Annunci
Home > comunicazione, libero contributo > La Rubrica di Gianni – CAMBIARE SCHEMA E’ FONDAMENTALE…

La Rubrica di Gianni – CAMBIARE SCHEMA E’ FONDAMENTALE…

2 agosto 2014

Bentrovati cari lettori. Le vacanze sono terminate e si torna a scrivere. Avranno pazienza i lettori più accaniti. In questi giorni di carne al fuoco ce né molta ma pian piano la cucineremo. Si parlerà delle nuove (?) nomine di Don Brunetto, della FONDAZIONE MPS,  della cooperativa ZELIG, di quei simpaticoni della MARTINELLA e anche di qualche giornalista che ha cuccato (lecitamente) dei bei soldini dal Comune… Abbiate pazienza quindi, intanto leggetevi questa bella lettera  di GIANNI, che non si vergogna a firmarla… BUONA LETTURA

 

LETTERA APERTA AL SINDACO DI SIENA

Egregio Sig. Sindaco

Non so se le invierò questa mia direttamente, o sul suo profilo FB, o lascerò che qualcuno dei suoi amici fiesbukkiani la condivida con Lei…vedrò al momento, sperando che la possa leggere.

Ho ritenuto opportuno scriverle questi pochi pensieri perché ormai sono abituato a scrivere ciò che penso, e firmare le mie idee, poi perché la nostra conoscenza limitata a poche battute sul noto social e al buongiorno scambiato incrociandosi a prendere un caffè, e soprattutto perché Lei è Sindaco della mia città, in cui son nato e cresciuto, nella quale svolgo la mia attività e nella quale Lei ha detto di voler essere il sindaco di tutti.

L’arrivo di un uomo nuovo che avrebbe preso in mano le redini di un cavallo impazzito, della MIA città allo sfacelo, ha suscitato in me un notevole interesse, anche se il mio credo politico è diverso dal suo, ma poteva questo essere un buon motivo per ricredersi e ben sperare.

E’ stato dunque naturale seguirla anche nel luogo dove tutti appaiono e dove voi amministratori pubblicate ancor prima di quello che riescono a fare i mass media…Lei poi è davvero infaticabile e non lesina affatto nell’esser presente, anche se…avere un profilo pubblico ed uno privato in certi casi presta il fianco a meno critiche…

Risultava estremamente interessante osservare i plausi e le critiche ( meno amate da Lei…che sembra gongolarsi molto di più dei “likes” ricevuti…), ed anche chi si operava in questo, ed ho ben sperato che davvero fosse quel “sindaco di tutti” di cui spesso aveva parlato, tenendo conto che quanto le arrivava da amici e non amici, popolani 24 ore al giorno, erano suggerimenti fondamentali nella quotidianità di una città distrutta…

Questo finché ho potuto, visto che ad un certo punto son stato silenziosamente tagliato fuori dalle sue cerchia, da Lei, o chi per Lei, come diverse altre persone che risultano essere un po’ fuori del coro…

La rassicuro che non è stata una pugnalata al cuore, tantomeno ho perduto il sonno, visto che alla fine ognuno di noi ha quei tre, quattro AMICI VERI, quelli che “ci saranno sempre a coprire le spalle”, ma dato che non mi fermo mai alle apparenze, qualche domanda me la son fatta e mi sono pure dato qualche risposta…

Osservando bene dall’esterno Lei e la sua amministrazione, sembrate arroccati su una torre d’avorio dalla quale non scendete…arroccato e, mi consenta di pensarlo fino a prova contraria, anche assalito da quei compagni d’arme che poi dietro le tramano fitto…quelle Eva Kant di un Diabolik mai scomparso, oscuro manovratore dall’occulto…

Peccato perché forse ….liberandosene….

Sa…. la libertà non ha prezzo…!

Poco risponde su quei social, anche se magari ci pubblica la marca dei fazzolettini usati e ci fa eruditi su quanto presenzia di qua e di là…poco… a meno che non creda di trovarsi dalla parte della verità…cosa che le riesce facile…

Tantomeno risponde a lettere dirette, ufficiali e protocollate che riguardano la res publica… e il publicum impendium….

“ Ma chi ce la fa venire?!” potrebbe obbiettarmi, no?!

Il fatto è che Lei è il sindaco della MIA città, dove ho la mia attività, nella quale pago fior di tasse con le quali Lei e la sua amministrazione pagate tante cosine…e un sindaco di tutti verrebbe da dire che non fa così…

Lei e la sua amministrazione escludete i “disamici” non tenendo conto che forse da questi più che dagli amici potreste trarre il meglio per un buon operare…

Questo, mi permetta, denota, tra l’altro, una scarsa strategia ed una grande arrogante superbia…

Denota anche che, per esempio, il testo sacro di grandi amministratori, manager, capi di stato e grandi condottieri di qualunque epoca non è stata e non è tra le sue fonti di ispirazione, perché “L’Arte della Guerra” di Sun Tzu è forse il più straordinario testo di strategia politica, economica e sociale della storia.

Non si intravedono stratagemmi se non nel creare dissenso…del peggiore tipo però!! Mentre il dissenso da premio è quello che si ottiene con larghe ricompense elargite a tutti quelli che hanno cessato di servire il loro legittimo padrone e sono passati alla nostra parte sia per combattere con noi sia per renderci altri servigi non meno essenziali.

Sinceramente non state operando nulla affinché i disamici divengano amici e non riesco a condividere quello che state facendo…

Lei e la sua amministrazione continuamente ci sciorinate eccellenze nella sanità senese, nel campo dei trasporti, nella salvaguardia della banca cittadina, nello sport, nella cultura….e potrei continuare…

Ma non ci fate mai sentire, mi permetta, la vostra solenne incazzatura visto che il reparto di nefrologia         ( per dirne una…anche se non dipende da Lei, ma Lei ne parla, pubblica e loda…) così tanto decantato ha carenze allucinanti e CI è costato qualche milioncino di euro, stessa cosa dicasi per il DEA del quale sarebbe bene informarsi da chi ci lavora….

Magari ai suoi cittadini questo farebbe piacere…

Non ci dite neppure che le scuole di specializzazione con estrema probabilità se ne andranno a Firenze, quando le dissi in un post che Rossi aveva grandi progetti per siena, mi rispose che non si trattano argomenti del genere su faccialibro!! Anche queste ci state facendo perdere!!!

Lei e la Sua amministrazione, organizzate una sport week, dove nessuno ha controllato ciò che veniva fatto, rasentando addirittura in un caso una segnalazione per istigazione al porto d’arma impropria. Io queste cose gliele ho scritte e protocollate, badi bene, ma ben si è guardato di rispondere, né a me, tantomeno alla cittadinanza!!

Lei e la sua amministrazione organizzate una festa del cioccolato fatta per i senesi viste le presenze…ma….farsi un giro a Perugia no?!

Lei e la Sua amministrazione patrocinate un “pic nic summer festival” con serata inaugurale fantastica: inni alla droga, anticlericalismo e compendio di bestemmione senza che nessuno controlli, blocchi e magari si dimetta pure!!

A volte basta un segnale, per vedere gli avversari ( badi bene non ho detto nemici!!) divenire alleati…a volte basta rendere pubblico che vorreste fosse ritirato di corsa il mangia d’oro ad un certo individuo…

Questo la gente vuole….

E’ quasi incredibile!!

Lei e la sua amministrazione continuate a darci esempi di come comportarsi per esporsi a continue critiche, cosa non facile neppure per uno che ci si impegni a giornata intera!!

Ma del resto è comprensibile che il difficile sia il “cosa fare”, perché il “come fare” possono impararlo tutti…

Vede, oltre ad essere molto orgoglioso di essere SENESE, lo sono altrettanto per aver praticato e insegnato per anni uno sport nel quale la strategia è quasi tutto…uno sport nel quale se insisti a fare le stesse cose ti prendono le misure e ti spezzano, fisicamente e psicologicamente, uno sport nel quale CAMBIARE SCHEMA E’ FONDAMENTALE…

Cambiare schema vale nella vita di ogni giorno, nel lavoro, nei rapporti sociali…

Ma lei e la Sua amministrazione non conoscete questo metodo…magari ci mostrate i vostri balli in discoteca e le passeggiate in bici, ma poi testa bassa e avanti….

Siete sul popolo, non col popolo…

Mi permetta…, chiamare un anno fa le “Ghiandine” capsule e la “Campanina” campanella poteva sembrare un obbrobrio per un senese…ma passi…

Ma un anno dopo spostare la presentazione del palio perché avevate un consiglio comunale sul bilancio ben sapendo, e questo è la cosa grave, che quasi sicuramente sarebbe andato a vuoto, pena il ritornarsene a casina…sempre a causa delle Eva Kant della situazione… ed aggiungere al termine “forza mensana!” ….questo vuol dire non tanto non essere di Siena, ma soprattutto non esser capaci di cambiare schema…

Non cambiare schema è permettere che il comitato per siena 2019 si costituisse come soggetto privato…

Non cambiare schema è riproporre vecchi individui ( che bene bene nel passato non avevano lavorato…) alla guida di strutture che invece hanno bisogno del nuovo…

Non cambiare schema è far parlare di palio ad un signore che di palio non sa nulla perché, ahinoi, viene da lontano…

Non cambiare schema è non essere informati sulle cordate per la robur e comunque far fuoco e fiamme mediaticamente…

Non cambiare schema è credere che la soluzione sia solo di colore politico anziché far riacquisire ai cittadini la loro “senesità”.

E potrei continuare…molto…troppo!

Non cambiare schema è non ascoltare la base…perché questo crea una scollatura tra la stessa e il vertice che poi diviene frattura…

E questo è gravissimo, oltre che pericolosissimo.

Aggiungo e concludo.

Se dovessi sbagliarmi mi batterò i pugni sul petto e le stringerò la mano, ma sarò sempre presente a denunciare cose ingiuste e fatte male, come tutti, TUTTI , dovrebbero fare per esser ascoltati.

Perché questo ho imparato: mai avere paura di un avversario per quanto grande, ma ai grandi si rendono gli onori quando si perde…

Se grandi sono…

La ringrazio per la sua pazienza e, spero, attenzione

Gianni Colombini

 

Annunci
  1. Bastardo Senza Gloria
    2 agosto 2014 alle 3:58 pm

    Sulla Zelig mi raccomando cerca di essere spiritoso…se no poi si arrabbiano….
    Sul giornalista che ha preso i soldi dal comune, la questione mi alletta. Ho già qualche idea al riguardo. Poi magari sarà interessante fare tutti i dovuti collegamenti. Vedremo. Ben tornato, un abbraccio.

  2. jonathan livingstone
    2 agosto 2014 alle 4:19 pm

    Bentornato Santo e alla grande.

    La lettera di Gianni è circostanziata e ricca di contenuti e cita una grande libro ora “testo sacro” per manager e imprenditori del XXI secolo, anche se “l’arte della guerra” è stato scritto alcune migliaia di anni or sono (della serie l’uomo è sempre lo stesso).

    Aggiungo solo un aforisma di A. Einstein (mica uno qualsiasi) per sottolineare maggiormente alcuni passi della lettera: “Il mondo che abbiamo creato è il prodotto del nostro pensiero e dunque non può cambiare se prima non modifichiamo il nostro modo di pensare”, cui fai da bellissimo contraltare un aforisma di M.Gandhi (mi sembra che sia un personaggio conosciuto): “se io voglio cambiare il mondo intorno a me, devo cominciare a cambiare me stesso”.

    Chiudo ricordando che “Chi rifiuta il cambiamento è l’architetto del decadimento, l’unica istituzione umana che rifiuta il progresso è il cimitero”, appunto…..

    The best is yet to come

    jl

  3. Massimo
    2 agosto 2014 alle 5:17 pm

    Ho letto con attenzione la lettera e la condivido in pieno..per chi deve prendere atto di quanto detto non credo ne valga la pena..e’ come mettere la cravatta ad un maiale.

  4. Francesco
    2 agosto 2014 alle 6:19 pm

    Scritto ineccepibile. Aggiungo solo che percepisco dei piccoli cambiamenti nella gente. Forse cominciano a stufarsi davvero. Caro sindaco siete seduti su di una polveriera. Quando il domino comincia a cadere poi non si ferma fino a che non è arrivato in fondo…

  5. Bea
    3 agosto 2014 alle 12:45 am

    Bravo, bravissimo! Una bella antologia di cattivi comportamenti tenuti assieme dalla faziosità. Ma riflettiamoci, come poteva cambiare Valentini?
    Era parte integrante di quel ceto dirigente di cui stiamo apprezzando i risultati: a una certa età non si cambia, una cultura acquisita rimane tale.
    I faziosi non possono riconoscere il merito.
    Sono ‘ciechi’, come chi alle elezioni queste riflessioni non le ha fatte e lo ha votato o, che è lo stesso, è andato al mare. Amen.

    p.s. Bentornato Santo, si è sentita la tua mancanza, ora stai a Siena a risparmia’ mi raccomando.

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: