Annunci
Home > libero contributo > La rubrica di Mara Morini – IL TURISMO DI FUFFOLO E SELFIE-WOMAN

La rubrica di Mara Morini – IL TURISMO DI FUFFOLO E SELFIE-WOMAN

23 settembre 2014

Nasce oggi una nuova rubrica, quella della signora Mara Morini. La redazione de IL SANTO sta crescendo. Questo è il suo primo articolo. Oggi la signora si occuperà di turismo… Buona lettura…

 

E’ possibile che anche Siena si stia abituando agli slogans? Che i cittadini senesi, famosi per il loro carattere concreto e fiero, si stiano facendo abbindolare da una valanga di messaggini, video, foto, che vengono spacciati per mezzi e metodi di promozione turistica? Possibile che nessuno si accorga che tutto ciò non può essere considerato una strategia per attirare un turismo di livello o per promuovere il nostro ricchissimo e stimatissimo territorio, ma solo “un giochino per fuffolo”?

In particolare, da buona e attenta cittadina, ho deciso di fermarmi e considerare se colei che guida questa Amministrazione nello sviluppo di uno dei pochi, ahimè, settori promettenti, è una destination management, nella vera accezione del termine (visto che non perde mai occasione per riempirsi la bocca con l’ormai ricordo del concetto e della tradizione di buon governo senese… e, nel cui nome si sperperano denari…) o se ci troviamo dinanzi a un guazzabuglio di sorrisi e brindisi, gite dentro e fuori porta in massa con i più svariati mezzi di trasporto o tacchi e suola, zaino, tarallucci e vino, al fine di dirsi quanto siamo bravi, quanto siamo belli, guardate che sano e locale turismo vi offriamo….se ci seguite…!

Mara Morini in allenamento… Non la fate arrabbiare!!!

Mara Morini in allenamento… Non la fate arrabbiare!!!

E vi seguiamo dove? Forse in Belgio… per ammirare le opere senesi?

Ma comunque, da buona e attenta cittadina, ho deciso di fermarmi e considerare… dal principio… LE IDEE guida.

Una cosa l’ho individuata e mi sono sentita sollevata. Ecco avevo fatto bene a ritornare al principio, alle idee. Ho trovato una cosa davvero attuale, attualissima, internazionale: l’utilizzo dei “selfie”.

Questa parola, entrata da poco nel nostro vocabolario, è diventata una strategia per gli amministratori del Comune di Siena: una vera e propria dipendenza. Ma pensa un po’, mi son detta: una cosa così comune e riconosciuta, semplice e facile, è stata elevata da questa Amministrazione a privilegiato strumento di promozione del territorio e delle iniziative di attrazione turistica. Un Comune al passo coi tempi non c’è dubbio!

Mi sembra però che per conseguire una promozione under 30, semplice e moderna, si stiano sminuendo le bellezze delle nostre opere d’arte, dei palazzi storici, dei paesaggi e il secolare lavoro degli artigiani senesi, riducendoli in modo riduttivo ad un momento esilarante di convitto preceduto da una “richiesta di amicizia” e da un ” ti invita”.

La nobile IDEA di offrire un modo di fare turismo che attragga i giovani con il linguaggio dei giovani non la si può realizzare con i poteri smaglianti Durban’s di Selfie-woman, tanto meno con la gita testata e certificata alla “provare per credere” e e certamente non si risponde così alle esigenze dei viaggiatori e, mancando i viaggiatori, alle grida di chi, tra un selfie e l’altro, chiude bottega.

Selfie-Woman dovrebbe avere più rispetto per la secolare città di Siena, dove sicuramente si è trovata per caso. Anche se la sua aspirazione era quelle di fare la soubrette, non dovrebbe utilizzare mezzi e spazzi pubblici per promuovere se stessa.

Mara Morini

Annunci
Categorie:libero contributo
  1. Mandrake
    23 settembre 2014 alle 9:29 am

    Benarrivata a Mara Morini la quale, evidentemente, da persona libera ed amante della libertà non ha esitazioni ad esternare il suo sano, necessario e qualificato pensiero sulla Siena attuale e sui politicanti-amministratori-parolai locali che l’hanno ridotta in un cumulo di macerie. Nel compiacermi con essa, le esprimo sinceri complimenti ed auguri vivissimi.

  2. claudio.valentino70@gmail.com
    23 settembre 2014 alle 10:20 pm

    Ispirato, sono andato a vedere il profilo Facebook di Selfie-Woman, non volevo crederci… mia moglie però, che di professione fa la psicologa, mi ha aiutato…

  1. 25 settembre 2014 alle 10:11 am
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: