Annunci
Home > Don Brunetto, libero contributo > La Rubrica di Don Brunetto – Prima di criticare fai la differenziata!!!

La Rubrica di Don Brunetto – Prima di criticare fai la differenziata!!!

20 dicembre 2014

Il video che pubblico non è tratto da un film di Mel Brooks, purtroppo è la triste realtà di chi in questo momento deve far risorgere Siena. Il Signor Sindaco mi dice che prima di fare il polemico devo assicurarmi di essere un buon cittadino: fare la differenziata, pagare le tasse, partecipare ai concerti, andare al teatro, essere attivo nel volontariato e andare a pulire le mura! Se fossi un maleducato, risponderei alla senese, ma visto che non lo sono gli rispondo che le tasse le pago regolarmente, così come faccio la differenziata, ma che c’azzecca con al domanda che ho fatto in video? A chi posso chiedere il bollino per fare un po’ di polemica? Forse il Signor Sindaco detto Don Brunetto prima di fare il Sindaco ha fatto l’analisi del sangue per vedere se era idoneo a fare l’amministratore? Risponda alle domande dei cittadini, smetta di fare promesse che non può mantenere, perché lo stipendio glielo paghiamo noi con le tasse che Lui ha aumentato per colpa del suo partito che non ha saputo amministrare questo territorio. Il Sindaco si aspetta proposte dei cittadini? E’ lui che deve farle e portarle avanti, troppo facile in questo modo, altrimenti il Sindaco lo potrebbe fare chiunque e da quello che si sente è proprio vero!!!

Un po’ di polemica con Daniele Magrini, capisco benissimo che lo studio è piccolo ma il contraddittorio in questi casi è necessario…

Annunci
  1. 20 dicembre 2014 alle 8:41 am

    Non mi meraviglio del fatto che anche il Valentini (come il Ceccuzzi con la legge Salva Contrade) stia usando le Contrade come strumento per fare politica…

  2. PippoSanese
    21 dicembre 2014 alle 12:57 am

    Mandiamolo a casa,intendo Ser Bruno da Ravacciano. Dopo i danni fatti a Monteriggioni lo hanno “promosso” a far danni a Siena. Quando finirà gli daranno un alto incarico al MPS ,come hanno fatto per il paonazzo de’ pispini (si fa per dire è di Ravacciano anche lui come Brunetto) Oppure mandiamolo a fare l’amministratore alla Sansedoni ma. senza stipendio fisso riconoscendogli solo una percentuale su i GUADAGNI e non su i volumi di affari, lo stesso dovrebbe valere per TUTTI gli incarichi pubblici o privati. Auguri per un nuovo anno, magari più onesto.

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: