Annunci
Home > rassegna stampa, rassegna video > Rassegna Stampa – La noiosa lezione di Sacco e Don Brunetto… Don Brunetto parole, parole anche su MPS… In arrivo il nuovo direttore Generale dell’Università

Rassegna Stampa – La noiosa lezione di Sacco e Don Brunetto… Don Brunetto parole, parole anche su MPS… In arrivo il nuovo direttore Generale dell’Università

25 ottobre 2014

Prima della consueta rassegna stampa, il racconto (in breve) dell’assemblea pubblica relativa al BID-BOOK di Siena Capitale 2019. Mi sarei aspettato di capire qualcosa di più dei progetti, ma la lezione del Professor Sacco ha spiegato quale aera il piano B per andare avanti nei progetti culturali, anche se non risulta da nessuna parte che Lui abbia l’incarico di proseguire. Don Brunetto preso dalla smania del microfono ha parlato moltissimo in puro stile renziano, ma alla fine ha detto ben poco, ritornando sul fatto che probabilmente Matera ha vinto perché l’Europa si aspetta molto dal Sud Italia. Il Professor sacco ha ammesso che non rendere pubblico il BID BOOK è stato un errore. Siamo passati poi al momento di discussione, molti sono stati i cittadini che hanno preso la parola, mi ha stupito in positivo l’intervento di Massimiliano Angelini, molto duro nei confronti del Comitato e del professor Sacco. Duro anche Carlo Regina. Stranamente nel mio intervento non sono stato polemico, ho chiesto lumi sui parteners e sulla famosa delibera di 40 Milioni della regione Toscana, sulla prima domanda non mi hanno risposto, mentre mi hanno assicurato che i 40 milioni sono già deliberati. Però chiedendo al dirigente che si occupa del bilancio comunale (Dottor Benedetti), mi ha detto che Lui la delibera non ce l’ha, mentre invece la dovrebbe avere il Comitato. veramente strano, perché non sono riuscito a trovarla nemmeno sul portale della regione Toscana dove sono conservati tutti gli atti. Da notare due cose: la prima la contestazione all’intervento di Eugenio Neri che secondo alcuni delle truppe cammellate non doveva parlare perché consigliere comunale, la seconda la mancanza di domande da parte dei giornalisti, che pure erano in aula ad ascoltare… PORA SIENA

Sotto il video degli interventi, grazie a Siena TV

HATTORI HANZO – NON SI VERGOGNA IL SINDACO A INTERVENIRE SULLA BANCA?

LA LEGA DEPLORA L’INTERVENTO DEL SINDACO SU MPS E STRESS TES…

Tipini ottobrini: Sonia Pallai (più 5 Ps)

Profumo (Mps): “Siena deve triplicare gli sforzi per attrarre le imprese”

È in arrivo il Direttore Generale dell’Università di Siena

sarà nominato il nuovo Direttore Generale dell’Università di Siena… VOTA IL SONDAGGIO

Salviamo Asia Bibi, Comune e Fondazione Barnabei si muovano!

Lo avevamo promesso…ecco a voi i “gruppi silenti” !

Mps, altalena in borsa in attesa degli stress test

Risposta del Professor Sacco….

Annunci
  1. Dantès
    25 ottobre 2014 alle 11:14 pm

    incontro molto scorretto perché non era un dibattito ma una predica di chi invece andava sottoposto a una VALUTAZIONE scientifica. Sacco sa benissimo come si fa. Si mandano i lavori a dei referees esperti NON coinvolti nei lavori oggetto di valutaizone.
    Grave che Neri sia caduto nella trappola dovendo parlare da una posizione di naturale difficoltà. Eppoi: senza aver letto i progetti, suvvia, dottore!
    Ha dimostrato che non era il candidato giusto ma almeno è onesto nella sua “nudità” e preferibilissimo al professionista della politica quale è il Valentini.
    Santo, ti ha meravigliato Angelini? Perché era di quelli andati al mare? Non si può più rimproverarli, ora dobbiamo liberarci di queste sanguisughe parassitarie. E’ prioritario, bisogna sapere graduare i problemi. Altroché l’assessora con cui se la prende l’Eretico, personaggio minore, individuare i pericoli più GRAVI, forza amici blogger.
    Secondo: delibera regionale; ma vi vedete voi una giunta che impegna i bilanci per 4 anni su quelle cifre? E con quali premesse in delibera? Per compensare della sconfitta la città che ha saputo dissipare miliardi e miliardi in pochi anni grazie al BUONGOVERNO del PD? Per la campagna elettorale delle regionali sarà molto interessante. Ah, pardon, SAREBBE molto interessante se ci fosse un’opposizione con le palle.
    Pensate voi che i nostri bravi ma fiacchi pentastellati o il centro-destra riusciranno a trovare candidati giusti per far fuori quelli del MALGOVERNO? Scusate il pessimismo, ma a distanza di pochi mesi non vedo le truppe pronte per uno scontro del genere.

    p.s. Ma a proposito il Pdl non ha un consigliere regionale senese? Voglia per cortesia fare un’interrogazione sulla presunta delibera dell’Inquisito. Staderini sia gentile: gli telefona se non lo ha già fatto?
    Chiediamo troppo?

  2. Massimiliano Angelini
    26 ottobre 2014 alle 10:36 am

    Federico, sono solito pensare e agire in buona fede e la stessa cosa mi aspetto dagli altri. Pertanto chiedo al sig. Dantès di ben chiarire l’accostamento del mio nome con il successivo epiteto “sanguisughe parassitarie”. Siccome immagino che il signore conosca bene la sintassi, quello che ha scritto – così com’è – lascia intendere un significato che non ‘suona’ tanto bene…

    • 26 ottobre 2014 alle 10:37 am

      D’accordo con te spero che ci spieghi bene questa cosa

    • 26 ottobre 2014 alle 10:38 am

      Ricordo a tutti che i commenti sono responsabilita’ di chi scrive.

    • 26 ottobre 2014 alle 10:43 am

      Riileggendo bene credo si riferisca al sistema siena ma aspettiamo la sua versione

  3. Dantès
    26 ottobre 2014 alle 10:58 am

    Caro Santo, tranquilli!
    Né tu né Angelini siete “sanguisughe”! Volevo solo chiedervi di non dividervi più su vecchie polemiche come quella del voto per il Neri per liberarci tutti noi dalle sanguisughe di partito che ci infilano in situazioni come questa della CEC. Parassitarie perché hanno succhiato un milioncino di euro senza risultati, mi pare. Non si è restaurato nulla, non si è fatto un passo in avanti al SMS: hanno solo intascato quattrini per scrivere programmi molto discutibili. Hanno più a che fare con lo spettacolo, l’animazione culturale, il divertimento, che non con lo sviluppo culturale vero e la tutela dei nostri beni culturali. Purtroppo bisogna ripartire da “cultura”. Che cosa sia e quando meriti l’interesse e la spesa pubblica. I nostri politici sanguisughe non lo sanno ma anche l’opposizione mi sembra non trovare la strada della critica giusta e trainante. Vero però che la sala era ricolma di evidenti supporters interessati al progetto Sacco/Valentini (molte facce mai viste tra l’altro: la tv è testimone importante): la durata spropositata degli applausi li ha “scoperti”.
    quindi, buon lavoro e vedete di coordinarvi; non c’è più tempo di lavorare in modo anarchico-individualistico. Disossate ad esempio la questione dei soldi regionali. Buona la richiesta di intervento al Marignani, no?
    E ditelo a quel capone dell’eretico e a Bastardo!

  4. romolo
    26 ottobre 2014 alle 11:52 am

    Massimiliano, capisco il tuo logoramento, che è anche il mio, di essere spesso accusato, o infamato, ingiustamente o strumentalmente, a fronte delle tue azioni squisitamente civiche e disinteressate, ma in questo caso Dantes, pur ribadendo l’assurdità del “pentimento” per non aver votato al ballottaggio (che palle!!), finalmente fa onore alla tua coerenza e riconosce utile il tuo coinvolgimento per cacciare quelle che sono state le “sanguisughe parassitarie”, ovvero il Sistema Siena. Almeno io la leggo così.
    Il problema è che queste cose non le deve dire a te, che hai sempre lottato per questo scopo, e sei pronto a farlo anche ora, ma alla parte dell’opposizione che ha sempre lavorato per dividere le forze buone e innovatrici con il risultato di indebolire il fronte civico sano e garantire il successo del Sistema.
    Cerchiamo di prendere questo invito di Dantes come uno stimolo a chiudere con il passato e rimettere in atto quel Movimento, o Unione, o ….. dei Senesi, che miri a riconsegnare il governo di Siena ai cittadini Senesi, con regole precise e condivise e con persone nuove e mai coinvolte nei vari grovigli.

    • 26 ottobre 2014 alle 12:00 pm

      Dantes ha spiegato quello che voleva dire. Vi pregherei di essere solerti nell’inviare commenti anche quando non direttamente coinvolti grazie

  5. Massaia perplessa
    26 ottobre 2014 alle 3:15 pm

    il problema del movimento dei Senesi, caro dottor Semplici, è che deve essere iniziato da gente nuova. Nonostante tutte le vostre buone intenzioni il vostro recente passato, dal Corradi al Tucci, non ha riscosso molti successi e la sua stessa dichiarazione di sopra non è conciliante. Quale è l’opposizione buona? Mah, qui ci va gente nuova, mi creda, io attraverso il mi’ marito sento gli umori di contrada, di quelli che si vedono tutti i pomeriggi in società a giocare a carte e a sfogliare quei troiai di fogli senesi che ci sono sempre.
    Se vuole ascoltare un consiglio poco eccelso come il mio, lei, Angelini, Neri, come pure il Piccini, siete utili di sicuro ma in un secondo momento. Ora è tempo di gente nuova. FORZA, senesi!

  6. Bea
    26 ottobre 2014 alle 4:53 pm

    lasciatemi difendere l’Eretico: la Pallai in sé non meriterà molto ma la storia Confesercenti invece sì: come si permette questo sindaco di continuare con il solito clientelismo di sinistra dopo tutto quello che è successo? Non si vergogna? E l’occupazione del Campo non dovrebbe RENDERE fior di quattrini? Perché non si fa invece nelle piazzatte periferiche della città il tutto? In modo promozionale?
    Facciamo una petizione, Santo? Lo facciamo proporre dal Faorni, 5stelle e Staderini?

  7. Massimiliano Angelini
    26 ottobre 2014 alle 5:38 pm

    Credo che ‘Massaia Perplessa’ mi attribuisca un’importanza che non ho, annoverandomi in un gruppo di persone che certo nella vita hanno già dimostrato, in vari ambiti, le loro qualità. Quello che mi capita di fare a me è solo spendermi su qualche iniziativa di ‘cittadinanza attiva’: tutto qua. In ogni caso auspico anch’io, certamente, l’affacciarsi di gente nuova, capace di contribuire al benessere e allo sviluppo della Città. FORZA, senesi!

  8. romolo
    27 ottobre 2014 alle 12:13 pm

    Rispondo brevemente alla Massaia per evitare lunghe diatribe epistolari, evitando di entrare nel merito delle candidature Corradi e Tucci, che forse il marito della Massaia perplessa saprà bene come si sono sviluppate, interrompendo una positiva e naturale continuità che dovevano avere le Liste Civiche Senesi, ma che qualcuno ha guardato bene di distruggere. Proprio a questo proposito faccio solo questa domanda? Dove sarebbero i giovani di cui parla la Massaia? Per anni abbiamo cercato gente che ci mettesse faccia e impegno, senza trovare nessuno (se non proprio i volenterosi e coraggiosi Corradi e Tucci, comunque con la disponibilità a fare passi indietro in caso di candidature di fronti più ampi). Si ricordi che altri hanno scelto di tenere in piedi un centrodestra che aveva fatto da stampella al PD (a partire da MPS), altri hanno scelto contenitori ideologici che indebolivano il fronte anti Sistema, quando noi eravamo pronti a fare accordi con tutti, esclusi gli attori dello stesso Sistema. E, mi dispiace se posso sembrare poco conciliante, questo per me vale anche oggi, anzi ancora di più dopo le varie notizie sul MPS.
    Comunque sono d’accordo a trovare giovani nuovi (ma nuovi davvero e senza padrini) e a dare una mano senza pretendere ruoli, scranni o poltrone, come d’altronde ho sempre fatto nelle ultime tornate elettorali. Ma come lo faccio io, lo devono fare anche una marea di altre persone, e io sono pronto a lavorare con chiunque, su regole precise e condivise.
    FORZA, Senesi.

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: