Annunci
Home > libero contributo, politica senese, Vignetta > La Rubrica dei Disastri – Valentini sapeva eccome della crisi della Siena Biotech

La Rubrica dei Disastri – Valentini sapeva eccome della crisi della Siena Biotech

4 gennaio 2015

Non c’è niente da fare, Lui è così. Forse non ricorda, forse ha troppe cose da fare eppure tutte le volte viene sgamato in maniera netta… Nell’articolo qui sotto il nostro Don Brunetto affermava che Loro non sapevano niente del profondo rosso di SIENA BIOTECH. Ma la rete non dimentica e conserva. Sunto ha ripescato un articolo del 12 Maggio 2013 (clicca e leggi) 

Non resta che pensare che il nostro buon Sindaco abbia bisogno di fosforo… altrimenti…

Non ce la fa nemmeno il Grillo Parlante

Non ce la fa nemmeno il Grillo Parlante

Clicca e leggi

Annunci
  1. Maria Lupi
    4 gennaio 2015 alle 10:12 am

    ci sono responsabilità gravi sue, della Cenni e del Dallai. Se fossero responsabili avrebbero portato il problema a livello nazionale, in Parlamento, avrebbero chiesto l’intervento del CNR: sapranno che cosa è? Io ne dubito. So solo che la qualità dei nostri politici è infima. Ora abbiamo questo avvocato a dirigere il PD, peccato che abbia un bel passato in fondazione MPS dove ha assistito senza batter ciglio (come la mia simpatia di genere, l’anestesista della Vigni) alla sua distruzione. O sbaglio? Sono pronta chiedere scusa, sig. avv. Masi.

  2. il contadino
    4 gennaio 2015 alle 4:12 pm

    Il Dallai ci lavora, al CNR, cara Maria. Forse si è dimenticato cosa sia, o forse non l’ha mai saputo, in grazia al suo padre Romano, expreside di facoltà e influente personaggio dell’università senese.

  3. Maria Lupi
    4 gennaio 2015 alle 5:42 pm

    grazie dell’informazione, ma non mi sembra una scusante, se mi consente. Direi: ANZI!
    Mi pare che la Biotech sia rimasto problema regionale, di finanziamenti più che di programmi integrati a livello europeo o addirittura mondiale, dall’Istituto di sanità all’OMS. Temi di quel genere non si affrontano nelle sedi del PD e men che mai con l’assistenzialismo di partito. I nostri valenti onorevoli da quel che ho letto nei blog e nel cittadinoonline, mie uniche fonti informative salvo quando sono a Siena per vacanze ecc. non mi risulta abbiano saputo impostare nella sua scala quei problema sanitari. Che, mi consenta, è anche più grande della Novartis, o di quella vaccini di sicuro. Non per niente il mago della Novartis non mi sembra si sia pronunciato. O sbaglio di nuovo? Il Prof. Neri ha i figli che lavorano nel settore e si è pronunciato come si doveva, se ben ricordo. Non ho visto contestazioni dai politici suddetti sempre pronti a comunicare che si sono occupati della Siena-Grosseto o di altre ovvietà del genere. Riflettono la cultura politica locale, why not contadino mo?

  4. Multipass
    5 gennaio 2015 alle 2:47 pm

    Morale, tutti sono responsabili e nessuno lo è…..forse come Ulisse con Polifemo….peccato che questa volta non c’è solo Polifemo semplice gigante della fantasia omerica, ma una popolazione locale e nazionale. Perché SB è solo un granello di sabbia di una spiaggia che si chiama MPS/Italia!!! Lo so questo è un semplice sito come un piccolo bar, dove tutti danno un’ opinione personale che conta per il tempo che viene letto poi….”domani è un altro giorno”…….ma se diventasse l’ ultimo in cui si può far qualcosa per il futuro dei figli/nipoti ?!?!?!?!!?

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: