Annunci
Home > libero contributo, rassegna stampa > Editoriale de IL SANTO – Nessuno ha mai detto che i soldi delle consulenze esterne sono stati rubati… Questo sia chiaro!!!

Editoriale de IL SANTO – Nessuno ha mai detto che i soldi delle consulenze esterne sono stati rubati… Questo sia chiaro!!!

2 luglio 2014

Leggo su IL FATTO QUOTIDIANO di oggi (2 Luglio 2014) un breve articolo in cui l’avvocato Fabio Pisillo si sfoga con veemenza (così riporta il giornalista) dicendo che quei soldi se li è meritati e non ha rubato niente. Questo per me era sottinteso, ci mancherebbe altro!! Come è sottinteso che nessuno ce l’ha con un professionista che fa il suo lavoro, magari ce la possiamo avere con chi ha amministrato il Comune in maniera non proprio da buon Padre di Famiglia!! (la crisi delle Casse Comunali è li a testimoniare lo sfacelo). Che sia bravo, lo dimostra il fatto che è in testa alle PISILLIADI e anche qui nessuno mi può smentire, surclassa tutti non c’è niente da fare!!! Per quanto riguarda la casacca politica a cui fa riferimento beh… Excusatio non petita… Buon lavoro a tutti gli avvocati senesi, prendete ad esempio e lavorate, lavorate che prima o poi i risultati arriveranno!!!

L'articolo de IL FATTO

L’articolo de IL FATTO clicca e leggi

Annunci
  1. Multipass
    2 luglio 2014 alle 10:06 am

    Io insisto e sarei curioso di sapere se esiste un’ etica codificata sul fatto che il Comune faccia una convenzione(diciamo così), con l’albo professionale che avrà l’ incarico di distribuire equamente la difesa delle Istituzioni, altrimenti il dubbio di un controllo politico (massoneria!?) viene anche a coloro che credono-obbediscono-combattono per i rappresentati istituzionali (politici che spesso non sanno di essere dipendenti pubblici). Che lavori duramente lo si spera per i soldi che lo Stato (cittadini=contribuenti), pagano in vertiginoso aumento (ultimo aumento quello su rifiuti e legge anatocismo ….), che sicuramente sarà stato versato sul conto in modo immediato …..o come per molte ditte che hanno chiuso per il mancato pagamento delle istituzioni ?? Comunque mi piacerebbe conoscere altri “Pisillo” in altri ambiti non solo nel Comune di Siena!!!!!

  2. Dantès
    2 luglio 2014 alle 2:01 pm

    Multipass non solo stimola a investire sulla pubblicazione delle spese comunali (come si fa a sapere tutto? Renzi caro, quando avesse un po’ di tempo ci informi!), c’è un altro problema. IL TEMPO delle liquidazioni.
    Mi spiego: sarebbe bellissimo vedere quando un credito matura e quando viene liquidato. Scommettete che a siena non c’è par condicio neppure qui? Insomma, c’è chi è pagato subito come Pisillo e chi aspetta il ‘dovuto’? Domande legittime o no?
    Sindaco, ci tolga la curiosità: metta le due date in internet che tutti possanio vedere. Una volta tanto faccia veramente il renziano. Per ora ci ha dato poco, pochino, lo sa di sicuro meglio di me.
    p.s. a proposito, chi aveva previsto che l’Ascheri senior sarebbe stato ignorato da radio e televisioni in tempo di palio ha avuto ragione o no? Confermate per favore; io ho seguito poco ma non ne dubiterei. Ho visto invece con piacere Lei, caro Santo, e l’Eretico! Qualceh progresso s’è fatto, intendiamoci.
    Ma Piccini anche è comparso, non si sa mai, se finisse di nuovo al MPS in qualche veste? Ma l’Ascheri, quel rompiballe tenetelo fuori. E’ addirittura più pericoloso dell’Eretico. Non se la prende con le persone ma con le “strutture” di fondo di Siena, che pongono anche più problemi di questo o quel gaglioffo di turno. Sbaglio? Le persone passano, le strutture rimangono e ci aduggiano. Ci soffocano. Ma chi pon mano a questo problema? Io proverei a parlarne con CIVITA, così forse avrebbe mano più libera?

  3. Bea
    2 luglio 2014 alle 10:16 pm

    sì, confermatemi se è vero, non posso crederci. Se è vero, io come assessore alla cultura mi chiederei come mai i suoi libri non sono al SMS e come mai non compare nei media senesi neppure in tempi rilassati come il Palio! O dovrebbe porselo il sindaco renziano un problema del genere?
    Professore, confermi per favore, ma è possibile? Io credo che nessuno riesca a sorbirsi i due canali delle 96 ore di palio, per cui può essere sfuggito, via, ci dica! Grazie.

  4. cantastorie
    3 luglio 2014 alle 9:40 am

    Vi racconto una barzelletta di quando ero ragazzo e che mi divertiva molto. Dunque c’è Amintore Fanfani, alla vigilia di elezioni politiche, in visita ad una cittadina toscana. Come sempre è circondato da questuanti che gli chiedono di intervenire finanziando quella o quest’opera. Si avvicina il comitato di genitori e chiede a Fanfani nuovi arredi per l’asilo nido. Fanfani ci pensa un po’ poi chiama il suo segretario e ordina:stanziati cento milioni! Poi il gran toscano viene avvicinato dal direttore del locale carcere che si lamenta dello stato fatiscente delle celle. Fanfani senza pensarci un attimo ordina: stanzieremo un miliardo!!!
    Il suo segretario gli si avvicina e all’orecchio gli sussurra: ma eccellenza i genitori votano, i carcerati no… e l’Aretino secco rispose: e bravo tu, ma se qui cambia il vento dove pensate che mi mandino i comunisti, all’asilo???

    Morale: chi è previdente si porta sempre un po’ avanti con il lavoro….

  5. Mario Ascheri
    3 luglio 2014 alle 10:18 pm

    Cari Amici,
    vi ringrazio per portare alla luce cose poco piacevoli che personalmente non potrei evidenziare. Devo confessarvi però che io lavoro per Siena,con il libro e le sue presentazioni (l’11 lo farò a Ventimiglia) indipendentemente dall’esser membro della Capitale della cultura; qualcuno molto potente (a Siena sia chiaro) evidentemente ha bloccato la nomina chissà perché, già annunciata dall’assessore e dal prof. Sacco, che miserie! A me comunque sembra di fare già abbastanza. Del resto, se non si capisce che una traduzione è molto più promozionale dei tanti articolini osannanti alla Capitale pubblicati localmente, del tutto inutili in realtà (anche perché si dice che nessuno ne sa niente, cosa un po’ strana, no?), c’è da stupirsi del resto? Bisogna rassegnarsi, cari Amici. Oggi la città è quello che è: l’ho già detto nell’articolo sul TRADIMENTO DELLA FIDUCIA COLLETTIVA (mi pare). Speriamo che vengano tempi migliori.
    E non dipendono dalla Capitale sì/no, credetemi. c’è qualcos’altro che deve cambiare per ripartire veramente. Per ora non ci sono neppure le premesse…Forza, facciamocene una ragione!
    (p.s. ho da scrivere un articolo sul Costituto per una rivista francese: non vi sembra più importante d’una comparsa nelle tv senesi?)

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: