Annunci
Home > libero contributo > Editoriale de Il Santo – Don Brunetto vuole cambiare il passato, ma noi siamo qui a ricordaglielo!!!

Editoriale de Il Santo – Don Brunetto vuole cambiare il passato, ma noi siamo qui a ricordaglielo!!!

3 novembre 2014

Come sempre il nostro benamato Sindaco esterna su FACEBOOK, come se fosse un cittadino normale. Dobbiamo dargli atto della sua perseveranza. C’è da dire che questa volta si è veramente superato. Ecco cosa scrive sul suo profilo:

Sempre nel TG di LA7, si insiste sulla parodia di MPS come “banca rossa”, scordandosi della correita’ di Berlusconi (finanziato da MPS all’inizio del suo impero economico), che come rivelato dagli interrogatori di Mancini teneva bloccato il CDA di MPS senza il suo placet. Infine, qualcuno rammenti che il Mussari condannato era il “capo” dei banchieri italiani.

Il nostro Sindaco cerca di confondere le acque di un passato molto scomodo per Lui e per il suo partito. Partiamo dall’inizio degli anni 2000. Come tutti sapranno Pierluigi Piccini stava finendo il suo mandato di Sindaco, l’idea era quella di poter essere nominato Presidente della Fondazione MPS. Come ben saprete parte del partito era molto critica nei confronti di Piccini e con una legge ad personam fu messo in condizione di non essere nominato. Al suo posto fu nominato Giuseppe Mussari, uomo di punta del partito. Dopo il mandato di Presidente della Fondazione,nel 2006 fu nominato Presidente della Banca. Se provate leggere i cominciati stampa di quel periodo vedrete che sviolinate gli fecero i compagni di un tempo. Il legame tra politica e banca era definitivamente saldato con la nomina dell’avvocato calabrese basti pensare che dal 27 Febbraio 2002 il partito prima DS poi PD si è messo nelle casse 683.500,00 euro (clicca e leggi). Non vorrete mica farci credere che questi soldi li abbia dati perché voleva fare un’opera di bene? Soldi leciti per carità, ma che fanno pensare e che legano indissolubilmente il Mussari con il Partito, che oggi lo vuole scaricare. Del resto questo legame è confermato anche dagli interrogatori pubblicati di Gabriello Mancini (clicca e leggi) Quando comprò l’Antonveneta gli uomini di partito più influenti ne lodarono le capacità di banchiere con sviolinate che oggi sembrano veramente fuori luogo. I comunicati di Franco Ceccuzzi oggi sono veramente comici riletti dopo tutte le vicende del Monte dei Paschi e dei  suoi vecchi amici. Da non dimenticare come fu accolta la nomina del Calabrese a Presidente dell’A.B.I. dai giornali locali. Ecco alcuni titoli che il buon Franko Ceccuzzi postava sul suo blog. Vi avverto non si accede più alle pagine chissà come mai? 

Ceccuzzi: “Banca Mps con Antonveneta ha trovato la sua anima gemella”

Mps-Antonveneta: il capolavoro della banca senese

Mussari: “La Banca Mps gode di ottima salute

Un altro legame forte fra Banca, Fondazione e partito sono i consiglieri e i deputati nominati dalla politica. E’ inutile che il Sindaco si sbracci nel dire che dopo la nomina non c’è più nessun contatto a chi vuol far credere una panzana del genere? Certo qualche senese ci crederà ancora, anzi più di uno, vediamo anche qui di smontare il loro credo. Chi volesse leggere qualcosa di interessante gli suggerisco questo link Regolamento-finanziario-coordinamento siena in questo regolamento ci sono delle chicche veramente bellissime riguardo i doveri dei nominati nei vari enti. Eccone alcune tratte da un articolo di IMPEGNO PER SIENA:

Recita l’articolo 28: “Gli eletti e/o nominati presso enti pubblici e gli incaricati presso altri soggetti pubblici o privati, ai sensi dell’articolo 23 comma 2 dello statuto nazionale nonché dell’articolo 36 comma 8 dello statuto regionale, hanno il dovere di contribuire al finanziamento del partito, versando alla tesoreria una quota dell’indennità e degli emolumenti derivanti dalla carica ricoperta”. “Il mancato o incompleto versamento del contributo è causa di incandidabilità a qualsiasi altra carica o designazione da parte del PD”. Inoltre, ciò sarebbe “giusta causa per la sospensione del rilascio dell’adesione”, cioè della tessera del PD.

L’articolo 30 precisa che “tutti gli iscritti al PD chiamati a svolgere incarichi, dove sono previste indennità o gettoni di presenza, sono tenuti, prima dell’accettazione, a sottoscrivere un impegno teso a riconoscere e rispettare le norme” del Regolamento finanziario. L’articolo 31 puntualizza che “gli iscritti al Partito Democratico, o aderenti a gruppi del PD, eletti o nominati a cariche istituzionali, o nominati in enti, società e aziende, sono tenuti a versare un contributo, NON INFERIORE AL 30 PER CENTO della indennità di carica o dei gettoni di presenza, calcolato sul LORDO del percepito”.

Ecco più chiaro di così non si può, la domanda che mi sorge spontanea chissà se anche il Presidente attuale del Monte dei Paschi ha sottoscritto l’impegno a riconoscere e rispettare le norme? Sarebbe interessante saperlo. Quindi quelli che ho riportato sono documenti e fatti. In una parte il Sindaco a ragione, parte dell’opposizione era consapevole e dava man forte a Mussari uomo del Pd perché tornava utile, l’asse con Verdini è indubbio e i documenti parlano chiaro (clicca qui). La conclusione non può essere che un: il Monte dei Paschi era ed è una banca rossa i fatti lo dimostrano, purtroppo non è una parodia come dice Don Brunetto ma una tragedia a cui tutti assistiamo…

Annunci
  1. Jonathan livingstone
    3 novembre 2014 alle 4:19 pm

    Caro Santo
    Un pensierino: Il nostro sindaco cosa ne dice del famoso patto del nazareno? E poi visto che e’ ormai un prepensionato della banca dove ha lavorato in tutti questi anni, su Marte, su venere o dove ?
    The best si yet to come
    Jl

  2. Marco Falorni
    3 novembre 2014 alle 6:27 pm

    Bravo Santo!

  3. Silvia (quell'altra)
    3 novembre 2014 alle 6:39 pm

    se stesse zitto sarebbe assai meglio, ma parlando si infogna, bene, bene, continui così anche se le elezioni sono lontane (?). Con queste facce spudorate, il Neri rischia di portarci il Cenni il 7 al Tartarugone?

  1. 13 novembre 2014 alle 4:15 pm
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: