Annunci
Home > rassegna stampa, rassegna video, università > Rassegna Stampa – Oggi Sono Mario Ascheri!!! Baldassarri fa scena muta… Guggiari s’indigna! Ma prima dov’era?

Rassegna Stampa – Oggi Sono Mario Ascheri!!! Baldassarri fa scena muta… Guggiari s’indigna! Ma prima dov’era?

10 aprile 2015

Ecco cosa scrive il Professor Mario Ascheri sul suo profilo facebook, esprimo qui la mia solidarietà verso una persona che si è sempre battuta per la libertà di pensiero e non nascondiamoci ha avuto molti problemi anche a Siena.

Mi segnalano che sono comparso nella lista di “Radio Islam” sotto la voce “Lista degli ebrei influenti in Italia” in qualità di “Amici del sionismo israeliano”. Anni fa ero comparso in un sito al primo posto, laddove si invitava a sopprimere i pericoli professori filo-israeliani.
Non so se devo questo onore al cognome, che è in realtà ebraico ma anche germanico (longobardo di sicuro) e turco! E’ documentato come nome nelle carte di Cluny del secolo X! Di religione sono cattolico da molte generazioni di sicuro; avrò preso posizione in qualche occasione per la libertà di pensiero e di religione: oggi basta questo per essere in pericolo!
Mala tempora. difendiamoci, amici, diffidiamo dei buonismo irrazionale troppo radicato in questa Europa in crisi: è in realtà una resa vile e irresponsabile. Difendiamo la libertà senza limitazioni, che non è un valore acquisito per sempre, una tantum: e soprattutto ricordiamoci della nostra, che è condizione per la libertà di tanti altri che oggi non ne hanno la cultura.

 

Per la libertà di stampa (e di satira), con 3 Ps

Inchiesta sull’autoriciclaggio, Baldassarri non risponde al Pm

Guggiari (CGIL) su Mps e Siena Biotech: “Dov’è la comunità locale?”

INTERROGAZIONE sulla situazione attuale dei permessi di accesso alla Z…

Siena: Conferenze Cateriniane

BLOCK NOTES: SIENA BIOTECH E MPS, SEGNALI DI FUMO

PD IN ATTESA DI UNA DONNA ‘MONACIANA’

 Piero Ricci fuori. Azione di responsabilità?

Annunci
  1. raffaele ascheri
    10 aprile 2015 alle 12:01 pm

    “Porcaccia miseria”, direbbe (avrà detto) l’augusto padre, al momento della conoscenza della black list: un aprile intenso, in famiglia.
    Speriamo bene, in tutti i sensi: il suo sogno è sempre stato quello di potere votare per una sinistra decente, quindi a regola dovrebbe campare almeno – sottolineo almeno – altri trent’anni!

    L’eretico

  2. Mario Ascheri
    10 aprile 2015 alle 8:04 pm

    Grazie al Santo e a Raffaele, responsabile del ritardo con cui ti ringrazio della solidarietà, caro Federico!
    Mi ha tenuto bloccato in tribunale il suo processo, udienza conclusiva, nel processo intentatogli dall’arciv. e da mgr Acampa. Non è questa la sede per una cronaca, che sui giornali -sono sicuro?- non leggeremo. Fosse stato condannato, invece? Siena cambia? Poco, pochissimo, niente? Raffaele perciò ha ragione a dire che ci vorranno 30 anni per avere una sinistra presentabile? Ne parliamo anche di questo in altra sede.
    Per ora appuntamento alla conclusione del processo: prossimo venerdì ore 9.
    Buon week end e seguitemi su Facebook, sono in un momento di grafomania pericolosa…(per me).

  3. Marco Sbarra
    11 aprile 2015 alle 9:31 am

    Caro Professor Mario Ascheri, nell’esprimerle tutta la mia stima e vicinanza, desidero dar sfogo al mio sdegno per la vile e oltraggiosa schedatura di cui è stato vittima.
    Io sono cattolico, ma mi sento anche ebreo per le radici che legano indissolubilmente il Cristianesimo alla religione di Gesù e Maria.
    E sono pure fieramente filo-israeliano. Israele è parte integrante della grandiosa civiltà occidentale, è l’unico stato democratico del Medio Oriente, ed è perennemente accerchiato e minacciato dai nemici arabi e musulmani, che hanno come massima aspirazione, codificata, di distruggerlo, così come auspicato, Professore, anche dai suoi infami accusatori.
    All’altro Insegnante di Famiglia, che combatte la buona battaglia per la verità e la giustizia in quel di Siena, mi permetto di dire che sperare che la sinistra nostrana possa evolvere verso una compiuta democrazia, rispettosa delle diversità di opinioni e di idee credo che rimarrà un mero auspicio, seppur encomiabile.
    I vecchi e nuovi compagni, di partito e della casta intellettuale, sono sempre stati maestri nello stilare manifesti e liste di proscrizione contro coloro che non volevano farsi asservire, così come sono i primi della classe nel cercare di demolire le fondamenta della nostra civiltà, anche a costo di favorire la penetrazione di coloro, come i musulmani più coerenti, che hanno come obiettivo la conquista – dichiarata – dell’Occidente e di Roma in particolare, così come secoli e secoli di storia ci hanno insegnato, per imporre con la forza delle spade la loro religione, la loro cultura, che non sono per niente pacifiche – il corano docet – come surrettiziamente si vuol far credere.
    Ma veramente i soloni della sinistra ritengono la civiltà islamica degna di ammirazione e rispettosa dei diritti umani, in particolare di quelli delle donne?
    Caro Professore, sicuramente le arriveranno attestati di solidarietà da parte degli uomini del Pd di Siena, vecchi e nuovi, ma Lei sa meglio di me che saranno solo di facciata. Loro preferiscono aiutare, in nome di un multiculturalismo cieco e autodistruttivo, il proselitismo islamista finanziando con centinaia di migliaia di euro la costruzione della moschea di Colle Val d’Elsa.
    Quos Deus vult perdere, dementat prius…

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: