Annunci
Home > libero contributo > Libero Contributo – Ci deve essere un virus particolare a Siena che danneggia i bilanci e forse li manipola

Libero Contributo – Ci deve essere un virus particolare a Siena che danneggia i bilanci e forse li manipola

9 agosto 2014

Questa mattina mi sono chiesto: ma perché continuo a interessarmi del Monte? Non sono un azionista; la partecipazione azionaria della città al capitale sociale del Banca è quasi inesistente; non ci sono cose particolari che mi riguardano, quindi perché lo faccio? L’unica ragione che sono riuscito a trovare è quella relativa ai danni che l’attuale gestione sta procurando ai dipendenti e alla città. È strano che una gestione che incassa questi risultati negativi a raffica non subisca nessuna critica da parte del sindacato che nel frattempo firma un accordo per la fuoriuscita di oltre 1300 dipendenti. Il taglio del personale, evidentemente, è l’unica manovra che Viola e Profumo riescono a portare in porto. Danni nei confronti della città, perché se guardiamo bene alcune cose già sono chiare: inizio della delocalizzazione delle attività, riduzione delle forniture oltre ai conosciuti interventi creditizi sul territorio. Ma le istituzioni e la politica se ne sono accorti? Profumo e Viola hanno forse un debito di riconoscenza nei confronti di Ceccuzzi e Mussari? Sono loro che li hanno voluti e portati a Siena? Però, dopo la questione del mandate agreement sono diventati meno riconoscenti con l’ex presidente della Banca, immutati con Ceccuzzi. Frequentazione mantenuta, anche durante le fasi delicate del rinnovo della presidenza della Fondazione, questa volta all’incontro, però, insieme al solito Profumo c’era anche l’amministratore delegato. Potrebbero aver valutato, tutti insieme, l’azione di responsabilità messa in essere dalla Fondazione. Non è sicuro, ma sembra che quando hanno scoperto, alla fine del documento, contro chi era stata promossa qualcuno dei presenti sia saltato sulla sedia.

Pierluigi Piccini

Pierluigi Piccini

Un aspetto comunque è chiaro: la banca non va! Perde in continuazione quote di mercato. E ogni volta che ciò si manifesta, in questi anni è successo sistematicamente, si accampa una giustificazione. Questa volta: la crescita economica del Paese non ha rispettato le previsioni, colpa di Renzi forse? Giustificazione che poteva essere credibile se solo i ricavi fossero rimasti costanti, ma questo non è avvenuto, la banca perde sistematicamente “fatturato” e quote di mercato che vengono attutite con la selvaggia riduzione del personale. Caduta verticale dei ricavi con il risultato del taglio lineare del costo del lavoro. Conclusione: perdita del patrimonio di conoscenze e di attaccamento all’azienda tipico della cultura degli uomini e delle donne della Banca. Al Monte è rimasto un solo dirigente apicale di formazione montepaschina tutto il resto viene da fuori. Nuove capacità che provengono da settori fortemente attinenti al credito come ad esempio la televisione e la telefonia. Nel momento in cui scrivo mi rendo conto che anche il mercato non crede più nella capacità degli attuali amministratori di sapere invertire la tendenza negativa. Oggi il titolo ha visto una quotazione con un minimo di 1,01???
Facevo anche un’altra considerazione, questa volta leggendo le notizie della Corte dei Conti relative al bilancio del Comune di Siena. Mi sono detto: ci deve essere un virus particolare a Siena che danneggia i bilanci e forse li manipola. Virus che ha colpito diverse istituzioni e società. Il Monte ne è stato vittima negli anni precedenti al 2012 e i nuovi arrivati sono stati costretti a riscriverli, se vi ricordate. Il virus non ha risparmiato neppure il Comune di Siena, è stato capace di confondere le idee del commissario Laudanna e dei tecnici responsabili. Il morbo ha fatto passare una perdita in un avanzo di gestione. A questo punto dovremo muoverci e chiedere se esistono dei vaccini capaci di debellare la pestilenza presso la locale fabbrica, se non fossero disponibili potremo sempre ricorrere ad una intercessione dei santi senesi.

Pierluigi Piccini

Annunci
Categorie:libero contributo
  1. Multipass
    10 agosto 2014 alle 1:35 am

    Caro Dottor Piccini, mi piace il Suo tono semplice e chiaro, ma mi faccio e Le faccio alcune domande: Lei ha fatto parte dei dipendenti pubblici che leggono i bilanci e per quello che ho sentito nei miei ultimi 40 anni di vita non sono mai stati “normali” con un’ attivo ed un passivo e relativa differenza reale ( La Pira-«bisogna fare debiti altrimenti non potremmo recitare il Padre nostro»), quindi si parla di numeri o di gioco delle tre carte? Perchè si è responsabili se non si pagano delle multe o tasse che fanno parte di bilanci sconosciuti e incomprensibili, subendo danni rilevanti (galera,espropri,pignoramenti) ? Perchè al momento che ci sono organi di controllo che devono controllare,verificare e decidere su cifre a 6-9 zeri invece non si hanno responsabili ma solo vaghi sospetti determinati da forze occulte? Perchè invece di parlare di virus, che è presente dalla notte dei tempi, non si fanno nomi e cognomi di chi ha fatto quel tipo di errore o che ha costretto a fare quella determinata cosa in tempi recenti e vivo e vegeto per non dire in buona salute ? Siena non è altro che il punto più piccolo della prospettiva Italia, tanto che il Valentini sta’ al Renzi come il groviglio armonioso sta alla partitocrazia mafiosa, il tutto condito dal valore 0 di chi ne subisce le conseguenze, ossia coloro che vivono di semplice “panem et circenses”. Ma il continuo licenziare, togliere e ridistribuire in funzione degli amici, nonchè il fatto di far vedere che si cambia (per non cambiare niente), per quanto permetterà di evitare l’ abbattimento del “muro di gomma” che ci perseguita almeno in Italia dagli anni ’70 ? Infine Lei si porrebbe tra i rivoluzionari o tra i difensori che sono stati detronizzati dai poteri occulti? Cordiali saluti.

  2. Marco
    10 agosto 2014 alle 9:51 am

    Per chiarezza dobbiamo sapere, ma tutti i senesi dovrebbero riflettere, che il titolo Bmps quota in borsa circa 1 euro. Orbene il monte vale appena i 5 mld di euro che ha raccolto con l’aumento di capitale di giugno pertanto il valore della banca Mps il valore della banca antoveneta voluta dal catanzarese e ceccuzzi, il valore della ex banca toscana il valore della banca agricola mantovana, il valore della ex banca 121 eetc etc nonesiste piu’ tali valori sono stati AZZERATI. E’ ufficiale: il partito piddino ha azzerato 5 secoli di storia senese. Rivotateli

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: