Editoriale de Il Santo con Rassegna Stampa – C’è il palio non ci svegliare!!! Pian delle Fornaci nuove abitazioni, sempre più aggrovigliati…

Scroll down to content

Sono un po’ stanco, lo ammetto. La situazione senese mi appassiona sempre meno. Ci sono in questa amministrazione evidenti conflitti di interesse, c’è un Sindaco indagato e rinviato a giudizio. La città dorme, aspettando il Palio, in quei giorni vedrete che ci sarà il benservito a quello che resta della nostra banca, perché in quei giorni puoi fare e dire quello che vuoi i senesi dormono, si divertono lasciano da parte i problemi, in sostanza sono più che mai distratti. La politica e il potere questo lo ha capito ed agiscono in quei giorni sempre da tanti anni. inutili saranno gli appelli di Don Brunetto per la banca. Ormai di sicuro tutto è già stabilito. Ai senesi non rimarrà altro che sfogarsi sui social e ciucciarsi il calzino come dice il figlio di HOMER SIMPSON… PORA SIENA

Rompere i grovigli intorno all’urbanistica

C’è ancora confusione

 Mps e il prezzo di cessione degli Npl

Cna: “Mps sostenga lo sviluppo del territorio”

Movimento Siena 5 Stelle: ”Pian delle Fornaci, a che scopo queste …

Lo sfruttamento selvaggio del Campo deve finire

Truffa ad anziani, si chiude il cerchio su un napoletano

Sinistrega

 

 

 

Annunci

6 Replies to “Editoriale de Il Santo con Rassegna Stampa – C’è il palio non ci svegliare!!! Pian delle Fornaci nuove abitazioni, sempre più aggrovigliati…”

  1. questa cosa che durante il Palio la città si estranea ed entra in una sorta di bolla di inconsapevolezza con tutto il mondo intorno pronto ad approfittare delle sue virtù è una cagata pazzesca. Quello che è successo a Siena si deve ANZITUTTO ai senesi che hanno mangiato e bevuto alla tavola del MPS e mai sazi. Dopo che si sarà partiti da questa considerazione, allora si può allargare il discorso al mondo brutto e cattivo.

    1. Caro Rocco o come ti chiami, forse non hai capito, i senesi per me sono complici e la politica insieme alla finanza hanno capito che certe cose è meglio che si facciano per il Palio… I senesi non sono inconsapevoli, ma durante i giorni del palio puoi accomodarti nel letto della moglie, loro hanno altro da fare…

      1. Se così è, è perché così gli è stato consentito. Evidentemente ai Senesi basta il Palio. Un popolo che puppando dal Monte, si è riempiti di seconde e terze case che affittano a quei turisti che poi sbeffeggiano perché “il Palio è cosa nostra che ne vuoi sapere te”. Un popolo di impiegati che alle 5 si fanno cadere la penna per andare in contrada. Ed un popolo così è giusto che non abbia alcun futuro. Resta un territorio straordinario, bellissimo; una storia ricca, importante. Vorrà dire che morirà di stenti guardando i dolci colli e ricordando la vittoria di Montaperti. Che tanto, sempre con questo si consolano. Gli basta poco…

      2. il problema non è la Banca. Certo, quella è una vicenda importantissima per la Città. Ma credo che sia propio un modo d’essere, una sorta di superbia ignorante che ha fatto perdere tutti i treni a Siena. Il triste e lo sgomento sale quando percepisci come una sorta di rabbia nei senesi, come se i ladri gli fossero entrati nelle case sorprendendoli nel sonno. E questa rabbia li porta a stare a braccia conserte perché “ora me la risolvete voi”. Io credo che non ci sia posto più bello dove vivere, ma per lavorare, crescere, migliorare, confrontarsi con il futuro, mettere a prova le proprie capacità, bisogna andare altrove. Ma mica sulla luna, basta anche Colle Val D’Elsa.

  2. Interessante l’intervento “Sinistresa”. Mi sembra spieghi bene perche’ a Siena le cose non cambieranno mai. La tavolozza di colori che l’autore utilizza per illustrare il degrado di Siena prevede solo il bianco e tutt’al piu ‘ il rosa.
    Il rosso scarlatto che da tempo immemorabile governa la Citta ‘ non ne fa parte, tamquam non esset.

    E’ come accorgersi della pagliuzza e “dimenticarsi” della trave.
    A meno che il vero problema non siano tanto i colori, ma i senesi.

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: