Annunci
Home > libero contributo, politica senese, siena > La Rubrica di Mara Morini – KULTURA

La Rubrica di Mara Morini – KULTURA

6 maggio 2016
judith6.jpg_925051666

Mara si rilassa al sole di Maggio…

A un mese dalla nomina della Prof.ssa Francesca Vannozzi ad assessore alla Cultura non si è trovato ancora nulla di social politically correct sulle dimissioni dell’assessore Vedovelli.

Egli molto pacatamente rilasciava un’intervista in cui esprimeva che per educazione non avrebbe fornito il fianco ad alcuna critica circa il lavoro svolto e le motivazioni che lo hanno indotto alla scelta di lasciare il campo.

Ma tra le righe risulta chiaro che qualcosa non è andato per il verso giusto, anche se le assenze del Prof. Vedovelli nel periodo di mandato ne davano i sentori.

Tardamente nominato, risultava assurda la mancanza di un assessorato alla Cultura in occasione della partecipazione alla bagarre per la Capitale europea della Cultura 2019.

Assurdo che la funzione venisse svolta direttamente dal Sindaco, (competente in merito?) accentrando su di sé e il suo mentore di allora, il prof. Sacco, il compito di condurre Siena alla vittoria, impresa poi fallimentare ma, nota la megalomania avrà pensato che ne sarebbe uscito da titano qualora Siena si fosse aggiudicata il titolo.

Quindi poi la nomina postuma. La corsa ai ripari.

Dopo aver osannato il Bid Book che sarebbe rimasto a guida delle politiche future sulla Cultura, l’impossibilità di metterlo in atto ha fatto si che si lasciasse l’amaro compito ai designati posteri.

Liquidato Sacco dalla porta centrale per poi farlo rientrare per la finestra, non mollava allora e neppure adesso il Santa Maria alla Scala.

Le malelingue, maledette malelingue, sibilano che sia una decisione volta a non mollare i rapporti stretti ormai con i fiorentini.

Politicamente troppo rilevante se a Siena gli daranno un calcetto, visto che il politico è un mestiere, sarà utile in futuro.

Lungimirante scelta.

In breve però si scopre che il Santa Maria alla Scala, gestito da esterni, ricordo perché più capaci, non è visitato quanto il Duomo di Siena, e che per atto amministrativo gradualmente, quindi negli anni futuri e lasciato come “eredità del governo precedente”, il prezzo dei biglietti verrà ridotto quale incentivo alla visita.

Quindi l’opera di programmazione, promozione e comunicazione del gestore attuale, esterno, per la quale spendiamo un bel po’ di eurini qual è?

Consiglieri scandagliate e valutatene l’efficacia.

Mara non è distratta… Ma distrae!!!

Mara non è distratta… Ma distrae!!!

Vedremo come saranno spesi questi 2 milioncini per il Santa Maria alla Scala trovati tra le pieghe del risparmio.

Si è riusciti pure a risparmiare là dove la Cultura è ridotta alla modifica al ribasso di un prezzario, ma di iniziative “C”ulturali come si confà nemmeno l’ombra.

Inoltre le sciagure senesi in ambito culturale non si fermano qui. Come ci fa notare il pungente e attento Pierluigi Piccini dal suo blog (4/5/2016) “La Pinacoteca non andrà più al Santa Maria della Scala”, mandando definitivamente in archivio il disatteso “[…] accordo firmato nel 2000 con l’allora ministro Melandri”.

Per concludere, segnalo che ormai sono passati alcuni mesi (oltre 4) dalla nomina di Daniele Pitteri nel prestigioso ruolo di direttore del Santa Maria della Scala, con il compito di occuparsi anche della programmazione del Museo Civico e del Museo dell’Acqua. E’ giusto aspettare la fine del cosiddetto “effetto luna di miele” (6 mesi circa) prima di iniziare a fare le pulci.

Stiamo per adesso aspettando alcuni segnali positivi, di “cambio di passo”. Per adesso non se ne vedono…, ma è giusto aspettare. Facciamo però notare che è stata pubblicata una curiosa “procedura per l’affidamento del servizio di sorveglianza, biglietteria, portineria e servizi generali, organizzazione eventi, servizi bibliotecari e servizi didattici” per il Santa Maria della Scala che, a mio avviso, per importanza e per trasparenza, avrebbe meritato un maggior risalto e una maggiore comunicazione.

Mah… ci mancava solo di inserire il servizio “previsioni meteo”…

  Mara Morini

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: