Federico Muzzi Il Santo - Foto

PROPOSTA PER LA LIBERTA’ DI ESPRESSIONE – Edmondo Dantès

Ogni tanto grazie a Dio riesco a collegarmi ai Vostri siti e ne esco confermato nella mia tesi.
Siena è morta e non ha più la coscienza non solo di se stessa ma neppure del ridicolo. Già, essendo morta non può fisiologicamente sentire alcunché! Neppure i propri problemi, è ‘over’…
L’assessore Cannamela e altri hanno dato un premio per la libera espressione che è oggi all’XI edizione. Incredibile, non ne sapevo niente di questo altro scandalo senese, costoso di sicuro, anche.
Mano a mano che la libertà di stampa a Siena si offuscava, si cominciavano quindi a premiare degli stranieri operanti in sedi disagiate o addirittura vittime, come se Siena fosse un paradiso informativo sensibilissimo dal quale si percepisse subito una situazione difficile. Forse, più propriamente, a Siena si sa bene cosa vuol dire controllo dei media?
Naturalmente delle vittime senesi di certi black out informativi nessuno parla né certo pensa a premi compensativi.
Inutile dire che io penso a una candidatura dell’Eretico di Siena, di cui il nostro Santo carica di tanto in tanto i comunicati.
Non che sempre lo condivida.
Ad esempio, dà forse troppa importanza a certi preti, ingigantendo dei piccoletti presso l’opinione pubblica, o si attacca a piccole cose (come  con la Valdesi) così che lo sento un po’ troppo coinvolto emotivamente e perciò non sempre sereno, cosa che invece potrebbe renderlo più efficace ancora.
Non è l’età. Mandatelo un anno o due lontano da Siena e vedrete che migliorerà di sicuro. Se poi viene da me, e sono sicuro che se vuole sa scovarmi, la curetta avrà un effetto sicuro.
Gente potente come Acampa, perché non gli fate dare un lettorato di italiano all’estero dal Ministero degli Esteri?
Prima però Cannamela dovrebbe dare una prova di discontinuità e far assegnare il prossimo premio, il XIIesimo, a Raffaele Ascheri. Ma non sarà il mio un sogno di fine estate?

p.s.1 dimenticavo l’ottima Giuliana (ma non le sue gambe d’un tempo): nel suo brillante articolo voleva certamente riferirsi alle critiche del figlio ai poteri AUTOCRATICI dei Rettori, vero? correggere il brutto refuso, please.

p.s.2 i prof. Calabrese e Bettini sono i due senesi intrescati con il SUM che ha ora avuto l’onore delle cronache, vero? Anche qui da me ne parlano gli accademici, che per di più lo stimano un carrozzone sprecasoldi; ci si chiede come Franco CARDINI e un Galli DELLA LOGGIA possano ancora starci.
Solo perché si lavora poco, cioè ancor meno che in una università normale, e lo stipendio è da favola?
E’ storia che dovete pregare Giovanni Grasso e i suoi vivaci (e prolissi) bloggers di approfondire. Grazie vivissime.

5 replies to “PROPOSTA PER LA LIBERTA’ DI ESPRESSIONE – Edmondo Dantès

  1. ….Il problema dell’informazione a Siena è uno degli aspetti più stridenti nella Civitas ‘democratica’! Un approfondimento sul tema sarebbe auspicabilissimo…

  2. Veramente è stato dato un premio alla libera espressione a Siena? Si potrebbe avere più notizie a riguardo?

  3. Mi verrebbe da dire , che almeno non si manda nessuno in esilio per evitare che venga ucciso….non gli si rompe le mani e cosi’ via……insomma siamo una monarchia democratica….chissa’ forse arrivera un Robespierre e allora ripartiremo dal 1473!!!

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star