Editoriale de IL SANTO – L’amministrazione Comunale blocca la visione dei blog, a quando la deportazione?

Cari amici. Siamo nel 2013, ma non sembra. Da notizie e riscontri effettuati sui computers del Comune di Siena, anche IL SANTO è entrato nella black list dei blog da censurare. Al pari di FRATELLO ILLUMINATO, dell’ERETICO e de IL GAVINONE anche io sono stato sottoposto a censura. Il genio di questa trovata non so chi è, ma egli è pari con gli esecutori del Regime Comunista Cinese o di quello NORD COREANO, passando per Cuba. In Italia mi risulta esserci la DEMOCRAZIA, dove ogni cittadino è libero di esprimere le proprie opinioni con qualunque mezzo. Se poi l’opinione offende qualcuno si può far intervenire chi di dovere. Censurare dei blog è altamente illiberale, appunto da REGIME. Il genio che ha pensato questo è altamente stupido, anche perchè ormai anche con il telefonino, con il tablet in ogni posto anche sotto l’ombrellone si può accedere ad internet. Quindi cari amici, che lavorate in quei posti dove i server non vi permettono l’accesso alle notizie che cercate, fatelo da casa, dal telefonino e leggete, informatevi e fatevi un’idea se questa è DEMOCRAZIA o REGIME. Ora dopo la censura il passo successivo è la deportazione, forse stanno pensando a dei treni speciali per i blogger, comunque vi avverto venite in parecchi!!! Non ci prenderete senza la nostra tastiera!!! A parte le battute, voglio dare una notizia al censore senese, il PRESIDENTE degli STATI UNITI molte volte fa aprire le conferenze stampa ai blogger, perchè ormai hanno più credibilità della carta stampata… Saluti e speriamo che un virus vi infesti tutti i server!!!

10 Replies to “Editoriale de IL SANTO – L’amministrazione Comunale blocca la visione dei blog, a quando la deportazione?”

  1. Divertentissimo post, se non ci fosse da piangere, di come certi apparati pensano ancora di poter controllare “le masse”. Davvero goffi e isterici, questi tentativi d’impedire alle persone d’informarsi.

    Ps. Una volta trovandomi ad un pranzo di lavoro con due simpaticissimi amici, uno di Pisa e l’altro di Livorno, assistetti a questo siparietto. C’era quello di Livorno che prendeva in giro, leggendo il Vernacoliere, Pisa, e quindi il pisano disse:”le parole le porta via il vento e le biciclette i livornesi”.
    Il livornese rispose:”no! le biciclette vanno, le parole rimangono”.
    Un abbraccio Fede.

  2. non è farina del mio sacco, ma mi piace parecchio!!
    ” solo coloro che sono abbastanza folli da pensare di cambiare il mondo possono cambiarlo davvero!”
    “sogna il silenzio, ma vivi ad alta voce!”
    Fede te lo sai che ci sono e che ormai non mollo!!!
    Gianni

  3. Due cose sono infinite: l’Universo e la stupidità umana. Ma sull’Universo ho ancora dei dubbi.
    Albert Einstein

  4. che onore, caro Fede, a essere oscurati! Come in Cina, India e in tanti altri Paesi a democrazia limitata…
    Siete dei miti….proponiamovi per il Mangia dell’anno prossimo se…Siena si libera dai PD!
    Ma con alcuni troppi puri e-o furbi non sarà possible, c’è da temere.
    Ringraziemo il buon Tucci, la ottima Vigni, i ragazzi indipendenti e rivoluzionari di Beppe Grillo della vittoria del Valentrini-PD? Ebbene, penso proprio di sì, ma alle 16 di lunedì sentiamoci.
    Che pena, amici miei. Io chiuderei il blog, caro Fede’, Siena non meriterà altro; ma sia chiaro: quelli sono i responsabili. Valetini e i suoi hanno fatto il loro dovere:: salvare il PD.
    Ma noi? C’era una maggioranza anti-PD e LORO l’hanno rovinata e dispersa. Vergogna. Vergogna.

  5. Caro Santo

    tutta la mia solidarietà.

    Tanto tempo fa qualcuno che portava un paio di baffetti pensava di poter dominare il mondo, iniziando da una piccola isola. Il primo ministro di questa Isola pronunciò queste parole all’indirizzo dell’uomo con i baffetti: “Noi non cederemo nè mancheremo allo scopo. Andremo fino in fondo, combatteremo in Francia, combatteremo sui mari e sugli oceani, combatteremo con fiducia crescente e forza crescente nell’aria, difenderemo la nostra isola, costi quel che costi, combatteremo sui punti di sbarco delle spiagge, combatteremo nei campi e per le strade, combatteremo sulle colline, non ci arrenderemo mai.” Come è andata a finire lo sappiamo tutti.

    The best is yet to come.

    jonathan livingstone

  6. Non mi stupisco di niente, ma sono stupidi, e’ come cercare di fermare il vento…
    E poi magari qualche hacker s’incazza….

  7. Avendo lavorato nell’Ente, non mi scompongo di un millimetro.
    Vi racconto un episodio un episodio significativo che puo’ dare una spiegazione al regime senese/cinese.
    L’attuale dirigente e/o responsabile del CED del Comune entro’ in Polizia Municipale insieme a me, con lo stesso concorso; egli diceva a tutti di appartenere a Forza Italia…. Naturalmente le “coatte” promesse di carriera ad un senesone come lui della contrada dell’onda furono enormi, qualora si fosse convertito al regime….Naturalmente, mosso dagli stessi alti valori morali di tanti senesi, con la Giunta Cenni divento’ ….portavoce del Sindaco….ma in molti ci chiedevamo quale fosse davvero il suo lavoro quotidiano….Un giorno, un messaggio di Maurizio Cenni erroneamente inviato ad una collega del Comune invece che all’interessato, la quale per un fortuito caso lavorava nel mio settore, ci chiari’ il terribile dubbio. Ecco il contenuto: ” ….dove siete a fare danno, vi rompo le zampette….”. Visto con i miei occhi. Sara’ stato lui ad oscurare i blog…? O ad eseguire pedissequamente l’ordine…?

  8. ….L’altro destinatario del sms era un’altra persona di enorme cultura giuridico amministrativa, comunista, con la terza media…..il quale infatti e’ attualmente assessorone, mi dicono, al Comune di Sovicille. Questo e’ cio’ di cui disponiamo…..

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: