Federico Muzzi Il Santo - Foto

La rubrica della Cooltura – Se il sindaco il bilancio non ce lo dà, come facciamo a leggerlo?

Ricevo e pubblico l’intervento di Marco Falorni relativo all’intervista rilasciata da DON BRUNETTO al IL CITTADINO ON LINE (clicca e leggi). Come sempre il Sindaco si incarta e risponde in maniera TAUTOLOGIA e alle volte ILLOGICA,  ma a Lui basta il sorriso… Buona lettura

Ho letto con interesse l’intervista rilasciata dal sindaco Bruno Valentini a Max Brod, per il Cittadino on line. E ringrazio il primo cittadino per aver fatto cenno anche al tema dei 400 mila euro che sarebbero già stati spesi per inseguire la capitale della cultura. A mia volte vorrei replicare.

Dunque, a Max Brod, che gli ricordava che c’è “chi ha fatto un appello alla chiarezza (come Impegno per Siena)”, Valentini risponde: “Forse queste persone non leggono i bilanci comunali, perché i soldi non sono interni al bilancio, ma vengono da finanziamenti regionali”. 

Marco Falorni di IMPEGNO per Siena
Marco Falorni di IMPEGNO per Siena

Vorrei far notare al sindaco che leggere il bilancio del Comune di Siena è stato finora impossibile, visto che il bilancio stesso non è stato ancora fornito ai consiglieri comunali. Per ora è stato possibile leggere solo la relazione dell’ispettore ministeriale Cimbolini, almeno per chi come me ha fatto richiesta di accesso agli atti. Per gli altri, neanche quella. A proposito, quando manterrà, il signor sindaco, almeno la promessa, minimale, di rendere pubblica tale relazione?

Ancora a proposito dei 400 mila euroValentini, nell’intervista citata, specifica: “Sono stanziamenti che vengono dalla Regione e dal sistema Monte dei Paschi, non vengono dal sistema del Comune. Soldi spesi nell’arco di 3-4 anni”.

Bene, infatti nell’articolo di IPS a cui si riferivano Brod e Valentini, si chiedeva appunto se queste risorse erano interne o esterne all’Amministrazione comunale. Ma a questo punto si pongono interrogativi ulteriori.

Serve ricordare lo stato dell’arte a cui si era giunti in sede di consiglio. L’ultimo ragguaglio in tema di spese per la capitale della cultura lo aveva dato l’assessore Lucia Cresti, nella seduta consiliare del 9 settembre 2011. In tale occasione, l’assessore specificava che per finanziare la candidatura di Siena, il Comune poteva disporre delle “somme che residuano dalla gestione del comitato per la mostra di Duccio di Buoninsegna, che ha concluso la sua attività nell’anno 2005 e che sono allocate al bilancio al capitolo 46300/00, residuo n. 2005/2567, nella cifra di 137.406,57 euro”. L’assessore affermava anche che, a quella data, “i costi sostenuti ad oggi (cioè, ripetesi, al 9 settembre 2011, ndr) dall’Amministrazione comunale per il sostegno alla candidatura di Siena a capitale europea della cultura 2019 sono pari a zero”. Il comitato promotore risultava invece – specificava Lucia Cresti – avere utilizzato 1.416,70 euro per pagare l’atto notarile di costituzione del comitato promotore stesso, ed euro 24.000 erogati ad una società sportiva per attività svolte a supporto della candidatura in questione.

A questo punto occorre fare una somma algebrica. Se al settembre 2011 il Comune di Siena (anzi, il comitato promotore, ndr) aveva speso complessivamente euro 25.416,70 ed oggi il sindaco Valentini dichiara che la spesa finora effettuata, “nell’arco di 3-4 anni”,  ammonta ad euro 400 mila, è troppo chiedere come sono stati spesi euro 374.583,30 pari alla differenza fra le due cifre? Ovvio che tale somma è stata spesa necessariamente nel periodo fra il 9 settembre 2011 e il 11 ottobre 2013. Ripetesi: si potrebbe sapere come?

Altra domandina posta da IPS, alla quale il sindaco attuale non ha risposto, e non ne fa cenno neppure nell’intervista a Max Brod, è la seguente: quali vantaggi, per la comunità senese, sono previsti a fronte di un così ingente investimento, se la candidatura di Siena non dovesse andare avanti?

Infine, va rilevato che Valentini non ha risposto neppure alle domande relative alle 50 persone che, stando alle sue dichiarazioni rilasciate a Il Tirreno, lavorerebbero da tre anni al progetto di Siena capitale. E allora torniamo a ripetere: si tratta di personale interno o esterno al Comune? Insomma, chi sono queste persone? Ma soprattutto: CHI LE PAGA?

Marco Falorni – Impegno per Siena

IL GEORGE CLOONEY de NOIALTRI
IL GEORGE CLOONEY de NOIALTRI

5 replies to “La rubrica della Cooltura – Se il sindaco il bilancio non ce lo dà, come facciamo a leggerlo?

  1. Chi conosce il prof. Vedovelli abbia la compiacenza di telefonargli e avvertirlo, si imbarca con un venditore di fumo, se in buona fede.
    Professore nuovo assessore, Lei sa bene quanto ci vuole all’Università a raccattare qualche migliaio di euro per pubblicare un libro, glielo dica per favore
    Questo ne impiega 400mila per che cosa? CHE E’ VENUTO FUORI DA SPESA COSI ENORME?
    Se non risponde chiaramente si gioca il futuro di trasparente, lo sappia. L’Eretico lo aspetta vogliamo sperare

  2. Caro Santo,
    avrai notato che sui media locali non c’è niente ne’ dei 400.ooo capitale né dei 950mila di cui ha parlato l’eretico
    MI RACCOMANDO SOPRAVVIVETE, TEMO DI VOI CE NE SARA’ BISOGNO ANCORA PER MOLTO TEMPO

  3. Caro Falorni Lei è un novello Torquemada! Ci faccia sapere cosa ha risposto Sacco alle sue sacrosante contestazioni stamani in commissione cultura alla quale sicuramente nonnha mancato di partecipare per avere notizie di prima mano. Perché lei integerrimo Falorni c’è andato in commissione cultura, o no?

    1. Gentilissimi A.M. / T.E.,
      legittimamente voi siete liberi di non rivelare le vostre identità, e così io sarò libero almeno di immaginarmele,vero? Anche perché i contenuti di questo commento assomigliano a una firma, ma posso sbagliare.
      Veniamo al merito. Dunque, prima il sindaco chiede di leggere bilanci che non ci ha ancora consegnato, poi voi mi chiedete perché non ho partecipato ad una commissione di cui non faccio parte. A volte mi domando: ma che città è questa? D’accordo che i senesi hanno caratteristiche molto particolari, ma forse si esagera.
      Quanto alla commissione cultura di venerdì 11 ottobre scorso, mi meraviglio che i consiglieri che ne fanno parte non ci abbiano ancora notiziato. Per esempio, potrebbe farlo il consigliere Tucci, che è fra i colleghi più entusiasti della candidatura di Siena a capitale della cultura, e che giustamente era presente all’incontro con il professor Sacco, direttore di candidatura, e con la dottoressa Carli, presidente del comitato promotore.
      Comunque, in assenza di notizie dalle fonti deputate, sarei anche in grado di fare opera di supplenza, visto che, quasi in tempo reale, al termine della commissione ero già informato sui contenuti emersi, ed ora ho potuto anche leggere il relativo verbale.
      Ma siccome proprio le dichiarazioni rese da Sacco e Carli in relazione alle fonti di finanziamento per sostenere la candidatura (almeno stando al verbale) hanno aggiunto, per quanto mi riguarda, perplessità a perplessità, e non essendo ancora acclarato il raffronto con quanto in precedenza dichiarato dal sindaco, chiedo un po’ di pazienza. Preferisco prima approfondire, per poi poter essere il più preciso possibile.
      Per concludere, gentilissimi, vi dirò che non mi sento né integerrimo né tantomeno infallibile. Anzi, ho sbagliato tante volte e continuo a farlo, come tutti, del resto. Solo cerco, questo sì, di far tesoro degli errori precedenti, per cercare di non ripeterli.
      Cordiali saluti.
      Marco Falorni – Impegno per Siena

      1. Caro Marco,
        ti ringrazio per avermi tirato in ballo e ti assicuro che nei prossimi giorni scriverò in esclusiva per il Santo, se riterrà di pubblicarlo, un intervento su questo argomento che effettivamente mi appassiona almeno quanto a te repelle. Per quanto riguarda la commissione cultura mi dispiace che tu non sia intervenuto, come avresti ovviamente potuto in qualità di capogruppo, perché non dico che avresti cambiato opinione, ma avresti acquisito ulteriori elementi e sensazioni che forse ti avrebbero fatto in parte ricredere almeno sulla serietà del tentativo di portare avanti la candidatura.

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star