Federico Muzzi Il Santo - Foto

La Rubrica dei lettori – Un incontro per salvare il Monna Agnese…

 Caro Santo, vista la tua sensibilità verso tutto ciò che riguarda la nostra città, ti prego di ospitare in questo blog questo appello.

 MERCOLEDI’ 4 GIUGNO ALLE 17,30 presso i locali dell’Istituto “monna Agnese” si terrà un’assemblea aperta a tutti i cittadini a cui sono stati invitati i rappresentanti della Provincia e del Comune.

  Forse ancora in pochi sanno che tra i progetti della Provincia e dell’ Amministrazione Comunale c’e quello che prevede, a breve, il trasferimento dei due indirizzi scolastici, (quello Bio-tecnologico e quello Linguistico) in altri locali, fuori dal centro storico. Ma non è stato individuato nessun edificio pronto ad ospitare tutte le classi.

  La Giunta Provinciale ha già deliberato il cambio di destinazione dei locali che oggi ospitano la scuola e si dice che il Comune sia pronto ad alienare l’immobile, senza peraltro offrire una soluzione logistica soddisfacente per le esigenze didattiche della scuola.

  Vogliamo chiedere ai nostri amministratori di chiarirci la situazione, i tempi, e di spiegarci perché ritengono così importante e urgente adottare questa soluzione “imperfetta”.

  Allontanare i 3/400 ragazzi che ogni giorno accedono all’Istituto sembra essere un ulteriore passo verso la sclerotizzazione del centro, senza nessuna considerazione per coloro che hanno scelto di frequentare questa scuola e per quel (seppur minimo) indotto che si crea sempre laddove c’è movimento e “vita”.

  Il poter accedere quotidianamente ad un luogo che è parte significativa della storia di Siena, arricchisce certamente i giovani, che oltre a studiare vivono ogni giorno la vicinanza con  opere che hanno fatto grande l’Arte senese. Le scuole straniere che vengono periodicamente ospitate in occasione dei frequenti scambi culturali promossi dalla scuola invidiano la fortuna dei nostri ragazzi che apprendono circondati dalla Storia e dalla Cultura della loro città.

  Perchè rinunciare a tutto questo, imponendo ai docenti e agli studenti soluzioni precarie e insoddisfacenti? Perchè privare il centro di scuole (mi chiedo: prima o poi toccherà al Piccolomini?) e di vita? Quale sarà la futura destinazione dell’edificio?

  Chiedo a coloro che hanno a cuore Siena, i suoi giovani e la sua cultura di, le sue ricchezze, di partecipare a questo incontro, per capire, fare domande e pretendere risposte.

  Grazie per l’ospitalità

   Un genitore

 

2 replies to “La Rubrica dei lettori – Un incontro per salvare il Monna Agnese…

  1. Questo uno dei problemi legati alla scuola, in particolare ancor più toccante, visto che coinvolge uno degli istituti più vecchi della nostra città…
    Purtroppo altri problemi che coinvolgono la scuola, restano nel sommerso…vedi intere classi rimandate ad una materia, incolpando i soliti studenti, vedi compiti di recupero che vengon fatti l’ultimo giorno di scuola in orario extrascolastico e che faranno comunque media….
    Quello che mi salta all’occhio, e che secondo me è il grave problema, è che spesso, per non dire sempre, si tace….o per paura di ritorsioni sui propri figli, o su spinta di altri che temono di far saltare degli equilibri consolidati di cui comunque potrebbero risentirne i figli/alunni…
    Mi rimbomba di continuo….: finchè avremo il coraggio delle idee, ma non quello di firmarle…andremo poco lontano….
    Gianni Colombini

  2. Caro Gianni, bravo! quel che colpisce è che sembra mancare qualsiasi programmazione. Si sa il corso della popolazione scolastica e verso quali studi? Gli immobili comunali vuoti quali sono? Mi sembra che le interrogazioni che si fanno in Comune (ho seguito oggi) siano spesso troppo specifiche. sono questi i grandi problemi per i nostri figli, no?

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star