Editoriale de Il Santo – Il manuale del giovane (si far per dire) aggrovigliato…

Scroll down to content

Siena è una città meravigliosa!

Solo Don Brunetto fa le nomine una settimana prima del voto!!

Ma le persone? Le persone sono uguali a tutto il resto del mondo, guardano al proprio giardinetto e se ne fregano di quello che gli succede intorno.

Ci sono i lavoratori, che subiscono senza fiatare quello che succede in città cercando di tirare avanti nella crisi che morde anche a Siena.

Ci sono i giovani rampanti che hanno vissuto tutta la loro vita posando il culo di qua e di là senza lavorare un giorno se non con la lingua.

Ci sono poi i pensionati del Monte! Questi so proprio forti, non contenti di aver lavorato per anni in posti che altri nemmeno si sognavano e messi in quei posti non per meriti, anche perché sul campo non è che erano dei fulmini di guerra.

Invece di godersi la pensione di cercare di cambiare questa città cosa fanno? Applicano alla lettera il manuale del giovane aggrovigliato edito da chi lo ha inventato.

Allora come si procede per diventare un vero aggrovigliato?

Il processo è lungo circa cinque anni con una preparazione che va dai 3 ai 6 mesi.

Intanto cerchi di entrare in un’associazione che ti dia visibilità e più che altro sia a difesa dei senesi e della banca insomma ti schieri contro il groviglio, devi fare l’antisistema.

Dopo questo che possiamo definire fase 1 inizia la fase 2, nella quale cerchi di entrare in una lista (meglio se civica) e ti fai candidare urlando con forza la voglia il cambiamento, la ricerca della verità e la condanna di chi ha distrutto Siena.

Inizia così la fase 3 il dopo elezioni, ti scansi da chi ti ha fatto entrare in lista tanto ti hanno votato al massimo 5 parenti, cominci a fare l’esperto di bilanci e finanza, meglio se vai in qualche TV locale a spiegare quello che si deve o non si deve fare, insomma cominci ad avere un tuo pubblico.

Di qui inizia la fase 4 in cui cerchi in maniera più o meno palese di accattivarti il potente di turno, meglio se è il primo cittadino, perché Lui fa le nomine Lui decide le poltrone a questo punto il gioco è fatto, il salto del fosso è completato e ti trovi aggrovigliato in maniera perfetta e sicuramente per qualche annetto il tuo gettone di presenza te lo porti a casa.

Due sono i presupposti per essere un vero giovane aggrovigliato (giovane si fa per dire), primo devi avere la faccia come un gomitolo, secondo non devi avere paura di guardarti allo specchio e vedere che la tua lingua è marroncina… PORA SIENA

 

 

 

 

 

 

Annunci

One Reply to “Editoriale de Il Santo – Il manuale del giovane (si far per dire) aggrovigliato…”

  1. Finucci praticamente sei passato dalla parte del nemico. Basta leggere quanto sostenevi nel 2013. Queste seggioline o poltroncine fanno miracoli e soprattutto sono premonitore di seggioloni o poltroncioni. Vediamo se regge il tuo sindaco…..altrimenti sei fregato. Ma no dai saltare da un carro ad un altro è roba da ragazzi..Avanti insieme

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: