Annunci
Home > libero contributo > Editoriale de Il Santo – Il Santo paga la multa e gli tolgono due punti alla patente!!!!

Editoriale de Il Santo – Il Santo paga la multa e gli tolgono due punti alla patente!!!!

23 ottobre 2014

La mannaia dei vigili urbani senesi è calata anche su Il Santo. Premetto che a norma di codice della strada il sottoscritto ha sbagliato e la multa è giusta. Quello che non va bene è il modo con cui lavorano ed operano i vigili urbani senesi. Vi spiego i fatti. Abitando nella zona di Camollia, molto spesso non si trova parcheggio, fra imbucati, permessi di contrada alcune volte sei costretto a parcheggiare fuori degli stalli segnati oppure come è successo a me nel posto dei disabili. Che per legge possono posteggiare anche i divieto di sosta se non intralciano il traffico. Quindi visto che paghiamo 30 euro al mese qualche volta i residenti sono costretti a “violare” la legge per posteggiare. Ripeto a norma di codice stradale il solerte vigile che mi ha multato di 84,00 euro scontati a 58,80 € se pagavo subito e con la decurtazione di 2 punti dalla patente ha fatto il proprio dovere, ci mancherebbe altro!

Credo però che i nostri solerti vigili dovrebbero usare un po’ di grano salis nello svolgimento del proprio lavoro. Se un vigile vede un malfattore come me che ha posteggiato nel parcheggio disabili, ma vede che ha il permesso residente con bollino pagato fino a dicembre dovrebbe attivare un paio di neuroni per capire che non è che il suddetto malfattore ha parcheggiato in quel luogo per fare dispetto, ma perché non vi era altra possibilità. Capire per qualcuno è complicato. Certo mi direte voi, hai sbagliato è giusto che tu paghi la multa! Vero allora il solerte vigile urbano, dovrebbe applicare la legge sempre e senza distinzioni. Nella stessa zona tutti i giorni in piazza Chigi molti frequentatori del rione, parcheggiano nel centro della Piazza di fronte ad una abitazione i loro motorini, creando molti problemi ai residenti e creando pericolo per chi viene da Campansi. Certe volte auto con permesso di Contrada parcheggiano in divieto di sosta, ma il solerte vigile chiude un occhio, frotte di motorini sono posteggiati ai due lati di via Camollia che all’inizio riporta il cartello DIVIETO di SOSTA da entrambi i lati. Oppure parlando di multe e regolamenti, non ho mai visto fare una multa a quelli stronzi che mettono il sacco della spazzatura in orari non consentiti.

Comunque la multa l’ho pagata almeno ho preso lo sconto del 30%. Quello che mi scoccia però sono i due punti alla patente, infatti da quando guido (26 anni!) avevo intonsa. E tutto questo per colpa di un sistema che non riesce a garantire la sosta anche a chi paga regolarmente il bollino ZTL… Prometto che ritornerò sull’argomento, eccome se lo farò!

Multa pagata!!!

Multa pagata!!!

Annunci
Categorie:libero contributo Tag:
  1. Dantès
    25 ottobre 2014 alle 12:03 am

    Caro Santo,
    lei era in stato di necessità, non ha violato niente se avendo pagato non ha trovato posto. Qui bisogna che i nostri consiglieri più vigili come il Falorni pongano il problema in Comune: chi paga ARU o ZTL ha diritto a un posto o no? O solo la possibilità di parcheggiare?
    Giusto problema motorini, giusto problema permessi contrade. Pare c he siano TRENTA per contrada, non è assurdo?
    I 10 per le cariche più elevate non bastano?
    I motorini ormai sono usati per tenere il posto. Uno va via con la macchina e quando torna mette per bene il motorino. In alcuni spazi cittadini ci sono i posti appositi e le macchine non possono starci MA non è viceversa!
    Si sa che a Siena la par condicio, ma è così! Il motorino va ovunque e parcheggia ovunque, l’auto no perché è del cattivo capitalista, del riccone!
    Mavvia compagni, un po’ di rispetto per l’intelligenza, oltreché per la democrazia (con la d minuscola, sia chiaro).

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: