Annunci
Home > libero contributo > La Rubrica di Jonathan Livingstone – Dedicato a…

La Rubrica di Jonathan Livingstone – Dedicato a…

30 ottobre 2014

Dedicato a

tutti quelli che pensano che

  • il gatto e la volpe lavorino bene
  • coloro che parlano di banca ci capiscono
  • il destino cinico e baro si accanisca su Siena
  • l’Europa ce l’ha con noi
  • la Banca d’Italia non tutela la Banca Mps
  • la causa di tutti i mali siano Mussari e Vigni
  • i vari esponenti politici parlino con cognizione di causa
  • chi più ne ha più ne metta

Riporto di seguito alcuni stralci dell’articolo a firma di Luigi Zingales (professore di “Entrepreneurship and Finance” all’università di Chicago) comparso a pag 28 sull’edizione del 30 ottobre de “Il sole 24 ore”.

“Negli ultimi giorni le pagine dei giornali sono state piene delle lamentele circa ipotetiche discriminazioni ai nostri danni nelle ipotesi sottostanti a questi scenari. Pur non capendo perché queste obbiezioni siano state sollevate soltanto dopo aver visto i risultati, preferisco ignorare questa parte del Comprehensive Assessment, e focalizzarmi sull’Asset Quality Review (AQR).”

“L’AQR compara i valori iscritti a bilancio a fine 2013 con i valori stimati secondo criteri condivisi a livello europeo. Siccome i valori iscritti a bilancio nel 2013 erano stati controllati dalle locali autorità di vigilanza, la differenza tra i valori contabili e quelli risultanti dall’analisi della Bce può essere usata come indicatore della qualità dei supervisori nazionali.”

“Il fenomeno non è ugualmente diffuso tra tutte le banche italiane analizzate. A fronte di una Unicredit in cui le attività sono sopravvalutate solo dello 0,2% e di una Banca Intesa con lo 0,3%, abbiamo un Monte Paschi con una sopravvalutazione del 3,2% (simile a quella della peggior banca greca) e una serie di Banche Popolari, con sopravvalutazioni tra l’1,3% e il 2,2%.”

“Si noti che tutte queste banche con gli attivi sopravvalutati hanno raccolto capitale durante il 2014, presentandosi quindi al mercato con valutazioni inflazionate. Se fossi uno dei risparmiatori che hanno sottoscritto questi aumenti di capitale cercherei il modo di far causa a Banca d’Italia per aver chiuso non soltanto un occhio, ma tutti e due, di fronte a queste sopravvalutazioni.”

“Altro che tutela costituzionale del risparmio, in Italia sono costituzionalmente protetti solo i banchieri, specie se politicamente affiliati. Gli stress test europei ci dicono che è ora di cambiare. Di questo siamo loro grati.”

Lascio ai lettori il piacere di leggere l’intero articolo.

The best is yet to come

Zingales sole 24 ore 30 ottobre 2014 (clicca e leggi)

1df6b-gabbiano2b1

Annunci
Categorie:libero contributo
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: