Annunci

Archivio

Archive for the ‘siena’ Category

Editoriale de Il Santo – Ancora su LE LEOPOLDELLE… Trucco Contabile all’Università… Guerra in Consiglio Comunale…

17 gennaio 2018 Lascia un commento

Dopo il successo delle LEOPOLDELLE, su Facebook ma anche in privato i blogger vengono un po’ tirati per la giacchetta.

C’è chi si aspetta una discesa in campo, chi vorrebbe facessero fronte comune per realizzare un blog di proposte per la città.

Ho risposto a tutti quelli che mi hanno fatto queste proposte che non hanno capito lo spirito di noi bloggers, che siamo si spinti dal medesimo “fuoco” nello scrivere, ma che siamo lontani in tante situazioni. La nostra forza è la differenza di visione e di cultura, sarà un controsenso ma è questo che ci accomuna, le proposte serie le devono fare i politici, i bloggers osservano, criticano stimolano, fanno incazzare…

Quindi non vi aspettate un blog unitario, non vi aspettate un attività politica attiva almeno dal sottoscritto.

Qualcuno in questi giorni ha auspicato un incontro con il buon SEMPLICI per chiarirci, io non ho da chiarire niente.

Una specie di chiarimento ci fu con CORRADI all’Hotel Moderno ma non servi a niente, anche perché chiari e limpidi sono i verbali del Consiglio Comunale. Mettiamoci l’anima in pace e prendiamo atto che non si può andare d’accordo con tutti d’altronde si può vivere anche ignorandosi. Spero di aver così spento ogni ulteriore richiesta da chi si propone come mediatore… PORA SIENA

Le Leopoldelle: il risultato

La notte delle lunghe leopoldelle (e l’assoluzione Vecchi-Tognazzi)

Aggressione ai giovani contradaioli per capodanno, identificati i colpevoli

Con un trucco contabile, e trasferimenti, le università non virtuose si svuotano, risanano e ridiventano “virtuose”?

Mail David Rossi: assolti Antonella Tognazzi e il giornalista Davide Vecchi

Guerra tra maggioranza e opposizione, salta il consiglio comunale

Mulattiere

“Incredibile: niente Enoteca per wine&siena”

Mps, in Borsa torna sotto i 4 euro ad azione

L’enigma del SATOR

Il Martedì dell’Eretico (riflessioni su trasmissioni RAI, Simone Bernini) 16-01-2018

 

La Maggioranza in Consiglio Comunale… FANTASMI SMART

 

 

 

Annunci

Editoriale de Il Santo – Le Leopoldelle un gran successo!!! I bagnanti del ballottaggio fanno outing!!!

13 gennaio 2018 1 commento

Serata scoppiettante alle LEOPOLDELLE.

Chi non è venuto si è perso delle scenette alquanto illuminanti.

Il Tavolo dei blogger, notare la fascia magenta in onore di Siena Capitale della cultura

Simone Bernini alias ALMUTA NABBI ha condotto i due tempi della serata in maniera egregia dettando i tempi che si sono allungati fino a dopo la mezzanotte. La cena con i tortellini non ha deluso.

C’è stato anche uno scoop e grazie all’evento, abbiamo saputo che la pagina FB satirica LA SMART SITY è curata da ragazzi UNDER 30 ed a rappresentarli ieri sera c’era ACHILLE NERI figlio di EUGENIO.

Il tavolo con i blogger è cominciato con alcune domande fatte da Simone Bernini ai blogger riguardo al caso Rossi e all’ultima trasmissione di Santoro. La riunione si è accesa però quando Carlo Regina e il sottoscritto hanno criticato alcuni comportamenti di due persone riguardo anche al passato, su questo blog e su IMPEGNO PER SIENA. Romolo Semplici e Massimiliano Angelini, due persone che a noi blogger stanno poco simpatiche  Non starò qui a scrivere di nuovo il perché, basta fare un po’ di ricerca e i miei lettori potranno istruirsi, partite dal 2012 con la votazione sulla FONDAZIONE in Consiglio Comunale e guardate chi ha votato a favore (trovate tutto qui). Oppure potete leggervi questo (leggi qui) ad onor del vero Angelini ha anche risposto, ma come sempre con una mega super cazzola, ieri sera ne abbiamo avuto ancora una dimostrazione. Il Semplici ci ha anche accusato di non essere super partes e come sempre io rispondo, se non ti piace quello che scriviamo non ci leggere e fatti un bel blog per conto tuo.

Comunque come qualcuno mi ha detto (Il buon LUCA GUIDERI) io non sono la verità ed è vero ci mancherebbe altro, ma fossi un candidato io i due signori sopra citati con me non ce li vorrei. La notizia è che il SEMPLICI ha ammesso alle LEOPOLDELLE di essere andato al mare al ballottaggio delle ultime elezioni, perché nessuno gli ha chiesto l’apparentamento quindi perché rimanevano fuori dal Consiglio Comunale, non avendo fatto le salve (parlando in termini palieschi), hanno preferito consegnare di nuovo la città al PD. Cosa di cui Valentini fu grato e prima del ballottaggio si complimentò sui giornali per la scelta politica fatta, cioè di andare al mare. Lecito quello che è stato fatto, ma se poi ti becchi qualche critica, credo che fare il permaloso sia controproducente.

Tornando alle cose serie, una domanda di Maurizio Chiantini a cui ho risposto deve essere in questa sede per forza sviscerata.

Lui chiedeva se ora come ora c’è un candidato che non abbia intorno a se persone che hanno fatto parte del groviglio passato. La mia risposta meno articolata di Bastardo senza Gloria e dell’ERETICO è stata secca: NO, tranne i Cinque Stelle (che a Siena non sfondano) e il Generale Fucito di Casa Pound.

Almuta Rabbi in Diretta con MAXCICCI

Detto questo bisogna anche essere realisti. Per vincere le elezioni, come le guerre c’è bisogno di alleati. Del resto gli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale si alleò con STALIN. Credo che per vincere ci sia bisogno di numeri e i numeri li portano le persone. Sarei molto illuso se chiunque dei candidati a Sindaco non avesse alle spalle persone che hanno fatto parte del groviglio armonioso, questa è la politica, a me non piace ma alla

fine è questa.

Il fatto fondamentale a mio avviso è lo stesso che si ripete in Italia da sempre, non c’è ma una pacificazione, una NORIMBERGA che tracci una linea sud quello che è accaduto, si rimane sempre in una zona d’ombra dove le questioni non sono mai realmente risolte e sviscerate. Non è possibile andare avanti se non si risolvono i fatti del passato.

Durante la serata, Mario Ascheri ha lanciato un appello a tutti per poter fare fronte comune contro chi ha portato Siena al disastro, Marco Falorni ha risposto bene al professore dicendo che l’opposizione è di per se divisa per definizione, ma che auspica un accordo almeno sul ballottaggio.

Altra notizia è che il Dottor Eugenio Neri si è chiamato fuori come candidato a Sindaco dicendo (testuali parole): “Questa non è la mia battaglia!”, ne prendo atto anche se so che insieme ad alcuni fedelissimi sta cercando un candidato a Sindaco che lo rappresenti. Manca a questo punto da parlare di un giovane che pur essendo agli antipodi con il sottoscritto per quanto riguarda l’estrazione politica ha invece tutta la mia stima.

Ieri sera Ernesto Campanini ha ascoltato, d’altronde è il suo lavoro e credo che ascoltare sia una bella dote. Ci ha detto che per ora non si candiderà, anche se credo che sarebbe un ottimo candidato per la sinistra (quella vera).

Per la cronaca erano presenti molti senesi interessati, alcuni dei quali membri dell’associazione BuonGoverno, che tramite il solito SEMPLICI ci hanno messo al corrente che è possibile firmare un esposto contro PROFUMO e VIOLA presentato dall’avvocato FALASCHI.

Ottimo l’intervento di PIETRO POGGI, credo che abbia ragione bisogna emigrare.

Non voglio parlare dell’assenza degli uomini del PD presumibilmente correranno con FULVIO BRUNI (cavallo di razza) o del Candidato a Sindaco Piccini si commenta tutto da solo. Ho apprezzato la presenza di CORTONESI, PICCINI ALESSANDRO e MARIGNANI che almeno hanno la faccia di venire e prendersi le invettive sul passato da parte dei bloggers.

Facendo un bilancio della serata, credo che non sia andata male, certo chi si aspettava soluzioni da parte dei bloggers può essere rimasto deluso, ma ha imparato che i bloggers non danno soluzioni, individuano i problemi, criticano, insomma fanno i bloggers, fare politica è un’altra cosa.

Ringrazio Simone per l’opportunità che ci ha dato, perché è l’unico che ha avuto il coraggio di metterci insieme in un’assemblea pubblica senza imporci niente, insomma liberi di dire quello che volevamo… AUGURI SIENA!!!

Editoriale de Il Santo con Rassegna Stampa – Di che cosa ha bisogno Siena? LEOPOLDELLE istruzioni per l’uso…

11 gennaio 2018 1 commento

Mi chiedo spesso di che cosa ha bisogno Siena per il proprio futuro.

La prima cosa che mi viene in mente sarebbe far chiarezza sul passato e spazzare ogni polvere su ciò che è accaduto negli anni passati.

Mi rendo conto che questo però sarà impossibile, perché tante di quelle persone che hanno sostenuto, coccolato e appoggiato la vecchia politica ora sono di nuovo in pista con una faccia degna del teatro greco.

Se guardo chi sostiene chi e vado a vedere i comitati elettorali passati, taluni personaggi sono schierati per il cambiamento. Persone che sono accanto al De Mossi, allo Sportelli e anche insieme al Piccini, per non parlare del PD, ma almeno loro sono nello stesso partito.

Quando i giochi saranno fatti sarà un impegno far notare quale ruolo hanno avuto in passato questi personaggi che oggi cercano di far finta di niente sul loro passato.

Quindi scartata la prima cosa di cui a mio avviso abbiamo bisogno per ripartire, la seconda fondamentale è un programma serio fattibile per i prossimi anni, vedo anche questa cosa difficile perché come ho già scritto e detto di programmi in giro ancora non se ne vedono, spero che siano già tutti pronti e che prossimamente possano essere fruibili. Per ora non mi resta che dire: PORA SIENA…

Le Leopoldelle: istruzioni per l’uso. Repetita iuvant

Voto su regolamento antifascista, ci si riproverà il 30 gennaio

La Soprintendenza non aveva chiesto di far “rintanare” gli orsi

Valentini Bruno “il sondaggista” manda in tilt il PD di Siena

L’assessora Ferretti lascia per presunte incompatibilità, mentre il vice Mancuso che le incompatibilità ce le ha da anni resta al suo posto

Ancora furti nelle case di Siena: rubano oro e gioielli dalla cassaforte

Giovani, giovanili e giovanilismo: io mi preoccuperei

Sanità: mai dire Calamai (e Santoro)

Europa chiude mista, Piazza Affari positiva sostenuta da banche

La storia del Regolamento del Palio attraverso l’Archivio Sunto: l’articolo 38

 

Editoriale de Il Santo – I blogger Senesi incontrano i politici nostrani insieme ai senesi… Vi conviene esserci!!!

4 gennaio 2018 4 commenti

Da qualche tempo il mio amico ALMUTA NABBI ha lanciato l’idea delle LEOPOLDELLE un incontro pubblico per incontrare i senesi, ma anche i politici NOSTRANI che si candidano a governare Siena.

A pochi mesi dalle elezioni non si vede uno straccio di programma, da poter analizzare e studiare.

Sono già stati invitati dei politici senesi da destra a sinistra alle Liste civiche. Qualcuno ha risposto positivamente qualcuno come il buon MANKUSO tramite il suo portavoce ANGELINI ha risposto che non sarà presente, mandi l’ANGELINI che qualche domanda da fargli ce l’abbiamo.

Metto qui qualche nome che dovrebbe non potrebbe partecipare all’incontro:

Pierluigi Piccini, Luigi De Mossi, Sergio Fucito, Massimo Sportelli, Don Brunetto alias Bruno Valentini oppure Simone Vigni come rappresentante del PD, Marco Falorni (storico oppositore senese), Michele Pinassi, Eugenio Neri, Laura Vigni, Ernesto Campanini, Romolo Semplici, qualcuno della rete antifascista senese.

Mi scuso se mi sono scordato di qualcuno. L’invito è aperto a tutti ed è un invito che i bloggers senesi fanno ai politici direttamente senza filtri di sorta perché quello che vogliamo è chiarezza e idee certe per Siena ed i senesi, che ne hanno estremamente bisogno…

Qui sotto il manifesto dell’evento

Editoriale de Il Santo con Rassegna Stampa – La Sicurezza ognuno la vede a modo proprio…

2 gennaio 2018 Commenti disabilitati

Lo ammetto, non ero presente al meraviglioso concerto di fine anno in Piazza del Campo. A me i BANDABARDO’ non piacciono.

Leggo da in alcuni giornali locali che tutto è andato bene e il giornalista ringrazia oltre le Forze dell’ordine anche l’amministrazione, perché tutto si è svolto in sicurezza.

A parte che fare giornalismo per me è un’altra cosa, mi sembra che sia tornato di moda leccare l’amministrazione comunale cercando di far passare Siena come il Paese delle Meraviglie, dove non succede niente e dove tutto va bene.

Forse i giornalisti dovrebbero chiedere a quei ragazzi che sono stati picchiati la notte di capodanno da un gruppo di facinorosi (non metto l’etnia altrimenti mi danno del razzista).

Gruppo di facinorosi, che prima di rompere un naso e uno zigomo hanno aggredito un’altro ragazzo in via dei termini.

Dove erano le forze dell’ordine? Perché pur essendo in massa per garantire la sicurezza per l’ultima notte dell’anno sono arrivati dopo 20 minuti dalla chiamata, eppure l’aggressione è avvenuta in Piazza Tolomei, in pieno centro.

Non voglio allenarmi a certi partiti che cavalcano l’onda della paura, ma nemmeno sminuire i fatti come sembra voler fare l’amministrazione e alcune istituzioni, con la complicità della stampa. Le problematiche ci sono e devono essere affrontate.

Un’ultima analisi sul concerto che evidentemente voleva un tipo dio pubblico particolare, la BANDABARDO’ ha un colore politico ben definito, se ne evince dai testi e dalla propaganda che fanno ad ogni concerto, certo chi vuole è libero di ascoltarli, ma un concerto organizzato dall’amministrazione per i cittadini deve essere neutro. Forse però è pretendere troppo da un Sindaco che pensa di essere il Primo cittadino dei soli senesi che lo hanno votato.

Noto che i Piazza c’erano circa 20.000 persone, che è stato distribuito un volantino relativo alla sicurezza fatto molto bene, sarà il caso di realizzarlo anche per il Palio? PORA SIENA…

Nei prossimi giorni, parleremo dei candidati a Sindaco, dallo SPORTELLI al PICCINI passando per il DEMOSSI…

Editoriale de Il Santo con Rubrica del Professore – Qualche augurio per Siena 2018? 

31 dicembre 2017 6 commenti

Ancora auguri a tutti.

Auguri a chi vuole cambiare, ma vede nero.

Auguri a chi non vuole cambiare e ci prende per i fondelli.

Auguri a la politica fantoccio, che si fa guidare sempre dagli stessi (guardate i nomi di chi siede accanto ai candidati).

Auguri alla Massoneria senese che gioca su più tavoli come qualcuno è in mille comitati (tanto poi qualcosa ci scappa). 

Auguri a chi ci crede davvero.

Auguri ai blogger che ormai sono il vero unico problema di Siena, perché Siena cari blogger non ha voglia di cambiare, in fondo si sta tanto bene così.

Auguri ai miei lettori, lo so in questo periodo sono un po’ avaro dei commenti! Mi sto trattenendo, perché francamente la campagna elettorale mi sta facendo vomitare!!! PORA SIENA

 

La rubrica del Professore 
Le prossime elezioni dominano il campo anche se non tutti i giocatori sicuri, come Pd, 5 stelle, Unione popolare, Siena attiva, Pietraserena, sono già con un candidato. 
I cittadini devono invece auspicare e pretendere elaborazioni e confronti ravvicinati tra tutti anche prima che scendano i tempi limitati della campagna elettorale: il Comune dovrebbe favorire con spazi gratuiti l’attività di tutte le formazioni politiche anziché spendere soldi di tutti per la propaganda di pochi (la Giunta).
Concorrenza piena quindi, nel rispetto reciproco, nella chiarezza, ma senza limitazioni. Ben vengano valutazioni attente sui grandi temi, nel merito, e si decida la preferenza non in base a valutazioni preconcette e meno che mai ideologiche o succubi della propaganda. Di buoni propositi ne abbiamo già vissuti troppi, anche famigerati: ricordiamo ancora, ad esempio, la ‘banca etica’?
Si esigano proposte articolate, non promesse generiche, sugli investimenti nelle infrastrutture, nella manutenzione del verde e delle vie, nei servizi (sanità e sicurezza in primis), nella tutela dei beni culturali (tutti, non solo del Santa Maria) e del centro storico, sullo sfoltimento degli enti dipendenti e degli apparati inefficienti.
I candidati ci dicano come gestiranno il bilancio, con quali innovazioni, e con quali procedure garantiranno il rispetto degli impegni presi e la valorizzazione del merito nelle nomine per ravvicinare istituzioni e cittadini. Le consultazioni burocratiche e puramente formali hanno deluso come la boriosa, ossessiva, proclamazione di risultati positivi. Ci sono procedure​ nuove per snellire e rendere più seguiti i lavori del Consiglio comunale e delle Commissioni? Come evitare che i cittadini si sentano manipolati, destinatari di chiacchiere soporifere, e favorire invece il governo largo della città?
​Siena non è stata tradita solo al MPS. Da tempo è in crisi la passione politica. La frammentazione dell’opposizione ne è una conseguenza. E generici discorsi antipartitici e civici non bastano a far ripartire​ la Politica.
Una riflessione di fine anno è doverosa: da 25 anni la città suscita movimenti civici, ma cosa hanno costruito di duraturo? Continuando così, al ballottaggio è realistico che arrivino solo i loghi forti nazionali, 5 stelle e Pd: nel disinteresse più generale di buona parte della città.

Editoriale de Il Santo – Il Comune organizza una festa privata al Teatro per i propri dipendenti

16 dicembre 2017 Commenti disabilitati

Nella rubrica di Gianni del 15 dicembre scorso (leggi) i miei lettori hanno potuto apprendere che a Siena c’è stato un evento con Paolo Hendel. Un evento che non sono riuscito a trovare on line. Un evento che pare sia stato offerto dal Comune ai dipendenti e alle loro famiglie. Questo evento è stato sponsorizzato con 5000,00 €  dal Signor Claudio Staffieri, legale rappresentante della Ditta Gran Caffè Nannini del gruppo LA CASCINA, soldi che l’azienda ha donato al Comune di Siena, quindi a tutti i cittadini senesi e non solo a quelli che sono stati (forse) invitati al Teatro. L’evento è costato meno ma i numeri li potete leggere nella delibera (leggi).

Leggendo la delibera sembra che contestualmente alla decisione della Giunta di fare questo spettacolo, il Signor Staffieri è pronto a versare 5000,00 €. I tempi sono un po’ strettini, anche per organizzare con gli agenti dell’attore.

In meno di 14 giorni si è fatto tutto. Si trova lo sponsor, si contatta l’attore e si organizza una sera al teatro, peccato che si siano scordati di pubblicizzare la cosa ai senesi.

Chi ha visto lo spettacolo, ha pagato? Quanto costava il biglietto? Era tutto esaurito? Mhaaa!!! E’ lecito che il Comune abbia organizzato uno spettacolo con i soldi donati all’amministrazione? Tutte domande che non troveranno risposta.

A mio avviso la campagna elettorale è entrata nel vivo e il nostro Don Brunetto fa di tutto per accaparrarsi la benevolenza dei suoi dipendenti, scordandosi, che anche Lui è un dipendente dei cittadini senesi. E’ anche poco accorto. Faceva più bella figura se organizzava uno spettacolo in beneficienza e faceva vedere come è vicino alle persone bisognose.

Riflessione amara, ci sbattezziamo ogni anno per trovare sponsor che permettano ai ragazzi senesi di fare sport e ambire a risultati più importanti, da queste aziende che operano sul territorio non arriva pressoché niente, i politici trovano subito i fondi, sarà mica perché poi ci sono gli appalti per le mense e via dicendo? La mia è solo una domanda, magari ho pensato male!!! PORA SIENA

Dal WEB