Annunci
Home > libero contributo > Editoriale de Il Santo – Addio 2014 anno HORRIBILIS per Siena…

Editoriale de Il Santo – Addio 2014 anno HORRIBILIS per Siena…

31 dicembre 2014

Siamo ormai giunti alla fine di questo 2014 anno HORRIBILIS per Siena e per le sue Istituzioni. Un anno che si conclude con amarezza per molti lavoratori senesi, basti pensare alla Siena Biotech o ai licenziati dell’Enoteca Italica. Tutti fallimenti del Sistema Siena, messo su dal partito unico, che ha distrutto in pochi anni quello che i nostri avi hanno costruito in secoli di storia. Eppure c’è qualcuno che fa finta di niente oppure che dice di non sapere. Mi riferisco al nostro amato Don Brunetto, che tutte le volte casca dal pero e con i suoi sorrisoni cambia discorso. Un 2014 che ci ha portato più tasse comunali, un anno in cui tutte le promesse di cambiamento non sono state mantenute, eppure alcuni senesi nel Valentini ci speravano, aveva avuto il coraggio di sfidare CECCUZIK e l’aveva spuntata, ma in Consiglio Comunale gli uomini e le donne del sempre eterno onorevole de noialtri sono la maggioranza e allora dovendo tirare fuori gli attributi, il buon Don Brunetto si è trasformato nel Don Abbondio di Manzoniana memoria e il cambiamento non c’è stato. Il lavoro a Siena manca, non ci sono strategie sul futuro, tranne quella di diventare una città SMART come dice il VICE-DON BRUNETTO Mancuso. Già ma oltre a installare le colonnette per la mobilità elettrica, può dirci se esistono allo studio progetti per dare lavoro a un po’ di senesi? A dire il vero qualcosa per alcuni senesi viene fatta, ecco qua un bel bando per la Promozione e divulgazione di iniziative culturali, turistiche e di intrattenimento (clicca e leggi). Vogliamo scommettere su chi si aggiudicherà questo appalto da 135.000,00 euro? Soldi che il Comune potrebbe risparmiare usando gli uffici di cui dispone e che hanno gente più che competente. Potrei continuare, ma non volendo tediare più di tanto chi si appresta a festeggiare la fine dell’anno, concludo invitando a non votare il sondaggio che il buon Strambi propone su La Nazione, per questi motivi:

  1. Le bischerate le lasci fare a noi blogger, mi riferisco ai sondaggi usciti su IL SANTO
  2. Si occupi di questioni serie così potremo smettere di sostituirci a chi ha studiato per fare il giornalista
  3. La metà delle persone che sono nel sondaggio non sono senesi, quindi non possono essere votati come Senesi dell’anno, la senesità è ben altro!

Ringrazio di cuore tutti i miei lettori, una in particolare: mia moglie.  Che con pazienza mi sopporta da 25 anni…

Auguri anche a tutti i collaboratori di questo blog: Jonathan Livingstone, Gianni, Francesco, Il Professor Mario Ascheri, Montepaschino Tranquillo e Mara Morini, senza di loro non sarebbe lo stesso…

Buon 2015 a tutti tranne come sempre ai nostri amministratori (che non se lo meritano!)

 

 

 

Annunci
Categorie:libero contributo
  1. Romolo Semplici
    31 dicembre 2014 alle 12:44 pm

    In nome della par condicio, aspetto al quale almeno io tengo tanto, ti invio quanto postato stamani sull’Eretico:
    “Purtroppo il livello dei media di Siena è questo. Dopo la carica dei 101 del Corriere di Siena, e lo spazio dato all’ottimo fantino Luigi Bruschelli, (ma per i comunicati di associazioni civiche Senesi che espongono gravi problemi della Comunità non c’è quasi mai spazio), ora arriva, o meglio ritorna, il senese dell’anno, forse per vendere qualche copia in più o alimentare la parte più deteriore e “gossippara” di questi attuali strani miei concittadini, sempre pronti a raccattare qualche benefit, o a “bere” calici di fiele senza incazzarsi mai, e vedere la loro Città distrutta e mortificata.
    La caratura di parte dei nominati per questo premio mi richiama la nomina effettuata nel 2001 dal Corriere di Siena: senese (sigh|) dell’anno Mussari con il voto plebiscitario di vari cittadini. Una cosa ridicola, che mi fa chiedere all’Eretico, sempre ben informato, se riuscisse a ritrovare tutti i nomi di quella “giuria”. Sarebbe interessante vedere chi ha dato quell’imbarazzante (per essere educati) giudizio, a distanza di ca. 15 anni e …. con almeno 20 miliardi spariti alla Comunità.
    Considerato il 2014 altro anno horribilis per Siena, sarebbe stato forse più giusto ripristinare il premio di Quelli di Montaperti (mi sembra il Cosimo dei Medici), che premiava il peggior senese dell’anno, ma forse c’era troppa scelta da fare o premiare plotoni di persone, anche tra quelli nominati dal quotidiano La Nazione.
    Speriamo che il 2015 possa essere veramente diverso e anno “0″ per la nuova Siena del futuro, finalmente tolta dalle mani dei partiti, dalle lobbies e dalle “bande di delinquenti” che l’hanno ridotta in questo stato.”
    Auguri a tutti.

  2. Maria Lupi
    31 dicembre 2014 alle 1:32 pm

    Forza, Santo, forza, sacrosante le tue reprimende alla Nazione, ma anche quelle del Semplici sono giustissime. BRAVI tutti i cittadini liberi!

  3. Marco
    31 dicembre 2014 alle 5:46 pm

    bravo Romolo, in una citta’ normale con persone normali certi personaggi sarebbero spariti dalla circolazione, avrebbero dovuto cambiare regione invece sono sempre li vedi tale bisi, e quelli peggiori vedi mussari vigni sarebbero rinchiusi a S. Spirito mentre invece

  4. Laura Sabatini
    31 dicembre 2014 alle 6:49 pm

    Ringrazio per gli auguri che ricambio di cuore!🍸💝Con la speranza di un 2015 che non assomigli affatto al 2014!🎇 Laura sabatini. Inviato da iPad

    >

  5. Francesco
    31 dicembre 2014 alle 9:15 pm

    Auguri a tutti e un abbraccio caro Federico e che l’anno nuovo porti via il lerciume sedimentato ovunque

  6. raffaele ascheri
    31 dicembre 2014 alle 11:34 pm

    Carissimo Santo,
    tanti cari auguri per il 2015!
    Ti lascio (come agli altri del Gabs) il fardello della mia settimana di assenza: mi raccomando, dateci sotto, e non poco…

    L’eretico

    • 1 gennaio 2015 alle 4:10 am

      Vai tranquillo

  7. Francesco
    1 gennaio 2015 alle 9:52 am

    Stamani leggevo questo http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/12/31/riforme-vota-balla-dellanno/1305834/ ed è pari pari l’insipienza di cui si parlava pochi post fa. Evidentemente a livello locale i renziani non vogliono sfigurare davanti al loro vate(r)

  8. Maria Lupi
    1 gennaio 2015 alle 1:16 pm

    la questione del voto ai Senesoni della Nazione l’avete giustamente scolpita: è molto più grave perché piena di significati di quanto si pensi. Il passato non passa, è sempre lì ad adduggiarci, altroché anno nuovo, chi cambia solo il numero dell’anno, ho tanta paura, non la sostanza delle cose. Stringiamoci, ma liberiamoci da tante bischerate che ci continuano a distrarre. I nemici di Siena non perdono tempo in chiacchiere, operano sempre. La stora del bando da 135mila euro chi l’ha discussa? Consiglieri comunali ci dite, per cortesia? Prof. Valentini Lei è d’accordo? Non risponderà come al solito? Non ci legge? Anche questo non è buon segno, per niente. Ma auguri ugualmente, forse Lei ne ha bisogno più di noi.

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: