Federico Muzzi Il Santo - Foto

La posta dei Lettori – Ecco come il TRAIN tratta i dipendenti…

Ricevo e pubblico, ogni commento è superfluo!!!

 

train01 train02

One reply to “La posta dei Lettori – Ecco come il TRAIN tratta i dipendenti…

  1. Mi dispiace ma ritengo invece che sia indispensabile sottolineare che il Lavoro in questo Paese è morto e questo fatto lo denuncia in tutte le sue parti.
    Il lavoro una volta si diceva che “nobilitava l’uomo”. Era la frase che i miei nonni e i miei genitori mi dicevano spiegandomi che la fatica di un lavoratore, intendendo non solo l’ operaio ma anche lo spazzino- l’avvocato-l’industriale e così via, se lo faceva onestamente e seriamente con impegno sarebbe stato gratificante. Insomma un lavoratore sarebbe stato un “sangue blu” della sua attività, facendo del guadagno economico solo un’ indispensabile valore numerico da usare per la propria vita da usare per la famiglia, viaggi, cultura,divertimento a seconda del proprio interesse. Tutto questo era tenuto in un certo equilibrio dal senso di giustizia che tra gli anni ’50 e ’70 aveva fatto sorgere un’ etica del lavoro con il riconoscimento dei sindacati e della indipendenza degli organi di giustizia che in qualche modo calmieravano le reazioni violente di chi non voleva essere più schiavo . Successivamente tra gli anni ’70 e ’90 si è voluto a tutti i costi fare i finanzieri portando anche chi non sapeva cosa era la finanza ad investire i soldi guadagnati per soddisfare non solo le proprie necessità ordinarie ma rifacendosi al modello dei protagonisti di “Dallas”. Tra gli anni ’90 e oggi tutte le attività produttive sono state gestite da persone che non avevano scrupoli. Questi hanno fatto in modo che i numeri fossero sempre più grandi ed li hanno usati non per “nobilitare il lavoro dei singoli lavoratori”, ma semplicemente per far apparire i propri prodotti più belli e più finanziariamente interessanti. Insomma l’ era dell’ apparire al posto di quella di essere. Credo che se il signor Chini fosse stato un’ azionista con il 70% della società avrebbe avuto la solidarietà di tutte le parti sociali del territorio, tutti gli articoli dei giornali, l’ invito a tutte le trasmissioni radiotelevisive e chissà forse poteva anche ottenere una parte in qualche serial americano, senza dimenticare che i migliori avvocati lo avrebbero difeso gratuitamente……..invece è un semplice lavoratore che crede, almeno così sembra nella lettera, che :”il lavoro nobilita l’ uomo”. Credo che negli ultimi tempi, la regola è : “meno lavori bene e meno rispetti il tuo lavoro e più potrai guadagnare (per chi interessa!!)” Per il resto i sindacati sono come molte associazioni culturali-sportive e altro, cioè delle società dove puoi solo sperare di trovare delle persone “normali” e forse certe cose non ti succederanno. Insomma ogni mattina tiriamo la monetina per aria e speriamo che ” un piova…….”

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star