Federico Muzzi Il Santo - Foto

La Rubrica di Mara Morini – L’INDOMITO DON BRUNETTO

Indomito come sempre Don Brunetto. Di figuracce sembra non averne mai abbastanza.

Indomito da “non domabile”. Ed è davvero non ammaestrabile; dagli errori non impara, non impara proprio.

valentiniprincipeC’è da chiedersi se c’è o ci fa.

O crede che siano i cittadini a esserci?

Nel precedente intervento avevo espresso le mie, le comuni preoccupazioni, rispetto all’aggiudicazione dell’appalto del Santa Maria alla Scala non perché ci fossero delle indiscrezioni sulla dotazione o meno dei requisiti da parte della società provvisoriamente aggiudicataria, ma per le tempistiche con cui la procedura si era svolta.

Una sommetta non da poco quella necessaria per far fronte ai servizi del Complesso Museale, ma soprattutto un’attività da gestire di importanza rilevante se il Santa Maria alla Scala è considerato dall’amministrazione come un pupillo per lo sviluppo culturale e turistico della Città.

E’ possibile che per quello che viene considerato come il futuro luogo d’arte e di cultura senese per eccellenza si proceda in questi termini?

All’indomani dall’aggiudicazione provvisoria dei servizi alla Intrepido Servizi S.r.l., Don Brunetto ci assicurava che le attività del Complesso Museale sarebbero riprese immediatamente, fiducioso.

Poi qualche giorno dopo, sentiti i rumors poco ottimistici di giornali e opposizioni di una procedura un po’ troppo veloce, una sveltina diciamo, mette le mani avanti come al solito, affermando che qualora la aggiudicataria non avesse avuto, post controllo, i requisiti: no problem.

Ministra Madia, La invito a prendere l’esempio di semplificazione amministrativa attuato dal Comune di Siena come emblema dell’efficienza, dell’efficacia, della trasparenza e vicinanza ai cittadini e alle imprese, che di seguito mi accingo a illustrare per tappe e che nasce e si conclude in meno di 30 gg.

21.10.2014. Determina dirigenziale e avviso pubblico per la procedura di gara per l’affidamento dei servizi generali e di sorveglianza, biglietteria e portineria del Santa Maria della Scala. Appalto costruito sul massimo ribasso.

03.11.2014. Giorno di scadenza della presentazione delle domande per la partecipazione al bando per l’affidamento e giorno ultimo di proroga della gestione dei servizi del Santa Maria alla Scala al precedente affidatario il raggruppamento temporaneo Opera Laboratori Fiorentini, Cooperativa Itinera e Coop. Culture.

07-08.11.2014. Chiusura non programmata, così la definisce l’amministrazione comunale. Pertanto dovuta a eventi straordinari, non prevedibili, contingibili e urgenti.

11.11.2014. Aggiudicazione provvisoria dell’appalto alla Intrepido Servizi S.r.l. da sottoporre a controllo da parte degli organi competenti del possesso dei requisiti.

12-14.11.2014. La Intrepido Servizi S.r.l. incontra le associazioni sindacali per raggiungere un accordo sul mantenimento dei posti di lavoro e delle condizioni contrattuali dei lavoratori in virtù della mancanza di specifica indicazione all’interno del bando.

15.11.2014. La società raggiunge l’accordo con i sindacati: s’impegna a riassorbire tutti i lavoratori e a mantenere i medesimi trattamenti contrattuali, e ne rende pubbliche le intenzioni con un comunicato.

21.11.2014 ore 20.18. La Intrepido Servizi S.r.l. mediante posta certificata viene a conoscenza da parte dell’amministrazione comunale dell’avvio del procedimento di annullamento della aggiudicazione provvisoria dell’affidamento.

21.11.2014 ore 21.00. L’amministrazione comunale, prima ancora di visionare la documentazione integrativa appena richiesta ad Intrepido, comunica la riscontrata mancanza di uno dei requisiti professionali richiesti alla stessa ai fini della partecipazione alla gara: esperienza nella gestione dei servizi didattici.

24.11.2014 ore 10.00. Termine ultimo di presentazione della documentazione mancante comprovante il possesso del requisito da parte della Intrepido Servizi S.r.l. Tempistica decisamente short.

26.11.2014. L’appalto è affidato al secondo in graduatoria il raggruppamento Opera Laboratori Fiorentini, Cooperativa Itinera e Coop. Culture.

26.11.2014. La Intrepido Servizi S.r.l. interviene nuovamente tramite il suo amministratore unico precisando che hanno la competenza per decifrare i motivi di un simile modo di procedere, essendo anche parte in causa, né tanto meno contestare le ragioni formali che hanno indotto il Comune a ritenere che le esperienze professionali ed i titoli che Intrepido ha ereditato dalla lunga esperienza della Cooperativa Zelig non sufficienti allo svolgimento delle attività didattiche.

Saranno i legali della società a valutare la convenienza o meno di ricorrere contro una tale decisione in un appalto così breve, manifestando però “l’amarezza nel dover prendere atto che nella nostra città debbano essere solo le grandi imprese di dimensione nazionale ad avere degli spazi operativi, che facciano o meno i prezzi più convenienti, mentre alle altre non resti, purtroppo, che esporsi ai rischi, ai costi ed alla fatica di percorrere le vie legali”.

Mara Morini in allenamento… Non la fate arrabbiare!!!
Mara Morini in allenamento… Non la fate arrabbiare!!!

27.11.2014. Apre, come da programma, la mostra “Arte e letteratura in Toscana nel Novecento”…Forse…se non ci sarà un ritardo non programmato.

Ah che meraviglia! Che risposta netta, secca, alle lungaggini a cui eravamo abituati…

Che classe dirigente operosa, solerte, nuova, post rottamazione come vuole il ns giovane, giovanissimo Presidente del Consiglio, un’amministrazione del fare!

Una domanda però a Don Brunetto va fatta: “secondo Lei, è giusto che i cittadini senesi debbano pagare le conseguenze di una dirigente (Gare e Appalti e dintorni) che dall’inizio del Suo mandato ha dato manifesta prova di non essere proprio all’altezza della situazione? Sono stati calcolati danni (economici e d’immagine) derivanti dagli affidamenti saltati e/o dalle iniziative naufragate sotto la direzione di tale dirigenza? E’ normale che un dirigente come quello del Bilancio, dopo tutti disastri passati, sia sempre al suo posto? Il rottamatore, segretario del Partito e Presidente del Consiglio Matteo Renzi, sarebbe d’accordo con Lei Signor Sindaco?”

 Mara Morini

5 replies to “La Rubrica di Mara Morini – L’INDOMITO DON BRUNETTO

  1. devo conoscere questa Mara, è meglio di me! Brava, di questi dirigenti in effetti ne abbiamo già avute di prove di ‘competenza’, siamo i più conosciuto alla Corte dei Conti di Firenze dal 2006, da quando il dott. Vittorio Stelo cominciò a mettere sotto la sua lente di esperto il bilancio di Siena. Non uno è andato più bene, perché lo hanno sempre rabberciato, complimenti! Sarà per questo che nessuno lo ha più voluto lo Stelo?
    Neppure le minoranze? Gatta ci cova?

  2. Pare che ci siano delle irregolarità nei tempi utili a fornire chiarimenti comprovanti il possesso dei requisiti richiesti ed a questo proposito Intrepido starebbe per ricorrere al TAR. Se dovesse vincere il ricorso, chi pagherà tutte le spese legali, processuali e danni vari? Con quali soldi???

    1. Ma caro Mandrake chi vuoi che pagherà tutte le spese legali, processuali e danni vari se Intrepido vincesse il ricorso se non i cittadini con i loro soldi??? Perché non è stato così fino adesso?
      La Morini si chiede se l’Indomito Don Brunetto c’è o ci fa? Ma uno che fa una dichiarazione dove dice che “Va sottolineato, con grande soddisfazione, che abbiamo progressivamente recuperato il disavanzo sostanziale di 4 milioni di euro, azzerandolo totalmente con ulteriori risparmi, pari a 870 mila euro, concretizzatisi con questo assestamento”, secondo voi c’è o ci fa?
      Le strade di Siena sono devastate, lo storico livello di eccellenza dei servizi comunali (scuole e assistenza sociale) stanno diventando un ricordo, il 98% dei dipendenti comunali li ha tutti contro, ogni qualvolta che questa Amministrazione fa una gara produce un ricorso, i turisti sono divenuti merce rara, le vie non sono mai state così sporche di ogni schifezza, il 90% dei senesi ritengono che non capisce nulla, ecc… e con quella faccia che si ritrova dice di aver risparmiato?
      Capisco che il PD senese non voglia levarlo dai coglioni solo perché consapevole del rischio che correrebbe nell’andare al voto, ma tanto, più aspetta e peggio sarà….

  3. Concordo in pieno con il tono e il contenuto. L’unica cosa che mi permetto di segnalare è che qui e in altri blogger non viene quasi mai fatto cenno all’assenza drammatica dell’assessore alla Cultura, che mi risulta essere in buona salute, visto che ha il tempo di partecipare all’inaugurazione della Sala Confucio alla Scuola per Stranieri.

  4. no, Vedovelli è l’assente molto presente qui, leggi meglio! ad esempio perassenza a In Contrada, grande evento culturale (dice sindaco e Pallai)
    la poesia è andata molto bene (gli studneti ci sono è organizzazione ben congeniata), meno ieri Luzi, con cui hanno esagerato, est modus in rebus, dicevano i nostri antichi; Parronchi sarà stato anche un bell’intellettuale, ma era da biblioteca, non da SMS

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star