Annunci

Archivio

Archive for the ‘Don Brunetto’ Category

Editoriale de Il Santo con Rassegna Stampa – Di che cosa ha bisogno Siena? LEOPOLDELLE istruzioni per l’uso…

11 gennaio 2018 1 commento

Mi chiedo spesso di che cosa ha bisogno Siena per il proprio futuro.

La prima cosa che mi viene in mente sarebbe far chiarezza sul passato e spazzare ogni polvere su ciò che è accaduto negli anni passati.

Mi rendo conto che questo però sarà impossibile, perché tante di quelle persone che hanno sostenuto, coccolato e appoggiato la vecchia politica ora sono di nuovo in pista con una faccia degna del teatro greco.

Se guardo chi sostiene chi e vado a vedere i comitati elettorali passati, taluni personaggi sono schierati per il cambiamento. Persone che sono accanto al De Mossi, allo Sportelli e anche insieme al Piccini, per non parlare del PD, ma almeno loro sono nello stesso partito.

Quando i giochi saranno fatti sarà un impegno far notare quale ruolo hanno avuto in passato questi personaggi che oggi cercano di far finta di niente sul loro passato.

Quindi scartata la prima cosa di cui a mio avviso abbiamo bisogno per ripartire, la seconda fondamentale è un programma serio fattibile per i prossimi anni, vedo anche questa cosa difficile perché come ho già scritto e detto di programmi in giro ancora non se ne vedono, spero che siano già tutti pronti e che prossimamente possano essere fruibili. Per ora non mi resta che dire: PORA SIENA…

Le Leopoldelle: istruzioni per l’uso. Repetita iuvant

Voto su regolamento antifascista, ci si riproverà il 30 gennaio

La Soprintendenza non aveva chiesto di far “rintanare” gli orsi

Valentini Bruno “il sondaggista” manda in tilt il PD di Siena

L’assessora Ferretti lascia per presunte incompatibilità, mentre il vice Mancuso che le incompatibilità ce le ha da anni resta al suo posto

Ancora furti nelle case di Siena: rubano oro e gioielli dalla cassaforte

Giovani, giovanili e giovanilismo: io mi preoccuperei

Sanità: mai dire Calamai (e Santoro)

Europa chiude mista, Piazza Affari positiva sostenuta da banche

La storia del Regolamento del Palio attraverso l’Archivio Sunto: l’articolo 38

 

Annunci

Editoriale de Il Santo con Rassegna Stampa – La Sicurezza ognuno la vede a modo proprio…

2 gennaio 2018 Commenti disabilitati

Lo ammetto, non ero presente al meraviglioso concerto di fine anno in Piazza del Campo. A me i BANDABARDO’ non piacciono.

Leggo da in alcuni giornali locali che tutto è andato bene e il giornalista ringrazia oltre le Forze dell’ordine anche l’amministrazione, perché tutto si è svolto in sicurezza.

A parte che fare giornalismo per me è un’altra cosa, mi sembra che sia tornato di moda leccare l’amministrazione comunale cercando di far passare Siena come il Paese delle Meraviglie, dove non succede niente e dove tutto va bene.

Forse i giornalisti dovrebbero chiedere a quei ragazzi che sono stati picchiati la notte di capodanno da un gruppo di facinorosi (non metto l’etnia altrimenti mi danno del razzista).

Gruppo di facinorosi, che prima di rompere un naso e uno zigomo hanno aggredito un’altro ragazzo in via dei termini.

Dove erano le forze dell’ordine? Perché pur essendo in massa per garantire la sicurezza per l’ultima notte dell’anno sono arrivati dopo 20 minuti dalla chiamata, eppure l’aggressione è avvenuta in Piazza Tolomei, in pieno centro.

Non voglio allenarmi a certi partiti che cavalcano l’onda della paura, ma nemmeno sminuire i fatti come sembra voler fare l’amministrazione e alcune istituzioni, con la complicità della stampa. Le problematiche ci sono e devono essere affrontate.

Un’ultima analisi sul concerto che evidentemente voleva un tipo dio pubblico particolare, la BANDABARDO’ ha un colore politico ben definito, se ne evince dai testi e dalla propaganda che fanno ad ogni concerto, certo chi vuole è libero di ascoltarli, ma un concerto organizzato dall’amministrazione per i cittadini deve essere neutro. Forse però è pretendere troppo da un Sindaco che pensa di essere il Primo cittadino dei soli senesi che lo hanno votato.

Noto che i Piazza c’erano circa 20.000 persone, che è stato distribuito un volantino relativo alla sicurezza fatto molto bene, sarà il caso di realizzarlo anche per il Palio? PORA SIENA…

Nei prossimi giorni, parleremo dei candidati a Sindaco, dallo SPORTELLI al PICCINI passando per il DEMOSSI…

Libero Contributo – Le affermazioni del Sindaco sugli orsi non reggono in base alle normative vigenti…

19 dicembre 2017 Commenti disabilitati

PREGHEREI ATTENTAMENTE DI LEGGERE QUELLO CHE MI INVIA UN ATTENTO LETTORE, MOLTO PREPARATO IN MATERIA

Buongiorno SANTO,

ho letto su face book della storia degli orsi di peluche.

Accanto alla assurda e spiacevole questione di due orsi di peluche appoggiati su due sedie c’è l’atteggiamento del Sindaco che volendo, forse, sostenere le azioni dell’amministrazione ha finito coscientemente o meno per prendere in giro tutti.

Insomma, in perfetto stile Azzeccagarbugli, il sindaco ha scritto su facebook, che gli orsi sono stati rimossi perché carenti di:

  1. autorizzazione ai fini del suolo pubblico,
  2. autorizzazione paesaggistica art. 146 del Codice dei beni culturali e del paesaggio D.Lgs. 42/2004 ;
  3. autorizzazione ai fini del’art. 21 del Codice dei beni culturali e del paesaggio D.Lgs. 42/2004;
  4. comunicazione ai sensi dell’art. 4 regolamento di Polizia Municipale

 

Il problema è che a rigore non ne regge nemmeno una.

 

  1. SUOLO PUBBLICO: Il locale ha i tavolini fuori frequentemente; quindi paga per questo il suolo pubblico che è calcolato sull’ingombro a terra.

Si può dedurre che, al momento del controllo, il locale non avesse pagato il suolo pubblico per l’addobbo natalizio, ma che centrano gli orsi sulle sedie con il suolo pubblico?

  1. AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA di competenza comunale: “Decreto del Presidente della Repubblica 13 febbraio 2017, n. 31 Regolamento recante individuazione degli interventi esclusi dall’autorizzazione paesaggistica o sottoposti a procedura autorizzatoria semplificata”ALLEGATO A di cui all’art. 2, comma 1”:

“A.16. occupazione temporanea di suolo privato, pubblico o di uso pubblico mediante installazione di strutture o di manufatti semplicemente ancorati al suolo senza opere murarie o di fondazione, per manifestazioni, spettacoli, eventi o per esposizioni e vendita di merci, per il solo periodo di svolgimento della manifestazione, comunque non superiore a 120 giorni nell’anno solare”.

In sostanza non ci vuole l’autorizzazione paesaggistica.

  1. Autorizzazione ai fini del’art. 21. Si tratta dell’autorizzazione di competenza esclusiva della Soprintendenza per i beni dichiarati beni culturali oppure da considerare tali in assenza di dichiarazione ope legis. Trattandosi di via del capitano, credo che  si tratti del secondo caso, ad ogni modo la tutela non cambia. La legge prevede che qualunque tipo di intervento sia da sottoporre ad autorizzazione.

Quindi da una lettura estremamente rigorosa della legge si può dedurre che anche gli addobbi siano sottoposti ad autorizzazione art. 21, ma non è così facile.

I tempi per la soprintendenza per il rilascio non sono brevi perché la Soprintendenza di Siena è oberata, ha pochi funzionari.

La questione più rilevante però è che se per gli orsi ci sarebbe voluta l’autorizzazione ai sensi dell’art. 21 la stessa ci vuole, come ha scritto il sindaco, anche per tutti gli altri addobbi natalizi della città che ricadono in edifici dichiarati beni culturali e sulle pubbliche vie.

Quindi, concludendo, se tutti gli altri sono in regola, significa che i commercianti di Siena hanno fatto progettare e autorizzare dalla soprintendenza una cinquantina di progetti. Siamo sicuri?

  1. comunicazione ai sensi del regolamento di Polizia Municipale.

Per carenza di comunicazione scatta la sanzione ma non la rimozione (comma 9). Ai sensi del comma 5 solo le opere di ancoraggio sugli edifici devono ottenere oltre l’assenso del proprietario, il nulla osta da parte della Direzione Gestione del Territorio, nonché della Soprintendenza ai Monumenti o ai Beni Ambientali e Architettonici per edifici soggetti a vincolo.

 

Questa è una disamina veloce, certamente non esaustiva, alla quale potranno essere trovate tante obbiezioni, ma dimostra che l’azione dell’amministrazione non è parimenti inattaccabile.

 

Ho letto anche che Marco Falorni (tu sei taggato nel post) ha scritto che farà richiesta di accesso agli atti per

ottenere copia dei seguenti documenti: atto con il quale la Soprintendenza avrebbe chiesto al Comune di far rimuovere gli orsi di peluche; atto prodotto dal Comune per intimare al proprietario la rimozione dei suddetti pupazzi. Vi terrò informati degli sviluppi, m.

Volendo essere precisi (cattivi), si dovrebbe fare richiesta di accesso agli atti per tutte le autorizzazioni ai sensi dell’art. 21, autorizzazioni paesaggistiche rilasciate dalla Sorpintendenza e dal comune, comunicazioni ai sensi dell’art. 4 del regolamento polizia municipale, per gli addobbi natalizi,

Se non ci sono infatti, sempre per le affermazioni del sindaco, tutti gli addobbi sono soggetti a rimozione.

Editoriale de Il Santo con rassegna Stampa – Don Brunetto si scorda delle ONLUS per Santa Lucia… Il DE MOSSI si candida…

14 dicembre 2017 Commenti disabilitati

Lo smartissimo Don Brunetto, pronto a farsi fotografare e andare in Tv per le persone bisognose, la butta in buca per Santa Lucia. Infatti le associazioni ONLUS che per il giorno della Santa protettrice degli occhi si ritrovano senza gazebo e senza luce. Su sono recati insomma l’acqua e sono stati al buio, per una delibera della Giunta Valentini la quale ha avvertito le ONLUS solo il 12 Dicembre. Belle le parole di Letizia Calosi della SUNRISE ONLUS: “…Oggi siamo stati gli ultimi, ed in quanto tali , non avevamo nessun diritto, ci dovevamo bagnare e stare semi nascosti al buio, d’altronde fa parte del nostro piccolo progetto, stare dalla parte degli ultimi. E’ un onore essere gli ultimi dalla parte degli ultimi…” Una frase forte e bella, che il nostro Sindaco non capirà d’altra parte Lui è il Primo Cittadino essere Ultimo non lo ha mai provato…

Entra in scena il DE MOSSI, che ieri si è presentato alla stampa e alla città. I bloggers questa volta non sono stati invitati, ce ne faremo una ragione, certo alcuni personaggi che gravitano intorno al mitico super-avvocato non mi piacciono, ho stima di Lui un po’ meno di certi volponi che gli girano intorno, avremo modo di parlarne. Aspetto comunque il programma di tutti i candidati, perché di chiacchiere se ne fanno parecchie i fatti sono quello che contano… PORA SIENA

Mi candido!

De Mossi ufficializza la sua candidatura a sindaco di Siena

Di Stato

Sesso, droga e baseball (sic)

MONTE DEI PASCHI DI SIENA/ Mps, in borsa chiude a -1,3%. Nuovi rilievi sul caso Rossi

I terribili otto

Il Sindaco Bruno Valentini ha rimesso la querela per diffamazione nei nostri confronti

Essere vecchio

 

Editoriale de Il Santo con Rassegna Stampa – Don Brunetto e il dolore… Se lo Sportelli è civico io sono SANTO davvero!!! Marzucchi il rinnovamento passa da Lui!!!

12 dicembre 2017 Commenti disabilitati

La campagna elettorale entra nel vivo. Mentre Don Brunetto si getta a testa bassa sulla vicenda della Signora Pelosi (leggi) dicendo che non va politicizzato il dolore (da stiantare dal ridere), ieri si è presentato il candidato del Listone Massimo Sportelli, in conferenza stampa dice di essere completamente civico (da ristiantare da ridere). Nel Listone Civico, sono presenti personaggi che campeggiano nella politica cittadina da più di 20 anni, basti pensare ad alcuni uomini del Monaci, che in città imperversano sperando che la gente non si ricordi dove erano posizionati, oppure quel Civico di Mauro Marzucchi, sempre a galla come un transatlantico. Sentirlo ieri sera invocare il cambiamento ed il rinnovamento mi ha fatto venire i crampi allo stomaco dal ridere. Su Don Brunetto e la signora Pelosi lascio perdere altrimenti ho di nuovo bisogno di una puntura di Plasil. PORA SIENA…

Al via il processo al sindaco Valentini

Le colpe

Caso Rossi, Procura di Genova al lavoro: sentita un’estetista già coinvolta nel caso dei festini a Monteriggioni

Fra Lorenzetti e promozione

La domenica del villaggio: Gerusalemme, Marx, Rubini (nonché Ps vari)

MONTE DEI PASCHI DI SIENA/ Mps, in Borsa chiude a -0,26%

Liberi e Uguali: “I contenuti, prima dei nomi e delle alleanze”

Massimo Sportelli si candida a sindaco di Siena

«Comunque vada l’appello, l’esigenza di fare luce (anche fuori delle aule giudiziarie) su molti anni di gestione universitaria è sempre viva»

«Chi è uscito vincitore dall’aspra tenzone ha idea di dove sta conducendo l’ateneo senese, vista l’ineludibile attualità dei problemi posti in luce da questo blog?»

Torino: dopo Questore anche il Prefetto Saccone indagato. E tutto ciò deve far riflettere immediatamente Palazzo … e non solo

Piacenza – ROBUR SIENA rinviata. Le surrealelle

Divelta la segnaletica del Trail delle Mura: cattivi!

Editoriale de Il Santo con rassegna stampa – Il Comune sponsorizza soggetti privati? Grasso vs Riccaboni 0-1 (andata)…

6 dicembre 2017 Commenti disabilitati

Ci avviciniamo a Natale a passo veloce. Il Comune di Siena come ormai da tradizione ci snocciola decine di eventi che se uno avesse tempo dovrebbe avere due vite per farle tutte! Certo non lamentiamoci, quando le cose vengono fatte per carità! Meglio fare che non fare diceva il mi nonno.

Ci sono eventi per tutti, grandi e piccini. C’è da divertirsi insomma a Siena anche se ormai un c’è rimasto nemmeno le lacrime per piangere!

E’ Natale e bisogna essere buoni e speranzosi, perché NON PUO’ SEMPRE PIOVERE!

Nella miriade di eventi che sono proposti, vi devo dire che mi sono un po’ perso, ma l’occhio mi è caduto su alcuni eventi che vengono promossi da ENJOY SIENA e dal Comune, che vengono realizzati in spazi e locali privati. Mi sono domandato se a Siena esiste solo LA FAVORITA oppure UN TUBO (per esempio), perché la solerte amministrazione pubblicizza eventi in questi due locali? Saranno sponsor del Comune? Se così è, ci sarà stata un’informativa che ha coinvolto anche altri locali e solo questi due hanno risposto positivamente? Mah! Magari qualcuno mi potrà rispondere anche perché mi pare una bella pubblicità in tempi di magra come questi.

Oltre alla pubblicità su ENJOY SIENA (vedere nelle ultime pagine e nel programma) clicca e leggi c’è la pubblicità anche nelle brochure che verranno distribuite in città. Se guardate l’elenco di chi contribuisce agli eventi qualche altra nota stonata c’è, perché altri soggetti privati sono stati coinvolti. Bene inteso, se tutto è stato fatto in maniera da coinvolgere tutta la città e questi sono gli unici soggetti che hanno dato disponibilità IL SANTO ne prenderà atto e passerà oltre.

Ultima cosa preparatevi per tempo, perché visto che nei due giorni del mercatino il buon VICE SINDACO MANKUSO ha detto che ci sono state 200 mila persone, pare che per il concerto di fine anno della BANDA BARDO’ in PIAZZA del CAMPO ce ne saranno almeno 180 mila, come al Concerto di VASCO ROSSI, mi dicono che c’è già qualcuno che dorme in PIAZZA con il sacco a pelo per essere in prima fila la notte del 31… PORA SIENA

P.S. UN ABBRACCIO AL PROFESSOR GRASSO, FORZA!!!

Dispositivo di sentenza del processo a Giovanni Grasso querelato da Angelo Riccaboni

La rilevanza sociale

Sandra Pelosi: “Non andrò via dalla mia casa”. Casapound: “Pronti ad occupare l’appartamento”

Valentini su caso Pelosi a Radio Siena Tv: “Storia toccante, mettiamo a disposizione i servizi sociali”

La Procura di Milano chiede l’archiviazione dall’accusa di ostacolo alla vigilanza per Viola e Profumo

Azione di responsabilità: perché la Fondazione dorme?

MONTE DEI PASCHI DI SIENA/ Mps, il ruolo degli Npl nella crisi

Una mattinata in Pretura: cazzotti, Rossi, Grasso…

Ipertrofia (e un ps)

 

Editoriale de Il Santo con Rassegna Stampa – Il vero motivo della presenza in Consiglio Comunale di Ernesto Campanini… La lettera del VIGLIACCO…

29 novembre 2017 Commenti disabilitati

La storia di David Rossi continua a tenere banco, spunta anche una lettera firmata “Un vigliacco”. La domanda è perché ora, perché dopo tutto questo tempo? Nella lettera si parla anche di due spari. Dalla mia poca esperienza di armi vi assicuro che è difficilissimo silenziare un colpo di pistola, non credete a quello che si vede nei film! Comunque nuovo materiale per la procura e nuove speranze per i familiari di poter arrivare alla verità…

Lo scoop di oggi però è il vero motivo della presenza di Ernesto Campanini.

Come tutti i lettori sapranno Ernesto è uno psicologo. Ci siamo incontrati qualche sera fa a caso mentre rientravo a casa. Ernesto era stato ad una cena con amici e aveva evidente voglia di parlare. Mentre parliamo del più e del meno, lo incalzo con delle  domande perché lo vedo provato da questi anni di Consiglio Comunale.

Mi guarda e mi confida che i due motivi per cui è in Consiglio Comunale sono prima di tutto cercare di dare una mano alla comunità senese cercando di fare un’opposizione seria e costruttiva, la seconda motivazione è puramente professionale. Il progetto di Ernesto è quello di studiare il comportamento e la psiche degli amministratori italiani, quale miglior soggetto se non Don Brunetto! Al termine di questi faticosi 5 anni (Ernesto è veramente provato) uscirà un saggio dal titolo “Il Disturbo Ossessivo Compulsivo nei politici italiani – I miei 5 anni con Don Brunetto”.

Da quello che mi ha anticipato sarà una bomba, un vero best seller. Quindi auguro a Ernesto di poter finire il suo libro e gli auguro di non dover entrare in terapia anche Lui, perché chi vede il demone in fondo al pozzo può impazzire… Scusa Ernesto ma non ho resistito!!!

Passando a cose più leggere, la campagna elettorale è iniziata davvero, i lavori pubblici in città sono in fermento, cantieri ovunque, perché Don Brunetto vuole essere rieletto, oppure fare il salto di qualità… (di questo parleremo poi)

Ondata di furti a Siena, la qualità della vita è peggiorata ma non vi preoccupate Don Brunetto e compagnia sapranno come rimediare… PORA SIENA

Ecco la lettera ricevuta dalla vedova di David Rossi

Scontro tra titani: Valentini versus Tremonti (e 3 Ps)

Interrogazione sulla gestione della piscina dell’Acquacalda

Il fondo Aiken denuncia Mps e chiede 434 milioni di danni

MONTE DEI PASCHI DI SIENA/ Mps e le parole di Patuelli sugli Npl

Gabinetti del sottopassaggio “vietati” ai disabili, la rispostina di Valentini

Il Ministero della Verità, le fake news

La corsa, la vita