Annunci
Home > libero contributo > Libero Contributo – Mancavano solo i Sindacati della Banca MPS a completare la schiera dei novelli critici di Fondazione MPS e Comune di Siena

Libero Contributo – Mancavano solo i Sindacati della Banca MPS a completare la schiera dei novelli critici di Fondazione MPS e Comune di Siena

3 dicembre 2016

RICEVO E PUBBLICO anche se questi comunicati non sono firmati ne da un Presidente o un segretario…

Ovvia, ora il “coro” è al completo. Per certi versi dovrebbe farci piacere vedere oggi tutti allinearsi alle nostre storiche posizioni.

Mancavano solo i Sindacati della Banca MPS a completare la schiera dei novelli critici di Fondazione MPS e Comune di Siena.

Dopo anni di silenzi, se non vere e proprie connivenze, sulle cause e gli attori del disastro di Siena, su quella da qualcuno definita “banda di delinquenti”, oggi in modo tardivo, furbesco e quindi assolutamente non credibile o accettabile, in tanti tenterebbero di smarcarsi dalle loro responsabilità del passato e riacquistare una faccia e una verginità tecnica e politica irrimediabilmente perduta.

DA IL CITTADINO ON LINE - ROMOLO SEMPLICI PIETRASERENA

DA IL CITTADINO ON LINE – ROMOLO SEMPLICI PIETRASERENA

Dove era la maggior parte di questi signori quando venivano messe in atto scelte scellerate come ad esempio l’acquisizione Antonveneta, acclamata da tutti ad eccezione di pochi Cittadini di Siena, e sulla quale la Fondazione MPS poteva avere diritto di veto?

Dove era quando venivano decisi, e approvati anche dalla Fondazione MPS, non da noi, aumenti di capitale “monstre”, inutili e dannosi per i dipendenti e i piccoli azionisti, ma funzionali per le elezioni dei vari Sindaci PD?

Dove era quando venivano portati, e approvati anche dalla Fondazione MPS, non da noi, bilanci della Banca MPS costruiti con utili “finti”, e oggi sotto la lente della Magistratura per ipotesi di falso in bilancio, ostacolo all’autorità di vigilanza e falso in prospetto per fatti commessi dal 2008 al 2012?

Dove era quando la Fondazione MPS, dilapidando il patrimonio, compresi gli utili “finti” ricevuti dalla Banca MPS, per fini politici e di consenso elettorale, ha proceduto in censurabili abusi al proprio Statuto, da noi denunciati pubblicamente, ma inutilmente, ai vari Organi Istituzionali?

Dove era quando venivano presentati documenti o Mozioni in Consiglio Comunale per il totale azzeramento di questa Fondazione MPS, ora sovradimensionata, costosa e simbolo di fallimento e “mala gestio”, e la creazione di una nuova, più snella e legata al territorio?

L’elenco di queste cose potrebbe essere lunghissimo, ma ci fermiamo qui.

Volevamo solo dimostrare come ora siano inaccettabili questi comportamenti “gattopardeschi” o da “ladri di Pisa”, quando fino ad oggi, a parte le prese di posizione nostre e di pochi altri, ci sono stati solo silenzi, o connivenze, tutti facilmente dimostrabili da una memoria storica ricostruibile con atti e documenti pubblici, tanti dei quali reperibili anche nel nostro sito.

Invitiamo quindi i vari media, giornali. Radio, TV o altro, ad organizzare una tavola rotonda sul tema Fondazione MPS, dove, dopo aver fatto un rapido confronto sul passato per la necessaria chiarezza su verità e responsabilità dei disastri accaduti, si pensi finalmente a dare uno slancio corale per il futuro del nostro Ente e della nostra Città.

Diamo fin da subito la nostra disponibilità a partecipare, con chiunque e dovunque.

Annunci
Categorie:libero contributo
  1. Marco
    3 dicembre 2016 alle 8:23 pm

    Santo hai ragionissima. I sindacati di Bmps hanno sempre fatto pappa e ciccia sia con il vigni sia con il mussari. I sindacati sono sempre stati compiacenti specialmente la Cgil lo sanno tutti ma tutti fanno finta di niente. Qualcuno ha fatto anche carriera in quanto da sindacalista e’ passato capo del personale della leasing e factoring poi direttore operativo a firenze insomma un vero pezzo grosso cgiellino. Bravo solo a prendere con la compiacenza dei potenti che tanti danni hanno creato a questa comunita’. E’ così caro Santo

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: