Federico Muzzi Il Santo - Foto

Editoriale de IL SANTO – Per ora solo i ricchi ricaricano le auto… Senza spendere un centesimo!!!

In questo giorno di Pasquetta quando il lavoro purtroppo langue sono tirato ancora una volta per la giacchetta. Le famose colonnette elettriche per ora sono appannaggio di chi si può permettere una macchina elettrica. Perché badate bene anche la più piccola è assai costosa e una famiglia di questi tempi non se la può permettere, anche perchè fuori città non è utilizzabile. C’è però un’auto che anche fuori città può essere utilizzata senza problemi ed è la TESLA un’auto bellissima sviluppata in america, ma alla portata di pochi. Infatti i prezzi vanno da 70.000,00 euro a 104.000,00 euro circa (clicca e leggi). Il modello che l’altro giorno stava in ricarica in Piazza della Posta è quello da circa 85.000,00 euro. Una macchina bellissima e futuristica, con allestimenti di pregio 502 Km di autonomia e 225 Km/h di velocità massima. (clicca e leggi)

Come ho sempre detto mi affascina la mobilità elettrica, ma non posso permettermela. La domanda quando ho visto l’auto nella foto sottostante in ricarica sono state le seguenti:

  1. Possibile, che non paghi niente per la ricarica, uno che si può permettere un’auto del genere? Anche se fossero solo 10 centesimi credo sia giusto che contribuisca.
  2. Per quale motivo se io sono residente nel centro storico anche se ho la macchina elettrica devo pagare il bollino e chi viene da fuori si ricarica l’auto gratis (l’auto era svizzera) e non paga una beata mazza?

Quindi ora è accertato che con la connivenza dell’amministrazione comunale i ricconi non pagano e i miserabili vengono tartassati… Cambierei il motto su porta Camollia in “IO SO IO VOI UN SIETE UN CAZZO!”

 

tesla

17 replies to “Editoriale de IL SANTO – Per ora solo i ricchi ricaricano le auto… Senza spendere un centesimo!!!

  1. E’ Pasquetta per cui si può anche “cazzeggiare”, ma un’auto Ibrida come le Toyota te la danno a 150€ al mese e le rendi quando vuoi, comunque costa dai 15 ai 17.000€ se poi bisogna parlà male delle colonnine va bene ma non vorrei dar ragione a Elio Fanali (questo No, quest’altro No quell’altro No ancora ma proposte fattibili???
    Buona Pasqua.

    1. A parte il cazzeggio… Prima di tutto non ho parlato male delle colonnette ci mancherebbe altro non vorrei che mi denunciassero (diffamazione alla colonnetta)!!! Poi caro Simpatico le Toyota ibride non hanno bisogno di ricarica, perché si ricaricano quando vai a benzina e non hanno nemmeno la presa di corrente… IO parlavo di ELETTRICO totale come la tesla…Elio per certi versi ha ragione, te questa volta l’hai fatta fuori dal vasino… Ciao SIMPATICONE!!!http://www.toyota.it/innovazione-hybrid/faq.json

    2. A proposito il Comune di Siena non ha previsto un bollino particolare per le auto IBRIDE che sono poco inquinanti, si paga come se fossero a benzina…

  2. Ma le auto le vogliono far fuori rendendo impossibile il parcheggio in ZTL, l’avete capito sì o no? I vigili più zelanti lo dichiarano apertamente, solo i ragazzi del Valentini sono più prudenti con i cittadini, ma la volontà è quella. Tutti in bicicletta o ospiti degli stranieri ricchi come lo svizzero.
    I consiglieri comunali il problema non l’hanno ancora colto, forse abitano tutti extra moenia, ma i miei parenti sono furiosi e pensano a una raccolta di firme. La tre giorni gastronomica ha dato il colpo di grazia rendendo persino impossibile passare da via Duprè al mercato. Si doveva entrare da Romana senza sicurezza di trovare posto. Anzi, con la quasi certezza opposta. E chi ha un garage che faceva? Inquinava e basta, alla faccia della SMART city ma non faceva notizia.
    La città che ha sopportato la vergogna del MPS può sopportare questo e altro, consolati, amico mio.

  3. Mi chiedo, allo svizzero quanto sarebbe fregato di pagare un paio di euro se l’energia della colonnetta fosse stata a pagamento? Credo “zero”. Ringraziamo chi ha messo a disposizione il servizio a un “cattivo” che probabilmente ha lasciato qualche centinaio di euro nei negozi. Se non ci fosse stata non avrebbe avuto alternative, saltare Siena e tirare dritto.

    1. Si intanto i senesi che non arrivano a fine mese pagano 30 € al mese di bollino ztl e i soldi spesi dallo svizzero vanno nelle casse dei franchising perché per i senesi non hanno più i negozi.

  4. Un po’ di ‘curtura’ per Bacco!

    La scritta sulla porta ha da essere in latino:

    “Ego sum qui sum, vos estis ne mentula quidem.”

    o qualcosa di simile…

  5. Vengo da Empoli, per la precisione dal centro storico di Empoli.Mi dispiace dirlo ma la vostra città è preda d una voglia d aiutare chiunque viene da fuori a discapito dei cittadini. Io però sono arrabbiata ho lasciato soldi alla vostra città in ristorante gelato qualche acquisto nel corso centrale. Ho però trovato una multa che non pagherò, per aver lasciato le ruote anteriori della mia auto fuori dal riquadro bianco per 20-30 cm.a che siamo pazzi?

    1. Martina, purtroppo non sei la sola; io un quarantino per aver posteggiato una ruota del ciclomotore fuori x 20 centimetri dalla linea bianca lungo un muro in via Esterna di Fontebranda….chissà quanto dava noia all’incipiente traffico

  6. …. ti rispondo io Martina, qualche senese ti sta per dire “intanto i senesi che rispettano le strisce .. e non arrivano a fine mese? ” A Siena ci devi andare, per forza, ma puoi arrivare ai limiti della città. E a piedi. Poi devi lasciare un obolo, sopra la decina di euro. Già che ci sei lascia il pizzo all’università, all’ospedale ed al Pd. Poi fai altri cento metri, andando via, ovviamente, e lascia un altro “omaggio”, alle contrade. Poi allontanati ancora, camminando all’indietro, finché non vedi più le mura. Poi corri finché puoi, e ringrazia Dio se ti Hanno lasciato la pelle. Come hai osato!?

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star