Annunci
Home > Don Brunetto, libero contributo > La rubrica di Don Brunetto – Senesi autolesionisti… Ecco quello che pensa dei suoi cittadini e lo scrive pure!!!

La rubrica di Don Brunetto – Senesi autolesionisti… Ecco quello che pensa dei suoi cittadini e lo scrive pure!!!

29 settembre 2014

Ho imparato che nella vita ogni persona ha il proprio ruolo. Un ruolo che deve essere onorato. Indubbiamente essere il Primo Cittadino è un ruolo importante e le parole, le esternazioni devono essere ben calibrate, perché non sei più mister x ma il capo di una comunità che guarda a te come esempio per poter andare avanti e superare i momenti difficili. Il Sindaco è come il Capitano di una squadra, come il comandante di un esercito, deve motivare i suoi uomini, deve saper infondere fiducia e rispetto. Non può assolutamente riversare su di loro gli insuccessi, accusarli di poca fiducia o di essere autolesionisti… Caro Sindaco la fiducia si conquista sul campo, non con le parole!!! Devo però darle ragione che i senesi sono autolesionisti e anche un po’ masochisti, perché continuano a dare fiducia al partito che gli ha portati nel baratro. Lei questo però non può dirlo ne scriverlo, perché Lei caro Sindaco ha un ruolo che le impone certi protocolli e non può dire tutto quello che le passa per la testa… Saluti e PORA SIENA

Ecco quello che scrive il Sindaco di Siena sulla sua pagina FACEBOOK

Clicca sull'immagine e leggi

Clicca sull’immagine e leggi

 

Ecco alcune risposte….

 

Clicca sull'immagine e leggi

Clicca sull’immagine e leggi

Annunci
  1. Beatrice
    29 settembre 2014 alle 11:40 am

    Se me lo avessero detto e non letto non ci avrei mai creduto. Complimenti al Finucci….col mi piace al sindaco..ci stava bene……poco ma ci stava bene

  2. multipass
    29 settembre 2014 alle 2:16 pm

    Chissà se la macchina la spingono in salita…….almeno un risultato ci sarebbe……….

  3. francesco
    29 settembre 2014 alle 2:26 pm

    Questo sta veramente passando il segno, in completa ottemperanza al suo amico e guida spirituale renzi. Scriveva bene Piccini che quando avviene il tracollo il potere cerca la restaurazione con ogni mezzo, diventando invece che più mansueto e ragionevole, più aggressivo. Il renzi e napolitano dicono che bisogna smettere con i corporativismi ed i benefici quando loro appartengono al ceto politico che è da sempre il più coporativo e di sicuro quello che ha sempre ricevuto più benefit e pensano di rilanciare l’economia con un obolo da 80 euro quando gli stipendi hanno perso almeno la metà del potere d’acquisto, Poi ti tassano, ti mettono quintali di scartoffie burocratiche sulle spalle ma sono almeno 15 anni che parlano di deburocratizzazione. Ogni giorno ti perculeggiano e ti fanno ingoiare ogni tipo di rospo perchè ti tocca anche pagare le malefatte di quello e di quell’altro per sentirti dire che sei un tafazzi ed un autolesionista? Al peggio non c’è veramente fine….

  4. Magico Vento
    29 settembre 2014 alle 8:02 pm

    Se quanto riportato dal Santo è parte di un profilo esistente sul maggior social a livello mondiale8 scusate ma non sono iscritto e non posso verificare) allora credo che non esistono parole per commentare. Ogni commento risulta superfluo. L’esegesi di quanto letto dimostra infatti ampiamente che il Sindaco non si consideri il Primo Cittadino di tutti i senesi. Tanto da definirne una parte autolesionisti. Cercando il significato del termine si trova su Wikipedia quanto segue: “l’autolesionismo è un atto che implica il procurare, consciamente o meno, danni rivolti alla propria persona, sia in senso fisico che in senso astratto.” Ne deriva che al massimo coloro che possono essere tacciati di autolesionismo possono essere solo quelli che hanno scelto di votarlo.
    Tutti gli altri al massimo si sentono “lesionati” dalle vicende che hanno interessato la nostra città prima della sua elezione. E che necessitano abbondantemente di bende e cerotti utili a rimetterli in piedi piuttosto che di qualcuno che giri, seppur sul web, armato di bastone.

  5. claudio.valentino70@gmail.com
    30 settembre 2014 alle 10:29 pm

    Ma di che cosa stiamo parlando? Bruno Valentini non è una cattiva persona, è semplicemente inadeguato, non adatto a ricoprire il dolo di Sindaco di Siena. Il problema è il PD, che non capisce quanto gli costa al partito e alla città ogni giorno in più di Sindaco Valentini

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: