Federico Muzzi Il Santo - Foto

Lettere a IL SANTO – PDL pronti per il ricambio (SPEREM!!!)

Ricevo e pubblico questa lettera con un po’ di perplessità. Infatti come ben sapete il PDL in questi anni  non ha fatto altro che tirare a perdere con candidati sindaco spessissimo impresentabili. E il partito di BERLUSCONI ha inserito in molti punti chiave della banca e della fondazione i propri uomini in accordo con il PD. Quindi se si vuole veramente cambiare bisogna che si dia un segnale serio come quello chiesto da ENRICO TUCCI (leggi qui), altrimenti le parole del PICCHIANTI saranno come sempre parole e mai fatti. Saluti IL SANTO

ecco perchè ho molte perplessità…

da IL CITTADINO ON LINE

I consiglieri comunali della ex maggioranza (Pd-Riformisti-Siena Futura-Sel) hanno preso spunto dall’approvazione del consuntivo 2011 da parte del Commissario Prefetto Laudanna per mettere in onda (con tanto di firme) la solita tiritera. Il bilancio andava bene com’era stato inizialmente presentato e male hanno fatto coloro che non lo hanno votato (“gli otto consiglieri di maggioranza assieme a Laura Vigni, al centrodestra ed alle liste civiche”) a provocare la crisi che ha costretto il sindaco Ceccuzzi alle dimissioni. A questi, e solo a questi, deve essere attribuita la colpa del disagio che sta vivendo Siena. A questo punto riteniamo che ancora una volta debbano essere puntualizzati, speriamo definitivamente alcuni fatti, anche perché e soprattutto i cittadini senesi non possono e non meritano di essere ancora presi in giro.

Il Commissario Prefetto Laudanna, al quale tutti dobbiamo essere grati per l’impegno che profonde nel cercare di districare una matassa molto aggrovigliata, è stato in grado di varare l’approvazione del bilancio consuntivo 2011 solo dopo aver ricevuto dalla Fondazione, in data CINQUE SETTEMBRE, la nota con la quale si comunicava al Comune il venir meno della clausola di salvaguardia legata ad raggiungimento di un accordo con i creditori finanziari della Fondazione e si confermava, l’assegnazione delle quote pluriennali assegnate. Venivano così a cadere le cause impeditive e si poteva operare. Quindi, quando il Consiglio Comunale nelle sedute del 27 aprile e 21 maggio bocciò quella proposta di bilancio: compì un atto di alta correttezza istituzionale e di piena responsabilità civile. Allora a dover chiedere scusa ed a ritirarsi in buon ordine e magari anche in silenzio non sono coloro che non hanno votato il bilancio bensì coloro che hanno tentato di farlo passare nonostante vi fosse al momento qualche evidente impedimento.

Un altro chiarimento: la ex maggioranza cavalca la notizia dell’aumento dell’IMU dando tutta la colpa al Commissario e magari anche all’opposizione. Ebbene il Commissario sta cercando di far quadrare i conti che sono arrivati a questi livelli solo perché l’amministrazione di sinistra guidata da Ceccuzzi ha prodotto i guai che tutti ormai conosciamo. Da qui la necessità di mettere “i conti in sicurezza”. La cultura dell’alta imposizione fiscale delle giunte di sinistra non ha mai rappresentato novità a Siena. Ben vengano poi gli inviti a maggior entusiasmo e fiducia nel futuro, senza cedere ai disfattismi ma questo, ci sia consentito dirlo ad alta voce, cambiando soprattutto i manovratori e dando spazio a quella sana alternanza che comunque dovrà farsi carico di un importante fardello. Lo ribadiamo ancora una volta, noi siamo pronti e ci proponiamo con i nostri migliori uomini per il ricambio politico-amministrativo del nostro Comune. Anche perché ormai il danno prodotto è talmente rilevante che occorre solo darsi da fare e costruire un futuro per i nostri giovani, per le nostre famiglie per le nostre aziende per il futuro di Siena.

Luigi Picchianti – Responsabile Comunale Enti Locali PdL

5 replies to “Lettere a IL SANTO – PDL pronti per il ricambio (SPEREM!!!)

  1. Noto con rammarico, ma non con stupore, che in questo blog stanno facendo un po’ tutti a gara per piazzare le proprie propagande elettorali e lanciare i propri spot di rinnovamento sia di personale che di proposte. Come volevasi dimostrare non è cambiato molto!
    Uno dei motivi è che i pori senesi ancora nn si decidono a coalizzarsi sotto un tetto veramente nuovo, anche se non si capisce se siano più pecoroni i senesi o più abili i politici ad occupare ogni spazio libero.
    Di sicuro con questo metodo si va poco lontano.
    Torno a ripetere che le uniche parole credibili dei politici attuali che hanno imperversato per lustri, sarebbero quelle in cui rassegnassero le proprie dimissioni per, eventualmente, spingere qualcuno veramente nuovo, mostrando disinteresse filantropico e non protagonismo.
    Se questo non può essere chiesto a chi si occupa della cosa pubblica per il “bene comune”, allora penso che per il bene comune si debbano trarre le opportune conclusioni…..

    1. Hai proprio ragione, credo che il tuo ragionamento non faccia una piega… Mi sto chiedendo se perdere ancora tempo dietro ai vecchi politici…

  2. Caro Santo non so se mi consideri vecchio politico e quindi da cassare . Se invece posso essere ospitato vorrei dire che nel commento inviato al Cittadino il buon Staderini ha dato una inequivocabile misura del suo stile in quanto la mail dalla quale ha tratto il virgolettato NON era diretta a lui. La classe non è acqua … (non sapevo che il Bosi era all’estero perché io non lo frequento)

  3. Ma questo Staderini perché non fa un bel cazziatone al suo padrone Berlusconi che tutti i giorni dice che il Pdl fa schifo? Comoda prendersela col Tucci! O forse fa apposta per fargli prendere più voti dell’altra volta. E il Bosi che ce l’avete messo a fa’ in Fondazione? Certo questa era una votazioncina da niente. Non si deve dimettere il Bosi, siete voi che dovete sparire dalla circolazione, te, Pastina e tutti quell’altri.

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star