Annunci
Home > libero contributo > La Rubrica di Jonathan Livingstone – Un chiarimento al Sig. Finucci e a tanti altri…

La Rubrica di Jonathan Livingstone – Un chiarimento al Sig. Finucci e a tanti altri…

22 agosto 2014

Il commento del sig. Finucci al mio intervento del 20 agosto scorso (clicca e leggi) mi induce a chiarire ulteriormente il mio pensiero in ossequio al principio “il valore della comunicazione è il risultato che si ottiene” e quindi se qualcuno intende concetti diversi da quelli da me espressi la responsabilità è solo mia.

In ordine al commento rilevo, tuttavia, purtroppo, come anch’esso si inserisca nell’alveo del comportamento dell’”opposizione di sua maestà”: dichiarazioni tante, azioni concrete tendenti allo zero (se mi ricordo bene l’estensore del commento si è candidato alle scorse elezioni amministrative in una lista dell’opposizione; se qualcosa è cambiato me ne scuso in anticipo), la responsabilità è sempre degli altri.

Ciò premesso ribadisco quanto contenuto nell’art 2367 del codice civile e aggiungo che nello stesso articolo è specificamente previsto che i proponenti debbano provvedere a che “nella domanda sono indicati gli argomenti da trattare”.

Ora in Fondazione sono presenti fior di avvocati, si avvale di consulenti in materia giuridica e anche il presidente mi sembra che sia esperto di diritto e pertanto non dovrebbero avere problemi ad indicare gli argomenti da trattare.

Concludo riportando il testo dell’art 15 comma 3 dello statuto vigente della Banca Monte dei Paschi di Siena: “Per la sostituzione degli Amministratori che cessano dall’ufficio nel corso del mandato, valgono le disposizioni di legge, nel rispetto dei criteri previsti dalla normativa vigente e dallo Statuto in materia di amministratori indipendenti e di equilibrio tra generi. Qualora peraltro venga a cessare la maggioranza degli amministratori, deve intendersi dimissionario l’intero Consiglio di Amministrazione con effetto dal momento della sua ricostituzione. Gli Amministratori possono essere revocati dall’assemblea in
qualunque momento, salvo il diritto dell’amministratore al risarcimento dei danni, se la revoca avviene senza giusta causa”.

Poi ognuno nelle nuvole vede il proprio drago.

the best is yet to come

jl

1df6b-gabbiano2b1

Annunci
  1. Giorgio Finucci
    22 agosto 2014 alle 9:44 pm

    Credo che sia corretto commentare, tanto più con nome e cognome, ma credo che chi scrive su un blog, addirittura con uno pseudonimo, non possa credere di essere o di rappresentare la verità. Replico quindi per chiarire due cose: la prima di tipo personale; la seconda di natura puramente tecnica.
    La prima: cosa c’entra fare una disamina di chi sono io per un commento? Si vuole forse discreditare per un’appartenenza? Se parlo e metto nome e cognome non è sufficiente? Trovo ingeneroso andare a disquisire sulla mia partecipazione ad una lista civica, nella quale sono stato e con la quale abbiamo anche organizzato manifestazioni e convegni per scuotere le coscienze di questa città. Passate le elezioni, per me il capitolo si è chiuso e vado avanti da solo e faccio quello che credo senza render conto ad alcuno. Sono una persona libera e scrivo quello che penso, per cui non credo che altri mi possano additare come responsabile di chissà che cosa ne’ tantomeno possono cercare di sminuire il
    mio impegno personale sui temi a me cari, quali banca e fondazione. Io continuerò a suggerire soluzioni per far si che la città riparta. Su questi temi, non c’è destra o sinistra, tutti i cittadini devono spingere per lo stesso verso se no, non se ne esce e se ho scritto un paio di volte che sono felice (fondazione in sicurezza e aumento di capitale MPS terminato) sono orgoglioso di averlo fatto e continuerò a farlo se metteremo qualche altro mattone per la rinascita della città, nonostante a molti roda.
    La seconda: confermo pienamente che il dettato dell’ articolo 2367 non possa essere utilizzato per far fuori due ainistratori semplicemente perché nessun amministratore che fa il suo dovere può essere estromesso. So che se uno mastica poco di queste problematiche può prendere abbagli, non voglio peccare di essere io la verità, ma fidatevi che è come dico io. Riguardatevi cosa successe quando un noto sindaco fece una guerra simile con un paio di consiglieri MPS una ventina di anni fa più o meno, poi capirete meglio.
    Concludo questa mia lunga dissertazione con una provocazione: se voi blogger togliete la voglia alle persone normali di scrivere e commentare, forse non fate bene il vostro lavoro. In città c’è bisogno di pluralismo, ma se voi pensate che tutto sia nero e che non si debba gioire per alcuni risultati raggiunti ( e i due che ho citato sopra sono risultati enormi e non prevedibili neanche minimamente) è cercate di scrditare chi la pensa diversamente, vi troverete a scrivere e commentare solo con i soliti del bercio o quelli che l’avevano detto, ma resterete chiusi nei rancori e nelle acredini. Io cerco di vedere in modo positivo, pur capendo che i danni fatti nel passato sono enormi.

    • 22 agosto 2014 alle 9:53 pm

      Caro Finicci come ben sa io do spazio a tutti senza acredine od altro. Credo che non sia necessario sapere il nome di chi scrive se non offende. Come vede pubblico sempre tutto, cosa che a Siena non è mai capitato. In fin dei conti il blog serve per parlare. Forse se qualcuno avesse aperto bocca anni fa non saremo in questa situazione. La saluto cordialmente. In futuro se lo vorrà avrà sempre lo spazio sul
      mio blog.

  2. Montepaschino Tranquillo
    23 agosto 2014 alle 12:49 pm

    Sì, Sig. Finucci, non se la prenda,continui, La prego! Sta dando tante sollecitazioni, anche se possono trovare critici (anonimi? e che fa?)… non perdiamoci nei dettagli pur importanti. Qui bisogna ritrovare una unità civica intorno ai propositi essenziali: primo come levarsi di torno il ceto dirigente che ha distrutto la città e i suoi tardi epigoni tipo Valentini, questo è il problema, e come migliorare l’informaizone e non litigare tra le poche forse sane e vigili!

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: