Annunci
Home > libero contributo > Editoriale de IL SANTO – Ora basta!!! Nessuno ha mai messo in discussione Elio Fanali!!!

Editoriale de IL SANTO – Ora basta!!! Nessuno ha mai messo in discussione Elio Fanali!!!

25 agosto 2014

Il mio editoriale riguardo AGENDA 21 (clicca e leggi) ed il secondo (clicca e leggi) hanno suscitato vari commenti. Quello però che non mi va giù è distorcere i fatti che pure sono scritti nero su bianco in questo blog. Nei miei scritti non ho mai messo in discussione il Dott. Lorenzini come giornalista, questo lo devono fare i suoi lettori (clicca e leggi). I signori martellatori non hanno nemmeno letto una riga delle delibere dirigenziali, del resto hanno buona scuola per distorcere i fatti anche se sono atti formali del Comune di Siena. Infatti il Dott. Lorenzini non era solo il capo della comunicazione, ma molto altro. Credo sia lecito chiedersi che cosa ha prodotto il suo mandato durato dal 2006 al 2011, visto che è stato pagato con i soldi dei senesi. Quindi invece di difendersi e farsi difendere potrebbe portare a conoscenza di tutti noi quali sono stati i risultati del suo lavoro, avrei piacere di pubblicare il resoconto con i risultati, ma non ne trovo traccia. Quindi per concludere qui nessuno è pro o contro il buon Elio che lecitamente si è intascato i soldi per il lavoro, qui si vuole solo sapere se quei soldi son stati ben spesi e quale beneficio hanno portato alla comunità senese, magari ci fosse anche un curriculum di quegli anni non sarebbe male. Detto questo vorrei rispondere anche al Sig. FRANKIE BURRINI che mi da del delatore in un suo commento. Vede signor FRANKIE per molto meno illustri personaggi di questa città son partiti di querela e chiesto fior di quattrini. Le chiederei di rileggere i miei scritti sulla vicenda e di indicarmi dove faccio DELAZIONE nei confronti del Dott. Lorenzini, se ne trova evidenza mi denunci, se aiutato da un legale non trova niente di evidente mi chieda scusa così evitiamo spiacevoli situazioni, su una frase che magari gli è sfuggita nella foga di difendere un suo amico. Con ossequi IL SANTO

78e7f-faccia2bstupita

Annunci
Categorie:libero contributo
  1. Bastardo Senza Gloria
    25 agosto 2014 alle 11:45 am

    Vorrei ricordare a qualcuno che parla a caso di delazione e cose varie, che a Siena vittime di tale sporca pratica, per altro anonima ci sono state. Non mi dilungherò in dettagli perché ancora la cosa è “fresca”, ma posso dire che la conosco benissimo. Quindi calma, parecchia anche. Poi in futuro, saputo ed appurato certe cose, sarò più preciso. Non temete. Un abbraccio.

  2. Silvia
    25 agosto 2014 alle 6:47 pm

    questa storia Lorenzini è davvero triste, perché come è già stato detto ma va ripetuto si rischia di impallinare solo lui. Il sistema “schifoso” di Siena (lasciate “armonioso” per non dare soddisfazioni!) ne ha avuti molti giornalisti anche bravi che hanno fatto anche i galoppini politici per il Partito e per certe Persone, si o no? E’ assodato, sappiamo nomi e cognomi e molti continuano a imperversare, questo è il vero problema. Come possiamo liberarcene? Con la non violenza, non comprando e non facendo comprare certi prodotti. Si è fatto mille volte per la ESSO e simili, non si può fare per chi ci ha danneggiato molto di più e da vicino?
    Riflettiamoci tutti, ridimensioniamo le questioni che sembrano poi personali, puntare al SODO! Grazie

  3. 27 agosto 2014 alle 10:29 am

    Il messaggio che mi è arrivato (almeno nel primissimo post) è “Visto? Tanti soldi, spesi male, tutti a una persona sola (“Only 1a man can do it”). E, nel merito, non concordo/avo sul metodo di pubblicare i numeri a fredda lista in modo che a fare notizia fosse la sola somma scritta in blu. Ho riletto il mio commento e neppure io ho mai fatto riferimento alle competenze di Alessandro Lorenzini (che saluto sì e no un paio di volte all’anno quando lo incontro per caso), ottimo professionista che si dedica (non poco) alla città, così come fate voi “bloggers” con dovizia di particolari in tantissimi aspetti. Quindi, almeno su questo piano siamo perfettamente d’accordo. Non sono un martellatore, non appartengo al PD (tante volte ci fosse bisogno di specificarlo), non ho alcun incarico. Su una cosa, invece, sono sicuro di essere. Ovvero lontano 1000 km da avvocati, querele e denunce: è un terreno dove uscirei tranquillamente sconfitto. Sono il primo a riconoscere il peso delle parole che, qui, hanno creato – del tutto involontariamente – un mix velenoso di ferma intenzione ma in buona fede. Lei non è un delatore, quindi le chiedo scusa qui, pubblicamente.

  1. 27 agosto 2014 alle 9:01 am
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: