Annunci
Home > libero contributo, rassegna video > Editoriale de IL SANTO – Le truppe cammellate, il passato e il manuale delle Giovani Marmotte…

Editoriale de IL SANTO – Le truppe cammellate, il passato e il manuale delle Giovani Marmotte…

1 ottobre 2015

Dedico la trasmissione del 24 Settembre di Siena Diretta Sera a tutte quelle signore e signori che applicano alla lettera il Manuale delle Giovani Marmotte qui sotto riprodotto. Ringrazio Daniele Magrini che lo ha gentilmente pubblicato sul suo profilo FACEBOOK…

Nel Pd e dintorni, a Siena, c’è una sorta di manuale delle giovani marmotte, che viene tirato fuori quando bubbola male. E’ fondato su alcuni principi di base, che di volta in volta vengono applicati in caso di bisogno. Sono sette come i doni dello Spirito Santo:

1 – fare particolarmente attenzione a chi non ha da restituire favori fatti nel passato, a lui, a figli, a zii o cugini;
2 – se qualcuno esprime critiche su di noi, definiamole accuse, e facciamo capire che sono fatte a sommo studio;
3 – diffondiamo che il criticatore lo fa per scopi personali, perchè coltiva ambizioni politiche;
4 – utilizzare ogni relazione sui media per dare notizia delle suddette ambizioni personali;
5 – in conversazioni private e sul web compiacente, soprattutto nelle chat chiuse, cerchiamo di minarne la reputazione;
6 – in pubblico diciamo invece che è una risorsa della città e che potrebbe anche schierarsi con noi, anzi che si è già accordato;
7 – verificare se ci siano le condizioni per creargli problemi professionali e quando possibile non esitare a far male.

Annunci
  1. Mario Ascheri
    1 ottobre 2015 alle 7:25 pm

    Carissimo,
    pensi che sia solo del PD e dei tempi di crisi?
    E’ sempre valido a ogni latitudine per chi vuol stare in sella non avendo di meglio da fare (o perché non sa fare altro!), specie se sa (o sospetta di sapere) che è modesto…

  2. investor
    1 ottobre 2015 alle 11:31 pm

    Proprio così.

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: