Saluti da IL SANTO per ora si va in vacanza

Cari lettori, cari collaboratori 

IL SANTO vi saluta e se ne va in vacanza. Non so per quanto tempo ma questo è un momento in cui ho bisogno di riordinare le idee. Mi dispiace per chi mi segue costantemente, per tutti coloro che considerano questo blog una delle poche voci libere cittadine. Ora però mi devo rigenerare, perché sono alquanto schifato da tutto quello che mi circonda e da quello che sta succedendo a Siena. In altre città gli “indignados” stanno facendo proteste davanti alle banche, contro chi ha creato il “Sistema”, al grido: “NON SAREMO NOI A PAGARE I VOSTRI DEBITI!” Si stanno incazzando io infatti gli chiamerei INCAZZADOS. Qui a Siena invece va tutto bene! AH! SE CI FOSSE ANCORA IL CORAGGIO DI  BARBICONE!!! Quindi vi saluto e “forse” tornerò a scrivere. Per ora vi lascio con l’ultimo comunicato di Dantès:

Requiem di fine estate.
Santo, non aspetti normative nuove! I tempi non mi sembrano favorevoli. Piuttosto, visto che non avete un giornalismo molto vispo sulle cose importanti localmente, accolga questo comunicato che circolava stamane e che vi riguarda da vicino…
“Mps: Fondazione Mps lima quota e cede lo 0,7% del capitale.
La partecipazione scende al 48,51% del capitale sociale (Il Sole 24 Ore Radiocor). La Fondazione Monte dei Paschi di Siena lima la quota di partecipazione nel Monte dei Paschi. L’ente di Palazzo Sansedoni ha ceduto sul mercato venerdi’ scorso 84 milioni di azioni ad un prezzo di 0,41 euro per azione per un controvalore di 34,77 milioni secondo i dati comunicati a Borsa spa per l’internal dealing. La quota ceduta porta quindi la percentuale di partecipazione complessiva della Fondazione nella banca senese al 48,5% del capitale sociale dal precedente 49,2 per cento. La Fondazione, che ha sfruttato quindi il primo momento di risveglio del mercato azionario, ha deciso la mossa, riferiscono ambienti vicini all’ente presieduto da Gabriello Mancini, in linea con l’obiettivo dichiarato di ridurre la partecipazione al 50,1% del capitale ordinario”.
I dati Consob – mi telefonano – parlano piuttosto di discesa al 45%, in realtà.
Edmondo Dantès

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: