorso di rispetto per le regole, regole e leggi che in Italia vengono applicate a seconda delle situazioni.
Quello che volevo evidenziare è la differenza di sensibilità da parte di qualche italiano nel difendere le persone.
Sputare in faccia ad un Sindaco perchè è stata uccisa una persona, prima di tutto è un reato, secondo vorrei capire cosa c’entra. Come vorrei capire cosa c’entra spaccare tutto per lo stesso motivo, se invece di spaccare delle fioriere avessero picchiato o ucciso qualcuno ci sarebbe stato ancora qualcuno che li avrebbe difesi? E raccogliere i soldi dopo che hai fatto danno beh! Mi fa veramente sorridere. Con lo stesso principio (che qualcuno difende) i familiari della scorta di Aldo Moro o la famiglia di Aldo Moro, dovevano sparare a chiunque avesse in mano una bandiera comunista? No, fatemi capire! Qui non si tratta di colore della pelle, qui si tratta di rispetto delle legge. Siamo in un paese democratico, civile, dove i cittadini hanno diritti e doveri. Il dovere di ogni cittadino è di rispettare la legge, far crescere il paese, educare i figli. Il diritto ce lo deve assicurare lo Stato primna di tutto garantendo ugualianza sociale. Mi sarei rotto anche le scatole nel vedere gente condannata, che entra in parlamento, gente indagata che acquisisce immunità parlamentare. Mi sarei stancato di pagare le tasse e poi vedere venditori ambulanti abusivi, che lavorano evadendo le tasse a cui non si può dire niente perchè poverini tengono famiglia!
Finisco tornando dall’inizio, non ho mai visto o avuto notizia di cortei spontanei organizzati dai centri sociali o da altri soggetti per difendere quelle migliaia di pensionati che faticano ad arrivare a fine mese, oppure per quei cittadini che hanno perso il lavoro e non sanno come portare il pane a casa!
A mio avviso c’è un razzismo al contrario, per difendere chi si crede abbia bisogno, si sputa in faccia ad un Sindaco, per difendere i diritti di chi paga le tasse e si trova nella merda fino al collo, non si sventola ne una bandiera rossa, gialla, arancione. Io con voi alzo bandiera bianca, perchè non riesco a capirvi…PORA ITALIA
Annunci

One Reply to “Editoriale de Il Santo – Il Razzismo al contrario…”

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: