Annunci
Home > libero contributo, politica senese > Libero Contributo – Cosa deve ancora accadere in questa città, affinché ci sia un risveglio civile?

Libero Contributo – Cosa deve ancora accadere in questa città, affinché ci sia un risveglio civile?

27 dicembre 2015

RICEVO E PUBBLICO

 

I consiglieri del “Gruppo Consiliare Laura Sabatini e Alessandro Trapassi” inviano il testo dell’intervento fatto in data 22.12.2015 dalla consigliera Laura Sabatini, a nome del gruppo consiliare predetto, nel Consiglio Comunale Straordinario sul tema specifico del “lavoro”, richiesto al Sindaco dai gruppi di opposizione compreso i consiglieri Sabatini e Trapassi.

 

Intervento:

Se si pensava di risanare la situazione della Banca Mps esternalizzando 1063 dipendenti, allora significa proprio che nessuno ha veramente capito il problema!

Forse nella strategia di Profumo e Viola c’era ben altro.

Che questi 1063 dipendenti, con un’anzianità rilevante, fossero in qualche maniera da rottamare per evitare di ritrovarseli nel Fondo di sostegno al reddito, un ammortizzatore sociale questo che è stato utilizzato dalle Banche e che fino al 2020 (salvo rinnovi), procederà in tal senso.

E’ vero che nessuno finora ha perso il proprio posto di lavoro, ma certe condizioni i lavoratori esternalizzati in Fruendo, le hanno perse per sempre.

Come il Fondo di sostegno al reddito per esempio, che l’azienda non vuole assolutamente attivare; è forse questo l’aspetto più penalizzante, che ha messo in uno stato di angoscia totale centinaia di lavoratori, uomini e donne, che ormai intravedevano l’arrivo del proprio iter lavorativo.

Molti si sono chiesti: perché io sì e il mio collega che lavorava a gomito con me, no?

In effetti è stato proprio così; una sorta di “Schindler’s List” che ha penalizzato enormemente, soprattutto, coloro che erano adibiti alle lavorazioni di back office, ma anche  figure con una certa professionalità.

Tutto senza un senso compiuto, forse anche illegalmente.

E su questo capitolo, serve ricordare le due sentenze in 1* grado dei Tribunali di Siena e Roma, che hanno dato ragione ai lavoratori.

E’ stata fatta un’ enorme ingiustizia, senza risolvere il problema economico della Banca, pochi spiccioli, di fronte a un mare di debiti!

Ai lavoratori esternalizzati sui vari poli (Siena, Firenze, Lecce, Roma, Abbiate Grasso, Mantova), è stata tolta la loro dignità.

Considerati di serie B, si sentono ‘ghettizzati’.

Una vergogna!

Molti di loro hanno risolto il rapporto di lavoro in maniera consensuale, forse anche rimettendoci a livello economico!

Senza poi contare che sui percorsi di carriera, aspettativa più che legittima, tutto si è inceppato, nessuno più parla di promozioni e premi di produzione.

 Anche la copertura sanitaria in quiescenza è stata perduta, peggiorata quella di chi è ancora a lavoro.

Altri stanno vivendo, con enorme disagio, certe situazioni lavorative all’interno dei vari poli.

I sindacati trovano un muro di gomma nel confrontarsi con l’Azienda per andare a sottoscrivere un contratto integrativo che Bassilichi e Accenture non vogliono firmare.

Senza garanzie vere, questi lavoratori rischiano davvero di perdere il proprio posto di lavoro, forse non subito, ma a medio termine chi può dirlo!

Nessuno ha mosso un dito per evitare che ciò accadesse.

I riferimenti politici hanno avallato in pieno il perfido progetto.

Una vergogna per chi ha voluto tutto questo.

Ancora una volta chi amministra questa città non ha saputo cogliere l’attimo propizio per evitare un’operazione iniqua ed inutile.

Cosa deve ancora accadere in questa città, affinché ci sia un risveglio civile?

I consiglieri Laura Sabatini e Alessandro Trapassi

“Gruppo Consiliare Laura Sabatini e Alessandro Trapassi”.

Annunci
  1. Maria Lupi
    27 dicembre 2015 alle 3:58 pm

    Bravi, così si parla! Peccato abbiate sulla coscienza l’elezione del Valentini, ma non si può essere perfetti.
    C’è chi andò al mare per farlo eleggere e ora fa il moralista.
    Fate qualcosa per il patrimonio artistico: ho letto poco fa l’appello di Sena Civitas che a me, mezza forestiera, è risultato nuovo.
    Che gruppo è? Giusto comunque il problema.
    Quando tornerò a Siena in pensione vorrei ritrovarci la sua arte, perchè anche dello Stato che concentra risorse c’è poco da fidarsi, se per risparmiare renzi portasse tutto a Firenze vi meravigliereste? Fa di necessità virtù lui. Dirà, per risparmiare, razionalizzare, diventare moderni comeper le “banchine” di cui c’è oggi sui giornali.

  2. Marco Sbarra
    27 dicembre 2015 alle 4:06 pm

    Lodevole l’intervento a favore degli esternalizzati Mps in Fruendo.
    Forse però non sarebbe male puntualizzare, per amore di verità, che “i riferimenti politici” che “hanno avallato in pieno il perfido progetto” corrispondono “in pieno” al Partito Democratico di Siena. Come non ricordare le affermazioni di partecipata preoccupazione per la vittoria riportata, nella causa di lavoro contro Fruendo e il Mps da centinaia di dipendenti Fruendo, espresse dal Sindaco Valentini? Come non notare che quel partito continua a tutelare le aziende a scapito dei lavoratori?. A proposito, che fine ha fatto l’esecutività del reintegro in Mps stabilito dal giudice di Siena? E’ alquanto singolare che nessuno abbia pensato di attivarla: ci sono state forse pressioni istituzionali?
    Per quanto riguarda i sindacati, temo che sia inutile riporre una qualche fiducia nella loro presunta volontà di tutelare i dipendenti Fruendo e Mps. Durante la tragica vicenda del Monte hanno scritto pagine ingloriose e l’accordo appena concluso con la banca sulla contrattazione aziendale ed il contenimento dei costi operativi sembra proseguire su quella falsariga.
    Purtroppo, in quel di Siena il cielo rimane minacciosamente plumbeo: speriamo che non ci riservi altre brutte sorprese. D’altronde, come non aspettarsele, visto che che l’ancien regime gode ancora di ottima salute?

  3. Marco Sbarra
    27 dicembre 2015 alle 4:26 pm

    A domanda risposta: CHE SIENA DIVENGA CITTA’ “DE -PD- IZZATA”

    Lodevole l’intervento a favore degli esternalizzati Mps in Fruendo.
    Forse però non sarebbe male puntualizzare, per amore di verità, che “i riferimenti politici” che “hanno avallato in pieno il perfido progetto” corrispondono “in pieno” al Partito Democratico di Siena. Come non ricordare, ad esempio, le affermazioni di partecipata preoccupazione per la vittoria riportata, nella causa di lavoro contro Fruendo e Mps da centinaia di dipendenti Fruendo, espresse dal Sindaco Valentini? Come non notare che quel partito continua a tutelare le aziende a scapito dei lavoratori?. A proposito, che fine ha fatto l’esecutività del reintegro in Mps stabilito dal giudice di Siena? E’ alquanto singolare che nessuno abbia pensato di attivarla: ci sono state forse pressioni istituzionali?
    Per quanto riguarda i sindacati, temo che sia inutile riporre una qualche fiducia nella loro presunta volontà di tutelare i dipendenti Fruendo e Mps. Durante la tragica vicenda del Monte hanno scritto pagine ingloriose e l’accordo appena concluso con la banca sulla contrattazione aziendale ed il contenimento dei costi operativi sembra proseguire su quella falsariga.
    Purtroppo, in quel di Siena il cielo rimane minacciosamente plumbeo: speriamo che non siano in arrivo altre brutte sorprese. D’altronde, come non aspettarsele, visto che che l’ancien regime gode ancora di ottima salute?

  4. marco falorni
    27 dicembre 2015 alle 5:51 pm

    Intervento concreto e coraggioso, quello pronunciato in aula da Laura Sabatini.

  5. Laura
    27 dicembre 2015 alle 6:54 pm

    Per Maria Lupi.
    Mi viene in mente quel bambino nel film ‘La guerra dei bottoni’ che disse:”…se lo sapevo non AVREI venuto”!
    Credevo, davvero, di poter dare un contributo per un cambiamento onesto della situazione di Siena, perlomeno nei campi che conoscevo meglio come sanità e territorio.
    Come avete veduto non mi hanno permesso neppure di ‘esserci’; non hanno mai accettato la nostra collaborazione.
    Tutti si può sbagliare, ed io ho fatto male a fidarmi ed a crederci.
    Deve riconoscere che ho capito quasi da subito, però!

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: