Editoriale de Il Santo – Mi presento sono Il Santo…

Scroll down to content

Ieri sera incontro De Mossi vs Valentini serata interessante e utile per capire alcune cose.

L’evento era moderato dalla giornalista di Antenna Radio Esse Cristiana Mastacchi, varie domande ai candidati che si sono affrontati come ha detto De Mossi  in perfetto stile inglese.

La Mastacchi è quella a destra

Era previsto l’intervento del pubblico, che poteva fare domande scrivendole in un Block notes che passava per il pubblico. Ho fatto la mia domanda, non importa quale era, ma ho fatto un errore, non mi sono firmato Federico Muzzi, mi sono firmato Il Santo. Un errore imperdonabile per la giornalista, infatti ha letto tutte le domande tranne la mia che in ordine era la terza. Al che ho alzato la manina e ho chiesto perché non aveva fatto la mia domanda.

La risposta è stata degna di quel giornalismo di provincia che ha fatto nascere i blogger senesi: “Io a te non ti conosco!! Non hai messo il nome e il cognome quindi non leggo la tua domanda”

Incassato il colpo aspetto la fine dell’incontro e rivolgo le mie rimostranze alla giornalista, in fondo non sono un famoso senese come la BATINA o BEPPE di BEDO, ma questo blog ha al mese più accessi e contatti della Radio in cui la giornalista lavora. Quindi qualcuno mi conosce, come mi conoscono i telespettatori di Siena Tv dove intervengo settimanalmente nella rubrica di Daniele Magrini DI SABATO. Lo so noi blogger siamo sempre stati invisi  ai giornalisti che negli anni del groviglio ci raccontavano che tutto andava bene e che non c’era da preoccuparsi. La signora a mio avviso non ha fatto un buon servizio alla sua categoria, perché anche se non avevo scritto il nome ed il cognome bastava che chiedesse “Scusate, qui c’è qualcuno che vuol fare una domanda ed ha scritto IL SANTO, siccome sono stata su Marte per questi 14 anni potete dirmi chi è?”

Cara Mastacchi, mi presento, sono FEDERICO MUZZI detto IL SANTO, non perché lo sono, ma perché sono un appassionato dei telefilm di Simon Templar.

Ho preso questo nome, perché ai tempi del Groviglio che magari lei conosce bene, bisognava lavorare in anonimato, perché le conseguenze erano pesanti. D’altra parte in quel periodo il povero Davide Rossi distribuiva pubblicità a tutti i canali di informazione e quindi le voci contro erano mal viste. Dopo il professor Grasso (IL SENSO DELLA MISURA) in ordine di tempo è nato IL SANTO, poi L’Eretico e Fratello Illuminato Bastardo Senza Gloria.

Il Blog è nato per sopperire alla mancanza di informazione di questa città. Non sono un santo, sono una persona che ha fatto i suoi sbagli, ma che conosce profondamente questo sistema marcio in cui ancora molti sguazzano. Sono una persona che nella vita ha sempre detto quello che pensava e non ha leccato nessun deretano per farsi strada, probabilmente questo mio carattere ha condizionato molto il mio lavoro e anche la mia famiglia, ma la mattina mi guardo in faccia e mi sento pulito. Chissà quanti possono fare altrettanto a Siena. Quello che ho fatto l’ho fatto per questo città distrutta da una casta politica e da un popolo di leccaculo che non si rende conto che danni ha fatto e che continua a fare!!! Se non mi conosce cara Mastacchi è un suo problema, una giornalista che si interessa della città, della politica di questa città che non conosce i blogger (simpatici o antipatici che siano) ha una lacuna nel lavoro che fa. Quindi si studi i recenti anni di Siena e tiri le conclusioni del ruolo che noi abbiamo avuto in questa città. Non cerco onori come sono certo non li cercano gli altri blogger, ma di sicuro il diritto di fare una domanda me lo sono meritato sul campo e Lei ieri sera ha toppato vistosamente.

Detto questo ringrazio il portavoce del Sindaco uscente Valentini, che mi ha detto che si dissociavano da quel modo di fare. Consiglio al Valentini di continuare la sua opera di liberazione, visto che si è vantato di aver liberato Siena.

Un ultima considerazione vorrei farla per i due assessori che erano in sala ieri ed hanno assistito alla performance della MASTACCHI, mi conoscono personalmente, bastava che alzassero la manina e dicessero che IL SANTO ero io, magari la giornalista visto il ruolo dei due mi avrebbe fatto parlare (il potere piace a certe persone), ma si sa il coraggio non è per tutti PORA SIENA!!!

Annunci

6 Replies to “Editoriale de Il Santo – Mi presento sono Il Santo…”

  1. si che sei un Santo, non del loro paradiso naturalmente… ero presente ed e’ stata una cosa piuttosto spiacevole non leggere la tua domanda. Roba da dittaturella della Repubblica delle Banane…… pora Siena….

  2. Non conosce il Santo perché ha solo 2 gambe ma se ne avesse avute 4 e fosse stato un baio di 3 anni conoscerebbe tutto l’albero genealogico…ognuno ha il suo settore di competenza

  3. Di somarelle come lei c’è pieno Il Campo! Per non parlare del resto di giornalisti asserviti e sculettanti davanti ai “potenti”!

  4. Grazie Santo e grazie anche a Carlo ed all’eretico avete per lo meno smosso un po le acque. Con buona pace dei vari Bisi &…risi . O dei vari pennivendoli senesoti ! Affoghiamoli tutti. Voi continuate, prima o poi avrete anche l’appoggio di Don Brunetto !

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: